Pubblicità

Saperne di più su psicologia e psicoterapia

Epidemia da Coronavirus ed effetti psicologici della quarantena

L'epidemia da Coronavirus diffusasi a partire da Dicembre 2019 ha visto molti paesi adottare misure restrittive in cui si è chiesto alle persone si isolarsi a casa o in una struttura di quarantena dedicata. Le decisioni su come e quando applicare una quarantena dovrebbero basarsi sulle prove disponibili in letteratura. A tal proposito, i ricercatori del Dipartimento di Medicina e Psicologia del King's College di Londra, hanno presentato una revisione della letteratura al fine di tracciare l'impatto psicologico della quarantena.

epidemia da coronavirus ed effetti psicologici della quarantenaQuando si parla di quarantena si fa riferimento alla separazione e/o restrizione del movimento delle persone potenzialmente esposte ad una malattia contagiosa, al fine di ridurre il rischio di contrarre il virus o infettare altre persone. Questa definizione differisce dall'isolamento, che è invece da intendersi come la separazione di quelle persone cui è stata diagnosticata una malattia contagiosa da altri soggetti che risultano invece sani.

Gestione della crisi psicologica da Coronavirus: il Modello Cinese

Attraverso un supporto psicologico remoto fornito dallo sviluppo della tecnologia internet, il sistema sanitario Cinese ha sviluppato un nuovo modello di intervento per gestire l'attuale evento sulla salute pubblica legato al COVID-19. Questo nuovo modello, ideato dal West China Hospital, integra medici, psichiatri, psicologi e assistenti sociali in piattaforme internet.

gestione della crisi psicologica da coronavirus il modello cineseDa dicembre 2019, Wuhan e gradualmente altri luoghi della Cina hanno vissuto un focolaio di epidemia da polmonite causata dal cosiddetto coronavirus, meglio conosciuto come SARS-CoV-2.

Autolesionismo e abilità interocettiva

Secondo i ricercatori della Swansea University i soggetti che praticano l'autolesionismo mostrano una scarsa abilità interocettiva, ossia una difficoltà nel percepire e interpretare i segnali fisici delle emozioni.

autolesionismo e abilità interocettivaL'autolesionismo può essere definito come un atto non fatale in cui un individuo si impegna in un comportamento o ingerisce una sostanza con l'intenzione di causare danni a sé stesso.

Costellazioni Familiari e Neuroscienze

costellazioni familiari e neuroscienze“Mettere in scena la storia della propria famiglia è di grande aiuto per risolvere i conflitti interiori e vivere appieno il proprio destino. È necessario accettare la realtà per ciò che è, senza rammarico, senza desiderare che sia diversa. In tal modo anche gli avvenimenti più terribili si trasformano in pace e forza. Tutto ciò che rifiutiamo si impossessa di noi. Tutto ciò che rispettiamo e integriamo, ci lascia liberi.”
Bert Hellinger

 

LE COSTELLAZIONI FAMILIARI

Negli ultimi anni sono sempre più diffuse nuove esperienze di benessere e crescita personale basate sulla tecnica della costellazioni familiari. Ma cosa si intende con questo termine?

Stile di attaccamento: come cambia nel tempo?

I risultati di un recente studio suggeriscono che, come altri aspetti della personalità, lo stile di attaccamento non è un qualcosa di immutabile, ma esso varia in funzione delle esperienze relazionali, così come dalle varie richieste sociali presenti nei diversi stadi di vita.

stile di attaccamento come cambiano nel tempoNonostante la teoria dell'attaccamento sia stata proposta per la prima volta negli anni '50 dallo psicoanalista John Bowlby, nel panorama odierno della psicologia essa costituisce ancora un caposaldo.

Avversità infantili e disregolazione della funzione esecutiva

Un nuovo studio, pubblicato sulla rivista “Development and Psychopathology” mostra che le avversità precoci nella vita influenzano anche aspetti della chimica cerebrale, in particolare la funzione esecutiva del bambino, come la capacità di concentrarsi o organizzare le attività.

avversità infantili e disregolazione della funzione esecutivaÈ ben riconosciuto in letteratura che la presenza di un trauma durante l'infanzia altera l'evoluzione dei meccanismi psicologici che, a sua volta, può predisporre il soggetto a sviluppare diverse psicopatologie nel corso della sua vita.

Disturbo bipolare e morbo di Parkinson: quale legame?

Secondo i ricercatori del Taipei Veterans General Hospital di Taiwan i partecipanti allo studio con diagnosi di disturbo bipolare presentavano una probabilità maggiore di circa sette volte di sviluppare il morbo di Parkinson rispetto al gruppo di controllo.

disturbo bipolare e morbo di parkinsonLe persone che presentano il disturbo bipolare possono essere più propense a sviluppare in seguito il morbo di Parkinson rispetto a persone non affette da psicopatologia.

Leonardo da Vinci era dislessico?

Alcuni ricercatori sostengono che la probabile dislessia di Leonardo da Vinci potrebbe aver contribuito alla creatività e alle capacità artistiche di uno degli uomini più famosi del Rinascimento.

Leonardo da Vinci era dislessicoPoco più di un mese fa è stato il cinquecentesimo anniversario della morte di Leonardo da Vinci. Questa ricorrenza ha stimolato la rivisitazione della vita di un uomo considerato da molti la persona più creativa di sempre.

Gli aspetti psicologici del dolore

Il presente articolo si pone l'obiettivo di presentare un modello di trattamento da abbinare a quello medico in cui vengano considerati gli aspetti psicologici del dolore cronico.

gli aspetti psicologici del doloreLa maggior parte delle persone considera il dolore cronico come una condizione medica che dovrebbe essere trattata esclusivamente da un medico o un fisioterapista.

I processi psicologici sottostanti il nevroticismo

Secondo un nuovo studio pubblicato sulla rivista “Journal of Personality”, le persone con un elevato punteggio nel tratto di nevroticismo presentano sistemi di controllo mentale più caotici e rumorosi.

processi psicologici sottostanti il nevroticismoTra i principali tratti di personalità, il nevroticismo, inteso come instabilità emotiva e scarsa resilienza, è stato a lungo studiato dalla letteratura scientifica.

Schizofrenia e disturbo bipolare: individuato un hotspot epigenetico

Gli scienziati del Van Endel Institute Research nel Michigan hanno identificato un hotspot epigenetico che credono sia collegato ad una forma di psicosi indotta dalla dopamina presente nella schizofrenia e nel disturbo bipolare.

schizofrenia e disturbo bipolare individuato un hotspot epigeneticoI risultati, pubblicati sulla rivista “Nature Communications”, potrebbero offrire ai ricercatori un nuovo percorso per lo sviluppo di trattamenti più efficaci e strategie di screening basate sui biomarcatori.



Potrebbero interessarti anche....

Copyright © 2021 Psicologi Italiani. Tutti i diritti riservati. Psiconline srl. - P.IVA 01925060699 - web design - web agency -

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Accedendo acconsenti all'utilizzo dei cookies in accordo con la politica e regolamentazione vigente in materia di cookies e privacy. - ULTERIORI INFORMAZIONI

Cookie e relative funzionalità

A seconda dei singoli obiettivi, si utilizzano cookie differenti.
Di seguito viene fornito un elenco dei tipi di cookie più diffusi e degli scopi per cui vengono utilizzati.

Cookie di sessione
I cookie di sessione vengono archiviati temporaneamente nella memoria del computer durante l'esplorazione di un sito, ad esempio, per tenere traccia della lingua scelta. I cookie di sessione rimangono memorizzati nel computer per un breve periodo di tempo. Vengono infatti eliminati non appena l'utente chiude il browser Web.

Cookie permanenti o traccianti
I cookie permanenti salvano un file sul computer per un lungo periodo di tempo. Questo tipo di cookie possiede una data di scadenza. I cookie permanenti consentono ai siti Web di ricordare informazioni e impostazioni alle successive visite degli utenti, rendendo così l'esplorazione più pratica e rapida, poiché, ad esempio, non è più necessario effettuare l'accesso.
Alla data di scadenza, il cookie viene automaticamente eliminato quando si effettua il primo accesso al sito Web che lo ha creato.

Cookie di prime parti
Questi cookie vengono impostati dai siti Web stessi (con dominio uguale a quello indicato nella barra degli indirizzi del browser) e possono essere letti solo da tali siti. Vengono comunemente utilizzati per archiviare informazioni quali le preferenze, da utilizzare alle successive visite al sito.

Cookie di terze parti
Questi cookie vengono impostati da domini diversi da quello indicato nella barra degli indirizzi del browser, ovvero da organizzazioni che non corrispondono ai proprietari dei siti Web.
I cookie utilizzati, ad esempio, per raccogliere informazioni a fini pubblicitari e di personalizzazione dei contenuti, oltre che per elaborare statistiche Web, possono essere "cookie di terze parti".
I cookie di terze parti consentono di ottenere sondaggi più completi delle abitudini di esplorazione degli utenti e si ritiene che siano più sensibili dal punto di vista dell'integrità. Per questo motivo, la maggior parte dei browser Web permette di modificare le impostazioni in modo che tali cookie non vengano accettati.

Di seguito un elenco dei servizi utilizzati sul sito Psicologi Italiani che impostano cookie di terze parti:

Google Analytics (Google)
Google Anayltics è un servizio di analisi web fornito da Google, Inc. ("Google") che utilizza dei "cookie" mediante i quali raccoglie Dati Personali dell'Utente che vengono trasmessi a, e depositati presso i server di Google negli Stati Uniti. Google utilizza queste informazioni allo scopo di tracciare e esaminare il vostro utilizzo del sito web, compilare report sulle attività del sito web per gli operatori del sito web e fornire altri servizi relativi alle attività del sito web e all'utilizzo di Internet. Google non associa l'indirizzo IP dell'utente a nessun altro dato posseduto da Google. L'eventuale rifiuto di utilizzare i cookies, selezionando l'impostazione appropriata sul vostro browser, può impedire di utilizzare tutte le funzionalità di questo sito web.

Social Widgets/Buttons
Servizi che consentono agli utenti di interagire con i social network direttamente all'interno di altri siti web.

Facebook social buttons/widgets (Facebook)
Servizio gestito da Facebook Inc. società che aderisce all'iniziativa Safe Harbor Privacy Policy Framework, garantendo un trattamento dei Dati Personali in linea con gli standard di sicurezza europei. Il servizio consente all'Utente di interagire con il social network tramite questo sito web. Facebook, grazie al click dell'Utente, acquisisce i dati relativi alla visita dello stesso sul Sito. Facebook non condivide alcuna informazione o dato in suo possesso con il Sito o il Titolare del Trattamento. Per maggiori informazioni sull'utilizzo dei Dati Personali da parte di Facebook Inc. si prega di consultare il seguente link: www.facebook.com/privacy/explanation.php

Twitter social buttons/widgets (Twitter)
Servizio gestito da Twitter, società che aderisce all'iniziativa Safe Harbor Privacy Policy Framework, garantendo un trattamento dei Dati Personali in linea con gli standard di sicurezza europei. Il servizio consente all'Utente di interagire con il social network tramite questo sito web. Twitter, grazie al click dell'Utente, acquisisce i dati relativi alla visita dello stesso sul Sito. Twitter non condivide alcuna informazione o dato in suo possesso con il Sito o il Titolare del Trattamento. Per maggiori informazioni sull'utilizzo dei Dati Personali da parte di Twitter si prega di consultare il seguente link: twitter.com/privacy

Gestione dei cookie

Poiché i cookie sono normali file di testo, è possibile accedervi utilizzando la maggior parte degli editor di testo o dei programmi di elaborazione testi. Per aprirli, è sufficiente fare clic su di essi. Di seguito è riportato un elenco di collegamenti che spiegano come visualizzare i cookie all'interno dei vari browser. Se il vostro browser non è presente, fate riferimento alle informazioni sui cookie fornite dal browser stesso. Se utilizzate un telefono cellulare, consultate il relativo manuale per reperire ulteriori informazioni.

Firefox
https://support.mozilla.org/en-US/kb/cookies-information-websites-store-on-your-computer

Chrome
https://support.google.com/chrome/bin/answer.py?hl=en&answer=95647&topic=14666&ctx=topic

Internet Explorer
http://windows.microsoft.com/en-US/internet-explorer/delete-manage-cookies

Safari
http://support.apple.com/kb/PH17191?viewlocale=it_IT

Disattivazione/attivazione o eliminazione dei cookie

I cookie possono essere limitati o bloccati mediante le impostazioni del browser.

Se preferite che i siti Web non memorizzino alcun cookie nel vostro computer, impostate il browser in modo da ricevere una notifica prima dell'archiviazione di ogni cookie. In alternativa, potete impostare il browser in modo che rifiuti tutti i cookie o solo i cookie di terze parti. Potete anche eliminare tutti i cookie già presenti nel sistema. È importante sottolineare che le impostazioni devono essere modificate separatamente in ogni browser e computer utilizzato.

Se impostate il blocco della memorizzazione dei cookie, Psicologi Italiani non può garantire un corretto funzionamento del sito Web. Alcune funzioni del sito potrebbero risultare non disponibili e potrebbe non essere più possibile visualizzare determinati siti Web. Inoltre, il blocco dei cookie non elimina la visualizzazione degli annunci pubblicitari. Semplicemente, questi non saranno più personalizzati in base ai vostri interessi e verranno riproposti con maggiore frequenza.

In ogni browser le impostazioni vengono modificate seguendo una diversa procedura. Se necessario, per definire impostazioni corrette utilizzate la funzione di Guida del browser.

Per disattivare i cookie su un telefono cellulare, consultate il relativo manuale per reperire ulteriori informazioni.

Informazioni più dettagliate relative ai cookie su Internet sono disponibili all'indirizzo http://www.aboutcookies.org/

Altri cookie/cookie imprevisti

Considerando il funzionamento di Internet e dei siti Web, non sempre siamo in grado di controllare i cookie che vengono memorizzati da terze parti attraverso il nostro sito Web. Questo vale soprattutto nei casi in cui la pagina Web contenga i cosiddetti elementi incorporati: testi, documenti, immagini o brevi filmati che sono archiviati altrove, ma vengono visualizzati nel o attraverso il nostro sito Web.
Di conseguenza, qualora nel sito Web venisse rilevato un cookie non imputabile ad uno dei servizi di terze parti elencato, vi preghiamo di comunicarcelo. In alternativa, potete contattare direttamente le terze parti interessate e chiedere informazioni sui cookie che inviano, a quali scopi, qual è la loro durata e come garantiscono la privacy degli utenti.