Pubblicità

Come parlare del terrorismo ai vostri figli? Ecco i consigli pratici! (2)

Le dritte degli esperti per affrontare questa problematica nelle situazioni concrete.


terrorismo2La grande quantità di attacchi terroristici, a cui essi sono stati inevitabilmente esposti, può causare ansia e paura nei bambini, in particolare per quelli più giovani.

   
I genitori, a loro volta, potrebbero essere preoccupati perché non sanno come avere una conversazione con i loro figli su questi eventi devastanti.

Nel precedente articolo, si è visto, appunto, come impostare il discorso su un tema così difficile.

Qui di seguito, invece, vengono esaminati alcuni scenari possibili, illustrando le strategie efficaci per gestirli.


Riconoscete e supportate le loro emozioni.

Se i vostri bambini sono nervosi dopo aver letto il giornale o aver visto la TV, incoraggiateli a discutere con voi i loro sentimenti.
Definiteli e sosteneteli.
Non cercate di “correggerli”. Non ci sono sentimenti giusti o sbagliati ed ognuno di essi avrà una risposta diversa: potrebbero diventare lunatici, depressi, arrabbiati, ansiosi ed anche piangere.

Riconoscete che questi attacchi possono rendere le persone veramente tristi. È completamente comprensibile. Lodate i vostri bambini per essere stati in grado di esprimere i loro sentimenti.
Poi, introducete delle situazioni che potrebbero farli sentire meglio, come, per i bambini più giovani, farli divertire con il gioco, oppure, per i più grandi, fare dello sport, guardare una commedia o un film.


Rispondete alle loro domande, cercando di rassicurarli.

Se vostro figlio vi chiede “Chi è un terrorista?”, potete dir loro che egli è qualcuno che cerca di ferire e spaventare le persone.
Potreste aggiungere, poi, che non ci sono solo i diversi terroristi nel mondo, ma anche individui buoni, che lavorano per farci stare al sicuro.

Se essi vi domandano, invece, “Perché fanno questo?”, potete dire, in riferimento, per esempio, all’ultimo attentato, che “L’uomo che ha fatto questo era un terrorista; era veramente arrabbiato e voleva ferire le persone nella discoteca”.

Si consiglia, comunque, di non entrare nei dettagli su ISIS/Al Qaeda ed altri gruppi terroristici. Il vostro bambino ha bisogno di essere rassicurato, dicendogli che è al sicuro, e non di sentirsi in pericolo.

Se i vostri figli vi chiedono “Succederà qui?”, voi potete rispondere che “tutte le autorità e le forze dello Stato, hanno fatto e stanno facendo passi avanti, negli ultimi 14 anni passati dall’11/9, per mantenerci al sicuro, ed i nostri funzionari lavorano a tal fine ogni giorno”.


Create (o spiegate) il vostro piano d’emergenza familiare.

Potreste rassicurare i vostri figli anche creando un piano d’emergenza. Con calma spiegate loro che siete pronti nel caso ci sia qualche avvenimento e che avete un piano che li terrà al sicuro.
In esso potreste includervi, ad esempio: 
I contatti di una o più persone: nel caso in cui loro siano a scuola, e voi a lavoro, o comunque separati da loro, indicate una o più alternative, a cui rivolgersi.
Il posto in cui incontrarsi se i membri della famiglia sono separati.
Come chiamare i soccorsi se l’emergenza avviene in casa.
Forniture di emergenza che sono a casa, medicine, soldi, telefono cellulare, cibo in scatola, acqua, torce elettriche, batterie, kit di primo soccorso, ecc.

Rivedete questa scaletta con i vostri bambini quando non c’è un’emergenza, così che loro possano elaborarla e fare le domande che ne derivano, prima che ci sia un reale pericolo.


Controllate voi stessi.

Probabilmente il recente attacco terroristico ha suscitato anche in voi forti sentimenti. Sono comuni, ad esempio, reazioni come pensieri intrusivi, essere iper-vigilanti, o solo essere tristi.
È una cosa positiva condividere come vi state sentendo con i vostri figli. Fungerete da modello per loro e li rassicurerete che queste conversazioni difficili sono possibili.  

 

 

Fonte: huffingtonpost.com

 

(Traduzione ed adattamento a cura della Dottoressa Alice Fusella)

 

 

  |   Letto: 960 volte
Pin it


Potrebbero interessarti anche....

Madri borderline

  I bambini le cui madri hanno una diagnosi di disturbo borderline della personalità presentano difficoltà nell’attaccamento, ritiro sociale, disregolazione emotiva precoce e, in seguito, durante la crescita, tendono a manifestare difficoltà nei comportamenti sociali e distors...

Psicologo del marketing e della comunicazione

Lo psicologo della comunicazione e marketing è un laureato in psicologia, abilitato dall'Esame di stato all'esercizio della professione, iscritto all’Albo degli psicologi nella sezione A. Deve essere capace di operare in completa autonomia professionale e di instaurare una collaborazione paritaria con a...

I confini sfocati in famiglia: l'invischiamento

L'invischiamento, una dinamica familiare che può essere descritta come la presenza di confini sfocati tra i membri, può rendere difficile o impossibile per un bambino sviluppare un senso individuale di sé perchè eccessivamente preoccupati per gli altri. Lo psicoterapeuta familiare...

La trasmissione intergenerazionale del trauma

Modificazioni epigenetiche nei figli di sopravvissuti all’Olocausto I figli di persone traumatizzate hanno un rischio maggiore di sviluppare il disturbo post-traumatico da stress, così come disturbi d’ansia e dell’umore. Tuttavia, un recente studio pubblicato nella rivista Biological Psychiatry, sugg...

Copyright © 2018 Psicologi Italiani. Tutti i diritti riservati. Psiconline srl. - P.IVA 01925060699 - web design - web agency -

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Accedendo acconsenti all'utilizzo dei cookies in accordo con la politica e regolamentazione vigente in materia di cookies e privacy. - ULTERIORI INFORMAZIONI

Cookie e relative funzionalità

A seconda dei singoli obiettivi, si utilizzano cookie differenti.
Di seguito viene fornito un elenco dei tipi di cookie più diffusi e degli scopi per cui vengono utilizzati.

Cookie di sessione
I cookie di sessione vengono archiviati temporaneamente nella memoria del computer durante l'esplorazione di un sito, ad esempio, per tenere traccia della lingua scelta. I cookie di sessione rimangono memorizzati nel computer per un breve periodo di tempo. Vengono infatti eliminati non appena l'utente chiude il browser Web.

Cookie permanenti o traccianti
I cookie permanenti salvano un file sul computer per un lungo periodo di tempo. Questo tipo di cookie possiede una data di scadenza. I cookie permanenti consentono ai siti Web di ricordare informazioni e impostazioni alle successive visite degli utenti, rendendo così l'esplorazione più pratica e rapida, poiché, ad esempio, non è più necessario effettuare l'accesso.
Alla data di scadenza, il cookie viene automaticamente eliminato quando si effettua il primo accesso al sito Web che lo ha creato.

Cookie di prime parti
Questi cookie vengono impostati dai siti Web stessi (con dominio uguale a quello indicato nella barra degli indirizzi del browser) e possono essere letti solo da tali siti. Vengono comunemente utilizzati per archiviare informazioni quali le preferenze, da utilizzare alle successive visite al sito.

Cookie di terze parti
Questi cookie vengono impostati da domini diversi da quello indicato nella barra degli indirizzi del browser, ovvero da organizzazioni che non corrispondono ai proprietari dei siti Web.
I cookie utilizzati, ad esempio, per raccogliere informazioni a fini pubblicitari e di personalizzazione dei contenuti, oltre che per elaborare statistiche Web, possono essere "cookie di terze parti".
I cookie di terze parti consentono di ottenere sondaggi più completi delle abitudini di esplorazione degli utenti e si ritiene che siano più sensibili dal punto di vista dell'integrità. Per questo motivo, la maggior parte dei browser Web permette di modificare le impostazioni in modo che tali cookie non vengano accettati.

Di seguito un elenco dei servizi utilizzati sul sito Psicologi Italiani che impostano cookie di terze parti:

Google Analytics (Google)
Google Anayltics è un servizio di analisi web fornito da Google, Inc. ("Google") che utilizza dei "cookie" mediante i quali raccoglie Dati Personali dell'Utente che vengono trasmessi a, e depositati presso i server di Google negli Stati Uniti. Google utilizza queste informazioni allo scopo di tracciare e esaminare il vostro utilizzo del sito web, compilare report sulle attività del sito web per gli operatori del sito web e fornire altri servizi relativi alle attività del sito web e all'utilizzo di Internet. Google non associa l'indirizzo IP dell'utente a nessun altro dato posseduto da Google. L'eventuale rifiuto di utilizzare i cookies, selezionando l'impostazione appropriata sul vostro browser, può impedire di utilizzare tutte le funzionalità di questo sito web.

Social Widgets/Buttons
Servizi che consentono agli utenti di interagire con i social network direttamente all'interno di altri siti web.

Facebook social buttons/widgets (Facebook)
Servizio gestito da Facebook Inc. società che aderisce all'iniziativa Safe Harbor Privacy Policy Framework, garantendo un trattamento dei Dati Personali in linea con gli standard di sicurezza europei. Il servizio consente all'Utente di interagire con il social network tramite questo sito web. Facebook, grazie al click dell'Utente, acquisisce i dati relativi alla visita dello stesso sul Sito. Facebook non condivide alcuna informazione o dato in suo possesso con il Sito o il Titolare del Trattamento. Per maggiori informazioni sull'utilizzo dei Dati Personali da parte di Facebook Inc. si prega di consultare il seguente link: www.facebook.com/privacy/explanation.php

Twitter social buttons/widgets (Twitter)
Servizio gestito da Twitter, società che aderisce all'iniziativa Safe Harbor Privacy Policy Framework, garantendo un trattamento dei Dati Personali in linea con gli standard di sicurezza europei. Il servizio consente all'Utente di interagire con il social network tramite questo sito web. Twitter, grazie al click dell'Utente, acquisisce i dati relativi alla visita dello stesso sul Sito. Twitter non condivide alcuna informazione o dato in suo possesso con il Sito o il Titolare del Trattamento. Per maggiori informazioni sull'utilizzo dei Dati Personali da parte di Twitter si prega di consultare il seguente link: twitter.com/privacy

Gestione dei cookie

Poiché i cookie sono normali file di testo, è possibile accedervi utilizzando la maggior parte degli editor di testo o dei programmi di elaborazione testi. Per aprirli, è sufficiente fare clic su di essi. Di seguito è riportato un elenco di collegamenti che spiegano come visualizzare i cookie all'interno dei vari browser. Se il vostro browser non è presente, fate riferimento alle informazioni sui cookie fornite dal browser stesso. Se utilizzate un telefono cellulare, consultate il relativo manuale per reperire ulteriori informazioni.

Firefox
https://support.mozilla.org/en-US/kb/cookies-information-websites-store-on-your-computer

Chrome
https://support.google.com/chrome/bin/answer.py?hl=en&answer=95647&topic=14666&ctx=topic

Internet Explorer
http://windows.microsoft.com/en-US/internet-explorer/delete-manage-cookies

Safari
http://support.apple.com/kb/PH17191?viewlocale=it_IT

Disattivazione/attivazione o eliminazione dei cookie

I cookie possono essere limitati o bloccati mediante le impostazioni del browser.

Se preferite che i siti Web non memorizzino alcun cookie nel vostro computer, impostate il browser in modo da ricevere una notifica prima dell'archiviazione di ogni cookie. In alternativa, potete impostare il browser in modo che rifiuti tutti i cookie o solo i cookie di terze parti. Potete anche eliminare tutti i cookie già presenti nel sistema. È importante sottolineare che le impostazioni devono essere modificate separatamente in ogni browser e computer utilizzato.

Se impostate il blocco della memorizzazione dei cookie, Psicologi Italiani non può garantire un corretto funzionamento del sito Web. Alcune funzioni del sito potrebbero risultare non disponibili e potrebbe non essere più possibile visualizzare determinati siti Web. Inoltre, il blocco dei cookie non elimina la visualizzazione degli annunci pubblicitari. Semplicemente, questi non saranno più personalizzati in base ai vostri interessi e verranno riproposti con maggiore frequenza.

In ogni browser le impostazioni vengono modificate seguendo una diversa procedura. Se necessario, per definire impostazioni corrette utilizzate la funzione di Guida del browser.

Per disattivare i cookie su un telefono cellulare, consultate il relativo manuale per reperire ulteriori informazioni.

Informazioni più dettagliate relative ai cookie su Internet sono disponibili all'indirizzo http://www.aboutcookies.org/

Altri cookie/cookie imprevisti

Considerando il funzionamento di Internet e dei siti Web, non sempre siamo in grado di controllare i cookie che vengono memorizzati da terze parti attraverso il nostro sito Web. Questo vale soprattutto nei casi in cui la pagina Web contenga i cosiddetti elementi incorporati: testi, documenti, immagini o brevi filmati che sono archiviati altrove, ma vengono visualizzati nel o attraverso il nostro sito Web.
Di conseguenza, qualora nel sito Web venisse rilevato un cookie non imputabile ad uno dei servizi di terze parti elencato, vi preghiamo di comunicarcelo. In alternativa, potete contattare direttamente le terze parti interessate e chiedere informazioni sui cookie che inviano, a quali scopi, qual è la loro durata e come garantiscono la privacy degli utenti.