Pubblicità

10 suggerimenti per eliminare l’Ansia da test!

La scienza ci aiuta a capire come superare l'ansia prima, durante e dopo un esame.


ansia da testCi siamo passati e ci passiamo tutti: prima di un esame, siamo nervosi e stressati.

Ed ecco che si usano i più svariati rimedi per sopravvivere all’Ansia.

Ma quali possono effettivamente aiutarci?

Qui ci sono alcune semplici tecniche, basate sui risultati provenienti dalla ricerca, che potete usare per placare l’Ansia da test.


Cosa fare prima del test.


1.    Dormite di più.

Niente nottate di studio intensivo, soprattutto la sera prima del test.

Psicologi in evidenza
Dottoressa Camilla Pazzagli
Via Gioberti, 23 - FIRENZE
Cell: 331 7339589
Dottoressa Tiziana Casazza
Via Giambellino, 26 - MILANO
Cell: 347 7917019

La scienza ci dice che è meglio dormire e riposarsi.

Se sacrificate le vostre preziose ore di sonno, è più probabile, infatti, che il giorno dopo avrete maggiori difficoltà di concentrazione e minore prontezza nel completare (e con successo) il vostro test.


2.    Definite la routine di studio.

Studiate nello stesso posto e nelle stesse ore ogni giorno.

La scienza ci dice che, così facendo, il vostro cervello elaborerà questi indizi e definirà quello che è il momento da dedicare solo allo studio.

In questo modo, aumenteranno anche impegno, disciplina e concentrazione, utili a superare con successo il vostro test.


3.    Ricordatevi i vostri punti di forza.

Scrivetevi, su un pezzo di carta da tenere ben in vista, almeno cinque dei vostri punti di forza, che vi ricordino chi siete e cosa conta di più per voi.
 
Il vostro valore non dipende certo da come andrà un singolo test: la scienza ci dice che è bene ricordarselo, soprattutto in questi momenti di insicurezza!


Cosa fare il giorno del test.


4.    Mangiate bene prima del test.

La scienza ci invita a nutrirci bene prima di affrontare un tale investimento di energie.

D’altronde, sarebbe molto difficile concentrarsi e riuscire a superare un esame con il continuo brontolio nello stomaco!


5.    Mantenete la prospettiva.

Ricordatevi sempre che questo è solo un test.

Di certo, non sarà esso a determinare il vostro valore!


6.    Siate eccitati, più che ansiosi.

Invece di pensare solo a quanto siete nervosi (“Sono un fascio di nervi!”), cercate di pensare “Sono eccitato per questo test! Sento che, così, il mio corpo mi sta preparando a superarlo!”.

La ricerca ha dimostrato, infatti, che se si trasforma l’ansia di prestazione in eccitazione, si hanno maggiori possibilità di avere successo, perché il nostro corpo ci aiuta a recuperare le risorse necessarie per raggiungere l’obiettivo.


Cosa fare durante il test.


7.    Leggete bene le istruzioni.

Prima di tutto, occorre leggere attentamente la/e consegna/e.

In seguito, bisogna fare lo stesso con le opzioni di risposta, con lo spazio a disposizione (nel caso di domande aperte) e con la lunghezza complessiva del test.

Quindi, pensate al tempo che avete a disposizione e a come poterlo impiegare, per non correre il rischio di tralasciare qualche dettaglio o di non poter rispondere a tutti i quesiti.

Una volta che vi siete fatti un’idea del test nella sua globalità, potete cominciare ad analizzare ogni singola domanda nelle sue singole parole, con calma e cercando di inquadrare, mentalmente, gli argomenti da esporre.


8.  Combattete i vostri pensieri negativi.

Non è raro che, soprattutto all’inizio di un test, possano prevalere, sulla vostra lucidità, i pensieri negativi (“Non ce la farò”, “E’ troppo lungo”, “Ho poco tempo”, “Non ricordo nulla”, “E’ difficile”, …).

Fate un bel respiro… E buttate via tutti i dubbi e le insicurezze!

Affrontate questa vostra ansia, ripetendovi che, in fin dei conti, è solo un test: in questo modo, riconoscerete le vostre preoccupazioni e le affronterete, senza esserne sopraffatti.

Quindi, un altro bel respiro…. Ed iniziate il vostro test!


9.    Cominciate dalle domande più facili.

Al fine di gestire al meglio il tempo a disposizione, e di combattere l’ansia in aumento, il consiglio è di iniziare dalle domande che vi sono sembrate più facili: rispondendo velocemente ad esse, potrete dedicarvi di più a quelle che ritenete più impegnative, sulle quali avete bisogno di riflettere bene.

Non solo: iniziare a scrivere è, forse, il modo più efficace per mettere da parte l’Ansia, riacquistare fiducia in voi stessi e nelle vostre capacità e rafforzare la convinzione di poter superare il test brillantemente!

Psicologi in evidenza
Dottoressa Camilla Pazzagli
Via Gioberti, 23 - FIRENZE
Cell: 331 7339589
Dottoressa Caterina Gestri
Piazza Risorgimento, 18 Quarrata - PISTOIA
Cell: 338 1110142


Cosa fare dopo il test.


10.    Godetevi il vostro successo.

Ci siamo: il test è finito!

Ora dedicatevi uno spazio ed un tempo per assaporare il vostro successo: regalatevi dei momenti solo per voi, per gustare il vostro traguardo e premiarvi per aver saputo arrivare fino alla fine!


Ve lo meritate, no?

            
    
    

 

Fonte: PsychCentral.com    

(Traduzione ed adattamento a cura della Dottoressa Alice Fusella)

 

 

  |   Letto: 1577 volte
Pin it


Potrebbero interessarti anche....

Delirio e coscienza

Il delirio può essere inteso come una costellazione di caratteristiche che possono essere organizzate in segni oggettivi e sintomi soggettivi. “Affrontare un fatto terrificante, così com'è, ossia il delirio, nella sua angosciosa volatilità, nel suo contenuto elusivo, apre un...

La Sindrome da Alienazione Parentale

Bambino o arma? Le dinamiche psicologiche della sindrome da alienazione parentale: ansia narcisista, ansia borderline e ansia traumatica. La Sindrome da Alienazione Parentale (PAS), un termine coniato da Richard A. Gardner negli anni '80, descrive una condizione – usualmente generata nel contesto di co...

Il Disturbo da sintomi somatici

Il disturbo da sintomi somatici è una condizione in cui una persona prova estrema ansia per le sensazioni fisiche come il dolore o la fatica. Il Manuale Diagnostico e Statistico dei Disturbi Mentali, nella sua ultima edizione, ha creato una nuova categoria che prende il nome di Disturbo da sintomi som...

Incubi e disturbi nel sonno nella psicosi

Le persone affette da psicosi esperiscono frequenti disturbi del sonno e incubi che, conseguentemente, determinano un'efficienza del sonno più povera, nonché una maggiore presenza di deliri, depressione, ansia, stress e scarsa memoria di lavoro. Negli ultimi cinque anni la ricerca ha focalizza...

Copyright © 2018 Psicologi Italiani. Tutti i diritti riservati. Psiconline srl. - P.IVA 01925060699 - web design - web agency -

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Accedendo acconsenti all'utilizzo dei cookies in accordo con la politica e regolamentazione vigente in materia di cookies e privacy. - ULTERIORI INFORMAZIONI

Cookie e relative funzionalità

A seconda dei singoli obiettivi, si utilizzano cookie differenti.
Di seguito viene fornito un elenco dei tipi di cookie più diffusi e degli scopi per cui vengono utilizzati.

Cookie di sessione
I cookie di sessione vengono archiviati temporaneamente nella memoria del computer durante l'esplorazione di un sito, ad esempio, per tenere traccia della lingua scelta. I cookie di sessione rimangono memorizzati nel computer per un breve periodo di tempo. Vengono infatti eliminati non appena l'utente chiude il browser Web.

Cookie permanenti o traccianti
I cookie permanenti salvano un file sul computer per un lungo periodo di tempo. Questo tipo di cookie possiede una data di scadenza. I cookie permanenti consentono ai siti Web di ricordare informazioni e impostazioni alle successive visite degli utenti, rendendo così l'esplorazione più pratica e rapida, poiché, ad esempio, non è più necessario effettuare l'accesso.
Alla data di scadenza, il cookie viene automaticamente eliminato quando si effettua il primo accesso al sito Web che lo ha creato.

Cookie di prime parti
Questi cookie vengono impostati dai siti Web stessi (con dominio uguale a quello indicato nella barra degli indirizzi del browser) e possono essere letti solo da tali siti. Vengono comunemente utilizzati per archiviare informazioni quali le preferenze, da utilizzare alle successive visite al sito.

Cookie di terze parti
Questi cookie vengono impostati da domini diversi da quello indicato nella barra degli indirizzi del browser, ovvero da organizzazioni che non corrispondono ai proprietari dei siti Web.
I cookie utilizzati, ad esempio, per raccogliere informazioni a fini pubblicitari e di personalizzazione dei contenuti, oltre che per elaborare statistiche Web, possono essere "cookie di terze parti".
I cookie di terze parti consentono di ottenere sondaggi più completi delle abitudini di esplorazione degli utenti e si ritiene che siano più sensibili dal punto di vista dell'integrità. Per questo motivo, la maggior parte dei browser Web permette di modificare le impostazioni in modo che tali cookie non vengano accettati.

Di seguito un elenco dei servizi utilizzati sul sito Psicologi Italiani che impostano cookie di terze parti:

Google Analytics (Google)
Google Anayltics è un servizio di analisi web fornito da Google, Inc. ("Google") che utilizza dei "cookie" mediante i quali raccoglie Dati Personali dell'Utente che vengono trasmessi a, e depositati presso i server di Google negli Stati Uniti. Google utilizza queste informazioni allo scopo di tracciare e esaminare il vostro utilizzo del sito web, compilare report sulle attività del sito web per gli operatori del sito web e fornire altri servizi relativi alle attività del sito web e all'utilizzo di Internet. Google non associa l'indirizzo IP dell'utente a nessun altro dato posseduto da Google. L'eventuale rifiuto di utilizzare i cookies, selezionando l'impostazione appropriata sul vostro browser, può impedire di utilizzare tutte le funzionalità di questo sito web.

Social Widgets/Buttons
Servizi che consentono agli utenti di interagire con i social network direttamente all'interno di altri siti web.

Facebook social buttons/widgets (Facebook)
Servizio gestito da Facebook Inc. società che aderisce all'iniziativa Safe Harbor Privacy Policy Framework, garantendo un trattamento dei Dati Personali in linea con gli standard di sicurezza europei. Il servizio consente all'Utente di interagire con il social network tramite questo sito web. Facebook, grazie al click dell'Utente, acquisisce i dati relativi alla visita dello stesso sul Sito. Facebook non condivide alcuna informazione o dato in suo possesso con il Sito o il Titolare del Trattamento. Per maggiori informazioni sull'utilizzo dei Dati Personali da parte di Facebook Inc. si prega di consultare il seguente link: www.facebook.com/privacy/explanation.php

Twitter social buttons/widgets (Twitter)
Servizio gestito da Twitter, società che aderisce all'iniziativa Safe Harbor Privacy Policy Framework, garantendo un trattamento dei Dati Personali in linea con gli standard di sicurezza europei. Il servizio consente all'Utente di interagire con il social network tramite questo sito web. Twitter, grazie al click dell'Utente, acquisisce i dati relativi alla visita dello stesso sul Sito. Twitter non condivide alcuna informazione o dato in suo possesso con il Sito o il Titolare del Trattamento. Per maggiori informazioni sull'utilizzo dei Dati Personali da parte di Twitter si prega di consultare il seguente link: twitter.com/privacy

Gestione dei cookie

Poiché i cookie sono normali file di testo, è possibile accedervi utilizzando la maggior parte degli editor di testo o dei programmi di elaborazione testi. Per aprirli, è sufficiente fare clic su di essi. Di seguito è riportato un elenco di collegamenti che spiegano come visualizzare i cookie all'interno dei vari browser. Se il vostro browser non è presente, fate riferimento alle informazioni sui cookie fornite dal browser stesso. Se utilizzate un telefono cellulare, consultate il relativo manuale per reperire ulteriori informazioni.

Firefox
https://support.mozilla.org/en-US/kb/cookies-information-websites-store-on-your-computer

Chrome
https://support.google.com/chrome/bin/answer.py?hl=en&answer=95647&topic=14666&ctx=topic

Internet Explorer
http://windows.microsoft.com/en-US/internet-explorer/delete-manage-cookies

Safari
http://support.apple.com/kb/PH17191?viewlocale=it_IT

Disattivazione/attivazione o eliminazione dei cookie

I cookie possono essere limitati o bloccati mediante le impostazioni del browser.

Se preferite che i siti Web non memorizzino alcun cookie nel vostro computer, impostate il browser in modo da ricevere una notifica prima dell'archiviazione di ogni cookie. In alternativa, potete impostare il browser in modo che rifiuti tutti i cookie o solo i cookie di terze parti. Potete anche eliminare tutti i cookie già presenti nel sistema. È importante sottolineare che le impostazioni devono essere modificate separatamente in ogni browser e computer utilizzato.

Se impostate il blocco della memorizzazione dei cookie, Psicologi Italiani non può garantire un corretto funzionamento del sito Web. Alcune funzioni del sito potrebbero risultare non disponibili e potrebbe non essere più possibile visualizzare determinati siti Web. Inoltre, il blocco dei cookie non elimina la visualizzazione degli annunci pubblicitari. Semplicemente, questi non saranno più personalizzati in base ai vostri interessi e verranno riproposti con maggiore frequenza.

In ogni browser le impostazioni vengono modificate seguendo una diversa procedura. Se necessario, per definire impostazioni corrette utilizzate la funzione di Guida del browser.

Per disattivare i cookie su un telefono cellulare, consultate il relativo manuale per reperire ulteriori informazioni.

Informazioni più dettagliate relative ai cookie su Internet sono disponibili all'indirizzo http://www.aboutcookies.org/

Altri cookie/cookie imprevisti

Considerando il funzionamento di Internet e dei siti Web, non sempre siamo in grado di controllare i cookie che vengono memorizzati da terze parti attraverso il nostro sito Web. Questo vale soprattutto nei casi in cui la pagina Web contenga i cosiddetti elementi incorporati: testi, documenti, immagini o brevi filmati che sono archiviati altrove, ma vengono visualizzati nel o attraverso il nostro sito Web.
Di conseguenza, qualora nel sito Web venisse rilevato un cookie non imputabile ad uno dei servizi di terze parti elencato, vi preghiamo di comunicarcelo. In alternativa, potete contattare direttamente le terze parti interessate e chiedere informazioni sui cookie che inviano, a quali scopi, qual è la loro durata e come garantiscono la privacy degli utenti.