Pubblicità

Temperamento

I termini temperamento, carattere e personalità sono entrati a far parte del linguaggio comune al punto tale che il loro reale significato, come costrutto psicologico, è andato perso o fortemente distorto.

temperamentoIl concetto di temperamento è molto antico: dobbiamo, infatti, a Ippocrate la sua prima formulazione, secondo la quale la predominanza di uno dei quattro umori corporei (sangue, flemma, bile gialla, bile nera) costituiva la manifestazione di quattro tipologie di temperamento: sanguigno, flemmatico, collerico e melanconico.

L’idea di Ippocrate fu poi ripresa ed ampliata da Galeno che distingueva tra spiriti vitali (nei vasi sanguigni) e spiriti animali (da cui dipende il sistema nervoso), e spiegava come l’equilibrio tra i fluidi corporei dava vita a persone sane, morali ed intelligenti, mentre il loro squilibrio portava alla malattia, all’amoralità ed alla follia.

Le idee di Ippocrate ed Galeno si tramutarono in teorie che effettuavano una correlazione tra caratteristiche fisiognomiche e manifestazioni comportamentali, nel tentativo di classificare diversi tipi di persone e prevederne le azioni, e che, proprio come quelle astrologiche, sono oggi riconosciute come prive di ogni fondamento scientifico.

Comunque, oggi la psicologia definisce temperamento:
“L’insieme di disposizioni comportamentali presenti sin dalla nascita le cui caratteristiche definiscono le differenze individuali nella risposta all’ambiente. Il temperamento riflette dunque una variabilità biologica” (Lingiardi, 1996).

In questi termini, possiamo definire il temperamento la componente biologica e genetica della personalità, che esprime impulsi, tendenze istintive, disposizioni, necessità, stati affettivi...

Vengono identificate, inoltre, queste tipologie di temperamento:

  1. T. depressivo. L’individuo è: triste, cupo, incapace di divertirsi, lamentoso, privo di immaginazione, scettico, pessimista, incline al senso di colpa, introverso, passivo; ha scarsa autostima e senso di inadeguatezza e/o fallimento, poche amicizie, pochi interessi (che, però, cura con relativa costanza); è una persona fidata, un dipendente devoto; è iperreligioso; dorme molto (più di 10 ore a notte). Questa tipologia è stata definita come una forma clinicamente attenuata e ad andamento cronico di malattia depressiva e rappresenta il temperamento più comune nei pazienti affetti da depressione ricorrente, ma anche nei casi di disturbo bipolare di tipo I, con episodi maniacali o quadri di stato misto.
  2. T. ipertimico. L’individuo è: allegro, esuberante, ottimista, senza preoccupazioni, autorassicurante, megalomane, estroverso, indiscreto, disinibito, pieno di energie e di progetti; ha molti interessi, è coinvolto in molte attività; dorme poco (meno di 6 ore a notte); è resistente alla fatica fisica ed intellettuale, tende a posizioni di comando e da leader, è portato per le arti recitative e di intrattenimento; può essere sopraffatto da superficialità e scarsa tenacia, per cui è alla continua ricerca di nuovi progetti (tralasciando i precedenti). Può avere episodi isolati di depressione.
  3. T ciclotimico. Ottimismo e spensieratezza si alternano a pessimismo e pianto immotivato; iperattività ed intraprendenza sono rapidamente seguite da mancanza di energia, perdita dello slancio vitale, così come l’intenso coinvolgimento in ogni attività e la ricerca di nuovi interessi possono essere seguite da indifferenza, distacco, apatia; l’eccessiva sicurezza, l’intuitività e la creatività cedono il passo a crollo dell’autostima, insicurezza e difficoltà di concentrazione; il bisogno di contatti sociali e l’aumentata loquacità si trasformano in una tendenza all’isolamento ed al mutismo; il ridotto bisogno di sonno in ipersonnia. Tutto questo si traduce in uno stile di vita tumultuoso: sono frequenti cambiamenti del tipo di lavoro, di residenza, di amicizie e di relazioni sentimentali. Circa un terzo sviluppa episodi depressivi maggiori e può essere classificato come disturbo bipolare II e può predisporre all’insorgenza di un disturbo bipolare a cicli rapidi.
  4. T irritabile. L’individuo si caratterizza per alto livello di energie, collera, aggressività, impulsività, ipercriticità, insonnia, frequenti difficoltà di adattamento sociale e tendenza ad abuso di alcool e sedativi. E’ stato studiato con minore attenzione rispetto ai precedenti e talora è considerato una variante del temperamento ciclotimico.
  5. T. timido-inibito. L’individuo è caratterizzato da una spiccata sensitività interpersonale e da un’eccessiva timidezza, con frequenti manifestazioni somatiche di ansie in occasione di eventi di separazione. Gli scompensi più frequenti sono costituiti dai disturbi d’ansia, quali la fobia sociale o il disturbo di panico.

 

Bibliografia:

  • Maldonato, Dizionario di Scienze Psicologiche, Edizioni Simone, 2008.

Sitografia:

  • http://www.alessandromonno.it/articoli/temperamento-carratere-personalita/
  • http://www.depressione-ansia.it/wp-content/uploads/2012/10/Depressione_temperamento_carattere_e_personalit%C3%A0.pdf
  • http://www.homolaicus.com/uomo-donna/psicologia/personalita.htm.

 

 

 

  |   Letto: 3504 volte
Pin it


Copyright © 2018 Psicologi Italiani. Tutti i diritti riservati. Psiconline srl. - P.IVA 01925060699 - web design - web agency -

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Accedendo acconsenti all'utilizzo dei cookies in accordo con la politica e regolamentazione vigente in materia di cookies e privacy. - ULTERIORI INFORMAZIONI

Cookie e relative funzionalità

A seconda dei singoli obiettivi, si utilizzano cookie differenti.
Di seguito viene fornito un elenco dei tipi di cookie più diffusi e degli scopi per cui vengono utilizzati.

Cookie di sessione
I cookie di sessione vengono archiviati temporaneamente nella memoria del computer durante l'esplorazione di un sito, ad esempio, per tenere traccia della lingua scelta. I cookie di sessione rimangono memorizzati nel computer per un breve periodo di tempo. Vengono infatti eliminati non appena l'utente chiude il browser Web.

Cookie permanenti o traccianti
I cookie permanenti salvano un file sul computer per un lungo periodo di tempo. Questo tipo di cookie possiede una data di scadenza. I cookie permanenti consentono ai siti Web di ricordare informazioni e impostazioni alle successive visite degli utenti, rendendo così l'esplorazione più pratica e rapida, poiché, ad esempio, non è più necessario effettuare l'accesso.
Alla data di scadenza, il cookie viene automaticamente eliminato quando si effettua il primo accesso al sito Web che lo ha creato.

Cookie di prime parti
Questi cookie vengono impostati dai siti Web stessi (con dominio uguale a quello indicato nella barra degli indirizzi del browser) e possono essere letti solo da tali siti. Vengono comunemente utilizzati per archiviare informazioni quali le preferenze, da utilizzare alle successive visite al sito.

Cookie di terze parti
Questi cookie vengono impostati da domini diversi da quello indicato nella barra degli indirizzi del browser, ovvero da organizzazioni che non corrispondono ai proprietari dei siti Web.
I cookie utilizzati, ad esempio, per raccogliere informazioni a fini pubblicitari e di personalizzazione dei contenuti, oltre che per elaborare statistiche Web, possono essere "cookie di terze parti".
I cookie di terze parti consentono di ottenere sondaggi più completi delle abitudini di esplorazione degli utenti e si ritiene che siano più sensibili dal punto di vista dell'integrità. Per questo motivo, la maggior parte dei browser Web permette di modificare le impostazioni in modo che tali cookie non vengano accettati.

Di seguito un elenco dei servizi utilizzati sul sito Psicologi Italiani che impostano cookie di terze parti:

Google Analytics (Google)
Google Anayltics è un servizio di analisi web fornito da Google, Inc. ("Google") che utilizza dei "cookie" mediante i quali raccoglie Dati Personali dell'Utente che vengono trasmessi a, e depositati presso i server di Google negli Stati Uniti. Google utilizza queste informazioni allo scopo di tracciare e esaminare il vostro utilizzo del sito web, compilare report sulle attività del sito web per gli operatori del sito web e fornire altri servizi relativi alle attività del sito web e all'utilizzo di Internet. Google non associa l'indirizzo IP dell'utente a nessun altro dato posseduto da Google. L'eventuale rifiuto di utilizzare i cookies, selezionando l'impostazione appropriata sul vostro browser, può impedire di utilizzare tutte le funzionalità di questo sito web.

Social Widgets/Buttons
Servizi che consentono agli utenti di interagire con i social network direttamente all'interno di altri siti web.

Facebook social buttons/widgets (Facebook)
Servizio gestito da Facebook Inc. società che aderisce all'iniziativa Safe Harbor Privacy Policy Framework, garantendo un trattamento dei Dati Personali in linea con gli standard di sicurezza europei. Il servizio consente all'Utente di interagire con il social network tramite questo sito web. Facebook, grazie al click dell'Utente, acquisisce i dati relativi alla visita dello stesso sul Sito. Facebook non condivide alcuna informazione o dato in suo possesso con il Sito o il Titolare del Trattamento. Per maggiori informazioni sull'utilizzo dei Dati Personali da parte di Facebook Inc. si prega di consultare il seguente link: www.facebook.com/privacy/explanation.php

Twitter social buttons/widgets (Twitter)
Servizio gestito da Twitter, società che aderisce all'iniziativa Safe Harbor Privacy Policy Framework, garantendo un trattamento dei Dati Personali in linea con gli standard di sicurezza europei. Il servizio consente all'Utente di interagire con il social network tramite questo sito web. Twitter, grazie al click dell'Utente, acquisisce i dati relativi alla visita dello stesso sul Sito. Twitter non condivide alcuna informazione o dato in suo possesso con il Sito o il Titolare del Trattamento. Per maggiori informazioni sull'utilizzo dei Dati Personali da parte di Twitter si prega di consultare il seguente link: twitter.com/privacy

Gestione dei cookie

Poiché i cookie sono normali file di testo, è possibile accedervi utilizzando la maggior parte degli editor di testo o dei programmi di elaborazione testi. Per aprirli, è sufficiente fare clic su di essi. Di seguito è riportato un elenco di collegamenti che spiegano come visualizzare i cookie all'interno dei vari browser. Se il vostro browser non è presente, fate riferimento alle informazioni sui cookie fornite dal browser stesso. Se utilizzate un telefono cellulare, consultate il relativo manuale per reperire ulteriori informazioni.

Firefox
https://support.mozilla.org/en-US/kb/cookies-information-websites-store-on-your-computer

Chrome
https://support.google.com/chrome/bin/answer.py?hl=en&answer=95647&topic=14666&ctx=topic

Internet Explorer
http://windows.microsoft.com/en-US/internet-explorer/delete-manage-cookies

Safari
http://support.apple.com/kb/PH17191?viewlocale=it_IT

Disattivazione/attivazione o eliminazione dei cookie

I cookie possono essere limitati o bloccati mediante le impostazioni del browser.

Se preferite che i siti Web non memorizzino alcun cookie nel vostro computer, impostate il browser in modo da ricevere una notifica prima dell'archiviazione di ogni cookie. In alternativa, potete impostare il browser in modo che rifiuti tutti i cookie o solo i cookie di terze parti. Potete anche eliminare tutti i cookie già presenti nel sistema. È importante sottolineare che le impostazioni devono essere modificate separatamente in ogni browser e computer utilizzato.

Se impostate il blocco della memorizzazione dei cookie, Psicologi Italiani non può garantire un corretto funzionamento del sito Web. Alcune funzioni del sito potrebbero risultare non disponibili e potrebbe non essere più possibile visualizzare determinati siti Web. Inoltre, il blocco dei cookie non elimina la visualizzazione degli annunci pubblicitari. Semplicemente, questi non saranno più personalizzati in base ai vostri interessi e verranno riproposti con maggiore frequenza.

In ogni browser le impostazioni vengono modificate seguendo una diversa procedura. Se necessario, per definire impostazioni corrette utilizzate la funzione di Guida del browser.

Per disattivare i cookie su un telefono cellulare, consultate il relativo manuale per reperire ulteriori informazioni.

Informazioni più dettagliate relative ai cookie su Internet sono disponibili all'indirizzo http://www.aboutcookies.org/

Altri cookie/cookie imprevisti

Considerando il funzionamento di Internet e dei siti Web, non sempre siamo in grado di controllare i cookie che vengono memorizzati da terze parti attraverso il nostro sito Web. Questo vale soprattutto nei casi in cui la pagina Web contenga i cosiddetti elementi incorporati: testi, documenti, immagini o brevi filmati che sono archiviati altrove, ma vengono visualizzati nel o attraverso il nostro sito Web.
Di conseguenza, qualora nel sito Web venisse rilevato un cookie non imputabile ad uno dei servizi di terze parti elencato, vi preghiamo di comunicarcelo. In alternativa, potete contattare direttamente le terze parti interessate e chiedere informazioni sui cookie che inviano, a quali scopi, qual è la loro durata e come garantiscono la privacy degli utenti.