Pubblicità

Come migliorare la propria prestazione sessuale

Semplici accorgimenti per migliorare la propria prestazione sessuale: smettere di fumare, mangiare più frutta e verdura, fare esercizio fisico, perdere peso, limitare l’assunzione di alcool e bere Ginseng!

Migliorare erezioneAl giorno d’oggi si assiste sempre più alla prescrizione di farmaci che facilitano l’erezione; sì, è pur vero che il Viagra, il Cialis o il Levitra, consentono di innalzare al meglio le “bandiere”, ma meno della metà degli uomini oltre i 50 anni che li hanno provati, hanno rinnovato tali prescrizioni.

Questo avviene perché i farmaci non funzionano come pubblicizzato dalle case farmaceutiche, e secondariamente perché gli effetti collaterali possono essere molto fastidiosi.

Ci sono altri modi per aumentare o facilitare l’erezione; innanzitutto è necessario adottare uno stile di vita sano e modificare alcune abitudini quotidiane.

È bene sottolineare che la Disfunzione Erettile dipende sia dal sistema nervoso che cardiovascolare.

Gli stimoli sessuali attivano infatti il sistema nervoso che a sua volta favorisce un maggior afflusso di sangue nel pene. La presenza di problemi neurologici o cardiovascolari può ovviamente alterare e compromettere questo processo.

Nel presente articolo verranno pertanto descritti alcuni accorgimenti da prendere in considerazione per migliorare la propria vita sessuale.

Non fumare, mangiare meno carne e formaggio

Il fumo e un’alimentazione ricca di grassi animali, come salsiccia, pizza, hamburger e via dicendo, rappresentano l’inferno per il sistema cardiovascolare.

Questo perché riempiono il flusso sanguigno con ioni di ossigeno, i cosiddetti “radicali liberi”, che feriscono le pareti delle arterie e stimolano la formazione di grassi, ossia depositi ricchi di colesterolo, che più nello specifico prendono il nome di “placche”.

Nel corso del tempo, le placche si sviluppano e restringono le arterie, limitando il flusso di sangue. Quando le placche colpiscono le arterie nel cuore, il risultato è una malattia cardiaca che si ripercuote sulla sfera genitale fino a determinare una disfunzione erettile.

Gli studi dimostrano che, rispetto alla popolazione generale, i fumatori soffrono molto di più la disfunzione erettile. Altri studi hanno invece sottolineato che un aumento dei livelli di colesterolo aumenta proporzionalmente il rischio di tale disfunzione.

Mangiare più frutta e verdura

Fortunatamente, il danno causato dai radicali liberi può essere prevenuta con nutrienti antiossidanti, in particolare le vitamine A,C ed E, e minerali come selenio e zinco.

I supplementi antiossidanti possono aiutare, mai nutrizionisti e specialisti della sanità pubblica concordano sul fatto che il modo migliore per introdurre agenti antiossidanti  è quello di assumere alimenti come frutta, verdura, legumi e cereali integrali.

È anche questo il motivo per cui i vari nutrizionisti sottolineano l’importanza di almeno cinque porzioni di frutta e verdura ogni giorno. Molti studi hanno infatti mostrato come un aumento del consumo di frutta e verdura determini un decremento di disturbi cardiovascolari così come lo sviluppo del cancro.

Psicologi in evidenza
Dottoressa Caterina Gestri
Piazza Risorgimento, 18 Quarrata - PISTOIA
Cell: 338 1110142
Dottoressa Sara Crudi
Via Norma Fratelli Parenti, 65/A - ROMA
Cell: 333 4514828

Non vi sono molti studi sulla relazione tra un’alimentazione antiossidante e la soddisfazione sessuale, ma il collegamento è biologicamente inconfutabile. Con l’aumento dell’assunzione di antiossidanti, vi è un aumento del flusso sanguigno in tutto il corpo, compreso il pene.

Fare esercizio fisico moderato

L’esercizio fisico consente al sistema cardiovascolare di pompare sangue nel pene; un recente studio ha infatti mostrato che all’aumentare del fitness diminuisce la disfunzione erettile. Gli esperti raccomandano almeno una camminata a passo veloce almeno mezz’ora al giorno.

Perdere peso e prevenire il diabete

Il connubio tra una dieta ricca di antiossidanti e l’esercizio fisico regolare rappresenta anche il fondamento per controllare il proprio peso in modo permanente e prevenire così il diabete.

Studi presso la Duke University Diet e il Fitness Center hanno mostrato come la perdita di peso sia fortemente associata ad una migliore funzione e soddisfazione sessuale.

Altri studi hanno mostrato che il diabete è un fattore di rischio per la disfunzione erettile, e che uno stile di vita sano previene la malattia e può ripristinare la funzione erettile.

Limitare l’assunzione di alcool

Come diceva Shakespeare nella sua opera “Macbeth”, l’alcool “provoca il desiderio, ma abbatte le prestazioni”. L’alcool è infatti un potente sedativo che stimola il rilassamento. Assumere più di due drink in una sola serata, rischia di “sbronzare” i nervi genitali e non riuscire a funzionare.

È bene quindi ricordare che l’alcool è la principale causa al mondo di disfunzione sessuale.

Bere Ginseng

Il Ginseng è una bevanda che apre le arterie, comprese quelle che portano il sangue nel pene. I ricercatori coreani hanno selezionato 90 soggetti con Disfunzione erettile e sottoposti a tre diversi trattamenti: un placebo, un antidepressivo (trazodone), e ginseng.

Psicologi in evidenza
Dottoressa Lisa Chiara Parmiani
Via Soperga, 41 - MILANO
Cell: 349 0919983
Dottoressa Claudia Rampi
Viale Alessandro Volta, 89 - NOVARA
Cell: 349 3624879

I gruppi che hanno assunto il placebo e gli antidepressivi hanno mostrato un miglioramento del 30% per l’erezione, mentre coloro che hanno assunto ginseng hanno avuto un miglioramento del 60%.

Altri scienziati coreani hanno ripetuto questo studio, somministrando il placebo o il ginseng con disfunzione erettile; dopo 8 settimane, il gruppo sottoposto ad assunzione di ginseng ha riferito erezioni più solide. Tuttavia i ricercatori sottolineano di non esagerare con i ginseng, perché potrebbe causare nervosismo e insonnia.

Prova picnogenolo

Il picnogenolo è un composto che si trova nel pino marittimo francese(Pinus pinaster), che cresce nel sud del Canada. Numerosi studi hanno dimostrato che in combinazione con l’aminoacido L-arginina, aumenta la sintesi di ossido nitrico, svolgendo un ruolo significativo nell’erezione.

Altri studi hanno mostrato che il picnogenolo aiuta a ripristinare il funzionamento erettile; in uno studio effettuato su 124 persone affetta da disfunzione erettile, si è osservato che l’assunzione di picnogenolo associato alla L-arginina ha determinano un modesto ma significativo miglioramento dell’erezione, senza nessun effetto collaterale.

 Tratto da PsychologyToday

 

(Traduzione e adattamento a cura della Dottoressa Giorgia Lauro)

Psicologi in evidenza
Dottoressa Caterina Gestri
Piazza Risorgimento, 18 Quarrata - PISTOIA
Cell: 338 1110142
Dottoressa Sara Crudi
Via Norma Fratelli Parenti, 65/A - ROMA
Cell: 333 4514828

  |   Letto: 1445 volte
Pin it


Potrebbero interessarti anche....

Il Sè sessuale

Il concetto di Sè sessuale fa riferimento alle modalità con cui si pensa a sé stessi come esseri sessuali e si sviluppa sia in risposta alle interpretazioni soggettive delle esperienze sessuali che dai feedack provenienti dal mondo esterno. L'individualità sessuale è defini...

Il Sé nell'altro: la paranoia

Le sfumature della paranoia: Persecuzione, megalomania ed erotomania. Nancy McWilliams e la concezione psicoanalitica. Una nuova comprensione della paranoia come sindrome psichiatrica è stata acquisita negli ultimi anni, grazie anche al pensiero psicoanalitico contemporaneo. Il manuale diagnostico e ...

Disturbo bipolare: sintomi e opzioni di trattamento

Il disturbo bipolare è un disordine caratterizzato da spostamenti insoliti nell'umore, nell'energia, nei livelli di attività e nella capacità di svolgere compiti quotidiani. I sintomi del disturbo bipolare sono abbastanza gravi; oscillano da livelli bassi ad alti, e la sintomatologia pu&...

La teoria della separazione

La teoria della separazione integra i sistemi psicoanalitici ed esistenziali del pensiero, mostrando quanto il dolore interpersonale precoce e l'ansia di separazione, e in seguito, l'ansia di morte, portino alla formazione di forti difese psicologiche. “La teoria della separazione è integrativa ...

Copyright © 2018 Psicologi Italiani. Tutti i diritti riservati. Psiconline srl. - P.IVA 01925060699 - web design - web agency -

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Accedendo acconsenti all'utilizzo dei cookies in accordo con la politica e regolamentazione vigente in materia di cookies e privacy. - ULTERIORI INFORMAZIONI

Cookie e relative funzionalità

A seconda dei singoli obiettivi, si utilizzano cookie differenti.
Di seguito viene fornito un elenco dei tipi di cookie più diffusi e degli scopi per cui vengono utilizzati.

Cookie di sessione
I cookie di sessione vengono archiviati temporaneamente nella memoria del computer durante l'esplorazione di un sito, ad esempio, per tenere traccia della lingua scelta. I cookie di sessione rimangono memorizzati nel computer per un breve periodo di tempo. Vengono infatti eliminati non appena l'utente chiude il browser Web.

Cookie permanenti o traccianti
I cookie permanenti salvano un file sul computer per un lungo periodo di tempo. Questo tipo di cookie possiede una data di scadenza. I cookie permanenti consentono ai siti Web di ricordare informazioni e impostazioni alle successive visite degli utenti, rendendo così l'esplorazione più pratica e rapida, poiché, ad esempio, non è più necessario effettuare l'accesso.
Alla data di scadenza, il cookie viene automaticamente eliminato quando si effettua il primo accesso al sito Web che lo ha creato.

Cookie di prime parti
Questi cookie vengono impostati dai siti Web stessi (con dominio uguale a quello indicato nella barra degli indirizzi del browser) e possono essere letti solo da tali siti. Vengono comunemente utilizzati per archiviare informazioni quali le preferenze, da utilizzare alle successive visite al sito.

Cookie di terze parti
Questi cookie vengono impostati da domini diversi da quello indicato nella barra degli indirizzi del browser, ovvero da organizzazioni che non corrispondono ai proprietari dei siti Web.
I cookie utilizzati, ad esempio, per raccogliere informazioni a fini pubblicitari e di personalizzazione dei contenuti, oltre che per elaborare statistiche Web, possono essere "cookie di terze parti".
I cookie di terze parti consentono di ottenere sondaggi più completi delle abitudini di esplorazione degli utenti e si ritiene che siano più sensibili dal punto di vista dell'integrità. Per questo motivo, la maggior parte dei browser Web permette di modificare le impostazioni in modo che tali cookie non vengano accettati.

Di seguito un elenco dei servizi utilizzati sul sito Psicologi Italiani che impostano cookie di terze parti:

Google Analytics (Google)
Google Anayltics è un servizio di analisi web fornito da Google, Inc. ("Google") che utilizza dei "cookie" mediante i quali raccoglie Dati Personali dell'Utente che vengono trasmessi a, e depositati presso i server di Google negli Stati Uniti. Google utilizza queste informazioni allo scopo di tracciare e esaminare il vostro utilizzo del sito web, compilare report sulle attività del sito web per gli operatori del sito web e fornire altri servizi relativi alle attività del sito web e all'utilizzo di Internet. Google non associa l'indirizzo IP dell'utente a nessun altro dato posseduto da Google. L'eventuale rifiuto di utilizzare i cookies, selezionando l'impostazione appropriata sul vostro browser, può impedire di utilizzare tutte le funzionalità di questo sito web.

Social Widgets/Buttons
Servizi che consentono agli utenti di interagire con i social network direttamente all'interno di altri siti web.

Facebook social buttons/widgets (Facebook)
Servizio gestito da Facebook Inc. società che aderisce all'iniziativa Safe Harbor Privacy Policy Framework, garantendo un trattamento dei Dati Personali in linea con gli standard di sicurezza europei. Il servizio consente all'Utente di interagire con il social network tramite questo sito web. Facebook, grazie al click dell'Utente, acquisisce i dati relativi alla visita dello stesso sul Sito. Facebook non condivide alcuna informazione o dato in suo possesso con il Sito o il Titolare del Trattamento. Per maggiori informazioni sull'utilizzo dei Dati Personali da parte di Facebook Inc. si prega di consultare il seguente link: www.facebook.com/privacy/explanation.php

Twitter social buttons/widgets (Twitter)
Servizio gestito da Twitter, società che aderisce all'iniziativa Safe Harbor Privacy Policy Framework, garantendo un trattamento dei Dati Personali in linea con gli standard di sicurezza europei. Il servizio consente all'Utente di interagire con il social network tramite questo sito web. Twitter, grazie al click dell'Utente, acquisisce i dati relativi alla visita dello stesso sul Sito. Twitter non condivide alcuna informazione o dato in suo possesso con il Sito o il Titolare del Trattamento. Per maggiori informazioni sull'utilizzo dei Dati Personali da parte di Twitter si prega di consultare il seguente link: twitter.com/privacy

Gestione dei cookie

Poiché i cookie sono normali file di testo, è possibile accedervi utilizzando la maggior parte degli editor di testo o dei programmi di elaborazione testi. Per aprirli, è sufficiente fare clic su di essi. Di seguito è riportato un elenco di collegamenti che spiegano come visualizzare i cookie all'interno dei vari browser. Se il vostro browser non è presente, fate riferimento alle informazioni sui cookie fornite dal browser stesso. Se utilizzate un telefono cellulare, consultate il relativo manuale per reperire ulteriori informazioni.

Firefox
https://support.mozilla.org/en-US/kb/cookies-information-websites-store-on-your-computer

Chrome
https://support.google.com/chrome/bin/answer.py?hl=en&answer=95647&topic=14666&ctx=topic

Internet Explorer
http://windows.microsoft.com/en-US/internet-explorer/delete-manage-cookies

Safari
http://support.apple.com/kb/PH17191?viewlocale=it_IT

Disattivazione/attivazione o eliminazione dei cookie

I cookie possono essere limitati o bloccati mediante le impostazioni del browser.

Se preferite che i siti Web non memorizzino alcun cookie nel vostro computer, impostate il browser in modo da ricevere una notifica prima dell'archiviazione di ogni cookie. In alternativa, potete impostare il browser in modo che rifiuti tutti i cookie o solo i cookie di terze parti. Potete anche eliminare tutti i cookie già presenti nel sistema. È importante sottolineare che le impostazioni devono essere modificate separatamente in ogni browser e computer utilizzato.

Se impostate il blocco della memorizzazione dei cookie, Psicologi Italiani non può garantire un corretto funzionamento del sito Web. Alcune funzioni del sito potrebbero risultare non disponibili e potrebbe non essere più possibile visualizzare determinati siti Web. Inoltre, il blocco dei cookie non elimina la visualizzazione degli annunci pubblicitari. Semplicemente, questi non saranno più personalizzati in base ai vostri interessi e verranno riproposti con maggiore frequenza.

In ogni browser le impostazioni vengono modificate seguendo una diversa procedura. Se necessario, per definire impostazioni corrette utilizzate la funzione di Guida del browser.

Per disattivare i cookie su un telefono cellulare, consultate il relativo manuale per reperire ulteriori informazioni.

Informazioni più dettagliate relative ai cookie su Internet sono disponibili all'indirizzo http://www.aboutcookies.org/

Altri cookie/cookie imprevisti

Considerando il funzionamento di Internet e dei siti Web, non sempre siamo in grado di controllare i cookie che vengono memorizzati da terze parti attraverso il nostro sito Web. Questo vale soprattutto nei casi in cui la pagina Web contenga i cosiddetti elementi incorporati: testi, documenti, immagini o brevi filmati che sono archiviati altrove, ma vengono visualizzati nel o attraverso il nostro sito Web.
Di conseguenza, qualora nel sito Web venisse rilevato un cookie non imputabile ad uno dei servizi di terze parti elencato, vi preghiamo di comunicarcelo. In alternativa, potete contattare direttamente le terze parti interessate e chiedere informazioni sui cookie che inviano, a quali scopi, qual è la loro durata e come garantiscono la privacy degli utenti.