Pubblicità

Il Locus of Control

Quanto il Locus of control è fondamentale nel determinare il grado di successo o fallimento di ognuno di noi?

Locus of controlEsiste un concetto nella letteratura psicologica noto come “Locus of control” che non è familiare o conosciuto dalla maggior parte delle presone, anche se, una volta definito, viene comunemente compreso.

Con questo termine si fa riferimento al sistema di credenze di un individuo riguardanti le sue capacità di controllare le proprie esperienze e tutti quei fattori a cui il soggetto attribuisce successo o fallimento.

Questo concetto è stato poi suddiviso in due categorie: interno ed esterno; se una persona ha un locus of control interno, allora attribuirà il successo ai propri sforzi e capacità.

Una persona che si aspetta di avere successo avrà maggiore motivazione e maggiore probabilità di apprendere.

Il soggetto che presenta invece un locus of control esterno, e pertanto attribuisce il suo successo alla fortuna o al destino, sarà meno probabile che compia gli sforzi necessari per apprendere.

Le persone con locus of control esterno sono anche più inclini a sviluppare ansia, poiché ritengono di non essere in grado di controllare la loro vita.

Queste delucidazioni ovviamente non determinano come conclusione che un locus of control interno sia “buono”, mentre quello esterno “cattivo”.

Esistono altre variabili da considerare; tuttavia, la ricerca psicologica ha rilevato che le persone con un locus of control più interno sembrano essere migliori, in quanto, ad esempio, tendono ad essere più orientati alla realizzazione e ottenere migliori posti di lavoro.

Il Dottor Richard Joelson, psicologo e psicoterapeuta, ha insegnato per diversi anni, all’interno di un corso di specializzazione per professionisti della salute mentale.

I soggetti erano spinti dal desiderio di capire come poter ottenere un maggior successo nella pratica privata.

Psicologi in evidenza
Dottoressa Martina Chiereghin
Via Cortevecchia, 59 - FERRARA
Cell.: 349 4203377
Dottor Sergio Chieregato
Via Cernaia, 30 - TORINO
Cell: 335 6343021

Alcuni, che avevano già uno studio, hanno deciso di iscriversi al corso perché l’attività non stava andando bene, e volevano capire come poter ottenere più successo.

Durante le osservazioni introduttive di ciascun soggetto, il Dottor Joelson, aveva già mentalmente diviso la classe in quelli che avevano un locus of control interno da quelli che invece lo avevano.

Nel primo caso, ossia gli “internali” dichiaravano frasi come “so che dipende da me”, “devo imparare e assumermi la responsabilità di ciò che accade nella mia pratica privata”, e così via. Ciò che è importante notare è il soggetto sottinteso ad ogni affermazione, cioè io.

Gli “esternali” invece, facevano affermazioni del tipo “è troppo difficile avere successo in questi tempi”, “la concorrenza in questo campo mi sta uccidendo”, e così via.

Pertanto, nel primo gruppo si evince chiaramente la volontà di mettersi in gioco e la presa di consapevolezza che solo lavorando su di sè potevano riuscire nell’intento.

Nel secondo caso invece, i soggetti credevano che dalla fortuna, destino o circostanza dipendesse la minore o maggiore probabilità di riuscire o non riuscire ad avere successo, rispetto alla forza o alla qualità dei propri sforzi.

Il locus of control è spesso considerato come una componente intrinseca della personalità; tuttavia, vi sono anche delle evidenze che suggeriscono che questo sia modellato da esperienze infantili, tra cui le interazioni dei bambini con i loro genitori.

Pubblicità

I bambini cresciuti da quei genitori che hanno incoraggiato la loro indipendenza e li hanno aiutati ad apprendere quella connessione tra le azioni e le loro conseguenze tendono ad avere un locus of control interno più sviluppato.

I vantaggi di questo sono stati presentati in uno studio di ricerca che ha esaminato gli effetti potenziali sulla salute del tratto legato al locus of control.

I ricercatori hanno scoperto che su 7.500 adulti britannici seguiti sin dalla nascita, coloro che avevano mostrato un locus of control interno all’età di dieci anni, avevano minori probabilità di essere in sovrappeso all’età di 30 anni, meno probabilità di vivere in condizioni economiche disagiate e minori livelli di stress psicologico.

La spiegazione principale per questi risultati riguardava il fatto che i bambini aventi un locus of control interno solitamente tendono a comportarsi in modo più salutare da adulti, in quanto hanno una maggiore fiducia nelle proprie capacità, un maggior controllo delle proprie azioni e consapevolezza delle proprie responsabilità, e di conseguenza anche una maggiore autostima.

Tratto da PsychologyToday

(Traduzione e adattamento a cura della Dottoressa Giorgia Lauro) 

  |   Letto: 640 volte


Potrebbero interessarti anche....

Il Sé nell'altro: la paranoia

Le sfumature della paranoia: Persecuzione, megalomania ed erotomania. Nancy McWilliams e la concezione psicoanalitica. Una nuova comprensione della paranoia come sindrome psichiatrica è stata acquisita negli ultimi anni, grazie anche al pensiero psicoanalitico contemporaneo. Il manuale diagnostico e ...

Disturbo bipolare: sintomi e opzioni di trattamento

Il disturbo bipolare è un disordine caratterizzato da spostamenti insoliti nell'umore, nell'energia, nei livelli di attività e nella capacità di svolgere compiti quotidiani. I sintomi del disturbo bipolare sono abbastanza gravi; oscillano da livelli bassi ad alti, e la sintomatologia pu&...

La teoria della separazione

La teoria della separazione integra i sistemi psicoanalitici ed esistenziali del pensiero, mostrando quanto il dolore interpersonale precoce e l'ansia di separazione, e in seguito, l'ansia di morte, portino alla formazione di forti difese psicologiche. “La teoria della separazione è integrativa ...

Depressione adolescenziale: come riconoscerla?

Secondo alcuni ricercatori esistono due tipologie di depressione adolescenziale: una depressione evolutiva, legata alla fase specifica dello sviluppo, ed una definita “atipica”; analizziamole entrambe. Alcuni bambini vivono il passaggio dalla pre-adolescenza all'adolescenza molto rapidamente e co...