Pubblicità

Saperne di più su psicologia e psicoterapia

Scuola, lezioni via chat su sesso e contraccezione

educazione_sessuale

In 12 mesi oltre 250.000 studenti italiani hanno seguito in classe corsi di educazione sessuale: per il 90% sono stati estremamente utili, l'83% spera possano continuare, al 75% sono serviti per chiarire i dubbi e diventare "più competenti". Se oggi i ragazzi delle scuole italiane ne sanno di più, è anche grazie all'iniziativa che la Società italiana di ginecologia e ostetricia (Sigo) ha avviato l'anno scorso, quando ha fornito un vero e proprio kit per le visite ai ginecologi che effettuano interventi nelle scuole.Un'attrezzatura, uniforme e certificata, con informazioni su contraccettivi, infezioni, consultori o pap-test. Oggi, in occasione della giornata mondiale della contraccezione che si celebra il 26 settembre, la Sigo rilancia e vuole coinvolgere insegnanti e gincologi per 'soccorrere' gli studenti via chat.

Nonni, attenti ai figli Peter Pan

Diventare nonni è un evento straordinarioNonni tutto fare. Vanno a scuola a riprendere i bimbi, li aiutano nei compiti, li consolano nelle piccole difficoltà di ogni giorno. Attenti, però, a non strafare. «Prima che nonni», dice Antonio Vita, psicologo e psicoterapeuta, «si rimane genitori e, allora, niente vizi per i figli». E' il monito agli eterni bamboccioni, ai Peter Pan giacca e tailleur, che nella disponibilità dei nonni fanno affogare il dovere di essere mamma-e-papà. Il 2 ottobre, giornata degli Angeli Custodi, dal 2005 è dedicato anche alla Festa dei Nonni. Quale miglior assonanza di ruoli e interpreti. Antonio Vita ha scritto insieme alla moglie Domenica Daniele, ex maestra elementare, un vademecum ad hoc, pubblicato da Edizioni Psiconline nella collana 'Punti di Vista'. Il volume si chiama "Diventare nonni è un evento straordinario. Consigli e risposte per vivere al meglio il rapporto con i propri nipoti". Siamo andati a trovarlo, per parlare un po' di questo ponte affettivo tra generazioni, che coccola per sempre i ricordi di ognuno.

La prospettiva dei capelli grigi - «Credo che oggi più che mai la presenza dei nonni sia determinante per la società», dice Antonio Vita, «le coppie devono per forza lavorare in due per mandare avanti la famiglia. La presenza dei nonni aiuta ad adempiere serenamente a questo dovere. Ma c'è un limite che nessuno deve oltrepassare, per non rendere patologico il proprio intervento. E' il rispetto del nucleo familiare dei prorpi figli. Mai contraddire il loro metodo educativo, le direttive educazionali date ai piccoli. Magari confrontarsi con loro, però lontano dai bambini, che hanno bisogno, per una crescita serena e felice, di avere messaggi e atteggiamenti unidirezionali dagli adulti di riferimento, genitori e nonni in primo luogo».

Natura vendicativa: i maschi infedeli muoiono prima

playboyUna legge biologica condanna i playboy ad avere molte partner sessuali, pagandone però le conseguenze: il prezzo è una vita più breve.

A formulare l`infelice profezia per i latin lover è uno studio australiano apparso sulle pagine della rivista Journal of Evolutionary Biology.

I maschi di tutte le specie, non solo gli uomini, che hanno rapporti promiscui sono destinati a vivere velocemente e morire giovani (secondo un`equazione nota agli evoluzionisti "live fast, die young"), tra l`altro dopo uno sviluppo fisico ridotto.

pediatri 'a scuola' di nutrizione contro obesita' infantile

250xPediatri sempre più attenti e preparati sui menù dei bambini, per salvaguardare la salute delle future generazioni e ridurre i rischi dell'obesità infantile, sempre più diffusa e preoccupante.

E' l'obiettivo della Federazione italiana dei medici pediatri (Fimp), che inaugura la prima scuola di formazione sul tema al Congresso nazionale Fimp, in programma a Firenze da dopodomani.

"Si tratta - spiega Giuseppe Mele, presidente Fimp, a margine della presentazione del congresso a Roma - di una scuola permanente di nutrizione infantile, orientata non solo a capire i bisogni nutrizionali nei primi 3 anni di vita, ma anche a come educare a mangiare bene, a quali prodotti scegliere, a conoscere le differenze tra cibi freschi e industriali".

Nascite e depressione post-parto un male che colpisce anche i papà

dormire-nel-lettone-con-mamma-e-papNon è un problema solo delle donne. La depressione che capita di vivere dopo la nascita di un bambino colpisce anche i papà.

Una ricerca inglese sostiene addirittura che, nell'arco dei primi 12 anni di vita del bambino, un padre su cinque (e una madre su tre) subisce prima o poi un episodio di sindrome depressiva. Queste tesi sono al centro dello studio condotto da Shreya Davè del Medical research council di Londra, pubblicato sulla rivista Archives of Pediatrics & Adolescent Medicine.

"Freud aveva ragione, o quasi"

maschera_in_frantumiSigmund Freud sperava che la scienza, prima o poi, avrebbe confermato le sue teorie, immergendosi nei territori alieni dell’inconscio. Oggi un altro viennese come lui - naturalizzato americano - esplora questa possibilità. Si chiama Eric Kandel, ha vinto il Nobel per la Medicina nel 2000 e a 81 anni continua l’avventura nei meccanismi reconditi della mente, iniziata oltre mezzo secolo fa alla New York University Medical School.

Freud ascoltava signore e gentiluomini della borghesia fin de siècle, Kandel deve la celebrità alle osservazioni su una lumachina di mare, la Aplysia, e oggi su topolini e serpenti. Ma al lontano maestro deve l’interesse - quasi l’ossessione - per la memoria e i suoi meccanismi.

Egoismo per via materna

egoismoRicercatori dell'Università di Oxford e dell'Università del Tennessee, a Knoxville, hanno esaminato l'impatto sul nostro comportamento di quei geni che, attraverso un processo noto come imprinting genomico, "sanno" da dove provengono. Propriamente, l'imprinting genomico è il processo che per cui l'espressione dei geni è differente a seconda che essi siano stati trasmessi dal padre o dalla madre.

Secondo le scoperte dei ricercatori, dato che storicamente le donne hanno cambiato clan o gruppo famigliare più degli uomini, e quindi avevano meno relazioni di parentela con quanti le circondavano, i nostri materni si trovano in conflitto con i geni paterni sul modo in cui dobbiamo comportarci: i geni paterni tenderebbero a stimolare comportamenti altruistici mentre quelli materni punterebbero a farci adottare un comportamento più egoistico.

Cervello, maschi e femmine una sfida "multitasking"

CervelloLE RAGAZZE si arrendano: i maschietti hanno un cervello del 9 per cento più grande del loro. Beh, potrebbero giustamente replicare le signorine, dipende dall'uso che ne fanno.. Macché: gli uomini hanno comunque una quantità di "materia grigia" 6 volte e mezzo più grande di quella delle donne. Due a zero?

Fosse così semplice: la sfida sul cervello tra uomini e donne è la partita più pericolosa che gli scienziati di tutto il mondo stanno giocando da anni. L'ultima bordata è partita in questi giorni: "Le delusioni del genere" si chiama il libro con cui Cordelia Fine spara a zero contro le teorie che enfatizzano una differenza sostanziale tra i due cervelli.

Fragilità maschile: è la mancanza di testosterone?

bicicletta-citta-anziano-450x281

Nei bassi livelli di testosterone una delle cause di fragilità negli uomini anziani: è uno studio pubblicato sul Journal of Clinical Endocrinology and Metabolism dai ricercatori del Western Australian Centre a mettere in evidenza la relazione tra l`ormone maschile e la robustezza dell`organismo.

Lo studio, che ha visti coinvolti oltre 3.000 uomini sani dai 70 anni in su seguiti per sette anni, aggiunge un nuovo tassello alla comprensione dell`insorgenza della fragilità maschile, le cui cause sono ancora sconosciute: "Non tutti gli uomini diventano `fragili` con l`età.

Sentir parlar male dei giovani fa bene agli over50

vejano_anziani_e_giovaniApprezzano più sentir dire "Tizio è stato bocciato all`esame" piuttosto che "Caio si sposa": le persone, dopo i 50 anni, preferiscono ascoltare storie negative sui giovani, piuttosto che aneddoti positivi.

A sostenerlo uno studio pubblicato sul Journal of Communication da Silvia Knobloch-Westerwick dell`Ohio State University (Usa) che ha messo a punto la ricerca in collaborazione con i ricercatori di Matthias Hastall Zeppelin dell`University di Friedrichshafen in Germania.

Il povero è più generoso perché non ha paura degli altri

the-poor-child
BERKELEY
(Stati Uniti) - Avranno anche tante debolezze ideologiche, ma una cosa degli americani va detta: quando si tratta di donare a fondo perduto, sono meno diffidenti di noi. Da star come Sean Penn, impegnato per aiutare le vittime dell'uragano Katrina e i terremotati di Haiti, a miliardari come Bill Gates e Warren Buffett, che lasceranno l'eredità non alla famiglia ma a fondazioni benefiche, per gli statunitensi versare soldi senza poter controllare il modo in cui verranno gestiti è una cosa normale.

La donazione a enti e associazioni, per loro, non equivale a una possibile truffa, ma è l'essenza stessa del fare beneficienza, perché disinteressata. I soggetti danarosi non mancano certo in Europa, ma quasi mai devolvono il patrimonio a organizzazioni di questo tipo.



Potrebbero interessarti anche....

Copyright © 2019 Psicologi Italiani. Tutti i diritti riservati. Psiconline srl. - P.IVA 01925060699 - web design - web agency -

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Accedendo acconsenti all'utilizzo dei cookies in accordo con la politica e regolamentazione vigente in materia di cookies e privacy. - ULTERIORI INFORMAZIONI

Cookie e relative funzionalità

A seconda dei singoli obiettivi, si utilizzano cookie differenti.
Di seguito viene fornito un elenco dei tipi di cookie più diffusi e degli scopi per cui vengono utilizzati.

Cookie di sessione
I cookie di sessione vengono archiviati temporaneamente nella memoria del computer durante l'esplorazione di un sito, ad esempio, per tenere traccia della lingua scelta. I cookie di sessione rimangono memorizzati nel computer per un breve periodo di tempo. Vengono infatti eliminati non appena l'utente chiude il browser Web.

Cookie permanenti o traccianti
I cookie permanenti salvano un file sul computer per un lungo periodo di tempo. Questo tipo di cookie possiede una data di scadenza. I cookie permanenti consentono ai siti Web di ricordare informazioni e impostazioni alle successive visite degli utenti, rendendo così l'esplorazione più pratica e rapida, poiché, ad esempio, non è più necessario effettuare l'accesso.
Alla data di scadenza, il cookie viene automaticamente eliminato quando si effettua il primo accesso al sito Web che lo ha creato.

Cookie di prime parti
Questi cookie vengono impostati dai siti Web stessi (con dominio uguale a quello indicato nella barra degli indirizzi del browser) e possono essere letti solo da tali siti. Vengono comunemente utilizzati per archiviare informazioni quali le preferenze, da utilizzare alle successive visite al sito.

Cookie di terze parti
Questi cookie vengono impostati da domini diversi da quello indicato nella barra degli indirizzi del browser, ovvero da organizzazioni che non corrispondono ai proprietari dei siti Web.
I cookie utilizzati, ad esempio, per raccogliere informazioni a fini pubblicitari e di personalizzazione dei contenuti, oltre che per elaborare statistiche Web, possono essere "cookie di terze parti".
I cookie di terze parti consentono di ottenere sondaggi più completi delle abitudini di esplorazione degli utenti e si ritiene che siano più sensibili dal punto di vista dell'integrità. Per questo motivo, la maggior parte dei browser Web permette di modificare le impostazioni in modo che tali cookie non vengano accettati.

Di seguito un elenco dei servizi utilizzati sul sito Psicologi Italiani che impostano cookie di terze parti:

Google Analytics (Google)
Google Anayltics è un servizio di analisi web fornito da Google, Inc. ("Google") che utilizza dei "cookie" mediante i quali raccoglie Dati Personali dell'Utente che vengono trasmessi a, e depositati presso i server di Google negli Stati Uniti. Google utilizza queste informazioni allo scopo di tracciare e esaminare il vostro utilizzo del sito web, compilare report sulle attività del sito web per gli operatori del sito web e fornire altri servizi relativi alle attività del sito web e all'utilizzo di Internet. Google non associa l'indirizzo IP dell'utente a nessun altro dato posseduto da Google. L'eventuale rifiuto di utilizzare i cookies, selezionando l'impostazione appropriata sul vostro browser, può impedire di utilizzare tutte le funzionalità di questo sito web.

Social Widgets/Buttons
Servizi che consentono agli utenti di interagire con i social network direttamente all'interno di altri siti web.

Facebook social buttons/widgets (Facebook)
Servizio gestito da Facebook Inc. società che aderisce all'iniziativa Safe Harbor Privacy Policy Framework, garantendo un trattamento dei Dati Personali in linea con gli standard di sicurezza europei. Il servizio consente all'Utente di interagire con il social network tramite questo sito web. Facebook, grazie al click dell'Utente, acquisisce i dati relativi alla visita dello stesso sul Sito. Facebook non condivide alcuna informazione o dato in suo possesso con il Sito o il Titolare del Trattamento. Per maggiori informazioni sull'utilizzo dei Dati Personali da parte di Facebook Inc. si prega di consultare il seguente link: www.facebook.com/privacy/explanation.php

Twitter social buttons/widgets (Twitter)
Servizio gestito da Twitter, società che aderisce all'iniziativa Safe Harbor Privacy Policy Framework, garantendo un trattamento dei Dati Personali in linea con gli standard di sicurezza europei. Il servizio consente all'Utente di interagire con il social network tramite questo sito web. Twitter, grazie al click dell'Utente, acquisisce i dati relativi alla visita dello stesso sul Sito. Twitter non condivide alcuna informazione o dato in suo possesso con il Sito o il Titolare del Trattamento. Per maggiori informazioni sull'utilizzo dei Dati Personali da parte di Twitter si prega di consultare il seguente link: twitter.com/privacy

Gestione dei cookie

Poiché i cookie sono normali file di testo, è possibile accedervi utilizzando la maggior parte degli editor di testo o dei programmi di elaborazione testi. Per aprirli, è sufficiente fare clic su di essi. Di seguito è riportato un elenco di collegamenti che spiegano come visualizzare i cookie all'interno dei vari browser. Se il vostro browser non è presente, fate riferimento alle informazioni sui cookie fornite dal browser stesso. Se utilizzate un telefono cellulare, consultate il relativo manuale per reperire ulteriori informazioni.

Firefox
https://support.mozilla.org/en-US/kb/cookies-information-websites-store-on-your-computer

Chrome
https://support.google.com/chrome/bin/answer.py?hl=en&answer=95647&topic=14666&ctx=topic

Internet Explorer
http://windows.microsoft.com/en-US/internet-explorer/delete-manage-cookies

Safari
http://support.apple.com/kb/PH17191?viewlocale=it_IT

Disattivazione/attivazione o eliminazione dei cookie

I cookie possono essere limitati o bloccati mediante le impostazioni del browser.

Se preferite che i siti Web non memorizzino alcun cookie nel vostro computer, impostate il browser in modo da ricevere una notifica prima dell'archiviazione di ogni cookie. In alternativa, potete impostare il browser in modo che rifiuti tutti i cookie o solo i cookie di terze parti. Potete anche eliminare tutti i cookie già presenti nel sistema. È importante sottolineare che le impostazioni devono essere modificate separatamente in ogni browser e computer utilizzato.

Se impostate il blocco della memorizzazione dei cookie, Psicologi Italiani non può garantire un corretto funzionamento del sito Web. Alcune funzioni del sito potrebbero risultare non disponibili e potrebbe non essere più possibile visualizzare determinati siti Web. Inoltre, il blocco dei cookie non elimina la visualizzazione degli annunci pubblicitari. Semplicemente, questi non saranno più personalizzati in base ai vostri interessi e verranno riproposti con maggiore frequenza.

In ogni browser le impostazioni vengono modificate seguendo una diversa procedura. Se necessario, per definire impostazioni corrette utilizzate la funzione di Guida del browser.

Per disattivare i cookie su un telefono cellulare, consultate il relativo manuale per reperire ulteriori informazioni.

Informazioni più dettagliate relative ai cookie su Internet sono disponibili all'indirizzo http://www.aboutcookies.org/

Altri cookie/cookie imprevisti

Considerando il funzionamento di Internet e dei siti Web, non sempre siamo in grado di controllare i cookie che vengono memorizzati da terze parti attraverso il nostro sito Web. Questo vale soprattutto nei casi in cui la pagina Web contenga i cosiddetti elementi incorporati: testi, documenti, immagini o brevi filmati che sono archiviati altrove, ma vengono visualizzati nel o attraverso il nostro sito Web.
Di conseguenza, qualora nel sito Web venisse rilevato un cookie non imputabile ad uno dei servizi di terze parti elencato, vi preghiamo di comunicarcelo. In alternativa, potete contattare direttamente le terze parti interessate e chiedere informazioni sui cookie che inviano, a quali scopi, qual è la loro durata e come garantiscono la privacy degli utenti.