Pubblicità

6 modi per liberarti di quella canzone fissa nella tua testa!

Ecco alcune dritte per eliminare quel motivetto che non va più via di mente!

 

canzoneStai riascoltando una canzone nella tua testa? Sì? Probabilmente è la nuova hit del momento!

Allora, una volta che avrai letto questo articolo, avrai qualche chance in più di riuscire a liberarti di essa, o di qualsiasi altra canzone che stai ascoltando o che stai ripetendo nella tua testa.

 

La ricerca suggerisce che i cosiddetti “earworm” – quelle situazioni in cui hai una canzone fissa nella tua testa – sono comuni e che, per lo più, questi motivetti non sono particolarmente fastidiosi, al contrario delle credenze popolari.
Al contempo, sono altrettanto frequenti i tentativi di far tacere queste canzoni “silenziose”.

Quindi, ci sono, qui di seguito, sei suggerimenti per poter eliminare gli “earworm” dalla nostra mente.


1.    Non ascoltare musica.

Prima di tutto, evita la musica.
Questo è sicuramente più facile a dirsi che a farsi, però cerca di non farlo almeno prima di andare a letto, poiché essa potrebbe trasformarsi in un “earworm” ed interferire con il sonno.
Inoltre, è stato visto che la ripetizione e l’essere recente sono quelle caratteristiche più temute da chi è soggetto a questo fenomeno. Quindi, cerca di non sentire una canzone più volte ed evita la musica che è, di per sé, altamente ripetitiva.
Infine, è stato dimostrato che, se una canzone che stiamo ascoltando viene interrotta, la continuiamo mentalmente (“effetto Zeigarnik”). Per prevenire che questo accada, e che essa diventi, poi, un motivetto ripetuto, è consigliabile ascoltare la traccia fino alla fine.


2.    Ricorri a rimedi fisici.

Un recente articolo afferma che masticare una chewing gum può rivelarsi una soluzione semplice. In una serie di esperimenti, i partecipanti, a cui furono date delle gomme da masticare, dichiaravano di avere questi motivetti ripetuti con una frequenza minore, rispetto al gruppo di controllo. Questo perché, normalmente, il nostro apparato vocale è coinvolto nel cantare, mentre, in questo caso, la nostra capacità di immaginare la musica è ridotta, dato che la bocca è impegnata in un’altra attività.

Un altro suggerimento per prevenire il fatto di avere una musichetta fissa in testa è camminare ad un passo più veloce o più lento rispetto al tempo della canzone. Infatti, sappiamo che il movimento (per esempio, ballare, battere, annuire ) è un’importante fattore a favore di tale fenomeno, quindi, usando il corpo per andare controtempo, possiamo interrompere il flusso musicale e terminare la sua riproduzione mentale.


3.    Canta.

La ricerca suggerisce che, se sei solito cantare tutti i giorni, sei anche predisposto a degli “earworm” più duraturi. Perché non portare ciò a tuo vantaggio? Quando c’è quella canzone che comincia a fissarsi nella tua mente, canta qualcos’altro, ad alta voce.


4.    Stai attento al tuo umore.

Uno dei fattori che determina la scelta del tipo di musica a cui continuiamo a pensare è l’umore. Oltre ad esso, un’ampia indagine sui resoconti di questo fenomeno ha evidenziato l’importanza di stress e stato emotivo.
Ci sono anche prove del fatto che, quando continuiamo a riprodurci una particolare canzone, il nostro umore è associato al modo in cui ci siamo sentiti quando l’abbiamo ascoltata la prima volta. Quindi, se eri arrabbiato quando hai sentito quel brano alla radio stamattina, potresti esserlo anche quando lo ripeterai nella tua testa durante il giorno.
In ogni caso, c’è bisogno di ulteriori ricerche per capire se ripetiamo intenzionalmente una determinata canzone per regolare le nostre emozioni. Nel frattempo, se l’umore evocato dalla musica nella tua testa non corrisponde allo stato emotivo che desidereresti, cambia disco (mentale)!


5.    Telefona ad un amico.

Per eliminare completamente un motivetto ripetuto, considera di fare un’attività mentale più o meno stimolante.
Sappiamo che le attività giornaliere che sono meno impegnative a livello cognitivo, come lavarsi i denti, così come i compiti troppo gravosi, predispongono al fantasticare, il che può portare, a sua volta, all’immaginazione musicale involontaria.
Ciò, però, avviene raramente quando socializziamo, perché è un’attività di media difficoltà a livello mentale. Un modo potenzialmente piacevole per bandire i pensieri musicali indesiderati potrebbe essere, quindi, passare del tempo con gli amici.


6.    Non provarci così duramente.

È stato scoperto, ironia della sorte, che cercare di controllare deliberatamente i nostri pensieri può avere, a volte, l’effetto contrario.
Quindi, se questi motivetti hanno resistito a tutti i tuoi tentativi per bandirli, il consiglio finale è di smettere di provarci e distrarti.

 

Fonte: PsyPost.org

 

(Traduzione ed adattamento a cura della Dottoressa Alice Fusella)

 

 

  |   Letto: 3017 volte
Pin it


Potrebbero interessarti anche....

Preferenze musicali e cervello

Le preferenze musicali possono essere spiegate dalle differenze nel cervello? Secondo i ricercatori dell'Università di Cambridge le preferenze musicali sono legate a tre ampi stili di pensiero, definito anche “tipi di cervello”. Due anni fa, un gruppo di ricerca dell'Università di C...

Col tempo… Si cambia!

Una ricerca ha dimostrato che, invecchiando, la nostra personalità cambia. È opinione comune che la vita, con le sue gioie ed i suoi dolori, ci porti a cambiare! Che sia in meglio, o in peggio, negli anni non resteremo mai la stessa persona! ...

iPhone o Android? Una scelta che ricalca la vostra personalità!

Il vostro cellulare può rivelare chi siete! Dimmi che cellulare usi… E ti dirò chi sei! In un’era, in cui il digitale la fa da padrone, non c’è frase più appropriata di questa! ...

Come viene usata la musica per gestire le emozioni e gli stati d’animo

Secondo una nuova ricerca, la musica che ascoltiamo rivela molto sulla nostra salute mentale. Un nuovo studio di brain imaging ha scoperto che le nostre risposte neurali a diversi tipi di musica influenzano la nostra regolazione delle emozioni. La regolazione delle emozioni è una componente essenziale per l...

Copyright © 2018 Psicologi Italiani. Tutti i diritti riservati. Psiconline srl. - P.IVA 01925060699 - web design - web agency -

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Accedendo acconsenti all'utilizzo dei cookies in accordo con la politica e regolamentazione vigente in materia di cookies e privacy. - ULTERIORI INFORMAZIONI

Cookie e relative funzionalità

A seconda dei singoli obiettivi, si utilizzano cookie differenti.
Di seguito viene fornito un elenco dei tipi di cookie più diffusi e degli scopi per cui vengono utilizzati.

Cookie di sessione
I cookie di sessione vengono archiviati temporaneamente nella memoria del computer durante l'esplorazione di un sito, ad esempio, per tenere traccia della lingua scelta. I cookie di sessione rimangono memorizzati nel computer per un breve periodo di tempo. Vengono infatti eliminati non appena l'utente chiude il browser Web.

Cookie permanenti o traccianti
I cookie permanenti salvano un file sul computer per un lungo periodo di tempo. Questo tipo di cookie possiede una data di scadenza. I cookie permanenti consentono ai siti Web di ricordare informazioni e impostazioni alle successive visite degli utenti, rendendo così l'esplorazione più pratica e rapida, poiché, ad esempio, non è più necessario effettuare l'accesso.
Alla data di scadenza, il cookie viene automaticamente eliminato quando si effettua il primo accesso al sito Web che lo ha creato.

Cookie di prime parti
Questi cookie vengono impostati dai siti Web stessi (con dominio uguale a quello indicato nella barra degli indirizzi del browser) e possono essere letti solo da tali siti. Vengono comunemente utilizzati per archiviare informazioni quali le preferenze, da utilizzare alle successive visite al sito.

Cookie di terze parti
Questi cookie vengono impostati da domini diversi da quello indicato nella barra degli indirizzi del browser, ovvero da organizzazioni che non corrispondono ai proprietari dei siti Web.
I cookie utilizzati, ad esempio, per raccogliere informazioni a fini pubblicitari e di personalizzazione dei contenuti, oltre che per elaborare statistiche Web, possono essere "cookie di terze parti".
I cookie di terze parti consentono di ottenere sondaggi più completi delle abitudini di esplorazione degli utenti e si ritiene che siano più sensibili dal punto di vista dell'integrità. Per questo motivo, la maggior parte dei browser Web permette di modificare le impostazioni in modo che tali cookie non vengano accettati.

Di seguito un elenco dei servizi utilizzati sul sito Psicologi Italiani che impostano cookie di terze parti:

Google Analytics (Google)
Google Anayltics è un servizio di analisi web fornito da Google, Inc. ("Google") che utilizza dei "cookie" mediante i quali raccoglie Dati Personali dell'Utente che vengono trasmessi a, e depositati presso i server di Google negli Stati Uniti. Google utilizza queste informazioni allo scopo di tracciare e esaminare il vostro utilizzo del sito web, compilare report sulle attività del sito web per gli operatori del sito web e fornire altri servizi relativi alle attività del sito web e all'utilizzo di Internet. Google non associa l'indirizzo IP dell'utente a nessun altro dato posseduto da Google. L'eventuale rifiuto di utilizzare i cookies, selezionando l'impostazione appropriata sul vostro browser, può impedire di utilizzare tutte le funzionalità di questo sito web.

Social Widgets/Buttons
Servizi che consentono agli utenti di interagire con i social network direttamente all'interno di altri siti web.

Facebook social buttons/widgets (Facebook)
Servizio gestito da Facebook Inc. società che aderisce all'iniziativa Safe Harbor Privacy Policy Framework, garantendo un trattamento dei Dati Personali in linea con gli standard di sicurezza europei. Il servizio consente all'Utente di interagire con il social network tramite questo sito web. Facebook, grazie al click dell'Utente, acquisisce i dati relativi alla visita dello stesso sul Sito. Facebook non condivide alcuna informazione o dato in suo possesso con il Sito o il Titolare del Trattamento. Per maggiori informazioni sull'utilizzo dei Dati Personali da parte di Facebook Inc. si prega di consultare il seguente link: www.facebook.com/privacy/explanation.php

Twitter social buttons/widgets (Twitter)
Servizio gestito da Twitter, società che aderisce all'iniziativa Safe Harbor Privacy Policy Framework, garantendo un trattamento dei Dati Personali in linea con gli standard di sicurezza europei. Il servizio consente all'Utente di interagire con il social network tramite questo sito web. Twitter, grazie al click dell'Utente, acquisisce i dati relativi alla visita dello stesso sul Sito. Twitter non condivide alcuna informazione o dato in suo possesso con il Sito o il Titolare del Trattamento. Per maggiori informazioni sull'utilizzo dei Dati Personali da parte di Twitter si prega di consultare il seguente link: twitter.com/privacy

Gestione dei cookie

Poiché i cookie sono normali file di testo, è possibile accedervi utilizzando la maggior parte degli editor di testo o dei programmi di elaborazione testi. Per aprirli, è sufficiente fare clic su di essi. Di seguito è riportato un elenco di collegamenti che spiegano come visualizzare i cookie all'interno dei vari browser. Se il vostro browser non è presente, fate riferimento alle informazioni sui cookie fornite dal browser stesso. Se utilizzate un telefono cellulare, consultate il relativo manuale per reperire ulteriori informazioni.

Firefox
https://support.mozilla.org/en-US/kb/cookies-information-websites-store-on-your-computer

Chrome
https://support.google.com/chrome/bin/answer.py?hl=en&answer=95647&topic=14666&ctx=topic

Internet Explorer
http://windows.microsoft.com/en-US/internet-explorer/delete-manage-cookies

Safari
http://support.apple.com/kb/PH17191?viewlocale=it_IT

Disattivazione/attivazione o eliminazione dei cookie

I cookie possono essere limitati o bloccati mediante le impostazioni del browser.

Se preferite che i siti Web non memorizzino alcun cookie nel vostro computer, impostate il browser in modo da ricevere una notifica prima dell'archiviazione di ogni cookie. In alternativa, potete impostare il browser in modo che rifiuti tutti i cookie o solo i cookie di terze parti. Potete anche eliminare tutti i cookie già presenti nel sistema. È importante sottolineare che le impostazioni devono essere modificate separatamente in ogni browser e computer utilizzato.

Se impostate il blocco della memorizzazione dei cookie, Psicologi Italiani non può garantire un corretto funzionamento del sito Web. Alcune funzioni del sito potrebbero risultare non disponibili e potrebbe non essere più possibile visualizzare determinati siti Web. Inoltre, il blocco dei cookie non elimina la visualizzazione degli annunci pubblicitari. Semplicemente, questi non saranno più personalizzati in base ai vostri interessi e verranno riproposti con maggiore frequenza.

In ogni browser le impostazioni vengono modificate seguendo una diversa procedura. Se necessario, per definire impostazioni corrette utilizzate la funzione di Guida del browser.

Per disattivare i cookie su un telefono cellulare, consultate il relativo manuale per reperire ulteriori informazioni.

Informazioni più dettagliate relative ai cookie su Internet sono disponibili all'indirizzo http://www.aboutcookies.org/

Altri cookie/cookie imprevisti

Considerando il funzionamento di Internet e dei siti Web, non sempre siamo in grado di controllare i cookie che vengono memorizzati da terze parti attraverso il nostro sito Web. Questo vale soprattutto nei casi in cui la pagina Web contenga i cosiddetti elementi incorporati: testi, documenti, immagini o brevi filmati che sono archiviati altrove, ma vengono visualizzati nel o attraverso il nostro sito Web.
Di conseguenza, qualora nel sito Web venisse rilevato un cookie non imputabile ad uno dei servizi di terze parti elencato, vi preghiamo di comunicarcelo. In alternativa, potete contattare direttamente le terze parti interessate e chiedere informazioni sui cookie che inviano, a quali scopi, qual è la loro durata e come garantiscono la privacy degli utenti.