Pubblicità

Disturbo paranoide di personalità

Disturbo paranoide personalitàLa parola “personalità” descrive modelli radicati di comportamento e modalità con cui gli individui percepiscono, si rapportano e pensano a sè stessi e al mondo circostante.

I “tratti” di personalità sono invece caratteristiche cospicue di personalità e non sono necessariamente patologici, anche se alcuni tratti più specifici, possono determinare problemi interpersonali.

I disturbi di personalità sono invece modelli permanenti di esperienze interne e comportamenti che si scostano notevolmente dalle aspettative della cultura di un individuo.

Si presentano come rigidi, inflessibili, maladattivi e di una gravità tale da causare notevoli danni al funzionamento globale dell’individuo.

Il disturbo paranoide di personalità è caratterizzato da una tendenza ingiustificata ad interpretare le azioni di altre persone come minacciose e malevoli.

Solitamente si sviluppa durante l’età adulta, e si manifesta con un senso di diffidenza e un sospetto ingiustificato che rende persistente l’erronea interpretazione delle intenzioni altrui come malevoli.

Le persone con disturbo paranoide di personalità non sono in grado di riconoscere i propri sentimenti negativi verso gli altri, ma difficilmente perdono completamente il contatto con la realtà.

Difficilmente tendono a fidarsi dell’altro per paura di esserne sfruttato o tradito. Spesso interpretano erroneamente osservazioni e comportamenti innocui da parte degli altri e possono accumulare un risentimento infondato per una durata irragionevole.

Dal punto di vista sintomatologico, il disturbo paranoide di personalità è caratterizzato dalla presenza di sospettosità, preoccupazione costante per motivi anche futili, sensazione di essere sfruttato da altri, incapacità a collaborare, isolamento sociale, una scarsa immagine di sé, distacco ed ostilità.

Psicologi in evidenza
Dottoressa Irene Giangreco Marotta
Via Paolessi, 1 - RIETI
Cell: 347 1332633
Dottoressa Camilla Pazzagli
Via Gioberti, 23 - FIRENZE
Cell: 331 7339589

Le persone con questo disturbo presentano tipicamente una forte necessità di sentirsi auto-sufficienti, sono rigide e spesso litigiose.

A causa dell’evitamento di relazioni di vicinanza con gli altri, possono apparire come freddi e calcolatori. Di solito il disturbo si manifesta prevalentemente negli uomini piuttosto che nelle donne.

Da un punto di vista eziopatogenetico, la causa specifica di questo disturbo è ancora sconosciuta. Sembra essere più comune nelle famiglie in cui è già presente un disturbo psicotico, come la schizofrenia, o un disturbo delirante, suggerendo così un’eventuale trasmissione genetica che ne aumenta la predisposizione.

Il disturbo paranoide di personalità può inoltre essere il risultato di esperienze infantili negative promosse da un’atmosfera domestica minacciosa.

Può essere “indotto” dalla presenza di una furia parentale estrema ed infondata che determina l’insorgenza di profonde insicurezze infantili.

Pubblicità

Il trattamento del disturbo si considera fondamentale per il controllo della paranoia, ma è molto difficile da applicare in quanto il soggetto può essere sospettoso nei confronti del clinico.

Senza trattamento questo disturbo evolve solitamente verso la cronicità; i farmaci e la terapia sono approcci comuni ed efficaci nella gestione del disturbo.

Le conseguenze sociali, quando è presente un grave disturbo mentale, riguardano la rottura degli equilibri familiari, la perdita di occupazione e, nei casi più estremi, anche della casa.

I farmaci per il disturbo paranoide di personalità non sono generalmente incoraggiati, in quanto possono contribuire ad un più elevato senso di sospettosità che, in ultima analisi, può portare al ritiro del paziente dalla terapia.

Sono tuttavia suggeriti per il trattamento di condizioni specifiche del disturbo, come ad esempio ansia o deliri gravi, proprio perché sintomi che alterano il normale funzionamento.

Il Diazepam, appartenente alla famiglia delle benzodiazepine, secondo la letteratura, si è rivelato efficace se il paziente soffre di una grave ansia o agitazione che interferisce con il funzionamento quotidiano.

Tra gli antipsicotici, la tioridazina e l’aloperidolo, si rivelano appropriati qualora il paziente assume comportamenti agitati o pensieri deliranti tali da provocare un danno a sé stesso o agli altri.

Psicologi in evidenza
Synesis Centro di Psicologia Dottoressa Flavia Passoni
Synesis Centro di Psicologia Via Pace, 11 Carnate - MONZA
Cell: 338 1863275
Dottoressa Cristina Bergia
Viale dei Mille, 1 - FIRENZE
Cell.: 339 7067867

La psicoterapia rappresenta invece il metodo più promettente per il trattamento del disturbo paranoide di personalità.

Le persone con questo disturbo hanno infatti spesso problemi radicati con il funzionamento interpersonale tale da richiedere una terapia intensa.

Una forte relazione terapeuta-cliente offre infatti il maggior beneficio per le persone con tale disturbo, ma è estremamente difficile da stabilire a causa del drammatico scetticismo dei pazienti affetti da tale condizione.

Le persone con disturbo paranoide di personalità raramente iniziano il trattamento e spesso, quando capita, lo interrompono prematuramente.

Allo stesso modo, la creazione della fiducia nel terapeuta da parte del cliente è molto complessa da mantenere a causa dell’elevata sospettosità.

La maggior parte dei pazienti con questa malattia presenta infatti sintomi per tutta la durate della loro vita, necessitando di una terapia costante, la quale, purtroppo, fatica a prendere forma.

Tratto da PsychologyToday

(Traduzione e adattamento a cura della Dottoressa Giorgia Lauro) 

  |   Letto: 1774 volte
Pin it


Copyright © 2018 Psicologi Italiani. Tutti i diritti riservati. Psiconline srl. - P.IVA 01925060699 - web design - web agency -

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Accedendo acconsenti all'utilizzo dei cookies in accordo con la politica e regolamentazione vigente in materia di cookies e privacy. - ULTERIORI INFORMAZIONI

Cookie e relative funzionalità

A seconda dei singoli obiettivi, si utilizzano cookie differenti.
Di seguito viene fornito un elenco dei tipi di cookie più diffusi e degli scopi per cui vengono utilizzati.

Cookie di sessione
I cookie di sessione vengono archiviati temporaneamente nella memoria del computer durante l'esplorazione di un sito, ad esempio, per tenere traccia della lingua scelta. I cookie di sessione rimangono memorizzati nel computer per un breve periodo di tempo. Vengono infatti eliminati non appena l'utente chiude il browser Web.

Cookie permanenti o traccianti
I cookie permanenti salvano un file sul computer per un lungo periodo di tempo. Questo tipo di cookie possiede una data di scadenza. I cookie permanenti consentono ai siti Web di ricordare informazioni e impostazioni alle successive visite degli utenti, rendendo così l'esplorazione più pratica e rapida, poiché, ad esempio, non è più necessario effettuare l'accesso.
Alla data di scadenza, il cookie viene automaticamente eliminato quando si effettua il primo accesso al sito Web che lo ha creato.

Cookie di prime parti
Questi cookie vengono impostati dai siti Web stessi (con dominio uguale a quello indicato nella barra degli indirizzi del browser) e possono essere letti solo da tali siti. Vengono comunemente utilizzati per archiviare informazioni quali le preferenze, da utilizzare alle successive visite al sito.

Cookie di terze parti
Questi cookie vengono impostati da domini diversi da quello indicato nella barra degli indirizzi del browser, ovvero da organizzazioni che non corrispondono ai proprietari dei siti Web.
I cookie utilizzati, ad esempio, per raccogliere informazioni a fini pubblicitari e di personalizzazione dei contenuti, oltre che per elaborare statistiche Web, possono essere "cookie di terze parti".
I cookie di terze parti consentono di ottenere sondaggi più completi delle abitudini di esplorazione degli utenti e si ritiene che siano più sensibili dal punto di vista dell'integrità. Per questo motivo, la maggior parte dei browser Web permette di modificare le impostazioni in modo che tali cookie non vengano accettati.

Di seguito un elenco dei servizi utilizzati sul sito Psicologi Italiani che impostano cookie di terze parti:

Google Analytics (Google)
Google Anayltics è un servizio di analisi web fornito da Google, Inc. ("Google") che utilizza dei "cookie" mediante i quali raccoglie Dati Personali dell'Utente che vengono trasmessi a, e depositati presso i server di Google negli Stati Uniti. Google utilizza queste informazioni allo scopo di tracciare e esaminare il vostro utilizzo del sito web, compilare report sulle attività del sito web per gli operatori del sito web e fornire altri servizi relativi alle attività del sito web e all'utilizzo di Internet. Google non associa l'indirizzo IP dell'utente a nessun altro dato posseduto da Google. L'eventuale rifiuto di utilizzare i cookies, selezionando l'impostazione appropriata sul vostro browser, può impedire di utilizzare tutte le funzionalità di questo sito web.

Social Widgets/Buttons
Servizi che consentono agli utenti di interagire con i social network direttamente all'interno di altri siti web.

Facebook social buttons/widgets (Facebook)
Servizio gestito da Facebook Inc. società che aderisce all'iniziativa Safe Harbor Privacy Policy Framework, garantendo un trattamento dei Dati Personali in linea con gli standard di sicurezza europei. Il servizio consente all'Utente di interagire con il social network tramite questo sito web. Facebook, grazie al click dell'Utente, acquisisce i dati relativi alla visita dello stesso sul Sito. Facebook non condivide alcuna informazione o dato in suo possesso con il Sito o il Titolare del Trattamento. Per maggiori informazioni sull'utilizzo dei Dati Personali da parte di Facebook Inc. si prega di consultare il seguente link: www.facebook.com/privacy/explanation.php

Twitter social buttons/widgets (Twitter)
Servizio gestito da Twitter, società che aderisce all'iniziativa Safe Harbor Privacy Policy Framework, garantendo un trattamento dei Dati Personali in linea con gli standard di sicurezza europei. Il servizio consente all'Utente di interagire con il social network tramite questo sito web. Twitter, grazie al click dell'Utente, acquisisce i dati relativi alla visita dello stesso sul Sito. Twitter non condivide alcuna informazione o dato in suo possesso con il Sito o il Titolare del Trattamento. Per maggiori informazioni sull'utilizzo dei Dati Personali da parte di Twitter si prega di consultare il seguente link: twitter.com/privacy

Gestione dei cookie

Poiché i cookie sono normali file di testo, è possibile accedervi utilizzando la maggior parte degli editor di testo o dei programmi di elaborazione testi. Per aprirli, è sufficiente fare clic su di essi. Di seguito è riportato un elenco di collegamenti che spiegano come visualizzare i cookie all'interno dei vari browser. Se il vostro browser non è presente, fate riferimento alle informazioni sui cookie fornite dal browser stesso. Se utilizzate un telefono cellulare, consultate il relativo manuale per reperire ulteriori informazioni.

Firefox
https://support.mozilla.org/en-US/kb/cookies-information-websites-store-on-your-computer

Chrome
https://support.google.com/chrome/bin/answer.py?hl=en&answer=95647&topic=14666&ctx=topic

Internet Explorer
http://windows.microsoft.com/en-US/internet-explorer/delete-manage-cookies

Safari
http://support.apple.com/kb/PH17191?viewlocale=it_IT

Disattivazione/attivazione o eliminazione dei cookie

I cookie possono essere limitati o bloccati mediante le impostazioni del browser.

Se preferite che i siti Web non memorizzino alcun cookie nel vostro computer, impostate il browser in modo da ricevere una notifica prima dell'archiviazione di ogni cookie. In alternativa, potete impostare il browser in modo che rifiuti tutti i cookie o solo i cookie di terze parti. Potete anche eliminare tutti i cookie già presenti nel sistema. È importante sottolineare che le impostazioni devono essere modificate separatamente in ogni browser e computer utilizzato.

Se impostate il blocco della memorizzazione dei cookie, Psicologi Italiani non può garantire un corretto funzionamento del sito Web. Alcune funzioni del sito potrebbero risultare non disponibili e potrebbe non essere più possibile visualizzare determinati siti Web. Inoltre, il blocco dei cookie non elimina la visualizzazione degli annunci pubblicitari. Semplicemente, questi non saranno più personalizzati in base ai vostri interessi e verranno riproposti con maggiore frequenza.

In ogni browser le impostazioni vengono modificate seguendo una diversa procedura. Se necessario, per definire impostazioni corrette utilizzate la funzione di Guida del browser.

Per disattivare i cookie su un telefono cellulare, consultate il relativo manuale per reperire ulteriori informazioni.

Informazioni più dettagliate relative ai cookie su Internet sono disponibili all'indirizzo http://www.aboutcookies.org/

Altri cookie/cookie imprevisti

Considerando il funzionamento di Internet e dei siti Web, non sempre siamo in grado di controllare i cookie che vengono memorizzati da terze parti attraverso il nostro sito Web. Questo vale soprattutto nei casi in cui la pagina Web contenga i cosiddetti elementi incorporati: testi, documenti, immagini o brevi filmati che sono archiviati altrove, ma vengono visualizzati nel o attraverso il nostro sito Web.
Di conseguenza, qualora nel sito Web venisse rilevato un cookie non imputabile ad uno dei servizi di terze parti elencato, vi preghiamo di comunicarcelo. In alternativa, potete contattare direttamente le terze parti interessate e chiedere informazioni sui cookie che inviano, a quali scopi, qual è la loro durata e come garantiscono la privacy degli utenti.