Pubblicità

Area pubblica

Vuoi conoscere di più la Professione di Psicologo?

In questo spazio trovi le informazioni, le notizie, i consigli, le Leggi, tutte le informazioni sugli Ordini Professionali Regionali, il Codice Deontologico, il Tariffario Nazionale, il Decalogo dello Psicologo, le informazioni su PARLANE CON NOI (numero verde gratuito), CONTATTA IL PROFESSIONISTA e tanto altro ancora con un costante aggiornamento!

Trattamento terapeutico online: la nuova frontiera del domani?

Alcuni autori stanno proponendo che le relazioni online, in particolare quelle terapeutiche, possano rivoluzionare i servizi di salute mentale, consentendo alle persone una valida alternativa agli approcci tradizionali di trattamento.

trattamento terapia onlineI social media hanno drammaticamente cambiato il modo in cui molti di noi si connettono con la famiglia e gli amici.

Rispetto a tale constatazione, dal punto di vista terapeutico, diversi autori ritengono che la terapia online possa presentarsi come efficace nel trattamento e gestione di alcune problematiche di salute mentale.

Come aiutare i pazienti a raccontare la loro storia?

I dettagli che spesso i pazienti omettono, o per vergogna, senso di colpa e protezione della reputazione, delineano una storia che in realtà è incompleta! Vediamo alcune tecniche da utilizzare per favorire una maggiore apertura nel narrare la propria storia.

pazienti raccontare storiaOgni volta che sentiamo una storia rispetto ai problemi familiari di una persona, sia che ci venga raccontata o che la leggiamo su un notiziario, internet, e così via, questa risulterà spesso incompleta.

La storia raccontata può essere vera fino ad un certo punto, in quanto spesso lascia fuori i dettagli e le informazioni sul contesto in cui gli eventi si sono verificati.

Cancro e sostegno psicologico

Che cosa succede se subentrano delle difficoltà nell’accettazione di una malattia come il cancro? Cosa fare se si è anche preoccupati e timorosi nel cercare una terapia di sostegno?

cancro sostegno psicologico“Una diagnosi di cancro può minacciare l’intero sistema di senso e significato attraverso il quale la vita è organizzata”, scrive Scott Temple, autore di una nuova guida clinica per la terapia cognitiva-comportamentale breve per i pazienti affetti da tumore.

Il suicidio infantile: cosa i genitori dovrebbero conoscere

I bambini e gli adolescenti cosa sanno rispetto alla morte e il suicidio? Hanno familiarità con questi argomenti? La risposta è si, e lo scoprono anche ad un'età sorprendentemente giovane.

suicidio bambini adolescentiLa morte di un bambino genera sempre una sensazione orribile, il cuore sembra sgretolarsi e non si riesce a credere a quanto successo.

Ma quando un bambino muore per suicidio, il dolore che si avverte è completamente diverso, in quanto accompagnato da uno sconvolgimento e angoscia soprattutto nei familiari del bambino.

Il Modello HiTOP: un nuovo modo di guardare il disturbo mentale

Il Modello della Tassonomia Gerarchica della Psicopatologia (HiTOP) ci invita a considerare le questioni di salute mentale attraverso una valutazione di diverse aree e arrivando ad una formulazione diagnostica mediante un approccio basato su prove scientifiche, piuttosto che opinioni o aneddoti.

Modello HiTOP Salute mentaleLa Tassonomia Gerarchica della psicopatologia (Hierarchical Taxonomy of Psychopathology, HiTOP), è una nuova strategia rivoluzionaria volta ad affrontare le diagnosi di salute mentale e tutti i complessi problemi che le riguardano.

A partire dall’introduzione del primo Manuale Diagnostico e Statistico dei Disturbi Mentali (DSM), le diagnosi di salute mentale sono state sempre “afflitte” da incoerenza e soggettività.

Teoria del gioco e psichiatria: da Berne a Szasz

La questione centrale di una psicoterapia orientata alla teoria del gioco non è “qual è la malattia e come influenza il comportamento del paziente?”, ma piuttosto è “che scopo ha il comportamento di questa persona e quali strategie sono state adottate per comunicare questo messaggio nascosto?”.

berne szasz teoria gioco psichiatria“Quello di cui la gente ha veramente bisogno e domanda dalla vita non è ricchezza, comodità o stima, ma giocare se ne vale la pena”. Thomas S. Szasz

La malattia mentale come la depressione, l’ansia e la schizofrenia, è un gioco, una strategia inventata dal giocatore (spesso senza riconoscimento) per ottenere qualche fine.

La personalità sadica

La psicoanalista Karen Horney riteneva che una personalità sadica fosse tipica di quell’individuo che traeva giovamento dalla sottomissione, deprecazione, disprezzo e umiliazione, come risultato di contenuti repressi autoritari e insoddisfatti.

personalità sadicaLa storia dei Disturbi di Personalità descritta nei Manuali diagnostici e Statistici dei Disturbi Mentali, dal DSM-1 al DSM-5, è affascinante, in particolare se concentriamo l’attenzione sui disturbi che sono stati eliminati.

Ad esempio, la storia del “Disturbo della personalità inadeguata” è durata dal DSM-I al DSM-II, per poi essere abbandonato nel DSM-III nel 1980.

Al contrario, è apparso per la prima volta nel DSM-III il “Disturbo Borderline di personalità”, così come quello Evitante e Narcisistico.

Passati sette anni, nel 1987, due disturbi furono inseriti nell’appendice con l’etichetta “Categorie diagnostiche proposte che necessitano di ulteriori studi”.

Tra questi, uno era il “Disturbo Sadistico della personalità”; il concetto presentava secondo alcuni molti punti critici, ma sia lo psicoanalista Erich Fromm, che Karen Horney, descrivevano invece molto nel dettaglio.

Madri borderline

 
I bambini le cui madri hanno una diagnosi di disturbo borderline della personalità presentano difficoltà nell’attaccamento, ritiro sociale, disregolazione emotiva precoce e, in seguito, durante la crescita, tendono a manifestare difficoltà nei comportamenti sociali e distorsioni nel modo in cui percepiscono i rapporti interpersonali.

madri borderlineAl giorno d’oggi, capire come valutare quanto i problemi mentali delle madri possano influenza il benessere dei figli si rivela decisamente importante.

La terapia dei Sistemi Familiari Interni

Ideata da Richard Schwartz, la terapia dei sistemi familiari interni rappresenta un tipo di terapia basata sulla conversazione in cui si lavora con l’obiettivo di identificare e comprendere le specifiche sub-personalità o nuclei familiari interni che costituiscono il sistema mentale dell’individuo.

terapia sistemi familiari interniI Sistemi Familiari Interni rappresentano una forma di psicoterapia che identifica e affronta molteplici sub-personalità o famiglie all’interno del sistema mentale di ogni individuo.

Queste sub-personalità consistono in parti ferite ed emozioni dolorose come la rabbia e la vergogna, e parti che cercano di controllare e proteggere la persona da tali sensazioni.

Dipendenza e attaccamento ansioso

Secondo delle recenti ricerche la presenza di un attaccamento ansioso, che innesca una particolare sensibilità al dolore di sentirsi rifiutati, si pone come fattore di rischio per la messa in atto di comportamenti autodistruttivi come la dipendenza e i disturbi del comportamento alimentare.

dipendenza attaccamentoL’attaccamento ansioso, in cui si sviluppa un’ansia rispetto ad un possibile abbandono, solitamente si instaura quando le figure genitoriali di riferimento si comportano in modo incoerente e imprevedibile.

I bambini che presentano questo stile specifico di attaccamento hanno infatti significative e maggiori probabilità di sviluppare un’ansia da separazione.

Bulimia nervosa: il caso di Christine

All’interno del presente articolo, seguendo una recente meta-analisi della ricerca sulla relazione tra i fattori di personalità e i disturbi del comportamento alimentare, verranno illustrate nove componenti chiave associate alla bulimia nervosa.

bulimia caso christineLa bulimia nervosa è caratterizzata da un modello alimentare disordinato, segnato da periodi di abbuffate seguite da limitazioni, sia attraverso l’assunzione di purghe o altri mezzi compensatori atti a prevenire l’aumento del peso.

Il comportamento restrittivo viene adottato in quanto l’individuo inizia a sviluppare delle preoccupazioni rispetto alla forma e il peso del proprio corpo.



Potrebbero interessarti anche....

Copyright © 2019 Psicologi Italiani. Tutti i diritti riservati. Psiconline srl. - P.IVA 01925060699 - web design - web agency -

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Accedendo acconsenti all'utilizzo dei cookies in accordo con la politica e regolamentazione vigente in materia di cookies e privacy. - ULTERIORI INFORMAZIONI

Cookie e relative funzionalità

A seconda dei singoli obiettivi, si utilizzano cookie differenti.
Di seguito viene fornito un elenco dei tipi di cookie più diffusi e degli scopi per cui vengono utilizzati.

Cookie di sessione
I cookie di sessione vengono archiviati temporaneamente nella memoria del computer durante l'esplorazione di un sito, ad esempio, per tenere traccia della lingua scelta. I cookie di sessione rimangono memorizzati nel computer per un breve periodo di tempo. Vengono infatti eliminati non appena l'utente chiude il browser Web.

Cookie permanenti o traccianti
I cookie permanenti salvano un file sul computer per un lungo periodo di tempo. Questo tipo di cookie possiede una data di scadenza. I cookie permanenti consentono ai siti Web di ricordare informazioni e impostazioni alle successive visite degli utenti, rendendo così l'esplorazione più pratica e rapida, poiché, ad esempio, non è più necessario effettuare l'accesso.
Alla data di scadenza, il cookie viene automaticamente eliminato quando si effettua il primo accesso al sito Web che lo ha creato.

Cookie di prime parti
Questi cookie vengono impostati dai siti Web stessi (con dominio uguale a quello indicato nella barra degli indirizzi del browser) e possono essere letti solo da tali siti. Vengono comunemente utilizzati per archiviare informazioni quali le preferenze, da utilizzare alle successive visite al sito.

Cookie di terze parti
Questi cookie vengono impostati da domini diversi da quello indicato nella barra degli indirizzi del browser, ovvero da organizzazioni che non corrispondono ai proprietari dei siti Web.
I cookie utilizzati, ad esempio, per raccogliere informazioni a fini pubblicitari e di personalizzazione dei contenuti, oltre che per elaborare statistiche Web, possono essere "cookie di terze parti".
I cookie di terze parti consentono di ottenere sondaggi più completi delle abitudini di esplorazione degli utenti e si ritiene che siano più sensibili dal punto di vista dell'integrità. Per questo motivo, la maggior parte dei browser Web permette di modificare le impostazioni in modo che tali cookie non vengano accettati.

Di seguito un elenco dei servizi utilizzati sul sito Psicologi Italiani che impostano cookie di terze parti:

Google Analytics (Google)
Google Anayltics è un servizio di analisi web fornito da Google, Inc. ("Google") che utilizza dei "cookie" mediante i quali raccoglie Dati Personali dell'Utente che vengono trasmessi a, e depositati presso i server di Google negli Stati Uniti. Google utilizza queste informazioni allo scopo di tracciare e esaminare il vostro utilizzo del sito web, compilare report sulle attività del sito web per gli operatori del sito web e fornire altri servizi relativi alle attività del sito web e all'utilizzo di Internet. Google non associa l'indirizzo IP dell'utente a nessun altro dato posseduto da Google. L'eventuale rifiuto di utilizzare i cookies, selezionando l'impostazione appropriata sul vostro browser, può impedire di utilizzare tutte le funzionalità di questo sito web.

Social Widgets/Buttons
Servizi che consentono agli utenti di interagire con i social network direttamente all'interno di altri siti web.

Facebook social buttons/widgets (Facebook)
Servizio gestito da Facebook Inc. società che aderisce all'iniziativa Safe Harbor Privacy Policy Framework, garantendo un trattamento dei Dati Personali in linea con gli standard di sicurezza europei. Il servizio consente all'Utente di interagire con il social network tramite questo sito web. Facebook, grazie al click dell'Utente, acquisisce i dati relativi alla visita dello stesso sul Sito. Facebook non condivide alcuna informazione o dato in suo possesso con il Sito o il Titolare del Trattamento. Per maggiori informazioni sull'utilizzo dei Dati Personali da parte di Facebook Inc. si prega di consultare il seguente link: www.facebook.com/privacy/explanation.php

Twitter social buttons/widgets (Twitter)
Servizio gestito da Twitter, società che aderisce all'iniziativa Safe Harbor Privacy Policy Framework, garantendo un trattamento dei Dati Personali in linea con gli standard di sicurezza europei. Il servizio consente all'Utente di interagire con il social network tramite questo sito web. Twitter, grazie al click dell'Utente, acquisisce i dati relativi alla visita dello stesso sul Sito. Twitter non condivide alcuna informazione o dato in suo possesso con il Sito o il Titolare del Trattamento. Per maggiori informazioni sull'utilizzo dei Dati Personali da parte di Twitter si prega di consultare il seguente link: twitter.com/privacy

Gestione dei cookie

Poiché i cookie sono normali file di testo, è possibile accedervi utilizzando la maggior parte degli editor di testo o dei programmi di elaborazione testi. Per aprirli, è sufficiente fare clic su di essi. Di seguito è riportato un elenco di collegamenti che spiegano come visualizzare i cookie all'interno dei vari browser. Se il vostro browser non è presente, fate riferimento alle informazioni sui cookie fornite dal browser stesso. Se utilizzate un telefono cellulare, consultate il relativo manuale per reperire ulteriori informazioni.

Firefox
https://support.mozilla.org/en-US/kb/cookies-information-websites-store-on-your-computer

Chrome
https://support.google.com/chrome/bin/answer.py?hl=en&answer=95647&topic=14666&ctx=topic

Internet Explorer
http://windows.microsoft.com/en-US/internet-explorer/delete-manage-cookies

Safari
http://support.apple.com/kb/PH17191?viewlocale=it_IT

Disattivazione/attivazione o eliminazione dei cookie

I cookie possono essere limitati o bloccati mediante le impostazioni del browser.

Se preferite che i siti Web non memorizzino alcun cookie nel vostro computer, impostate il browser in modo da ricevere una notifica prima dell'archiviazione di ogni cookie. In alternativa, potete impostare il browser in modo che rifiuti tutti i cookie o solo i cookie di terze parti. Potete anche eliminare tutti i cookie già presenti nel sistema. È importante sottolineare che le impostazioni devono essere modificate separatamente in ogni browser e computer utilizzato.

Se impostate il blocco della memorizzazione dei cookie, Psicologi Italiani non può garantire un corretto funzionamento del sito Web. Alcune funzioni del sito potrebbero risultare non disponibili e potrebbe non essere più possibile visualizzare determinati siti Web. Inoltre, il blocco dei cookie non elimina la visualizzazione degli annunci pubblicitari. Semplicemente, questi non saranno più personalizzati in base ai vostri interessi e verranno riproposti con maggiore frequenza.

In ogni browser le impostazioni vengono modificate seguendo una diversa procedura. Se necessario, per definire impostazioni corrette utilizzate la funzione di Guida del browser.

Per disattivare i cookie su un telefono cellulare, consultate il relativo manuale per reperire ulteriori informazioni.

Informazioni più dettagliate relative ai cookie su Internet sono disponibili all'indirizzo http://www.aboutcookies.org/

Altri cookie/cookie imprevisti

Considerando il funzionamento di Internet e dei siti Web, non sempre siamo in grado di controllare i cookie che vengono memorizzati da terze parti attraverso il nostro sito Web. Questo vale soprattutto nei casi in cui la pagina Web contenga i cosiddetti elementi incorporati: testi, documenti, immagini o brevi filmati che sono archiviati altrove, ma vengono visualizzati nel o attraverso il nostro sito Web.
Di conseguenza, qualora nel sito Web venisse rilevato un cookie non imputabile ad uno dei servizi di terze parti elencato, vi preghiamo di comunicarcelo. In alternativa, potete contattare direttamente le terze parti interessate e chiedere informazioni sui cookie che inviano, a quali scopi, qual è la loro durata e come garantiscono la privacy degli utenti.