Pubblicità

I prodotti ‘dietetici’… fanno ingrassare!

La paradossale scoperta della scienza sulle abitudini alimentari non propriamente salutari.


peso cibi dieteticiI cibi ad alto contenuto di grassi sono, spesso, i primi ad essere messi sott’accusa quando si cerca di contrastare l’Obesità.


Ma, secondo un nuovo studio, effettuato presso l’Università della Georgia, anche gli alimenti “dietetici”, carichi di zucchero, potrebbero condurre ad un involontario aumento di peso.

I ricercatori hanno trovato, infatti, che nei topi che seguirono una dieta con una quantità alta di zuccheri ed una bassa di grassi – pensata per imitare molti cibi dietetici comuni – è aumentata la massa grassa, rispetto a quelli che seguirono un regime bilanciato.

Questo stile alimentare induceva, inoltre, una serie di altri problemi, inclusi danno al fegato ed infiammazione del cervello.

Molti dei cosiddetti prodotti dietetici con un contenuto di grassi basso o inesistente hanno, in realtà, una quantità maggiore di zuccheri e, grazie ai nomi di fantasia, danno l’impressione di essere salutari, quando, invece, potrebbero danneggiare il fegato e condurre anche all’Obesità”, ha affermato il Dott. Krzysztof Czaja, professore associato presso UGA's College of Veterinary Medicine.

Ciò che è veramente preoccupante nei nostri risultati è che quei topi, che consumarono cibi ricchi di zuccheri e poveri di grassi non assunsero una quantità di calorie significativamente maggiore, rispetto a quelli che fecero una dieta bilanciata”, ha continuato lo studioso. “La nostra ricerca mostra, quindi, che nei primi l’efficienza nel generare il grasso corporeo è alta più del doppio – in altre parole, essi hanno bisogno di meno della metà del numero di calorie per generare la stessa quantità di grasso corporeo”.


Lo studio.

Psicologi in evidenza
Dottoressa Arianna Grazzini
Corso Trieste, 59 - ROMA
Cell: 334 7666763
Dottoressa Caterina Gestri
Piazza Risorgimento, 18 Quarrata - PISTOIA
Cell: 338 1110142


I ricercatori hanno monitorato, lungo un periodo di quattro settimane, peso corporeo, assunzione di calorie, composizione corporea e campioni di feci in tre gruppi di topi, i quali seguirono tre stili alimentari diversi: il primo ha assunto una dieta ricca di grassi e zuccheri, il secondo si è nutrito di cibi ricchi di zuccheri e poveri di grassi ed al terzo è stata fornita una dieta bilanciata o “normale”.

Durante il periodo di osservazione, i primi due gruppi hanno mostrato un aumento di grasso epatico ed aumenti significativi nel peso e nel grasso corporei, rispetto a quanto avveniva nel terzo.

L’accumulo di grasso epatico è stato particolarmente rilevante negli animali che adottarono il secondo stile alimentare, il che, come ha precisato il Dott. Czaja, “è una situazione veramente pericolosa, perché il fegato che accumula grasso mima l’effetto della Steatoepatite Non Alcolica”.

Questa malattia è causata dall’accumulo di grasso nel fegato e le forme gravi del disturbo possono comportare un danno epatico, simile a quello causato da un abuso massiccio di alcol.

Un’alimentazione non bilanciata induce, inoltre, un’infiammazione cronica nel tratto intestinale e nel cervello.
Già in studi precedenti, condotti dallo stesso ricercatore, era stato dimostrato che un’infiammazione del cervello altera la sua comunicazione con l’intestino, danneggiando il Nervo Vago, il quale controlla i segnali sensoriali, inclusa la capacità di determinare quando si è sazi.

I cambiamenti cerebrali conseguenti a queste diete non bilanciate sembrano essere a lungo termine e non si sa ancora se possono essere invertiti da un’alimentazione più regolare”, ha concluso il Dott. Czaja.

 

Quanto emerso nel nuovo studio, dunque, conferma ed approfondisce quanto appreso, nelle ricerche precedenti, sull’importanza di un’alimentazione sana ed invita a prestarvi particolare attenzione per tutelare la nostra salute psicofisica.
    

 

Fonte: University of Georgia

(Traduzione ed adattamento a cura della Dottoressa Alice Fusella)

 

 

  |   Letto: 953 volte
Pin it


Potrebbero interessarti anche....

La Self-Disclosure del terapeuta

Secondo una recente ricerca il paziente trova utile una condivisione delle informazioni da parte del terapeuta in quanto percepisce una disponibilità che influenza ed aumenta l'alleanza terapeutica. Quando si parla di self-disclosure, termine traducibile con “rivelazione di sé o autorivel...

Danzaterapia e disturbi del comportamento alimentare

La danzaterapia potrebbe risultare utile nel trattamento di soggetti con disturbo alimentare, poiché imparando ad esprimere sé stessi attraverso il movimento si potrebbe raggiungere una migliore connessione tra la mente e il corpo. È un fatto ben noto che il movimento faccia bene al corp...

Anoressia nervosa e trattamento

Alcuni esperti nella gestione dei disturbi alimentari hanno proposto un nuovo approccio per il trattamento dell'anoressia nervosa, il cui scopo non è quello di 'curare' i pazienti, ma di migliorare la loro qualità di vita, non solo promuovendo un aumento di peso, ma aumentando anche la loro stab...

Acceptance and Commitment Therapy e disturbi alimentari

La terapia dell'impegno e dell'accettazione non tenta di modificare il contenuto di pensieri irrazionali o negativi, emozioni spiacevoli o dolorose, ma cerca di aiutare le persone affette da disturbi alimentari ad affrontare questi pensieri, vederli da una prospettiva diversa e apprendere a rispondere in un m...

Copyright © 2018 Psicologi Italiani. Tutti i diritti riservati. Psiconline srl. - P.IVA 01925060699 - web design - web agency -

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Accedendo acconsenti all'utilizzo dei cookies in accordo con la politica e regolamentazione vigente in materia di cookies e privacy. - ULTERIORI INFORMAZIONI

Cookie e relative funzionalità

A seconda dei singoli obiettivi, si utilizzano cookie differenti.
Di seguito viene fornito un elenco dei tipi di cookie più diffusi e degli scopi per cui vengono utilizzati.

Cookie di sessione
I cookie di sessione vengono archiviati temporaneamente nella memoria del computer durante l'esplorazione di un sito, ad esempio, per tenere traccia della lingua scelta. I cookie di sessione rimangono memorizzati nel computer per un breve periodo di tempo. Vengono infatti eliminati non appena l'utente chiude il browser Web.

Cookie permanenti o traccianti
I cookie permanenti salvano un file sul computer per un lungo periodo di tempo. Questo tipo di cookie possiede una data di scadenza. I cookie permanenti consentono ai siti Web di ricordare informazioni e impostazioni alle successive visite degli utenti, rendendo così l'esplorazione più pratica e rapida, poiché, ad esempio, non è più necessario effettuare l'accesso.
Alla data di scadenza, il cookie viene automaticamente eliminato quando si effettua il primo accesso al sito Web che lo ha creato.

Cookie di prime parti
Questi cookie vengono impostati dai siti Web stessi (con dominio uguale a quello indicato nella barra degli indirizzi del browser) e possono essere letti solo da tali siti. Vengono comunemente utilizzati per archiviare informazioni quali le preferenze, da utilizzare alle successive visite al sito.

Cookie di terze parti
Questi cookie vengono impostati da domini diversi da quello indicato nella barra degli indirizzi del browser, ovvero da organizzazioni che non corrispondono ai proprietari dei siti Web.
I cookie utilizzati, ad esempio, per raccogliere informazioni a fini pubblicitari e di personalizzazione dei contenuti, oltre che per elaborare statistiche Web, possono essere "cookie di terze parti".
I cookie di terze parti consentono di ottenere sondaggi più completi delle abitudini di esplorazione degli utenti e si ritiene che siano più sensibili dal punto di vista dell'integrità. Per questo motivo, la maggior parte dei browser Web permette di modificare le impostazioni in modo che tali cookie non vengano accettati.

Di seguito un elenco dei servizi utilizzati sul sito Psicologi Italiani che impostano cookie di terze parti:

Google Analytics (Google)
Google Anayltics è un servizio di analisi web fornito da Google, Inc. ("Google") che utilizza dei "cookie" mediante i quali raccoglie Dati Personali dell'Utente che vengono trasmessi a, e depositati presso i server di Google negli Stati Uniti. Google utilizza queste informazioni allo scopo di tracciare e esaminare il vostro utilizzo del sito web, compilare report sulle attività del sito web per gli operatori del sito web e fornire altri servizi relativi alle attività del sito web e all'utilizzo di Internet. Google non associa l'indirizzo IP dell'utente a nessun altro dato posseduto da Google. L'eventuale rifiuto di utilizzare i cookies, selezionando l'impostazione appropriata sul vostro browser, può impedire di utilizzare tutte le funzionalità di questo sito web.

Social Widgets/Buttons
Servizi che consentono agli utenti di interagire con i social network direttamente all'interno di altri siti web.

Facebook social buttons/widgets (Facebook)
Servizio gestito da Facebook Inc. società che aderisce all'iniziativa Safe Harbor Privacy Policy Framework, garantendo un trattamento dei Dati Personali in linea con gli standard di sicurezza europei. Il servizio consente all'Utente di interagire con il social network tramite questo sito web. Facebook, grazie al click dell'Utente, acquisisce i dati relativi alla visita dello stesso sul Sito. Facebook non condivide alcuna informazione o dato in suo possesso con il Sito o il Titolare del Trattamento. Per maggiori informazioni sull'utilizzo dei Dati Personali da parte di Facebook Inc. si prega di consultare il seguente link: www.facebook.com/privacy/explanation.php

Twitter social buttons/widgets (Twitter)
Servizio gestito da Twitter, società che aderisce all'iniziativa Safe Harbor Privacy Policy Framework, garantendo un trattamento dei Dati Personali in linea con gli standard di sicurezza europei. Il servizio consente all'Utente di interagire con il social network tramite questo sito web. Twitter, grazie al click dell'Utente, acquisisce i dati relativi alla visita dello stesso sul Sito. Twitter non condivide alcuna informazione o dato in suo possesso con il Sito o il Titolare del Trattamento. Per maggiori informazioni sull'utilizzo dei Dati Personali da parte di Twitter si prega di consultare il seguente link: twitter.com/privacy

Gestione dei cookie

Poiché i cookie sono normali file di testo, è possibile accedervi utilizzando la maggior parte degli editor di testo o dei programmi di elaborazione testi. Per aprirli, è sufficiente fare clic su di essi. Di seguito è riportato un elenco di collegamenti che spiegano come visualizzare i cookie all'interno dei vari browser. Se il vostro browser non è presente, fate riferimento alle informazioni sui cookie fornite dal browser stesso. Se utilizzate un telefono cellulare, consultate il relativo manuale per reperire ulteriori informazioni.

Firefox
https://support.mozilla.org/en-US/kb/cookies-information-websites-store-on-your-computer

Chrome
https://support.google.com/chrome/bin/answer.py?hl=en&answer=95647&topic=14666&ctx=topic

Internet Explorer
http://windows.microsoft.com/en-US/internet-explorer/delete-manage-cookies

Safari
http://support.apple.com/kb/PH17191?viewlocale=it_IT

Disattivazione/attivazione o eliminazione dei cookie

I cookie possono essere limitati o bloccati mediante le impostazioni del browser.

Se preferite che i siti Web non memorizzino alcun cookie nel vostro computer, impostate il browser in modo da ricevere una notifica prima dell'archiviazione di ogni cookie. In alternativa, potete impostare il browser in modo che rifiuti tutti i cookie o solo i cookie di terze parti. Potete anche eliminare tutti i cookie già presenti nel sistema. È importante sottolineare che le impostazioni devono essere modificate separatamente in ogni browser e computer utilizzato.

Se impostate il blocco della memorizzazione dei cookie, Psicologi Italiani non può garantire un corretto funzionamento del sito Web. Alcune funzioni del sito potrebbero risultare non disponibili e potrebbe non essere più possibile visualizzare determinati siti Web. Inoltre, il blocco dei cookie non elimina la visualizzazione degli annunci pubblicitari. Semplicemente, questi non saranno più personalizzati in base ai vostri interessi e verranno riproposti con maggiore frequenza.

In ogni browser le impostazioni vengono modificate seguendo una diversa procedura. Se necessario, per definire impostazioni corrette utilizzate la funzione di Guida del browser.

Per disattivare i cookie su un telefono cellulare, consultate il relativo manuale per reperire ulteriori informazioni.

Informazioni più dettagliate relative ai cookie su Internet sono disponibili all'indirizzo http://www.aboutcookies.org/

Altri cookie/cookie imprevisti

Considerando il funzionamento di Internet e dei siti Web, non sempre siamo in grado di controllare i cookie che vengono memorizzati da terze parti attraverso il nostro sito Web. Questo vale soprattutto nei casi in cui la pagina Web contenga i cosiddetti elementi incorporati: testi, documenti, immagini o brevi filmati che sono archiviati altrove, ma vengono visualizzati nel o attraverso il nostro sito Web.
Di conseguenza, qualora nel sito Web venisse rilevato un cookie non imputabile ad uno dei servizi di terze parti elencato, vi preghiamo di comunicarcelo. In alternativa, potete contattare direttamente le terze parti interessate e chiedere informazioni sui cookie che inviano, a quali scopi, qual è la loro durata e come garantiscono la privacy degli utenti.