Pubblicità

6 modi salutari per tener testa ad un narcisista.

Come fare per non essere sopraffatti da un narcisista?


narcisistaSociopatia e Narcisismo sono, ad oggi, gli argomenti di gran lunga più popolari sul web.

Perché?

Perché molti di noi, prima o poi, possono ritrovarsi a vivere, lavorare o, in generale, avere a che fare con un narcisista nella vita: sembra quasi inevitabile incontrare un individuo con una personalità di questo tipo nel proprio quartiere, in ufficio, al supermercato, al cinema, o anche in fila dal medico!

In effetti, alcune ricerche sostengono che il Narcisismo colpisca circa il 6% della popolazione americana (1 adulto su 16).

Psicologi in evidenza
Dottoressa Giuseppina Grazioso
V.le Papa Giovanni XXIII, 33 - BARI
Cell: 338 7780330
Dottoressa Caterina Gestri
Piazza Risorgimento, 18 Quarrata - PISTOIA
Cell: 338 1110142

Anche se non si tratta di una percentuale esageratamente alta di persone, è comunque un numero importante.

Da un punto di vista clinico, probabilmente ci sono molti più casi di quanti siamo a conoscenza e/o in grado di identificare con precisione nella vita quotidiana.
Infatti, la maggior parte delle persone descrive il Narcisismo come “egoismo estremo”, ma, in realtà, esso include un modo ben più “disordinato” di relazionarsi con gli altri.


Per fortuna, gli esperti hanno trovato modalità attendibili per identificare un narcisista e, soprattutto, strategie efficaci per tenergli testa!


E' importante, dunque, che siate in grado di:


1.    Ignorare i loro “migliori” sforzi.


Un narcisista si “nutre” della capacità di influenzarvi, controllarvi o “muovervi” in ogni modo possibile.

Se li ignorate, vedrete cambiamenti importanti nei loro comportamenti verso di voi, in senso negativo.

Potreste vederli agire con collera o rabbia, minacciarvi, farvi accuse o tentare di intimidirvi.

Non importa cosa faranno, ignorate questi sforzi di manipolarvi. Ne uscirete vincenti!

Nel momento in cui comincerete a rispondere ai loro tentativi di controllarvi o danneggiarvi, perderete la battaglia.


2.    Minimizzare o sminuire la rabbia inutile.


La rabbia è, spesso, al centro del comportamento dei narcisisti.


Essi possono essere arrabbiati perché: credono di non essere in grado di compiere delle azioni, hanno paura che gli altri li scoprano, di non riuscire in tutto quello che fanno, di essere sopraffatti dai loro vuoti, oppure vedono che nessuno vuole star loro vicino, ecc.

Non lasciate che il loro atteggiamento energico, positivo ed eccessivamente fiducioso vi inganni.

Per molti di essi, in realtà, la vita sembra vuota se non sono in una posizione di “potere”, cioè quelle situazioni in cui sentono che gli altri hanno bisogno o li desiderano, o in cui hanno un sacco di soldi e/o di attenzione.


3.    Essere superiori.


Bisogna tenere a mente che il narcisista è, spesso, molto immaturo, soprattutto quando si sente offeso, o “tradito”.

Costoro non hanno la capacità di impegnarsi in relazioni mature ed eque.
Perché?
Forse a causa del loro ego poco sviluppato e della mancanza di identità.

Dalla conseguente mancanza di fiducia e di autoefficacia possono, quindi, emergere i loro comportamenti immaturi ed inquietanti, come, ad esempio, rabbia, invidia, competitività, o superficialità, all’interno delle diverse relazioni che instaurano.


4.    Evitare le ritorsioni.


Per quanto possiate decidere di reagire e dimostrare al narcisista che potete giocare al suo gioco meglio di lui, non fatelo.

Non ne vale la pena.

È una perdita di tempo e, alla fine, vi sentirete sconfitti.

Lasciate che la realtà e la natura nociva dei loro atteggiamenti e comportamenti li raggiungano.

Il problema dei narcisisti è che, spesso, si creano da soli i problemi proprio a causa del loro modo di pensare ed agire, che va a creare tensione in quelle situazioni, dalle quali, in realtà, potrebbero solo beneficiare.

Avete mai visto una persona che, a causa della competitività o dell’invidia, distrugge una bella amicizia durata più di venti anni?

Oppure, avete mai visto una buona moglie “abbandonare” il suo matrimonio perché il marito è diventato così prepotente, competitivo e dedito al controllo, che si è “giocato” il meglio di se stesso?
Questo vuol dire essere narcisisti.


5.    Complimentarsi con intelligenza.

    
Alcuni narcisisti sono così emotivamente vuoti, che si nutrono di complimenti.

Sono sempre alla loro ricerca!

Cercano costantemente di guadagnarsi il rispetto e l’attenzione degli altri.

Costoro potrebbero anche risultare lavoratori instancabili, ma, in realtà, sono persone in cerca di attenzione e di prestigio.

Pur di raggiungere il loro scopo, costoro sono capaci di rubare le vostre idee, competere con voi inutilmente, e pretendere che ogni persona debba dedicarsi a quello che hanno in mente.
    
Tutto pur di ricevere dei complimenti, ottenere il rispetto dei curiosi, o evitare il loro caos emotivo, relazionale o familiare.

Potete complimentarvi con loro, se lo ritenete necessario, ma non sorprendetevi se cominceranno a trattarvi meglio da quel momento!

Cercate, quindi, di tenere gli elogi per voi quanto più possibile ed evitate il loro bisogno di continue rassicurazioni.

Psicologi in evidenza
Dottoressa Ilaria Artusi
Via Lorenzetti, 15 - AREZZO
Cell.: 333 3945439
Dottoressa Giuseppina Grazioso
V.le Papa Giovanni XXIII, 33 - BARI
Cell: 338 7780330


6.    Evitateli del tutto.


Se non avete una stretta necessità di stare vicino ad un narcisista, non fatelo.

Non è sano per voi.

Se avete appreso di avere un amico, un membro della famiglia, o un collega narcisista, fate del vostro meglio per far funzionare questo rapporto, senza, però, essere manipolati.

I narcisisti, spesso, sono troppo instabili a livello emotivo, per essere veramente un amico, un familiare, un compagno di squadra, un confidente, ecc.

 

Cercare di tener testa ad un individuo narcisista può sembrare uno di quei compiti maggiormente opprimenti da un punto di visto emotivo.

Ma c’è una speranza, se scegliete le vostre armi con saggezza e procedete con cautela!

    

 

Fonte: Psych Central

(Traduzione ed adattamento a cura della Dottoressa Alice Fusella)

 

 

  |   Letto: 35833 volte
Pin it


Potrebbero interessarti anche....

La terapia sistemico-relazionale

La terapia Sistemico-Relazionale si diffuse negli Stati Uniti durante gli anni '50, in particolare grazie alle teorie della prima e seconda cibernetica e la teoria dei sistemi elaborata da L Von Bertanlaffy. La "Scuola di Palo Alto" e il Mental Research Institute. La psicoterapia ad indirizzo sistemico-relaz...

Madri borderline

  I bambini le cui madri hanno una diagnosi di disturbo borderline della personalità presentano difficoltà nell’attaccamento, ritiro sociale, disregolazione emotiva precoce e, in seguito, durante la crescita, tendono a manifestare difficoltà nei comportamenti sociali e distors...

Il Disturbo Schizotipico di Personalità

L'individuo con Disturbo Schizotipico di Personalità presenta tratti di stranezza, eccentricità, così come un marcato e persistente isolamento sociale. Il disturbo schizotipico della personalità è una condizione psichiatrica caratterizzata da disturbi del comportamento e de...

Il disturbo da stress post-infedeltà

Secondo lo psicologo Dennis Ortman il disturbo da stress post-infedeltà può avere conseguenze fisiche così come emotive; lo stress legato all'aver scoperto l'infedeltà del partner può portare a ciò che è stato soprannominato “sindrome del cuore spezzato&r...

Copyright © 2018 Psicologi Italiani. Tutti i diritti riservati. Psiconline srl. - P.IVA 01925060699 - web design - web agency -

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Accedendo acconsenti all'utilizzo dei cookies in accordo con la politica e regolamentazione vigente in materia di cookies e privacy. - ULTERIORI INFORMAZIONI

Cookie e relative funzionalità

A seconda dei singoli obiettivi, si utilizzano cookie differenti.
Di seguito viene fornito un elenco dei tipi di cookie più diffusi e degli scopi per cui vengono utilizzati.

Cookie di sessione
I cookie di sessione vengono archiviati temporaneamente nella memoria del computer durante l'esplorazione di un sito, ad esempio, per tenere traccia della lingua scelta. I cookie di sessione rimangono memorizzati nel computer per un breve periodo di tempo. Vengono infatti eliminati non appena l'utente chiude il browser Web.

Cookie permanenti o traccianti
I cookie permanenti salvano un file sul computer per un lungo periodo di tempo. Questo tipo di cookie possiede una data di scadenza. I cookie permanenti consentono ai siti Web di ricordare informazioni e impostazioni alle successive visite degli utenti, rendendo così l'esplorazione più pratica e rapida, poiché, ad esempio, non è più necessario effettuare l'accesso.
Alla data di scadenza, il cookie viene automaticamente eliminato quando si effettua il primo accesso al sito Web che lo ha creato.

Cookie di prime parti
Questi cookie vengono impostati dai siti Web stessi (con dominio uguale a quello indicato nella barra degli indirizzi del browser) e possono essere letti solo da tali siti. Vengono comunemente utilizzati per archiviare informazioni quali le preferenze, da utilizzare alle successive visite al sito.

Cookie di terze parti
Questi cookie vengono impostati da domini diversi da quello indicato nella barra degli indirizzi del browser, ovvero da organizzazioni che non corrispondono ai proprietari dei siti Web.
I cookie utilizzati, ad esempio, per raccogliere informazioni a fini pubblicitari e di personalizzazione dei contenuti, oltre che per elaborare statistiche Web, possono essere "cookie di terze parti".
I cookie di terze parti consentono di ottenere sondaggi più completi delle abitudini di esplorazione degli utenti e si ritiene che siano più sensibili dal punto di vista dell'integrità. Per questo motivo, la maggior parte dei browser Web permette di modificare le impostazioni in modo che tali cookie non vengano accettati.

Di seguito un elenco dei servizi utilizzati sul sito Psicologi Italiani che impostano cookie di terze parti:

Google Analytics (Google)
Google Anayltics è un servizio di analisi web fornito da Google, Inc. ("Google") che utilizza dei "cookie" mediante i quali raccoglie Dati Personali dell'Utente che vengono trasmessi a, e depositati presso i server di Google negli Stati Uniti. Google utilizza queste informazioni allo scopo di tracciare e esaminare il vostro utilizzo del sito web, compilare report sulle attività del sito web per gli operatori del sito web e fornire altri servizi relativi alle attività del sito web e all'utilizzo di Internet. Google non associa l'indirizzo IP dell'utente a nessun altro dato posseduto da Google. L'eventuale rifiuto di utilizzare i cookies, selezionando l'impostazione appropriata sul vostro browser, può impedire di utilizzare tutte le funzionalità di questo sito web.

Social Widgets/Buttons
Servizi che consentono agli utenti di interagire con i social network direttamente all'interno di altri siti web.

Facebook social buttons/widgets (Facebook)
Servizio gestito da Facebook Inc. società che aderisce all'iniziativa Safe Harbor Privacy Policy Framework, garantendo un trattamento dei Dati Personali in linea con gli standard di sicurezza europei. Il servizio consente all'Utente di interagire con il social network tramite questo sito web. Facebook, grazie al click dell'Utente, acquisisce i dati relativi alla visita dello stesso sul Sito. Facebook non condivide alcuna informazione o dato in suo possesso con il Sito o il Titolare del Trattamento. Per maggiori informazioni sull'utilizzo dei Dati Personali da parte di Facebook Inc. si prega di consultare il seguente link: www.facebook.com/privacy/explanation.php

Twitter social buttons/widgets (Twitter)
Servizio gestito da Twitter, società che aderisce all'iniziativa Safe Harbor Privacy Policy Framework, garantendo un trattamento dei Dati Personali in linea con gli standard di sicurezza europei. Il servizio consente all'Utente di interagire con il social network tramite questo sito web. Twitter, grazie al click dell'Utente, acquisisce i dati relativi alla visita dello stesso sul Sito. Twitter non condivide alcuna informazione o dato in suo possesso con il Sito o il Titolare del Trattamento. Per maggiori informazioni sull'utilizzo dei Dati Personali da parte di Twitter si prega di consultare il seguente link: twitter.com/privacy

Gestione dei cookie

Poiché i cookie sono normali file di testo, è possibile accedervi utilizzando la maggior parte degli editor di testo o dei programmi di elaborazione testi. Per aprirli, è sufficiente fare clic su di essi. Di seguito è riportato un elenco di collegamenti che spiegano come visualizzare i cookie all'interno dei vari browser. Se il vostro browser non è presente, fate riferimento alle informazioni sui cookie fornite dal browser stesso. Se utilizzate un telefono cellulare, consultate il relativo manuale per reperire ulteriori informazioni.

Firefox
https://support.mozilla.org/en-US/kb/cookies-information-websites-store-on-your-computer

Chrome
https://support.google.com/chrome/bin/answer.py?hl=en&answer=95647&topic=14666&ctx=topic

Internet Explorer
http://windows.microsoft.com/en-US/internet-explorer/delete-manage-cookies

Safari
http://support.apple.com/kb/PH17191?viewlocale=it_IT

Disattivazione/attivazione o eliminazione dei cookie

I cookie possono essere limitati o bloccati mediante le impostazioni del browser.

Se preferite che i siti Web non memorizzino alcun cookie nel vostro computer, impostate il browser in modo da ricevere una notifica prima dell'archiviazione di ogni cookie. In alternativa, potete impostare il browser in modo che rifiuti tutti i cookie o solo i cookie di terze parti. Potete anche eliminare tutti i cookie già presenti nel sistema. È importante sottolineare che le impostazioni devono essere modificate separatamente in ogni browser e computer utilizzato.

Se impostate il blocco della memorizzazione dei cookie, Psicologi Italiani non può garantire un corretto funzionamento del sito Web. Alcune funzioni del sito potrebbero risultare non disponibili e potrebbe non essere più possibile visualizzare determinati siti Web. Inoltre, il blocco dei cookie non elimina la visualizzazione degli annunci pubblicitari. Semplicemente, questi non saranno più personalizzati in base ai vostri interessi e verranno riproposti con maggiore frequenza.

In ogni browser le impostazioni vengono modificate seguendo una diversa procedura. Se necessario, per definire impostazioni corrette utilizzate la funzione di Guida del browser.

Per disattivare i cookie su un telefono cellulare, consultate il relativo manuale per reperire ulteriori informazioni.

Informazioni più dettagliate relative ai cookie su Internet sono disponibili all'indirizzo http://www.aboutcookies.org/

Altri cookie/cookie imprevisti

Considerando il funzionamento di Internet e dei siti Web, non sempre siamo in grado di controllare i cookie che vengono memorizzati da terze parti attraverso il nostro sito Web. Questo vale soprattutto nei casi in cui la pagina Web contenga i cosiddetti elementi incorporati: testi, documenti, immagini o brevi filmati che sono archiviati altrove, ma vengono visualizzati nel o attraverso il nostro sito Web.
Di conseguenza, qualora nel sito Web venisse rilevato un cookie non imputabile ad uno dei servizi di terze parti elencato, vi preghiamo di comunicarcelo. In alternativa, potete contattare direttamente le terze parti interessate e chiedere informazioni sui cookie che inviano, a quali scopi, qual è la loro durata e come garantiscono la privacy degli utenti.