Pubblicità

Cybersex

cybersexIl termine cybersex fa riferimento all’uso di internet con l’intento di intraprendere attività sessuali gratificanti; esso comprende una varietà di attività come il fare uso di pornografia, utilizzare chat sessuali, fare sesso on-line tramite webcam, cercare partner sessuali o impegnarsi in giochi di ruolo sessuali.

Tra queste, l’attività più popolare è la visione di materiale pornografico, soprattutto per gli uomini, con un numero infinito di scenari sessuali immediatamente accessibili. La motivazione sottostante all’utilizzo di internet è costituita dal fatto che esso fornisce uno spazio sicuro per la messa in atto di esperienze sessuali che non necessitano di una relazione vis-a-vis.

La letteratura ha presentato il modello Triple A, il quale enfatizza l’importanza di tre specifiche caratteristiche del cybersex: accessibilità (milioni di siti pornografici costantemente accessibili), convenienza (siti pornografici gratis o a un prezzo basso), e anonimato (l’utilizzo di pornografia online consente una tutela di sé, rendendosi “impercettibili” agli altri).

In diversi casi, il Cybersex non è considerato problematico e non è associato a conseguenze negative; tuttavia, per un piccolo ma significativo sottogruppo di individui, il cybersex può divenire invasivo e influenzare diversi aspetti del funzionamento individuale.

In tali casi, il cybersex può divenire disfunzionale e associarsi a sintomi di dipendenza come perdita del controllo e sbalzi d’umore; nonostante tali evidenze il cybersex non è ancora stato concettualizzato e non esiste ancora una diagnosi psichiatrica. Tra le diverse concettualizzazioni proposte, non vi sono ancora delle evidenze empiriche tali da muovere verso un consenso unanime della letteratura.

Gli aspetti disfunzionali del cybersex vengono infatti spesso concettualizzati in termini di dipendenza comportamentale, in modo simile al gioco d’azzardo patologico o altre attività praticate on- line, come l’uso eccessivo dei video-game.

 

Psicologi in evidenza
Dottoressa Daniela Benedetto
Via del Vascello, 34 - ROMA
Cell: +39 339 6306112
Dottoressa Cristina Bergia
Viale dei Mille, 1 - FIRENZE
Cell.: 339 7067867

 

Il cybersex problematico è generalmente definito come un bisogno eccessivo e incontrollato di ricercare attività sessuali online associato ai presenti sintomi: un persistente desiderio o sensazione di insuccesso nel ridurre o controllare il comportamento Cybersessuale; rilevanza cognitiva (pensieri e ossessioni persistenti e intrusivi correlati al cybersex); utilizzo del comportamento cybersessuale per regolare le proprie emozioni; isolamento ( stati emotivi negativi quando non è possibile attuare il comportamento); tolleranza (bisogno di praticare l’attività per molte ore); e infine conseguenze negative sul funzionamento sociale, interpersonale e lavorativo del soggetto.

Uno studio qualitativo condotto da Schimmenti & Caretti (2010), ha enfatizzato la presenza di una dissociazione online, definita da un distacco emotivo e mentale durante le attività sessuali online e associato con compromissione del controllo temporale e depersonalizzazione; questo fenomeno è stato anche descritto in relazione ad altre attività on-line.

Studi epidemiologici hanno invece enfatizzato che il cybersex problematico è spesso associato con depressione, ansia, difficoltà nelle relazioni intime, problemi finanziari e professionali, isolamento interpersonale, decremento della soddisfazione sessuale e decremento dell’interesse verso rapporti sessuali off-line, disfunzione erettile in rapporti sessuali off-line, comportamenti sessuali a rischio e sentimenti di colpa e vergogna.

 

Assessment e trattamento del Cybersex

Molti studi disponibili mostrano che l’uso problematico del cybersex è molto più frequente negli uomini rispetto alle donne; il genere è correlato al tipo di attività sessuali on line preferite: le donne sono interessate maggiormente ad attività con “partner”, utilizzando maggiormente le Sex Chat Room, mentre gli uomini prediligono fare uso di pornografia in solitudine.

Gli uomini risultano essere caratterizzati dall’utilizzo di pattern impulsivi e compulsivi rispetto alle donne. Altri studi hanno cercato di delineare la relazione tra fattori psicologici e comportamento cybersessuale. In un recente studio, Cooper, ha evidenziato che inizialmente il cybersex è praticato a scopo ricreativo, mentre successivamente il comportamento cybersessuale è annesso ad eccitazione sessuale, ricerca di relax o distrazione, diminuzione dello stress, regolazione delle emozioni e compensazione delle fantasie sessuali insoddisfatte nella vita reale.

Questi risultati hanno quindi evidenziato come il cybersex problematico rifletta una strategia di regolazione dell’umore con l’obiettivo di ridurre pensieri, sentimenti e sensazioni negative. Questi risultati sono stati replicati su soggetti dipendenti da pornografia, ma sottolineando che l’uso della stessa è anche correlato a insicurezza emotiva, attaccamento ansioso o evitante e una maggiore probabilità di eventi traumatici infantili.

Per quanto riguarda la valutazione del comportamento cybersessuale e della dipendenza sessuale, sono disponibili diversi questionari; tra i più utilizzati vi è il Sex Screening test, creato appositamente per la valutazione del comportamento sessuale problematico on line. Indaga rispettivamente: compulsività sessuale online, comportamento sessuale on line, isolamento legato al comportamento sessuale on-line, investimento finanziario per il sesso online, e interesse nel comportamento sessuale online.

Rispetto al consumo compulsivo di pornografia, può essere utilizzato il Problematic Pornography Use Scale e il Cyber-Pornography Use Inventory-9.

 

Psicologi in evidenza
Synesis Centro di Psicologia Dottoressa Flavia Passoni
Synesis Centro di Psicologia Via Pace, 11 Carnate - MONZA
Cell: 338 1863275
Dottoressa Tiziana Casazza
Via Giambellino, 26 - MILANO
Cell: 347 7917019

 

Rispetto al trattamento del cybersex, diversi autori propongono un approccio integrato, attraverso la combinazione di metodi psicosociali, cognitivi-comportamentali, psicodinamici e farmacologici. Da un’analisi della letteratura sono stati identificati tre approcci principali per il trattamento del cybersex e dipendenza da pornografia: il trattamento cognitivo-comportamentale che favorisce un decremento dei sintomi depressivi e incremento della qualità della vita; terapia dell’accettazione e dell’impegno che riduce il consumo di pornografia on line e i sintomi ossessivi/compulsivi; e infine interventi psicoeducativi che favoriscono una riduzione dell’uso di materiale pornografico e il comportamento masturbatorio compulsivo.

Sulla base dei risultati presentati, la letteratura suggerisce l’importanza di approfondire gli aspetti psicologici e socio-ambientali che sono coinvolti nello sviluppo e mantenimento delle diverse forme di cybersex problematico.

In conclusione, i successivi studi dovranno considerare il Cybersex sia come comportamento non associato necessariamente a conseguenze negative, ma anche come aspetto che potrebbe ledere il funzionamento individuale del soggetto.

 

Tratto da "Addictive Behaviour"

 

(Traduzione e adattamento a cura della Dottoressa Giorgia Lauro)

  |   Letto: 2538 volte
Pin it


Copyright © 2018 Psicologi Italiani. Tutti i diritti riservati. Psiconline srl. - P.IVA 01925060699 - web design - web agency -

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Accedendo acconsenti all'utilizzo dei cookies in accordo con la politica e regolamentazione vigente in materia di cookies e privacy. - ULTERIORI INFORMAZIONI

Cookie e relative funzionalità

A seconda dei singoli obiettivi, si utilizzano cookie differenti.
Di seguito viene fornito un elenco dei tipi di cookie più diffusi e degli scopi per cui vengono utilizzati.

Cookie di sessione
I cookie di sessione vengono archiviati temporaneamente nella memoria del computer durante l'esplorazione di un sito, ad esempio, per tenere traccia della lingua scelta. I cookie di sessione rimangono memorizzati nel computer per un breve periodo di tempo. Vengono infatti eliminati non appena l'utente chiude il browser Web.

Cookie permanenti o traccianti
I cookie permanenti salvano un file sul computer per un lungo periodo di tempo. Questo tipo di cookie possiede una data di scadenza. I cookie permanenti consentono ai siti Web di ricordare informazioni e impostazioni alle successive visite degli utenti, rendendo così l'esplorazione più pratica e rapida, poiché, ad esempio, non è più necessario effettuare l'accesso.
Alla data di scadenza, il cookie viene automaticamente eliminato quando si effettua il primo accesso al sito Web che lo ha creato.

Cookie di prime parti
Questi cookie vengono impostati dai siti Web stessi (con dominio uguale a quello indicato nella barra degli indirizzi del browser) e possono essere letti solo da tali siti. Vengono comunemente utilizzati per archiviare informazioni quali le preferenze, da utilizzare alle successive visite al sito.

Cookie di terze parti
Questi cookie vengono impostati da domini diversi da quello indicato nella barra degli indirizzi del browser, ovvero da organizzazioni che non corrispondono ai proprietari dei siti Web.
I cookie utilizzati, ad esempio, per raccogliere informazioni a fini pubblicitari e di personalizzazione dei contenuti, oltre che per elaborare statistiche Web, possono essere "cookie di terze parti".
I cookie di terze parti consentono di ottenere sondaggi più completi delle abitudini di esplorazione degli utenti e si ritiene che siano più sensibili dal punto di vista dell'integrità. Per questo motivo, la maggior parte dei browser Web permette di modificare le impostazioni in modo che tali cookie non vengano accettati.

Di seguito un elenco dei servizi utilizzati sul sito Psicologi Italiani che impostano cookie di terze parti:

Google Analytics (Google)
Google Anayltics è un servizio di analisi web fornito da Google, Inc. ("Google") che utilizza dei "cookie" mediante i quali raccoglie Dati Personali dell'Utente che vengono trasmessi a, e depositati presso i server di Google negli Stati Uniti. Google utilizza queste informazioni allo scopo di tracciare e esaminare il vostro utilizzo del sito web, compilare report sulle attività del sito web per gli operatori del sito web e fornire altri servizi relativi alle attività del sito web e all'utilizzo di Internet. Google non associa l'indirizzo IP dell'utente a nessun altro dato posseduto da Google. L'eventuale rifiuto di utilizzare i cookies, selezionando l'impostazione appropriata sul vostro browser, può impedire di utilizzare tutte le funzionalità di questo sito web.

Social Widgets/Buttons
Servizi che consentono agli utenti di interagire con i social network direttamente all'interno di altri siti web.

Facebook social buttons/widgets (Facebook)
Servizio gestito da Facebook Inc. società che aderisce all'iniziativa Safe Harbor Privacy Policy Framework, garantendo un trattamento dei Dati Personali in linea con gli standard di sicurezza europei. Il servizio consente all'Utente di interagire con il social network tramite questo sito web. Facebook, grazie al click dell'Utente, acquisisce i dati relativi alla visita dello stesso sul Sito. Facebook non condivide alcuna informazione o dato in suo possesso con il Sito o il Titolare del Trattamento. Per maggiori informazioni sull'utilizzo dei Dati Personali da parte di Facebook Inc. si prega di consultare il seguente link: www.facebook.com/privacy/explanation.php

Twitter social buttons/widgets (Twitter)
Servizio gestito da Twitter, società che aderisce all'iniziativa Safe Harbor Privacy Policy Framework, garantendo un trattamento dei Dati Personali in linea con gli standard di sicurezza europei. Il servizio consente all'Utente di interagire con il social network tramite questo sito web. Twitter, grazie al click dell'Utente, acquisisce i dati relativi alla visita dello stesso sul Sito. Twitter non condivide alcuna informazione o dato in suo possesso con il Sito o il Titolare del Trattamento. Per maggiori informazioni sull'utilizzo dei Dati Personali da parte di Twitter si prega di consultare il seguente link: twitter.com/privacy

Gestione dei cookie

Poiché i cookie sono normali file di testo, è possibile accedervi utilizzando la maggior parte degli editor di testo o dei programmi di elaborazione testi. Per aprirli, è sufficiente fare clic su di essi. Di seguito è riportato un elenco di collegamenti che spiegano come visualizzare i cookie all'interno dei vari browser. Se il vostro browser non è presente, fate riferimento alle informazioni sui cookie fornite dal browser stesso. Se utilizzate un telefono cellulare, consultate il relativo manuale per reperire ulteriori informazioni.

Firefox
https://support.mozilla.org/en-US/kb/cookies-information-websites-store-on-your-computer

Chrome
https://support.google.com/chrome/bin/answer.py?hl=en&answer=95647&topic=14666&ctx=topic

Internet Explorer
http://windows.microsoft.com/en-US/internet-explorer/delete-manage-cookies

Safari
http://support.apple.com/kb/PH17191?viewlocale=it_IT

Disattivazione/attivazione o eliminazione dei cookie

I cookie possono essere limitati o bloccati mediante le impostazioni del browser.

Se preferite che i siti Web non memorizzino alcun cookie nel vostro computer, impostate il browser in modo da ricevere una notifica prima dell'archiviazione di ogni cookie. In alternativa, potete impostare il browser in modo che rifiuti tutti i cookie o solo i cookie di terze parti. Potete anche eliminare tutti i cookie già presenti nel sistema. È importante sottolineare che le impostazioni devono essere modificate separatamente in ogni browser e computer utilizzato.

Se impostate il blocco della memorizzazione dei cookie, Psicologi Italiani non può garantire un corretto funzionamento del sito Web. Alcune funzioni del sito potrebbero risultare non disponibili e potrebbe non essere più possibile visualizzare determinati siti Web. Inoltre, il blocco dei cookie non elimina la visualizzazione degli annunci pubblicitari. Semplicemente, questi non saranno più personalizzati in base ai vostri interessi e verranno riproposti con maggiore frequenza.

In ogni browser le impostazioni vengono modificate seguendo una diversa procedura. Se necessario, per definire impostazioni corrette utilizzate la funzione di Guida del browser.

Per disattivare i cookie su un telefono cellulare, consultate il relativo manuale per reperire ulteriori informazioni.

Informazioni più dettagliate relative ai cookie su Internet sono disponibili all'indirizzo http://www.aboutcookies.org/

Altri cookie/cookie imprevisti

Considerando il funzionamento di Internet e dei siti Web, non sempre siamo in grado di controllare i cookie che vengono memorizzati da terze parti attraverso il nostro sito Web. Questo vale soprattutto nei casi in cui la pagina Web contenga i cosiddetti elementi incorporati: testi, documenti, immagini o brevi filmati che sono archiviati altrove, ma vengono visualizzati nel o attraverso il nostro sito Web.
Di conseguenza, qualora nel sito Web venisse rilevato un cookie non imputabile ad uno dei servizi di terze parti elencato, vi preghiamo di comunicarcelo. In alternativa, potete contattare direttamente le terze parti interessate e chiedere informazioni sui cookie che inviano, a quali scopi, qual è la loro durata e come garantiscono la privacy degli utenti.