Pubblicità

5 suggerimenti per non essere più soli!

Ecco alcuni consigli per scacciare la solitudine.


solitudineÈ chiaro: la solitudine non è un’emozione piacevole ed accogliente.

Purtroppo, ancora troppi di noi la esperiscono di tanto in tanto.

E, anche se si è capaci, per lo più, di farvi fronte senza troppe difficoltà, ci sono volte in cui essa sembra avere la meglio e si fa fatica a liberarsene.

Tenendo ben presente che, se i sentimenti di impotenza e disperazione persistono per più di una settimana, o due, bisogna rivolgersi ad un professionista, vengono presentati, qui di seguito, alcuni semplici suggerimenti che potrebbero aiutarvi a contrastare la solitudine.


1. Cercatevi qualcosa da fare.

Chiunque sia ossessionato dall’essere da solo si convincerà di non poterci fare niente. Questa è un’idea sbagliata, che va eliminata.
Il primo passo è cercarvi qualcosa da fare oggi ed impegnarvici completamente. Non importa cosa sia, ma che voi usciate dall’attuale situazione, in cui siete intrappolati, e che siate occupati nel fare qualcosa di concreto.
Andate in giardino e strappate le erbacce dal terreno.
Pulite il garage.
Lavate la macchina.
Parlate un po’ con il vostro vicino.
Chiamate un amico e incontratevi per un caffè, un pranzo o un film.
Andate a fare una passeggiata.
In questo modo, allontanerete, almeno per un po’, i vostri pensieri tristi e non soffrirete di solitudine.   

Psicologi in evidenza
Dottoressa Marialuisa Fabbro
Via G. Garibaldi, 18 - VERONA
Cell: 347 4193619
Dottoressa Maria Clara Cortellazzi
Viale S. Kasman, 15 Chiavari - GENOVA
Cell: 391 4947113

2. Siate buoni con voi stessi.

Abbiamo commesso un grave errore a lavoro, abbiamo discusso con una persona importante o un amico ed ora ci ritroviamo a non parlarci a vicenda, le fatture si sono accumulate e non siamo sicuri di come usciremo da questo pasticcio.
La tendenza a prendercela con noi stessi, in queste ed altre situazioni negative, non è vantaggiosa. Sfortunatamente, tutti lo facciamo, anche senza volerlo.
Invece di parlare di cosa ci dà fastidio, imbottigliamo le nostre emozioni. Il risultato: sentiamo un tremendo senso di solitudine, il che può portarci a trascurare il sonno, l’alimentazione, l’attività fisica, quindi noi stessi.
È tempo di prenderci cura di noi stessi, fare qualcosa che ci aiuterà a riconquistare il nostro equilibrio, che ci farà sentire meglio dal punto di vista fisico e che andrà ad annullare i sentimenti di solitudine.


3. Passate del tempo insieme ad altre persone.

La maggior parte delle persone che dice di essere sola, in effetti, spende troppo tempo senza nessuna compagnia.
Anche se, a volte, si può essere soli in una folla, la maggior parte delle persone riferisce che interagire e distrarsi, stando con gli altri, manda via i sentimenti di solitudine – almeno per un po’.
Il miglior antidoto all’essere soli è, quindi, uscire e stare in compagnia degli altri.
Infatti, quando siete con altre persone, ascoltate, sorridete, comunicate in maniera reciproca e siete nel presente.
Cercate qualcuno con cui parlare ed iniziate un discorso. È difficile pensare di essere da soli quando state parlando di qualcosa che vi fa stare bene.


4. Andate in qualche posto nuovo.

Il processo di scoperta è un modo garantito per allontanare la solitudine.
Fate un giro prendendo una strada diversa da quella solita.
Oppure, tracciate il percorso per un viaggio di un giorno, che vi permetta di visitare una piccola città, un parco nazionale, un rifugio selvaggio, un museo, o un ristorante che avreste voluto provare da tempo. Mentre siete per strada, pregustatevi la possibilità di imparare qualcosa di nuovo, incontrare delle persone, formarvi dei ricordi.
In questo modo, i sentimenti positivi, che esperite nella ricerca del nuovo, rimarranno con voi anche nel viaggio di ritorno.

Psicologi in evidenza
Dottoressa Beatrice Bonechi
Via Aretina, 251/A - FIRENZE
Cell.: 338 2496662
Dottoressa Cristina Bergia
Viale dei Mille, 1 - FIRENZE
Cell.: 339 7067867


5. Aiutate qualcuno che ne ha bisogno.

Un altro metodo per tenervi occupati è aiutare qualcuno in difficoltà. Questo non vuol dire camminare per strada e cercare una persona malconcia. Ci sono altri modi più efficaci di aiutare gli altri.
Aprite i vostri armadi e cercate degli abiti ancora utilizzabili, ma che non mettete più, e donateli. Ci sono diverse organizzazioni di beneficienza che ne hanno un bisogno disperato. Sono molto richiesti anche i piccoli elettrodomestici che funzionano ancora, i dispositivi elettronici, le stoviglie, gli arredamenti, la biancheria, i giocattoli, ecc.
Forse sapete di un vicino anziano, incapace di andare fuori, di una vedova o un vedovo, o di un genitore solo. Portategli del cibo, dei fiori, un gioco da tavolo o, semplicemente, chiamatelo e chiedete di andare a fargli visita. Se voi vi sentite soli, potete ben immaginare come può stare una persona costretta dentro casa!


Provate questi cinque semplici consigli per non essere sopraffatti dalla solitudine, ricordandovi sempre che spetta a voi per primi fare qualcosa per allontanarla!

   
           

 

 

Fonte: PsychCentral.com

 

(Traduzione ed adattamento a cura della Dottoressa Alice Fusella)

 

 

  |   Letto: 2731 volte
Pin it


Potrebbero interessarti anche....

La linea sottile tra solitudine e paranoia

Quanto il “sentirsi soli” partecipa alla formazione e al mantenimento della paranoia!? Il “sentirsi soli” è uno dei principali e maggiori problemi menzionati dai pazienti con psicosi. Diversi studi hanno infatti rivelato che i sintomi psicotici siano strettamente correlati con la solitudine. Schwab...

La vergogna: un'emozione nascosta, contagiosa e pericolosa

La vergogna può divenire un'emozione pericolosa quando viene sperimentata come schiacciante; oltre a sentimenti di invidia, collera, rabbia, tristezza, depressione e senso di vacuità, la vergogna può influenzare negativamente il modo in cui ci si vede e percepisce. Come emozione auto-cos...

Borderline: modulare l'affetto attraverso il cibo

Cosa hanno in comune il disturbo borderline di personalità e il disturbo del comportamento alimentare? Il cibo, che ruolo svolge in entrambi i disturbi? Il Disturbo borderline di personalità è una delle condizioni più frequentemente diagnosticate in Asse II in individui con distur...

Col tempo… Si cambia!

Una ricerca ha dimostrato che, invecchiando, la nostra personalità cambia. È opinione comune che la vita, con le sue gioie ed i suoi dolori, ci porti a cambiare! Che sia in meglio, o in peggio, negli anni non resteremo mai la stessa persona! ...

Copyright © 2018 Psicologi Italiani. Tutti i diritti riservati. Psiconline srl. - P.IVA 01925060699 - web design - web agency -

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Accedendo acconsenti all'utilizzo dei cookies in accordo con la politica e regolamentazione vigente in materia di cookies e privacy. - ULTERIORI INFORMAZIONI

Cookie e relative funzionalità

A seconda dei singoli obiettivi, si utilizzano cookie differenti.
Di seguito viene fornito un elenco dei tipi di cookie più diffusi e degli scopi per cui vengono utilizzati.

Cookie di sessione
I cookie di sessione vengono archiviati temporaneamente nella memoria del computer durante l'esplorazione di un sito, ad esempio, per tenere traccia della lingua scelta. I cookie di sessione rimangono memorizzati nel computer per un breve periodo di tempo. Vengono infatti eliminati non appena l'utente chiude il browser Web.

Cookie permanenti o traccianti
I cookie permanenti salvano un file sul computer per un lungo periodo di tempo. Questo tipo di cookie possiede una data di scadenza. I cookie permanenti consentono ai siti Web di ricordare informazioni e impostazioni alle successive visite degli utenti, rendendo così l'esplorazione più pratica e rapida, poiché, ad esempio, non è più necessario effettuare l'accesso.
Alla data di scadenza, il cookie viene automaticamente eliminato quando si effettua il primo accesso al sito Web che lo ha creato.

Cookie di prime parti
Questi cookie vengono impostati dai siti Web stessi (con dominio uguale a quello indicato nella barra degli indirizzi del browser) e possono essere letti solo da tali siti. Vengono comunemente utilizzati per archiviare informazioni quali le preferenze, da utilizzare alle successive visite al sito.

Cookie di terze parti
Questi cookie vengono impostati da domini diversi da quello indicato nella barra degli indirizzi del browser, ovvero da organizzazioni che non corrispondono ai proprietari dei siti Web.
I cookie utilizzati, ad esempio, per raccogliere informazioni a fini pubblicitari e di personalizzazione dei contenuti, oltre che per elaborare statistiche Web, possono essere "cookie di terze parti".
I cookie di terze parti consentono di ottenere sondaggi più completi delle abitudini di esplorazione degli utenti e si ritiene che siano più sensibili dal punto di vista dell'integrità. Per questo motivo, la maggior parte dei browser Web permette di modificare le impostazioni in modo che tali cookie non vengano accettati.

Di seguito un elenco dei servizi utilizzati sul sito Psicologi Italiani che impostano cookie di terze parti:

Google Analytics (Google)
Google Anayltics è un servizio di analisi web fornito da Google, Inc. ("Google") che utilizza dei "cookie" mediante i quali raccoglie Dati Personali dell'Utente che vengono trasmessi a, e depositati presso i server di Google negli Stati Uniti. Google utilizza queste informazioni allo scopo di tracciare e esaminare il vostro utilizzo del sito web, compilare report sulle attività del sito web per gli operatori del sito web e fornire altri servizi relativi alle attività del sito web e all'utilizzo di Internet. Google non associa l'indirizzo IP dell'utente a nessun altro dato posseduto da Google. L'eventuale rifiuto di utilizzare i cookies, selezionando l'impostazione appropriata sul vostro browser, può impedire di utilizzare tutte le funzionalità di questo sito web.

Social Widgets/Buttons
Servizi che consentono agli utenti di interagire con i social network direttamente all'interno di altri siti web.

Facebook social buttons/widgets (Facebook)
Servizio gestito da Facebook Inc. società che aderisce all'iniziativa Safe Harbor Privacy Policy Framework, garantendo un trattamento dei Dati Personali in linea con gli standard di sicurezza europei. Il servizio consente all'Utente di interagire con il social network tramite questo sito web. Facebook, grazie al click dell'Utente, acquisisce i dati relativi alla visita dello stesso sul Sito. Facebook non condivide alcuna informazione o dato in suo possesso con il Sito o il Titolare del Trattamento. Per maggiori informazioni sull'utilizzo dei Dati Personali da parte di Facebook Inc. si prega di consultare il seguente link: www.facebook.com/privacy/explanation.php

Twitter social buttons/widgets (Twitter)
Servizio gestito da Twitter, società che aderisce all'iniziativa Safe Harbor Privacy Policy Framework, garantendo un trattamento dei Dati Personali in linea con gli standard di sicurezza europei. Il servizio consente all'Utente di interagire con il social network tramite questo sito web. Twitter, grazie al click dell'Utente, acquisisce i dati relativi alla visita dello stesso sul Sito. Twitter non condivide alcuna informazione o dato in suo possesso con il Sito o il Titolare del Trattamento. Per maggiori informazioni sull'utilizzo dei Dati Personali da parte di Twitter si prega di consultare il seguente link: twitter.com/privacy

Gestione dei cookie

Poiché i cookie sono normali file di testo, è possibile accedervi utilizzando la maggior parte degli editor di testo o dei programmi di elaborazione testi. Per aprirli, è sufficiente fare clic su di essi. Di seguito è riportato un elenco di collegamenti che spiegano come visualizzare i cookie all'interno dei vari browser. Se il vostro browser non è presente, fate riferimento alle informazioni sui cookie fornite dal browser stesso. Se utilizzate un telefono cellulare, consultate il relativo manuale per reperire ulteriori informazioni.

Firefox
https://support.mozilla.org/en-US/kb/cookies-information-websites-store-on-your-computer

Chrome
https://support.google.com/chrome/bin/answer.py?hl=en&answer=95647&topic=14666&ctx=topic

Internet Explorer
http://windows.microsoft.com/en-US/internet-explorer/delete-manage-cookies

Safari
http://support.apple.com/kb/PH17191?viewlocale=it_IT

Disattivazione/attivazione o eliminazione dei cookie

I cookie possono essere limitati o bloccati mediante le impostazioni del browser.

Se preferite che i siti Web non memorizzino alcun cookie nel vostro computer, impostate il browser in modo da ricevere una notifica prima dell'archiviazione di ogni cookie. In alternativa, potete impostare il browser in modo che rifiuti tutti i cookie o solo i cookie di terze parti. Potete anche eliminare tutti i cookie già presenti nel sistema. È importante sottolineare che le impostazioni devono essere modificate separatamente in ogni browser e computer utilizzato.

Se impostate il blocco della memorizzazione dei cookie, Psicologi Italiani non può garantire un corretto funzionamento del sito Web. Alcune funzioni del sito potrebbero risultare non disponibili e potrebbe non essere più possibile visualizzare determinati siti Web. Inoltre, il blocco dei cookie non elimina la visualizzazione degli annunci pubblicitari. Semplicemente, questi non saranno più personalizzati in base ai vostri interessi e verranno riproposti con maggiore frequenza.

In ogni browser le impostazioni vengono modificate seguendo una diversa procedura. Se necessario, per definire impostazioni corrette utilizzate la funzione di Guida del browser.

Per disattivare i cookie su un telefono cellulare, consultate il relativo manuale per reperire ulteriori informazioni.

Informazioni più dettagliate relative ai cookie su Internet sono disponibili all'indirizzo http://www.aboutcookies.org/

Altri cookie/cookie imprevisti

Considerando il funzionamento di Internet e dei siti Web, non sempre siamo in grado di controllare i cookie che vengono memorizzati da terze parti attraverso il nostro sito Web. Questo vale soprattutto nei casi in cui la pagina Web contenga i cosiddetti elementi incorporati: testi, documenti, immagini o brevi filmati che sono archiviati altrove, ma vengono visualizzati nel o attraverso il nostro sito Web.
Di conseguenza, qualora nel sito Web venisse rilevato un cookie non imputabile ad uno dei servizi di terze parti elencato, vi preghiamo di comunicarcelo. In alternativa, potete contattare direttamente le terze parti interessate e chiedere informazioni sui cookie che inviano, a quali scopi, qual è la loro durata e come garantiscono la privacy degli utenti.