Pubblicità

È tempo di buoni propositi: riusciremo a rispettarli?

Ecco gli errori che commettiamo e quattro semplici rimedi per avere un anno di successi!    


anno nuovoÈ di nuovo quel periodo dell’anno, nel quale ci prefissiamo obiettivi e grandi speranze per i 12 mesi che abbiamo davanti a noi.

Il problema con i propositi per l’anno nuovo, però, è che essi sono maledettamente difficili da mantenere.

Ci svegliamo il 1 Gennaio con le migliori intenzioni, un sacco di energia ed anche un piano ben steso per affrontare tutto.

A marzo, però, la maggior parte di questi obiettivi non è che un lontano ricordo: riprendiamo le nostre vecchie abitudini e la vita va avanti.

Psicologi in evidenza
Dottoressa Paola Liscia
Via Gaspare Gozzi, 89 - ROMA
Cell: 347 2948154
Dottoressa Beatrice Bonechi
Via Aretina, 251/A - FIRENZE
Cell.: 338 2496662

Ma perché i buoni propositi falliscono così rapidamente?

Ecco, di seguito, le ragioni, per le quali anche il più pratico degli obiettivi tende a dissolversi.


1.    Avete fatto il passo più lungo della gamba.

Spesso, quando ci si prefiggono determinati obiettivi, tendiamo ad identificare un importante tema della nostra vita, che vorremmo cambiare, e ci serviamo di un approccio ampio e generico per farlo.

Ad esempio, stabilire che “mangerete sano” nel nuovo anno è un concetto troppo astratto. Cosa vuol dire: avete intenzione di provare un programma dietetico specifico, o, semplicemente, sostituirete il vostro dolce mattutino con una porzione di frutta?

Avere dei grandi obiettivi va benissimo, ma dovete stabilire con precisione da dove e come iniziare.


2.    Un anno è un periodo di tempo lungo.

È nella natura umana evolversi e spostare le nostre preferenze, man mano che l’ambiente e le circostanze cambiano.
Per non parlare degli effetti che hanno anche i cambiamenti di vita inaspettati!

Il nocciolo della questione è che le cose cambiano.
Impegnarsi nello stesso obiettivo, per un intero anno, non si allinea con il modo in cui la vita funziona davvero.
    

3.    Siamo presi dall’euforia del nuovo anno.

È molto più probabile infrangere le promesse fatte all’inizio del nuovo anno, rispetto agli altri obiettivi in generale, a causa della pressione impellente che abbiamo, in questo periodo, di farne di nuove, anche se non si è intrinsecamente motivati o pronti a cambiare.

Ricordate, però, che è molto più difficile raggiungere un obiettivo, se esso non viene dal vostro cuore!


4.    Si tenta di fare troppo e troppo presto.

Le persone, quando arriva la fine dell’anno, si ritrovano ad essere completamente esauste e senza il tempo necessario per riposarsi e rigenerarsi.

Se cominciate il nuovo anno, avendo a disposizione una riserva vuota, emotivamente, fisicamente, o mentalmente, sarà difficile raggiungere un qualsiasi obiettivo.

Però, anche se, a volte, sono difficili da mantenere, alla fine i grandi propositi possono fare una grande differenza.
Essi possono impostare l’andamento dell’intero anno a venire e costringervi ad aver chiari i passi da fare per ottenere il successo.

 

Quindi, come potete coltivare una passione e dei propositi, che non vi lasceranno delusi in un paio di mesi?

Di seguito, ci sono degli approcci alternativi, che vi aiuteranno a migliorare la qualità della vita nel prossimo anno.
    

-    Selezionate una parola per guidare il vostro anno.

Identificate una parola, o un mantra, che vi guidi nell’affrontare il tema sul quale vorreste focalizzarvi e trattare nella vostra vita quotidiana.

Ripetetela quanto basta per aiutarvi a far entrare nuove persone, abitudini e comportamenti, che siano in linea con i valori e gli obiettivi prefissati.


-    Fate uso di micro-obiettivi.

Gli obiettivi più grandi, spesso, possono sembrare irraggiungibili.

In più, se non li raggiungiamo nel periodo di tempo (spesso irragionevole) che ci aspettiamo, siamo portati a sentirci depressi, scoraggiati e sconfitti.

Per evitare tutto questo, scomponete il vostro grande traguardo in piccoli passaggi facilmente raggiungibili. In questo modo, vi sarà possibile misurare il successo rispetto a ciascuno di questi, adattarvi alle situazioni che si creano e raccogliere lo slancio, man mano che andate avanti.    


-    Determinate le priorità per ogni area della vostra vita.

Potrebbe esservi d’aiuto anche impostare un proposito particolare per ogni area della vostra vita che volete migliorare – la salute, la carriera, le finanze e le relazioni.

Potreste impegnarvi in cene mensili con i vostri amici più cari per la sezione “relazioni”, iniziare una nuova lezione di fitness per la questione “salute”, trasferire automaticamente una parte dello stipendio al vostro conto pensionistico per quel che riguarda le vostre “finanze”, e così via.

Psicologi in evidenza
Dottor Marco Zanghì
Via Scite, 3 - MESSINA
Cell: 334 2717738
Dottoressa Ilaria Artusi
Via Lorenzetti, 15 - AREZZO
Cell.: 333 3945439

-    Difendete con forza i vostri obiettivi.

Una volta che avete stabilito un obiettivo, proteggetelo dal caos della vita quotidiana.

Pensate ai possibili scenari, che potrebbero emergere e che potrebbero farvi deragliare da esso.

Ad esempio, potreste aver deciso di vivere una vita più sana, fissandovi gli obiettivi di seguire una dieta e di fare esercizio fisico, ma sapete di avere dei viaggi di lavoro da affrontare. In questo caso, potreste cercare dei ristoranti adatti in anticipo, oppure capire se l’hotel dispone di una palestra ed inserirla nel vostro programma, ecc.

Anticipate le possibili difficoltà prima che si presentino, piuttosto che esserne sorpresi e lasciarvi prendere alla sprovvista.
    

 

Anno nuovo, vita nuova…
Ma riuscirete davvero a mantenere i buoni propositi che vi siete prefissati?    
Seguite i quattro semplici consigli appena illustrati!    
            

 

 

Fonte: PsychCentral.com

(Traduzione ed adattamento a cura della Dottoressa Alice Fusella)

 

 

  |   Letto: 591 volte
Pin it


Potrebbero interessarti anche....

Il paziente borderline e la Psicoterapia basata sul Transfert

Assumendo un punto di vista psicoanalitico più contemporaneo che si rifà alla prospettiva della teoria delle relazioni oggettuali, Otto Kernberg, Frank Yeomans e John Clarkin, hanno reso operativi alcuni costrutti e affilato alcune tecniche psicoanalitiche per il trattamento di pazienti borderli...

Il “potere” nella relazione terapeutica

Nonostante si possa pensare che vi sia uno squilibrio di potere all'interno della relazione terapeutica, in realtà il terapeuta non esercita un maggiore potere nei confronti del paziente, in quanto sono due persone che, con abilità diverse, collaborano per raggiungere insieme degli obiettivi ter...

Erik Erikson e lo stato di identità

Nella teoria proposta dallo psicoanalista Erik Erikson, l'autore ha lanciato una serie di idee che hanno stimolato la formulazione del concetto di stato di identità. Erikson ha affermato che gli individui in ogni fase della vita - infanzia, adolescenza, età adulta – hanno una crisi da ris...

Col tempo… Si cambia!

Una ricerca ha dimostrato che, invecchiando, la nostra personalità cambia. È opinione comune che la vita, con le sue gioie ed i suoi dolori, ci porti a cambiare! Che sia in meglio, o in peggio, negli anni non resteremo mai la stessa persona! ...

Copyright © 2018 Psicologi Italiani. Tutti i diritti riservati. Psiconline srl. - P.IVA 01925060699 - web design - web agency -

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Accedendo acconsenti all'utilizzo dei cookies in accordo con la politica e regolamentazione vigente in materia di cookies e privacy. - ULTERIORI INFORMAZIONI

Cookie e relative funzionalità

A seconda dei singoli obiettivi, si utilizzano cookie differenti.
Di seguito viene fornito un elenco dei tipi di cookie più diffusi e degli scopi per cui vengono utilizzati.

Cookie di sessione
I cookie di sessione vengono archiviati temporaneamente nella memoria del computer durante l'esplorazione di un sito, ad esempio, per tenere traccia della lingua scelta. I cookie di sessione rimangono memorizzati nel computer per un breve periodo di tempo. Vengono infatti eliminati non appena l'utente chiude il browser Web.

Cookie permanenti o traccianti
I cookie permanenti salvano un file sul computer per un lungo periodo di tempo. Questo tipo di cookie possiede una data di scadenza. I cookie permanenti consentono ai siti Web di ricordare informazioni e impostazioni alle successive visite degli utenti, rendendo così l'esplorazione più pratica e rapida, poiché, ad esempio, non è più necessario effettuare l'accesso.
Alla data di scadenza, il cookie viene automaticamente eliminato quando si effettua il primo accesso al sito Web che lo ha creato.

Cookie di prime parti
Questi cookie vengono impostati dai siti Web stessi (con dominio uguale a quello indicato nella barra degli indirizzi del browser) e possono essere letti solo da tali siti. Vengono comunemente utilizzati per archiviare informazioni quali le preferenze, da utilizzare alle successive visite al sito.

Cookie di terze parti
Questi cookie vengono impostati da domini diversi da quello indicato nella barra degli indirizzi del browser, ovvero da organizzazioni che non corrispondono ai proprietari dei siti Web.
I cookie utilizzati, ad esempio, per raccogliere informazioni a fini pubblicitari e di personalizzazione dei contenuti, oltre che per elaborare statistiche Web, possono essere "cookie di terze parti".
I cookie di terze parti consentono di ottenere sondaggi più completi delle abitudini di esplorazione degli utenti e si ritiene che siano più sensibili dal punto di vista dell'integrità. Per questo motivo, la maggior parte dei browser Web permette di modificare le impostazioni in modo che tali cookie non vengano accettati.

Di seguito un elenco dei servizi utilizzati sul sito Psicologi Italiani che impostano cookie di terze parti:

Google Analytics (Google)
Google Anayltics è un servizio di analisi web fornito da Google, Inc. ("Google") che utilizza dei "cookie" mediante i quali raccoglie Dati Personali dell'Utente che vengono trasmessi a, e depositati presso i server di Google negli Stati Uniti. Google utilizza queste informazioni allo scopo di tracciare e esaminare il vostro utilizzo del sito web, compilare report sulle attività del sito web per gli operatori del sito web e fornire altri servizi relativi alle attività del sito web e all'utilizzo di Internet. Google non associa l'indirizzo IP dell'utente a nessun altro dato posseduto da Google. L'eventuale rifiuto di utilizzare i cookies, selezionando l'impostazione appropriata sul vostro browser, può impedire di utilizzare tutte le funzionalità di questo sito web.

Social Widgets/Buttons
Servizi che consentono agli utenti di interagire con i social network direttamente all'interno di altri siti web.

Facebook social buttons/widgets (Facebook)
Servizio gestito da Facebook Inc. società che aderisce all'iniziativa Safe Harbor Privacy Policy Framework, garantendo un trattamento dei Dati Personali in linea con gli standard di sicurezza europei. Il servizio consente all'Utente di interagire con il social network tramite questo sito web. Facebook, grazie al click dell'Utente, acquisisce i dati relativi alla visita dello stesso sul Sito. Facebook non condivide alcuna informazione o dato in suo possesso con il Sito o il Titolare del Trattamento. Per maggiori informazioni sull'utilizzo dei Dati Personali da parte di Facebook Inc. si prega di consultare il seguente link: www.facebook.com/privacy/explanation.php

Twitter social buttons/widgets (Twitter)
Servizio gestito da Twitter, società che aderisce all'iniziativa Safe Harbor Privacy Policy Framework, garantendo un trattamento dei Dati Personali in linea con gli standard di sicurezza europei. Il servizio consente all'Utente di interagire con il social network tramite questo sito web. Twitter, grazie al click dell'Utente, acquisisce i dati relativi alla visita dello stesso sul Sito. Twitter non condivide alcuna informazione o dato in suo possesso con il Sito o il Titolare del Trattamento. Per maggiori informazioni sull'utilizzo dei Dati Personali da parte di Twitter si prega di consultare il seguente link: twitter.com/privacy

Gestione dei cookie

Poiché i cookie sono normali file di testo, è possibile accedervi utilizzando la maggior parte degli editor di testo o dei programmi di elaborazione testi. Per aprirli, è sufficiente fare clic su di essi. Di seguito è riportato un elenco di collegamenti che spiegano come visualizzare i cookie all'interno dei vari browser. Se il vostro browser non è presente, fate riferimento alle informazioni sui cookie fornite dal browser stesso. Se utilizzate un telefono cellulare, consultate il relativo manuale per reperire ulteriori informazioni.

Firefox
https://support.mozilla.org/en-US/kb/cookies-information-websites-store-on-your-computer

Chrome
https://support.google.com/chrome/bin/answer.py?hl=en&answer=95647&topic=14666&ctx=topic

Internet Explorer
http://windows.microsoft.com/en-US/internet-explorer/delete-manage-cookies

Safari
http://support.apple.com/kb/PH17191?viewlocale=it_IT

Disattivazione/attivazione o eliminazione dei cookie

I cookie possono essere limitati o bloccati mediante le impostazioni del browser.

Se preferite che i siti Web non memorizzino alcun cookie nel vostro computer, impostate il browser in modo da ricevere una notifica prima dell'archiviazione di ogni cookie. In alternativa, potete impostare il browser in modo che rifiuti tutti i cookie o solo i cookie di terze parti. Potete anche eliminare tutti i cookie già presenti nel sistema. È importante sottolineare che le impostazioni devono essere modificate separatamente in ogni browser e computer utilizzato.

Se impostate il blocco della memorizzazione dei cookie, Psicologi Italiani non può garantire un corretto funzionamento del sito Web. Alcune funzioni del sito potrebbero risultare non disponibili e potrebbe non essere più possibile visualizzare determinati siti Web. Inoltre, il blocco dei cookie non elimina la visualizzazione degli annunci pubblicitari. Semplicemente, questi non saranno più personalizzati in base ai vostri interessi e verranno riproposti con maggiore frequenza.

In ogni browser le impostazioni vengono modificate seguendo una diversa procedura. Se necessario, per definire impostazioni corrette utilizzate la funzione di Guida del browser.

Per disattivare i cookie su un telefono cellulare, consultate il relativo manuale per reperire ulteriori informazioni.

Informazioni più dettagliate relative ai cookie su Internet sono disponibili all'indirizzo http://www.aboutcookies.org/

Altri cookie/cookie imprevisti

Considerando il funzionamento di Internet e dei siti Web, non sempre siamo in grado di controllare i cookie che vengono memorizzati da terze parti attraverso il nostro sito Web. Questo vale soprattutto nei casi in cui la pagina Web contenga i cosiddetti elementi incorporati: testi, documenti, immagini o brevi filmati che sono archiviati altrove, ma vengono visualizzati nel o attraverso il nostro sito Web.
Di conseguenza, qualora nel sito Web venisse rilevato un cookie non imputabile ad uno dei servizi di terze parti elencato, vi preghiamo di comunicarcelo. In alternativa, potete contattare direttamente le terze parti interessate e chiedere informazioni sui cookie che inviano, a quali scopi, qual è la loro durata e come garantiscono la privacy degli utenti.