Pubblicità

Benzodiazepine: cosa è bene sapere prima di prescriverle?

I pro ed i contro di una categoria di farmaci oggi molto usata.


benzodiazepineLe Benzodiazepine (Xanax, Versed, Ativan, o Valium) sono una classe di farmaci, che deprimono il Sistema Nervoso Centrale, e vengono prescritte per trattare i Disturbi d’Ansia e di Panico.

Nel corso degli ultimi vent’anni, le prescrizioni e le overdose causate da esse sono aumentate in modo allarmante.

Ecco, quindi, quello che c’è da sapere su questa categoria di farmaci, prima di prescriverle ad un paziente.
  

1.    Chi ne beneficia.

Come tutti i farmaci da prescrizione, ci sono alcune persone specifiche che possono trarre beneficio dalle Benzodiazepine, se correttamente utilizzate: coloro che soffrono di Disturbi d’Ansia ed Attacchi di Panico cronici possono provare, infatti, un sollievo temporaneo dalle loro condizioni, assumendole per un breve periodo.

Psicologi in evidenza
Dottoressa Daniela Ciccarelli
Via Luigi Dallapiccola, 20 San Sisto - PERUGIA
Cell: 339 2860568
Dottoressa Cristina Bergia
Viale dei Mille, 1 - FIRENZE
Cell.: 339 7067867

2.    Possibilità di abuso.

Le Benzodiazepine non sono di per sè dannose, ma c’è la possibilità che se ne faccia un abuso. Questa è una delle cose che i medici prudenti dovrebbero prendere in considerazione prima di prescriverle.


3.    Dipendenza.

È relativamente facile diventare dipendenti dalle Benzodiazepine.
Ciò può verificarsi quando il farmaco viene assunto in dosi maggiori di quelle raccomandate, creando il desiderio di aumentarle sempre di più, nonchè sintomi di astinenza se si tenta di smettere.

Anche quando vengono prescritte da un medico, ma sono usate in modo errato, le Benzodiazepine possono essere mortali, tanto quanto l’eroina.


4.    Astinenza.

I veri sintomi che la vostra ricetta vuole trattare – cioè, Ansia ed Attacchi di panico – si scateneranno contro di voi con tutta la loro forza, nel momento in cui il vostro corpo percepisce l’assenza del farmaco.
I sintomi di astinenza, di solito, iniziano tre o quattro giorni dopo l’ultima dose e possono durare per diversi giorni.    


Come evitare tutto questo?

La dipendenza dalle Benzodiazepine, tuttavia, può essere evitata con le giuste precauzioni.

Psicologi in evidenza
Dottoressa Paola Grasso
Via Monte Senario, 43 - ROMA
Cell.: 338 7897667
Dottoressa Beatrice Bonechi
Via Aretina, 251/A - FIRENZE
Cell.: 338 2496662

  • Innanzitutto, si dovrebbero assumere i farmaci prescritti sempre secondo le indicazioni del medico e le istruzioni sulla confezione.
  • Mai dare via le pillole rimanenti.
  • Non cambiare il modo in cui si prende il farmaco senza aver prima consultato il medico curante.
  • Siate sempre consapevoli delle possibili interazioni, in particolare con l’alcol, al fine di evitare effetti collaterali anche gravi, o un sovradosaggio accidentale (per questo, leggete sempre e con massima attenzione il bugiardino contenuto in ogni confezione!).
  • Non abbiate paura di fare delle domande al vostro medico su questa classe di farmaci e sulle possibili alternative di trattamento, prima che ve le prescriva. Si ha diritto al trattamento migliore e più efficace per qualsiasi condizione fisica o mentale con cui si stia lottando.
  • Assicuratevi di valutare attentamente i possibili benefici dei farmaci prescritti, nonché la possibilità di svilupparne una dipendenza ed un abuso, prima di accettare il piano terapeutico suggerito dal vostro medico.
  • Cercate altri strumenti, o competenze, da poter sviluppare, per aiutare ad alleviare la vostra sofferenza: uno psicoterapeuta di cui fidarvi, degli hobby e dei passatempi divertenti, le uscite con i vostri amici, …, tutto quello che vi aiuta a sentirvi più rilassati, sicuri di voi stessi ed a vostro agio nel mondo.

Abbiamo spiegato, in questo articolo, quando e come assumere le Benzodiazepine, per evitarne i possibili effetti collaterali

Ovviamente, si consiglia sempre di rivolgersi ad un medico specializzato per il trattamento ideale di un malessere fisico e/o mentale.

Abbiamo visto, infatti, come, sia per la Benzodiazepine, ma anche per tutte le categorie di farmaci, sia indispensabile la guida ed il piano terapeutico di un professionista. Quindi, mai auto prescriversi una cura, perché le conseguenze potrebbero essere gravi, se non mortali.

Il vostro compito è, invece, quello di assumere responsabilmente la medicina suggerita e di discutere, in modo intelligente, della vostra condizione e guarigione con chi di dovere.

Non prendete troppo alla leggera la vostra salute…
D’altronde, farmaco deriva dal greco “farmacon”, che vuol dire sì “rimedio”, ma anche “veleno”!
Fate attenzione!
        
    
        

 

Fonte: PsychCentral.com

(Traduzione ed adattamento a cura della Dottoressa Alice Fusella)

 

 

  |   Letto: 4803 volte
Pin it


Potrebbero interessarti anche....

Disturbo bipolare: sintomi e opzioni di trattamento

Il disturbo bipolare è un disordine caratterizzato da spostamenti insoliti nell'umore, nell'energia, nei livelli di attività e nella capacità di svolgere compiti quotidiani. I sintomi del disturbo bipolare sono abbastanza gravi; oscillano da livelli bassi ad alti, e la sintomatologia pu&...

Psicoterapia psicoanalitica

La scuola psicoanalitica nasce grazie alle teorie elaborate da Freud. La psicoanalisi si propone come obiettivo non tanto l’interpretazione degli aspetti cognitivi e fisiologici del comportamento umano, bensì lo studio e l’analisi di tutte le manifestazioni motivazionali e dinamiche, che sono meno e...

Il Modello HiTOP: un nuovo modo di guardare il disturbo mentale

Il Modello della Tassonomia Gerarchica della Psicopatologia (HiTOP) ci invita a considerare le questioni di salute mentale attraverso una valutazione di diverse aree e arrivando ad una formulazione diagnostica mediante un approccio basato su prove scientifiche, piuttosto che opinioni o aneddoti. La Tassonomi...

Il trattamento unificato di David Barlow

Vulnerabilità biologica, vulnerabilità psicologica generalizzata e specifica, struttura comune latente: il trattamento cognitivo-comportamentale unificato di Barlow. Fin dall'inizio, la psicologia clinica è stata caratterizzata da una diversità di approcci; il campo ha visto conti...

Copyright © 2018 Psicologi Italiani. Tutti i diritti riservati. Psiconline srl. - P.IVA 01925060699 - web design - web agency -

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Accedendo acconsenti all'utilizzo dei cookies in accordo con la politica e regolamentazione vigente in materia di cookies e privacy. - ULTERIORI INFORMAZIONI

Cookie e relative funzionalità

A seconda dei singoli obiettivi, si utilizzano cookie differenti.
Di seguito viene fornito un elenco dei tipi di cookie più diffusi e degli scopi per cui vengono utilizzati.

Cookie di sessione
I cookie di sessione vengono archiviati temporaneamente nella memoria del computer durante l'esplorazione di un sito, ad esempio, per tenere traccia della lingua scelta. I cookie di sessione rimangono memorizzati nel computer per un breve periodo di tempo. Vengono infatti eliminati non appena l'utente chiude il browser Web.

Cookie permanenti o traccianti
I cookie permanenti salvano un file sul computer per un lungo periodo di tempo. Questo tipo di cookie possiede una data di scadenza. I cookie permanenti consentono ai siti Web di ricordare informazioni e impostazioni alle successive visite degli utenti, rendendo così l'esplorazione più pratica e rapida, poiché, ad esempio, non è più necessario effettuare l'accesso.
Alla data di scadenza, il cookie viene automaticamente eliminato quando si effettua il primo accesso al sito Web che lo ha creato.

Cookie di prime parti
Questi cookie vengono impostati dai siti Web stessi (con dominio uguale a quello indicato nella barra degli indirizzi del browser) e possono essere letti solo da tali siti. Vengono comunemente utilizzati per archiviare informazioni quali le preferenze, da utilizzare alle successive visite al sito.

Cookie di terze parti
Questi cookie vengono impostati da domini diversi da quello indicato nella barra degli indirizzi del browser, ovvero da organizzazioni che non corrispondono ai proprietari dei siti Web.
I cookie utilizzati, ad esempio, per raccogliere informazioni a fini pubblicitari e di personalizzazione dei contenuti, oltre che per elaborare statistiche Web, possono essere "cookie di terze parti".
I cookie di terze parti consentono di ottenere sondaggi più completi delle abitudini di esplorazione degli utenti e si ritiene che siano più sensibili dal punto di vista dell'integrità. Per questo motivo, la maggior parte dei browser Web permette di modificare le impostazioni in modo che tali cookie non vengano accettati.

Di seguito un elenco dei servizi utilizzati sul sito Psicologi Italiani che impostano cookie di terze parti:

Google Analytics (Google)
Google Anayltics è un servizio di analisi web fornito da Google, Inc. ("Google") che utilizza dei "cookie" mediante i quali raccoglie Dati Personali dell'Utente che vengono trasmessi a, e depositati presso i server di Google negli Stati Uniti. Google utilizza queste informazioni allo scopo di tracciare e esaminare il vostro utilizzo del sito web, compilare report sulle attività del sito web per gli operatori del sito web e fornire altri servizi relativi alle attività del sito web e all'utilizzo di Internet. Google non associa l'indirizzo IP dell'utente a nessun altro dato posseduto da Google. L'eventuale rifiuto di utilizzare i cookies, selezionando l'impostazione appropriata sul vostro browser, può impedire di utilizzare tutte le funzionalità di questo sito web.

Social Widgets/Buttons
Servizi che consentono agli utenti di interagire con i social network direttamente all'interno di altri siti web.

Facebook social buttons/widgets (Facebook)
Servizio gestito da Facebook Inc. società che aderisce all'iniziativa Safe Harbor Privacy Policy Framework, garantendo un trattamento dei Dati Personali in linea con gli standard di sicurezza europei. Il servizio consente all'Utente di interagire con il social network tramite questo sito web. Facebook, grazie al click dell'Utente, acquisisce i dati relativi alla visita dello stesso sul Sito. Facebook non condivide alcuna informazione o dato in suo possesso con il Sito o il Titolare del Trattamento. Per maggiori informazioni sull'utilizzo dei Dati Personali da parte di Facebook Inc. si prega di consultare il seguente link: www.facebook.com/privacy/explanation.php

Twitter social buttons/widgets (Twitter)
Servizio gestito da Twitter, società che aderisce all'iniziativa Safe Harbor Privacy Policy Framework, garantendo un trattamento dei Dati Personali in linea con gli standard di sicurezza europei. Il servizio consente all'Utente di interagire con il social network tramite questo sito web. Twitter, grazie al click dell'Utente, acquisisce i dati relativi alla visita dello stesso sul Sito. Twitter non condivide alcuna informazione o dato in suo possesso con il Sito o il Titolare del Trattamento. Per maggiori informazioni sull'utilizzo dei Dati Personali da parte di Twitter si prega di consultare il seguente link: twitter.com/privacy

Gestione dei cookie

Poiché i cookie sono normali file di testo, è possibile accedervi utilizzando la maggior parte degli editor di testo o dei programmi di elaborazione testi. Per aprirli, è sufficiente fare clic su di essi. Di seguito è riportato un elenco di collegamenti che spiegano come visualizzare i cookie all'interno dei vari browser. Se il vostro browser non è presente, fate riferimento alle informazioni sui cookie fornite dal browser stesso. Se utilizzate un telefono cellulare, consultate il relativo manuale per reperire ulteriori informazioni.

Firefox
https://support.mozilla.org/en-US/kb/cookies-information-websites-store-on-your-computer

Chrome
https://support.google.com/chrome/bin/answer.py?hl=en&answer=95647&topic=14666&ctx=topic

Internet Explorer
http://windows.microsoft.com/en-US/internet-explorer/delete-manage-cookies

Safari
http://support.apple.com/kb/PH17191?viewlocale=it_IT

Disattivazione/attivazione o eliminazione dei cookie

I cookie possono essere limitati o bloccati mediante le impostazioni del browser.

Se preferite che i siti Web non memorizzino alcun cookie nel vostro computer, impostate il browser in modo da ricevere una notifica prima dell'archiviazione di ogni cookie. In alternativa, potete impostare il browser in modo che rifiuti tutti i cookie o solo i cookie di terze parti. Potete anche eliminare tutti i cookie già presenti nel sistema. È importante sottolineare che le impostazioni devono essere modificate separatamente in ogni browser e computer utilizzato.

Se impostate il blocco della memorizzazione dei cookie, Psicologi Italiani non può garantire un corretto funzionamento del sito Web. Alcune funzioni del sito potrebbero risultare non disponibili e potrebbe non essere più possibile visualizzare determinati siti Web. Inoltre, il blocco dei cookie non elimina la visualizzazione degli annunci pubblicitari. Semplicemente, questi non saranno più personalizzati in base ai vostri interessi e verranno riproposti con maggiore frequenza.

In ogni browser le impostazioni vengono modificate seguendo una diversa procedura. Se necessario, per definire impostazioni corrette utilizzate la funzione di Guida del browser.

Per disattivare i cookie su un telefono cellulare, consultate il relativo manuale per reperire ulteriori informazioni.

Informazioni più dettagliate relative ai cookie su Internet sono disponibili all'indirizzo http://www.aboutcookies.org/

Altri cookie/cookie imprevisti

Considerando il funzionamento di Internet e dei siti Web, non sempre siamo in grado di controllare i cookie che vengono memorizzati da terze parti attraverso il nostro sito Web. Questo vale soprattutto nei casi in cui la pagina Web contenga i cosiddetti elementi incorporati: testi, documenti, immagini o brevi filmati che sono archiviati altrove, ma vengono visualizzati nel o attraverso il nostro sito Web.
Di conseguenza, qualora nel sito Web venisse rilevato un cookie non imputabile ad uno dei servizi di terze parti elencato, vi preghiamo di comunicarcelo. In alternativa, potete contattare direttamente le terze parti interessate e chiedere informazioni sui cookie che inviano, a quali scopi, qual è la loro durata e come garantiscono la privacy degli utenti.