Pubblicità

Il mito di Aracne: la dea trasformata in ragno

Aracnofobia” è una parola che deriva dalle parole greche 'arákhnē', che significa “ragno” e 'Phobos', che significa “paura”. Ovviamente l'origine di tale nome è radicato nelle mitologia greca, più nello specifico nel mito di Aracne.

il mito di aracne la dea trasformata in ragnoQuando oggi le persone ascoltano la parola “aracnofobia”, pensano ad un assurdo film di Hollywood.

Ma l'aracnofobia è un problema molto reale e serio per molte persone. Può diventare un'ossessione, tanto da influenzare la propria vita in modi inimmaginabili.

Esistono ragioni storiche e culturali per questa specifica paura. Innanzitutto quando si parla di fobia si fa riferimento ad una paura irrazionale e persistente di cose o situazioni.

La fonte della paura può creare una forte reazione d'ansia come sudorazione, palpitazioni cardiache o problemi respiratori.

Dopo un po', solo pensare o vedere l'oggetto della paura può provocare ansia. Molte persone hanno fobie lievi che non richiedono un intervento psicologico, ma alcune fobie interferiscono con la vita quotidiana delle persone e richiedono un trattamento.

Aracnofobia” è una parola che deriva dalle parole greche 'arákhnē', che significa “ragno” e 'Phobos', che significa “paura”.

Ovviamente l'origine di tale nome è radicata nelle mitologia greca, più nello specifico nel mito di Aracne.

Il mito di Aracne, la donna ragno

Aracne è la dea Greca il cui nome significa 'ragno'; era una donna bellissima che aveva un grande talento per la tessitura. Tutti erano meravigliati del suo lavoro tanto da superare il talento della grande Dea Atena.

Psicologi in evidenza
Dottoressa Ilaria Artusi
Via Lorenzetti, 15 - AREZZO
Cell.: 333 3945439
Synesis Centro di Psicologia Dottoressa Flavia Passoni
Synesis Centro di Psicologia Via Pace, 11 Carnate - MONZA
Cell: 338 1863275

Questo rappresentava un'offesa verso gli dei, in quanto una comune mortale non poteva possedere un talento che superava quello degli dei.

Aracne nella mitologia greca, era una donna della Lidia, pensata da alcuni come una principessa, che era molto dotata nell'arte della tessitura.

Aracne non era una normale tessitrice e l'atto stesso della sua tessitura era pura magia ed uno spettacolo da vedere.

Presto le notizie sull'arte ed il talento di Aracne si diffusero in lungo e in largo e si dice che le ninfe delle foreste lasciarono il loro gioco e si riunirono attorno a lei per guardarla tessere.

Erano così estasiate dalle sue abilità tanto che si diceva fosse stata sicuramente addestrata dalla dea Atena, la dea della tessitura.

Tutta questa adulazione era più di quanto Aracne potesse sopportare ed essendo una normale mortale, quindi ipoteticamente incline e vulnerabile ai fallimenti umani, divenne invece piuttosto arrogante per le sue capacità.

Era infastidita dal fatto di essere considerata un'allieva di Atena e cominciò a vantarsi delle sue capacità proclamandosi di gran lunga superiore alla dea.

Quando la dea della tessitura udì le audaci affermazioni di Aracne, fu turbata, ma ciononostante decise di dare alla giovane una possibilità di rimpiangere la sua follia.

Travestita da anziana, Atena apparve davanti ad Aracne e l'avvertì delle conseguenze nel provocare l'ira degli dei, ma Aracne, senza nessun rimorso, sfidò Atena in una gara, dichiarando che se avesse perso, avrebbe accettato qualsiasi punizione da parte della dea.

A quel punto, Atena si rivelò e accettò la sfida.

Pubblicità

Il palcoscenico era pronto per una battaglia in cui un dio ed un mortale mettevano in gioco le loro abilità artistiche per decidere chi fosse l'artista migliore.

Le ninfe che erano venuta a vedere Aracne tessere si ritrassero, inorridite dall'audacia di Aracne.

E così iniziò la gara, Atena al suo telaio e Aracne al suo, ognuna delle quali lavorava con fili d'oro ed una splendida gamma di colori per decidere chi avrebbe superato l'altro in questa prova definitiva.

Quello che venne fuori fu una festa per gli occhi. Atena creò un arazzo pieno di scene sulla storia degli dei, ritraendo Zeus al centro del pantheon olimpico, la sua gara con Poseidone e la sua vittoria.

All'angolo del suo arazzo dipinse con arte gli umani che avevano osato sfidare gli dei e le punizioni che erano state inflitte senza una traccia di misericordia.

Al contrario, Aracne dipinse deliberatamente scene che raffiguravano le infedeltà e gli amori degli Dei. Ha interpretato vividamente Zeus e subdoli sotterfugi.

Mostrò come Zeus si era trasformato in un cigno per violentare la regina spartana Leda, in aquila per rapire Aegina, in un satiro per sedurre Antiope.

L'opera d'arte di Aracne, secondo la narrativa latina, presentava 21 scene dei vari misfatti degli dei potenti, tra cui Poseidone, Apollo, Dioniso e altri.

Psicologi in evidenza
Dottoressa Giuseppina Grazioso
V.le Papa Giovanni XXIII, 33 - BARI
Cell: 338 7780330
Dottoressa Annalisa Di Sabatino
Via Reno, 30 - ROMA
Tel.: 06 8419950

La trasformazione in un ragno

Sebbene Aracne avesse mostrato scarso rispetto per gli dei scegliendo un argomento che si faceva beffa delle divinità supreme dell'Olimpo, anche Atena dovette ammettere che il suo lavoro era brillante ed impeccabile.

Ciò, tuttavia, non fu sufficiente per calmare Atena che era irritata dall'umiliante rappresentazione degli dei da parte di Aracne. Alla fine, Atena distrusse per la rabbia l'arazzo ed il telaio di Aracne.

Aracne, come molti altri mortali, aveva osato mettere in discussione la supremazia degli dei. Aveva, nella sua arroganza, non considerato le conseguenze della sua sfida verso gli dei.

Aracne, sconvolta dalla reazione della dea, scappò via e tentò di suicidarsi cercando di impiccarsi ad un albero.

Atena, pensando che quello fosse un castigo troppo blando, decise di condannare Aracne a tessere per il resto dei suoi giorni e a dondolare dallo stesso albero dal quale voleva uccidersi ma non avrebbe più filato con le mani ma con la bocca perchè fu trasformata in un gigantesco ragno.

Un fatto interessante che collega il mito alla storia è che l'arte della tessitura si dice abbia avuto origine in Anatolia, una parte della moderna Turchia in cui i ragni sono stati una fonte costante di ispirazione per l'uomo di perfezionare la sua abilità nella tessitura.

La storia di Aracne dalla mitologia greca è stata anche immortalata dalla scienza, in quanto il nome della classe tassonomica per i ragni è Arachnida.

 

A cura della Dottoressa Giorgia Lauro

  |   Letto: 849 volte
Pin it


Potrebbero interessarti anche....

Il Sè sessuale

Il concetto di Sè sessuale fa riferimento alle modalità con cui si pensa a sé stessi come esseri sessuali e si sviluppa sia in risposta alle interpretazioni soggettive delle esperienze sessuali che dai feedack provenienti dal mondo esterno. L'individualità sessuale è defini...

Il Sé nell'altro: la paranoia

Le sfumature della paranoia: Persecuzione, megalomania ed erotomania. Nancy McWilliams e la concezione psicoanalitica. Una nuova comprensione della paranoia come sindrome psichiatrica è stata acquisita negli ultimi anni, grazie anche al pensiero psicoanalitico contemporaneo. Il manuale diagnostico e ...

Disturbo bipolare: sintomi e opzioni di trattamento

Il disturbo bipolare è un disordine caratterizzato da spostamenti insoliti nell'umore, nell'energia, nei livelli di attività e nella capacità di svolgere compiti quotidiani. I sintomi del disturbo bipolare sono abbastanza gravi; oscillano da livelli bassi ad alti, e la sintomatologia pu&...

La teoria della separazione

La teoria della separazione integra i sistemi psicoanalitici ed esistenziali del pensiero, mostrando quanto il dolore interpersonale precoce e l'ansia di separazione, e in seguito, l'ansia di morte, portino alla formazione di forti difese psicologiche. “La teoria della separazione è integrativa ...

Copyright © 2018 Psicologi Italiani. Tutti i diritti riservati. Psiconline srl. - P.IVA 01925060699 - web design - web agency -

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Accedendo acconsenti all'utilizzo dei cookies in accordo con la politica e regolamentazione vigente in materia di cookies e privacy. - ULTERIORI INFORMAZIONI

Cookie e relative funzionalità

A seconda dei singoli obiettivi, si utilizzano cookie differenti.
Di seguito viene fornito un elenco dei tipi di cookie più diffusi e degli scopi per cui vengono utilizzati.

Cookie di sessione
I cookie di sessione vengono archiviati temporaneamente nella memoria del computer durante l'esplorazione di un sito, ad esempio, per tenere traccia della lingua scelta. I cookie di sessione rimangono memorizzati nel computer per un breve periodo di tempo. Vengono infatti eliminati non appena l'utente chiude il browser Web.

Cookie permanenti o traccianti
I cookie permanenti salvano un file sul computer per un lungo periodo di tempo. Questo tipo di cookie possiede una data di scadenza. I cookie permanenti consentono ai siti Web di ricordare informazioni e impostazioni alle successive visite degli utenti, rendendo così l'esplorazione più pratica e rapida, poiché, ad esempio, non è più necessario effettuare l'accesso.
Alla data di scadenza, il cookie viene automaticamente eliminato quando si effettua il primo accesso al sito Web che lo ha creato.

Cookie di prime parti
Questi cookie vengono impostati dai siti Web stessi (con dominio uguale a quello indicato nella barra degli indirizzi del browser) e possono essere letti solo da tali siti. Vengono comunemente utilizzati per archiviare informazioni quali le preferenze, da utilizzare alle successive visite al sito.

Cookie di terze parti
Questi cookie vengono impostati da domini diversi da quello indicato nella barra degli indirizzi del browser, ovvero da organizzazioni che non corrispondono ai proprietari dei siti Web.
I cookie utilizzati, ad esempio, per raccogliere informazioni a fini pubblicitari e di personalizzazione dei contenuti, oltre che per elaborare statistiche Web, possono essere "cookie di terze parti".
I cookie di terze parti consentono di ottenere sondaggi più completi delle abitudini di esplorazione degli utenti e si ritiene che siano più sensibili dal punto di vista dell'integrità. Per questo motivo, la maggior parte dei browser Web permette di modificare le impostazioni in modo che tali cookie non vengano accettati.

Di seguito un elenco dei servizi utilizzati sul sito Psicologi Italiani che impostano cookie di terze parti:

Google Analytics (Google)
Google Anayltics è un servizio di analisi web fornito da Google, Inc. ("Google") che utilizza dei "cookie" mediante i quali raccoglie Dati Personali dell'Utente che vengono trasmessi a, e depositati presso i server di Google negli Stati Uniti. Google utilizza queste informazioni allo scopo di tracciare e esaminare il vostro utilizzo del sito web, compilare report sulle attività del sito web per gli operatori del sito web e fornire altri servizi relativi alle attività del sito web e all'utilizzo di Internet. Google non associa l'indirizzo IP dell'utente a nessun altro dato posseduto da Google. L'eventuale rifiuto di utilizzare i cookies, selezionando l'impostazione appropriata sul vostro browser, può impedire di utilizzare tutte le funzionalità di questo sito web.

Social Widgets/Buttons
Servizi che consentono agli utenti di interagire con i social network direttamente all'interno di altri siti web.

Facebook social buttons/widgets (Facebook)
Servizio gestito da Facebook Inc. società che aderisce all'iniziativa Safe Harbor Privacy Policy Framework, garantendo un trattamento dei Dati Personali in linea con gli standard di sicurezza europei. Il servizio consente all'Utente di interagire con il social network tramite questo sito web. Facebook, grazie al click dell'Utente, acquisisce i dati relativi alla visita dello stesso sul Sito. Facebook non condivide alcuna informazione o dato in suo possesso con il Sito o il Titolare del Trattamento. Per maggiori informazioni sull'utilizzo dei Dati Personali da parte di Facebook Inc. si prega di consultare il seguente link: www.facebook.com/privacy/explanation.php

Twitter social buttons/widgets (Twitter)
Servizio gestito da Twitter, società che aderisce all'iniziativa Safe Harbor Privacy Policy Framework, garantendo un trattamento dei Dati Personali in linea con gli standard di sicurezza europei. Il servizio consente all'Utente di interagire con il social network tramite questo sito web. Twitter, grazie al click dell'Utente, acquisisce i dati relativi alla visita dello stesso sul Sito. Twitter non condivide alcuna informazione o dato in suo possesso con il Sito o il Titolare del Trattamento. Per maggiori informazioni sull'utilizzo dei Dati Personali da parte di Twitter si prega di consultare il seguente link: twitter.com/privacy

Gestione dei cookie

Poiché i cookie sono normali file di testo, è possibile accedervi utilizzando la maggior parte degli editor di testo o dei programmi di elaborazione testi. Per aprirli, è sufficiente fare clic su di essi. Di seguito è riportato un elenco di collegamenti che spiegano come visualizzare i cookie all'interno dei vari browser. Se il vostro browser non è presente, fate riferimento alle informazioni sui cookie fornite dal browser stesso. Se utilizzate un telefono cellulare, consultate il relativo manuale per reperire ulteriori informazioni.

Firefox
https://support.mozilla.org/en-US/kb/cookies-information-websites-store-on-your-computer

Chrome
https://support.google.com/chrome/bin/answer.py?hl=en&answer=95647&topic=14666&ctx=topic

Internet Explorer
http://windows.microsoft.com/en-US/internet-explorer/delete-manage-cookies

Safari
http://support.apple.com/kb/PH17191?viewlocale=it_IT

Disattivazione/attivazione o eliminazione dei cookie

I cookie possono essere limitati o bloccati mediante le impostazioni del browser.

Se preferite che i siti Web non memorizzino alcun cookie nel vostro computer, impostate il browser in modo da ricevere una notifica prima dell'archiviazione di ogni cookie. In alternativa, potete impostare il browser in modo che rifiuti tutti i cookie o solo i cookie di terze parti. Potete anche eliminare tutti i cookie già presenti nel sistema. È importante sottolineare che le impostazioni devono essere modificate separatamente in ogni browser e computer utilizzato.

Se impostate il blocco della memorizzazione dei cookie, Psicologi Italiani non può garantire un corretto funzionamento del sito Web. Alcune funzioni del sito potrebbero risultare non disponibili e potrebbe non essere più possibile visualizzare determinati siti Web. Inoltre, il blocco dei cookie non elimina la visualizzazione degli annunci pubblicitari. Semplicemente, questi non saranno più personalizzati in base ai vostri interessi e verranno riproposti con maggiore frequenza.

In ogni browser le impostazioni vengono modificate seguendo una diversa procedura. Se necessario, per definire impostazioni corrette utilizzate la funzione di Guida del browser.

Per disattivare i cookie su un telefono cellulare, consultate il relativo manuale per reperire ulteriori informazioni.

Informazioni più dettagliate relative ai cookie su Internet sono disponibili all'indirizzo http://www.aboutcookies.org/

Altri cookie/cookie imprevisti

Considerando il funzionamento di Internet e dei siti Web, non sempre siamo in grado di controllare i cookie che vengono memorizzati da terze parti attraverso il nostro sito Web. Questo vale soprattutto nei casi in cui la pagina Web contenga i cosiddetti elementi incorporati: testi, documenti, immagini o brevi filmati che sono archiviati altrove, ma vengono visualizzati nel o attraverso il nostro sito Web.
Di conseguenza, qualora nel sito Web venisse rilevato un cookie non imputabile ad uno dei servizi di terze parti elencato, vi preghiamo di comunicarcelo. In alternativa, potete contattare direttamente le terze parti interessate e chiedere informazioni sui cookie che inviano, a quali scopi, qual è la loro durata e come garantiscono la privacy degli utenti.