Pubblicità

Cosa spinge le persone a fare uno sport estremo?

La vera motivazione di chi partecipa a questo tipo di sport.


sport estremoUna nuova ricerca sfata il mito, secondo il quale le persone che partecipano agli sport estremi sono individui dipendenti dall’adrenalina, con un desiderio di morte.


Al contrario, i ricercatori della Queensland University of Technology affermano che costoro lo fanno per avere un’esperienza che cambia la vita.

Sport estremi, diffusione e motivazioni.

Psicologi in evidenza
Dottor Marco Zanghì
Via Scite, 3 - MESSINA
Cell: 334 2717738
Dottoressa Giuseppina Grazioso
V.le Papa Giovanni XXIII, 33 - BARI
Cell: 338 7780330


Negli sport estremi, come BASE jumping, surf su onde giganti ed arrampicata free solo, un solo errore può portare alla morte.

Nonostante questo, la loro popolarità sta aumentando.

Gli sport estremi sono diventati un fenomeno globale e siamo testimoni di un interesse ed un coinvolgimento senza precedenti per queste attività”, ha affermato il Dr. Eric Brymer, professore aggiunto presso la Queensland University of Technology in Australia. “Mentre il numero dei partecipanti a diversi sport di squadra ed individuali, come golf, basket e tennis, sembra essere diminuito nella scorsa decade, la quantità di coloro che praticano gli sport estremi è aumentata improvvisamente, dando vita ad un’industria da miliardi di dollari”.

Finora, comunque, c’è stato un grande malinteso su ciò che motiva le persone a prendere parte agli sport estremi.

La nostra ricerca ha mostrato che le persone che si impegnano negli sport estremi non sono individui irresponsabili, che affrontano il rischio con un desiderio di morte”, ha spiegato lo studioso. “Essi sono soggetti altamente formati, con una profonda conoscenza di se stessi, dell’attività e dell’ambiente, e che fanno ciò per avere un’esperienza che migliori e cambi la loro vita”.

L’esperienza è veramente difficile da descrivere, nello stesso modo in cui non si può parlare dell’amore”, ha continuato il Dott. Brymer. “Esso fa sentire il partecipante completamente vivo perchè i sensi funzionano meglio che nella vita quotidiana, come se egli andare oltre i modi di essere di tutti i giorni e intravedesse il proprio potenziale”.

Per esempio, i BASE jumpers parlano di essere capaci di vedere tutti i colori, angoli e fessure della roccia, anche se passano ad oltre 300 km/h, mentre gli arrampicatori estremi si sentono come se stessero fluttuando, o danzando con essa”, ha riferito lo studioso. “Le persone descrivono il tempo che rallenta e come si fondono con la natura”.


Comprendere le motivazioni per comprendere l’uomo.


Secondo il Dott. Robert Schweitzer, capire cosa spinge le persone agli sport estremi è importante per capire l’uomo.

A differenza delle tradizionali ipotesi riguardanti il rischio, la partecipazione agli sport estremi facilita esperienze psicologiche più positive e l’espressione di valori umani, come umiltà, armonia, creatività, spiritualità ed un senso vitale di sé, che arricchiscono la vita di tutti i giorni”, ha spiegato lo studioso.

Psicologi in evidenza
Dottoressa Daniela Ciccarelli
Via Luigi Dallapiccola, 20 San Sisto - PERUGIA
Cell: 339 2860568
Dottoressa Sara Ruiba
Via Cortevecchia, 59 - FERRARA
Cell.: 338 2315061

E, poiché i partecipanti agli sport estremi trovano difficile raccontare a parole le loro esperienze, i ricercatori devono utilizzare un nuovo approccio per comprendere i dati.

Piuttosto che uno basato sulla teoria, che potrebbe basarsi su giudizi che non riflettono le esperienze vissute dai partecipanti agli sport estremi, abbiamo impiegato un approccio fenomenologico, per assicurare che affrontassimo l’argomento con la mente aperta”, ha spiegato il Dott. Schweitzer. “Questo ci ha permesso di focalizzarci su ciò che veniva realmente vissuto dagli individui”.

Facendo questo, siamo stati capaci, per la prima volta, di ipotizzare che queste condotte potessero rappresentare degli sforzi al punto estremo dell’agire umano, cioè che si scelga di impegnarsi in attività, che, in alcune circostanze, potrebbero portare alla morte”, ha continuato lo studioso. “Comunque, è stato dimostrato che questi sono sport che affermano il valore della vita e costituiscono un potenziale per la trasformazione di ciascun partecipante”.

Secondo i ricercatori, infine, gli sport estremi potrebbero indurre stati della coscienza non ordinari, ma potenti e significativi.

Queste esperienze, insomma, arricchiscono la vita dei partecipanti e forniscono un’altra visione di cosa vuol dire essere uomini”, ha concluso il Dott. Schweitzer.    

 

 

Fonte: Queensland University of Technology

(Traduzione ed adattamento a cura della Dottoressa Alice Fusella)

 

 

  |   Letto: 1316 volte
Pin it


Potrebbero interessarti anche....

Borderline, sintomi e trattamento

Instabilità pervasiva, aggressività, autolesionismo, scarsa consapevolezza del senso di Sè, oscillare per sopravvivere: Il disturbo borderline di personalità. Il disturbo borderline della personalità, è una grave malattia mentale caratterizzata da instabilità ...

La psicoterapia nell’ambito delle neoplasie

L’importanza del supporto psicologico e del lavoro di èquipe nel paziente oncologico Il cancro, come patologia cronica, può determinare diversi cambiamenti nello stile di vita di una persona,  tale da andare ad ripercuotersi su tutto il contesto fisico, sociale e psicologico di chi si "scontra" con ...

La personalità schizoide ed evitante

Distinzione e comprensione delle dinamiche interne di soggetti con disturbo di personalità schizoide e disturbo di personalità evitante La mancanza di ricerca sulla personalità schizoide ha determinato una maggiore trascuratezza e comprensione delle importanti dinamiche interne di questa...

Psicoanalisi e identificazione proiettiva

Con l'introduzione del concetto di identificazione proiettiva la Klein delineava un nuovo modo di intendere la vita psichica e il suo funzionamento. Il concetto di identificazione proiettiva è stato introdotto per la prima volta da Melanie Klein (1946) in “Notes on some schizoid mechanisms&rdquo...

Copyright © 2018 Psicologi Italiani. Tutti i diritti riservati. Psiconline srl. - P.IVA 01925060699 - web design - web agency -

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Accedendo acconsenti all'utilizzo dei cookies in accordo con la politica e regolamentazione vigente in materia di cookies e privacy. - ULTERIORI INFORMAZIONI

Cookie e relative funzionalità

A seconda dei singoli obiettivi, si utilizzano cookie differenti.
Di seguito viene fornito un elenco dei tipi di cookie più diffusi e degli scopi per cui vengono utilizzati.

Cookie di sessione
I cookie di sessione vengono archiviati temporaneamente nella memoria del computer durante l'esplorazione di un sito, ad esempio, per tenere traccia della lingua scelta. I cookie di sessione rimangono memorizzati nel computer per un breve periodo di tempo. Vengono infatti eliminati non appena l'utente chiude il browser Web.

Cookie permanenti o traccianti
I cookie permanenti salvano un file sul computer per un lungo periodo di tempo. Questo tipo di cookie possiede una data di scadenza. I cookie permanenti consentono ai siti Web di ricordare informazioni e impostazioni alle successive visite degli utenti, rendendo così l'esplorazione più pratica e rapida, poiché, ad esempio, non è più necessario effettuare l'accesso.
Alla data di scadenza, il cookie viene automaticamente eliminato quando si effettua il primo accesso al sito Web che lo ha creato.

Cookie di prime parti
Questi cookie vengono impostati dai siti Web stessi (con dominio uguale a quello indicato nella barra degli indirizzi del browser) e possono essere letti solo da tali siti. Vengono comunemente utilizzati per archiviare informazioni quali le preferenze, da utilizzare alle successive visite al sito.

Cookie di terze parti
Questi cookie vengono impostati da domini diversi da quello indicato nella barra degli indirizzi del browser, ovvero da organizzazioni che non corrispondono ai proprietari dei siti Web.
I cookie utilizzati, ad esempio, per raccogliere informazioni a fini pubblicitari e di personalizzazione dei contenuti, oltre che per elaborare statistiche Web, possono essere "cookie di terze parti".
I cookie di terze parti consentono di ottenere sondaggi più completi delle abitudini di esplorazione degli utenti e si ritiene che siano più sensibili dal punto di vista dell'integrità. Per questo motivo, la maggior parte dei browser Web permette di modificare le impostazioni in modo che tali cookie non vengano accettati.

Di seguito un elenco dei servizi utilizzati sul sito Psicologi Italiani che impostano cookie di terze parti:

Google Analytics (Google)
Google Anayltics è un servizio di analisi web fornito da Google, Inc. ("Google") che utilizza dei "cookie" mediante i quali raccoglie Dati Personali dell'Utente che vengono trasmessi a, e depositati presso i server di Google negli Stati Uniti. Google utilizza queste informazioni allo scopo di tracciare e esaminare il vostro utilizzo del sito web, compilare report sulle attività del sito web per gli operatori del sito web e fornire altri servizi relativi alle attività del sito web e all'utilizzo di Internet. Google non associa l'indirizzo IP dell'utente a nessun altro dato posseduto da Google. L'eventuale rifiuto di utilizzare i cookies, selezionando l'impostazione appropriata sul vostro browser, può impedire di utilizzare tutte le funzionalità di questo sito web.

Social Widgets/Buttons
Servizi che consentono agli utenti di interagire con i social network direttamente all'interno di altri siti web.

Facebook social buttons/widgets (Facebook)
Servizio gestito da Facebook Inc. società che aderisce all'iniziativa Safe Harbor Privacy Policy Framework, garantendo un trattamento dei Dati Personali in linea con gli standard di sicurezza europei. Il servizio consente all'Utente di interagire con il social network tramite questo sito web. Facebook, grazie al click dell'Utente, acquisisce i dati relativi alla visita dello stesso sul Sito. Facebook non condivide alcuna informazione o dato in suo possesso con il Sito o il Titolare del Trattamento. Per maggiori informazioni sull'utilizzo dei Dati Personali da parte di Facebook Inc. si prega di consultare il seguente link: www.facebook.com/privacy/explanation.php

Twitter social buttons/widgets (Twitter)
Servizio gestito da Twitter, società che aderisce all'iniziativa Safe Harbor Privacy Policy Framework, garantendo un trattamento dei Dati Personali in linea con gli standard di sicurezza europei. Il servizio consente all'Utente di interagire con il social network tramite questo sito web. Twitter, grazie al click dell'Utente, acquisisce i dati relativi alla visita dello stesso sul Sito. Twitter non condivide alcuna informazione o dato in suo possesso con il Sito o il Titolare del Trattamento. Per maggiori informazioni sull'utilizzo dei Dati Personali da parte di Twitter si prega di consultare il seguente link: twitter.com/privacy

Gestione dei cookie

Poiché i cookie sono normali file di testo, è possibile accedervi utilizzando la maggior parte degli editor di testo o dei programmi di elaborazione testi. Per aprirli, è sufficiente fare clic su di essi. Di seguito è riportato un elenco di collegamenti che spiegano come visualizzare i cookie all'interno dei vari browser. Se il vostro browser non è presente, fate riferimento alle informazioni sui cookie fornite dal browser stesso. Se utilizzate un telefono cellulare, consultate il relativo manuale per reperire ulteriori informazioni.

Firefox
https://support.mozilla.org/en-US/kb/cookies-information-websites-store-on-your-computer

Chrome
https://support.google.com/chrome/bin/answer.py?hl=en&answer=95647&topic=14666&ctx=topic

Internet Explorer
http://windows.microsoft.com/en-US/internet-explorer/delete-manage-cookies

Safari
http://support.apple.com/kb/PH17191?viewlocale=it_IT

Disattivazione/attivazione o eliminazione dei cookie

I cookie possono essere limitati o bloccati mediante le impostazioni del browser.

Se preferite che i siti Web non memorizzino alcun cookie nel vostro computer, impostate il browser in modo da ricevere una notifica prima dell'archiviazione di ogni cookie. In alternativa, potete impostare il browser in modo che rifiuti tutti i cookie o solo i cookie di terze parti. Potete anche eliminare tutti i cookie già presenti nel sistema. È importante sottolineare che le impostazioni devono essere modificate separatamente in ogni browser e computer utilizzato.

Se impostate il blocco della memorizzazione dei cookie, Psicologi Italiani non può garantire un corretto funzionamento del sito Web. Alcune funzioni del sito potrebbero risultare non disponibili e potrebbe non essere più possibile visualizzare determinati siti Web. Inoltre, il blocco dei cookie non elimina la visualizzazione degli annunci pubblicitari. Semplicemente, questi non saranno più personalizzati in base ai vostri interessi e verranno riproposti con maggiore frequenza.

In ogni browser le impostazioni vengono modificate seguendo una diversa procedura. Se necessario, per definire impostazioni corrette utilizzate la funzione di Guida del browser.

Per disattivare i cookie su un telefono cellulare, consultate il relativo manuale per reperire ulteriori informazioni.

Informazioni più dettagliate relative ai cookie su Internet sono disponibili all'indirizzo http://www.aboutcookies.org/

Altri cookie/cookie imprevisti

Considerando il funzionamento di Internet e dei siti Web, non sempre siamo in grado di controllare i cookie che vengono memorizzati da terze parti attraverso il nostro sito Web. Questo vale soprattutto nei casi in cui la pagina Web contenga i cosiddetti elementi incorporati: testi, documenti, immagini o brevi filmati che sono archiviati altrove, ma vengono visualizzati nel o attraverso il nostro sito Web.
Di conseguenza, qualora nel sito Web venisse rilevato un cookie non imputabile ad uno dei servizi di terze parti elencato, vi preghiamo di comunicarcelo. In alternativa, potete contattare direttamente le terze parti interessate e chiedere informazioni sui cookie che inviano, a quali scopi, qual è la loro durata e come garantiscono la privacy degli utenti.