Pubblicità

Attaccamento, emozioni e relazioni sentimentali

ATTACCAMENTO

La ricerca ha evidenziato una correlazione positiva tra attaccamento dell’adulto e soddisfazione relazionale e che il tipo di attaccamento influenza l’evoluzione dell’intimità, dell’impegno e della tolleranza nelle relazioni: le persone insicure nello stile di attaccamento manifestano maggiore difficoltà nel gestire il conflitto interpersonale e sono più propense a reagire al comportamento negativo del partner con maggiore ostilità e rabbia e minore disponibilità alla comprensione.

Le rotture nei legami d’attaccamento e un ambiente familiare negativo impediscono al bambino di sviluppare le capacità di coping interne interpersonali per difendersi da stressor sociali e vulnerabilità. Perciò l’insicurezza di un soggetto dovuto a difficoltà di attaccamento influenza il modo in cui egli esprime al partner rispetto, ammirazione e gratitudine che è cruciale nel mantenimento di relazioni durature.

Psicologi in evidenza
Dottoressa Caterina Gestri
Piazza Risorgimento, 18 Quarrata - PISTOIA
Cell: 338 1110142
Dottoressa Giuseppina Grazioso
V.le Papa Giovanni XXIII, 33 - BARI
Cell: 338 7780330

Trattare i temi dell’attaccamento va di pari passo con l’affrontare i problemi di regolazione emotiva; ciò richiede al paziente la disamina dei propri schemi riguardanti le modalità di attaccamento al proprio partner e le relative emozioni che spesso derivano dalle esperienze relazionali nella famiglia d’origine: è quindi importante prendere in esame i vissuti infantili precoci.

La distanza emotiva ricopre la stessa importanza dei problemi di comunicazione nella richiesta di una terapia di coppia. Le emozioni sono processi mentali inconsci che creano uno stato di prontezza all’azione predisponendoci a comportarci in un dato modo nei confronti dell’ambiente, dei quali poi prendiamo consapevolezza.

Il termine regolazione emotiva si riferisce alla capacità della mente di intervenire sulle varie componenti dell’elaborazione emotiva stessa; l’autorganizzazione della mente è determinata dalla capacità di intervenire dall’autoregolazione degli stati emotivi. Perciò la maniera in cui sperimentiamo il mondo, ci relazioniamo agli altri e troviamo significato nella vita dipende da come riusciamo a regolare le nostre emozioni.

Questo riflette il modo in cui la mente attribuisce valore agli eventi interni e esterni e dirige la distribuzione delle risorse attentive per favorire l’elaborazione di tali rappresentazioni. la disregolazione emozionale può derivare da traumi passati, dall’essere cresciuti in una famiglia i cui membri non sono riusciti a regolare l’espressione emotiva o da vere e proprie forme di psicopatologia.

Psicologi in evidenza
Dottoressa Daniela Ciccarelli
Via Luigi Dallapiccola, 20 San Sisto - PERUGIA
Cell: 339 2860568
Dottoressa Giulia Poddi
Via Enrico Costa, 18 - CAGLIARI
Cell: 333 9089506

Per esprimere un’emozione bisogna prima sentirla, ovviamente la struttura di personalità esercita una notevole influenza sul modo in cui le persone provano ed esprimono le proprie emozioni; alcune persone affette da disturbi della personalità sperimentano emozioni in modo frammentario, di conseguenza non sono sicure di ciò che sentono e il loro vissuto può richiedere tempo per palesarsi al punto che l’emozioni viene manifestata a distanza di tempo.

E’ importante nel corso di una terapia familiare facilitare l’espressione delle emozioni aiutando le persone a entrare in contatto con i propri sentimenti e manifestarli in modo appropriato invece di reprimerli per poi esternarli tutti insieme in modo distruttivo.

emozione-sorrisoLe emozioni sono tendenze stabili a reagire a situazioni relazionali; le persone con tendenza all’emotività positiva sono più sensibili alle situazioni che producono umore positivo e che favoriscono l’interazione sociale e l’intimità sessuale mentre quelle che hanno una tendenza all’emotività negativa risultano più ansione, tristi e sensibili al rifiuto, quindi l’affettività esercita un profondo effetto sull’umore quotidiano e sull’ambiente.

Grottman ha dimostrato come il cattivo umore dia inizio ad un’elaborazione cognitiva negativa che porta a riconsiderare selettivamente gli eventi negativi del passato e fare attribuzioni su aspettative negative sul futuro (negative Frame di Beck), ciò predispone le persone a valutare le situazioni da una prospettiva distorta, l’umore negativo provoca un’elaborazione cognitiva più focalizzata e dettagliata che influenza la memoria distorcendo le interpretazioni e richiamando i ricordi di situazioni e eventi negativi.

 

Bibliografia

  • Terapia cognitivo comportamentale per le coppie e le famiglie;Frank M. Dattilio , Eclipsi 2013.

 

(A cura della dottoressa Mariapia Cavalieri)

 

 

  |   Letto: 9007 volte
Pin it


Potrebbero interessarti anche....

Il Sè sessuale

Il concetto di Sè sessuale fa riferimento alle modalità con cui si pensa a sé stessi come esseri sessuali e si sviluppa sia in risposta alle interpretazioni soggettive delle esperienze sessuali che dai feedack provenienti dal mondo esterno. L'individualità sessuale è defini...

Madri borderline

  I bambini le cui madri hanno una diagnosi di disturbo borderline della personalità presentano difficoltà nell’attaccamento, ritiro sociale, disregolazione emotiva precoce e, in seguito, durante la crescita, tendono a manifestare difficoltà nei comportamenti sociali e distors...

Perché andare in terapia da uno psicoterapeuta?

Si riduce tutto a questo: una persona decide di andare in terapia perché è bloccata.Il paziente si potrebbe domandare: "Cos'ha questo a che vedere con ansia, depressione, panico, fobie, disturbi ossessivo-compulsivi, adolescenti ribelli, abuso di sostanze, bullismo e altro?" La risposta è: tutto quanto. Q...

Cosa dovrebbe accadere in una psicoterapia

Rispondere a questa domanda in modo chiaro è difficile. Le relazioni interpersonali, anche quelle psicoterapeutiche, non seguono schemi prefissati. Inoltre, come per ogni altro percorso personale, non è facile descriverlo a parole. Il paziente e il terapeuta dovrebbero sempre definire all'inizio dell...

Copyright © 2018 Psicologi Italiani. Tutti i diritti riservati. Psiconline srl. - P.IVA 01925060699 - web design - web agency -

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Accedendo acconsenti all'utilizzo dei cookies in accordo con la politica e regolamentazione vigente in materia di cookies e privacy. - ULTERIORI INFORMAZIONI

Cookie e relative funzionalità

A seconda dei singoli obiettivi, si utilizzano cookie differenti.
Di seguito viene fornito un elenco dei tipi di cookie più diffusi e degli scopi per cui vengono utilizzati.

Cookie di sessione
I cookie di sessione vengono archiviati temporaneamente nella memoria del computer durante l'esplorazione di un sito, ad esempio, per tenere traccia della lingua scelta. I cookie di sessione rimangono memorizzati nel computer per un breve periodo di tempo. Vengono infatti eliminati non appena l'utente chiude il browser Web.

Cookie permanenti o traccianti
I cookie permanenti salvano un file sul computer per un lungo periodo di tempo. Questo tipo di cookie possiede una data di scadenza. I cookie permanenti consentono ai siti Web di ricordare informazioni e impostazioni alle successive visite degli utenti, rendendo così l'esplorazione più pratica e rapida, poiché, ad esempio, non è più necessario effettuare l'accesso.
Alla data di scadenza, il cookie viene automaticamente eliminato quando si effettua il primo accesso al sito Web che lo ha creato.

Cookie di prime parti
Questi cookie vengono impostati dai siti Web stessi (con dominio uguale a quello indicato nella barra degli indirizzi del browser) e possono essere letti solo da tali siti. Vengono comunemente utilizzati per archiviare informazioni quali le preferenze, da utilizzare alle successive visite al sito.

Cookie di terze parti
Questi cookie vengono impostati da domini diversi da quello indicato nella barra degli indirizzi del browser, ovvero da organizzazioni che non corrispondono ai proprietari dei siti Web.
I cookie utilizzati, ad esempio, per raccogliere informazioni a fini pubblicitari e di personalizzazione dei contenuti, oltre che per elaborare statistiche Web, possono essere "cookie di terze parti".
I cookie di terze parti consentono di ottenere sondaggi più completi delle abitudini di esplorazione degli utenti e si ritiene che siano più sensibili dal punto di vista dell'integrità. Per questo motivo, la maggior parte dei browser Web permette di modificare le impostazioni in modo che tali cookie non vengano accettati.

Di seguito un elenco dei servizi utilizzati sul sito Psicologi Italiani che impostano cookie di terze parti:

Google Analytics (Google)
Google Anayltics è un servizio di analisi web fornito da Google, Inc. ("Google") che utilizza dei "cookie" mediante i quali raccoglie Dati Personali dell'Utente che vengono trasmessi a, e depositati presso i server di Google negli Stati Uniti. Google utilizza queste informazioni allo scopo di tracciare e esaminare il vostro utilizzo del sito web, compilare report sulle attività del sito web per gli operatori del sito web e fornire altri servizi relativi alle attività del sito web e all'utilizzo di Internet. Google non associa l'indirizzo IP dell'utente a nessun altro dato posseduto da Google. L'eventuale rifiuto di utilizzare i cookies, selezionando l'impostazione appropriata sul vostro browser, può impedire di utilizzare tutte le funzionalità di questo sito web.

Social Widgets/Buttons
Servizi che consentono agli utenti di interagire con i social network direttamente all'interno di altri siti web.

Facebook social buttons/widgets (Facebook)
Servizio gestito da Facebook Inc. società che aderisce all'iniziativa Safe Harbor Privacy Policy Framework, garantendo un trattamento dei Dati Personali in linea con gli standard di sicurezza europei. Il servizio consente all'Utente di interagire con il social network tramite questo sito web. Facebook, grazie al click dell'Utente, acquisisce i dati relativi alla visita dello stesso sul Sito. Facebook non condivide alcuna informazione o dato in suo possesso con il Sito o il Titolare del Trattamento. Per maggiori informazioni sull'utilizzo dei Dati Personali da parte di Facebook Inc. si prega di consultare il seguente link: www.facebook.com/privacy/explanation.php

Twitter social buttons/widgets (Twitter)
Servizio gestito da Twitter, società che aderisce all'iniziativa Safe Harbor Privacy Policy Framework, garantendo un trattamento dei Dati Personali in linea con gli standard di sicurezza europei. Il servizio consente all'Utente di interagire con il social network tramite questo sito web. Twitter, grazie al click dell'Utente, acquisisce i dati relativi alla visita dello stesso sul Sito. Twitter non condivide alcuna informazione o dato in suo possesso con il Sito o il Titolare del Trattamento. Per maggiori informazioni sull'utilizzo dei Dati Personali da parte di Twitter si prega di consultare il seguente link: twitter.com/privacy

Gestione dei cookie

Poiché i cookie sono normali file di testo, è possibile accedervi utilizzando la maggior parte degli editor di testo o dei programmi di elaborazione testi. Per aprirli, è sufficiente fare clic su di essi. Di seguito è riportato un elenco di collegamenti che spiegano come visualizzare i cookie all'interno dei vari browser. Se il vostro browser non è presente, fate riferimento alle informazioni sui cookie fornite dal browser stesso. Se utilizzate un telefono cellulare, consultate il relativo manuale per reperire ulteriori informazioni.

Firefox
https://support.mozilla.org/en-US/kb/cookies-information-websites-store-on-your-computer

Chrome
https://support.google.com/chrome/bin/answer.py?hl=en&answer=95647&topic=14666&ctx=topic

Internet Explorer
http://windows.microsoft.com/en-US/internet-explorer/delete-manage-cookies

Safari
http://support.apple.com/kb/PH17191?viewlocale=it_IT

Disattivazione/attivazione o eliminazione dei cookie

I cookie possono essere limitati o bloccati mediante le impostazioni del browser.

Se preferite che i siti Web non memorizzino alcun cookie nel vostro computer, impostate il browser in modo da ricevere una notifica prima dell'archiviazione di ogni cookie. In alternativa, potete impostare il browser in modo che rifiuti tutti i cookie o solo i cookie di terze parti. Potete anche eliminare tutti i cookie già presenti nel sistema. È importante sottolineare che le impostazioni devono essere modificate separatamente in ogni browser e computer utilizzato.

Se impostate il blocco della memorizzazione dei cookie, Psicologi Italiani non può garantire un corretto funzionamento del sito Web. Alcune funzioni del sito potrebbero risultare non disponibili e potrebbe non essere più possibile visualizzare determinati siti Web. Inoltre, il blocco dei cookie non elimina la visualizzazione degli annunci pubblicitari. Semplicemente, questi non saranno più personalizzati in base ai vostri interessi e verranno riproposti con maggiore frequenza.

In ogni browser le impostazioni vengono modificate seguendo una diversa procedura. Se necessario, per definire impostazioni corrette utilizzate la funzione di Guida del browser.

Per disattivare i cookie su un telefono cellulare, consultate il relativo manuale per reperire ulteriori informazioni.

Informazioni più dettagliate relative ai cookie su Internet sono disponibili all'indirizzo http://www.aboutcookies.org/

Altri cookie/cookie imprevisti

Considerando il funzionamento di Internet e dei siti Web, non sempre siamo in grado di controllare i cookie che vengono memorizzati da terze parti attraverso il nostro sito Web. Questo vale soprattutto nei casi in cui la pagina Web contenga i cosiddetti elementi incorporati: testi, documenti, immagini o brevi filmati che sono archiviati altrove, ma vengono visualizzati nel o attraverso il nostro sito Web.
Di conseguenza, qualora nel sito Web venisse rilevato un cookie non imputabile ad uno dei servizi di terze parti elencato, vi preghiamo di comunicarcelo. In alternativa, potete contattare direttamente le terze parti interessate e chiedere informazioni sui cookie che inviano, a quali scopi, qual è la loro durata e come garantiscono la privacy degli utenti.