Pubblicità

Il Trauma Psicologico

Il trauma Psicologico può cambiare la vita di chi lo ha subito ma ricordiamo che il cambiamento comportamentale della persona non è un segno di debolezza o indice di una malattia mentale. È l’inizio di un periodo di crescita.

trauma psicologicoIl carattere peculiare dell’uomo è il suo essere sociale, esso è costantemente coinvolto in una serie di esperienze ed interazioni con l’ambiente esterno. Queste interazioni possono, in alcuni casi, provocare dei traumi.

Le reazioni ad una stessa esperienza possono cambiare profondamente da individuo a individuo, e anche nella stessa persona. Infatti, questo, dipende dalla portata emotiva che il soggetto associa (più o meno consciamente) all’esperienza.

Ad esempio, molte persone sperimentano una enorme sofferenza dalla quale non riescono a risollevarsi, mentre altre soffrono meno intensamente e per un periodo di tempo più breve. Ancora, altre sembrano riprendersi rapidamente ma in seguito presentano inaspettati problemi di salute come: difficoltà nella concentrazione, nell’attenzione, ansia o più semplicemente possiamo dire che non riescono più a godersi la vita come facevano prima.

Se, durante la vita di una persona, si verifica un evento accompagnato da un’intensa portata emotiva, che in quel momento il soggetto non è psichicamente in grado di fronteggiare, allora si genera un trauma.

Cos’è un trauma?

Il trauma psicologico è definito come un "danno" che un individuo subisce in seguito a un'esperienza drammatica, che sia un evento singolo, oppure un evento ripetuto o prolungato nel tempo. Viene anche chiamato “evento traumatico”.

La parola greca "trauma" significa "ferita": infatti il trauma segna una lacerazione, una separazione netta tra un "prima" del trauma e un "dopo". Prima dell'evento traumatico la persona percepiva di avere un controllo sulla propria vita, controllo che non sente più di avere dopo che quell'esperienza devastante l'ha colpita.

Affinché si assista alla comparsa di una psicopatologia devono sussistere e concatenarsi molti fattori quali l’evento traumatizzante associato a fattori personali ed esperienziali nella storia pregressa dell'individuo quali fenomeni di abuso e trascuratezza nell'infanzia, problematiche psicologiche pregresse, un lutto, un licenziamento improvviso, etc., oltre a modificazioni significative nella vita sociale.

I traumi tipici possono essere di vario genere, ad esempio, una catastrofe naturale, il bullismo, la violenza sessuale, la violenza domestica, il lutto, la malattia, gli incidenti, la violenza verbale, fisica, o altre violazioni o perdite di sicurezze personali.

Psicologi in evidenza
Dottoressa Giuseppina Grazioso
V.le Papa Giovanni XXIII, 33 - BARI
Cell: 338 7780330
Dottoressa Maria Clara Cortellazzi
Viale S. Kasman, 15 Chiavari - GENOVA
Cell: 391 4947113

Questi vengono a segnare profondamente la persona che lì subisce. Ad esempio, pensiamo a una donna che viene a conoscenza, attraverso una telefonata, che il marito con cui vive da nove anni e con cui ha cresciuto due figli, ha anche un'altra famiglia, o a un uomo che trova la propria fidanzata in atteggiamenti intimi con un altro partner. Sicuramente si apre uno squarcio, una ferita profonda che destabilizza il senso di sicurezza che il soggetto aveva costruito fino a quel momento. In questo caso il trauma viene percepito come un lutto dove non vi è la morte reale di una persona ma quella di una relazione sulla quale molto era stato investito.

Dopo un'esperienza traumatica, una persona può rivivere il trauma mentalmente e fisicamente, per questo si evita il ricordo del trauma, e questo processo è chiamato anche trigger.

I trigger e i sintomi agiscono come promemoria del trauma e possono causare ansia, attacchi di panico e altre emozioni associate. Spesso il soggetto traumatizzato può essere completamente all'oscuro dei trigger.

In molti casi questo può portare una persona che soffre di disturbi traumatici ad impegnarsi in meccanismi di adattamento distruttivo o autodistruttivo, spesso senza essere pienamente consapevole della natura o delle cause delle proprie azioni.

Pubblicità

Gli attacchi di panico sono un esempio di una reazione psicosomatica ai trigger. La persona può non ricordare quello che è realmente accaduto, mentre le emozioni vissute durante il trauma possono essere rivissute senza che ne comprenda il motivo. Nel tempo, si può instaurare un esaurimento emotivo che porta la persona a instaurare sentimenti inappropriati verso se stesso, con diminuzione dell’autostima e depressione.

Spesso, può capitare, che l’individuo utilizzi come meccanismo di difesa la dissociazione; dissociarsi dall'emozione dolorosa significa annullare tutte le emozioni, e quindi si arriva alla desesinsibillazione emotiva, che porta la persona ad apparire emotivamente svuotata, preoccupata, distante, o fredda.

Come uscire dal trauma

Per fronteggiare l'evento traumatico è necessario seguire un sostegno psicologico e laddove subentri una psicopatologia bisogna intervenire con una terapia al fine di elaborare l’accaduto in modo idoneo.

Psicologi in evidenza
Dottoressa Marialuisa Fabbro
Via G. Garibaldi, 18 - VERONA
Cell: 347 4193619
Dottor Marco Zanghì
Via Scite, 3 - MESSINA
Cell: 334 2717738

Un trauma psicologico irrisolto, infatti, costituisce un carico disfunzionale nel cervello, la persona risulta più fragile e vulnerabile rispetto alle difficoltà della vita, infatti, questo stato di fragilità potrebbe far diminuire la resilienza.

Un trauma irrisolto può portare l’individuo ad avere, come accennato in precedenza, comportamenti disfunzionali verso se stessi e con gli altri.

L’individuo deve imparare a raccontarsi, ad ascoltarsi emotivamente, riprendere in mano la propria vita non è semplice, bisogna passare necessariamente dal dolore per superarlo.

Il passato non si può cambiare, ma è possibile fare in modo che il passato non continui ad irrompere nel presente impedendo alla persona di costruirsi un proprio futuro.


Bibliografia

  • Elaborare il trauma. Istituto di Psicologia e Psicoterapia Comportamentale e Cognitiva. Firenze.
  • Elena Dacrema. Esperienze traumatiche: quando un evento sconvolge la nostra vita: Trauma psicologico
  • George A. Bonanno. Perdita Trauma e resilienza umana. Nuove tendenze della Psicologia. Dicembre 2005 (pp. 339-360)
  • Monica Salvadore. Come superare il trauma.


(A cura della dottoressa Angela Chiara Leonino)

 

 

  |   Letto: 22653 volte
Pin it


Potrebbero interessarti anche....

Il Sè sessuale

Il concetto di Sè sessuale fa riferimento alle modalità con cui si pensa a sé stessi come esseri sessuali e si sviluppa sia in risposta alle interpretazioni soggettive delle esperienze sessuali che dai feedack provenienti dal mondo esterno. L'individualità sessuale è defini...

La teoria della separazione

La teoria della separazione integra i sistemi psicoanalitici ed esistenziali del pensiero, mostrando quanto il dolore interpersonale precoce e l'ansia di separazione, e in seguito, l'ansia di morte, portino alla formazione di forti difese psicologiche. “La teoria della separazione è integrativa ...

La psicoterapia di gruppo

La psicoterapia di gruppo è una forma di psicoterapia in cui l'intervento clinico viene effettuato in un setting gruppale, può fare riferimento a vari tipi di orientamenti teorici e consiste solitamente in una terapia verbale (gruppi di parola). Se in un primo momento la psicoterapia di gruppo è nata con ...

La teoria del campo psicoanalitico: i contributi di Sandor Ferenczi

Nel presente articolo si andranno a delineare le tre aree principali in cui il pensiero di Ferenczi è essenziale per qualsiasi teoria del campo psicoanalitica. Sándor Ferenczi era il più brillante discepolo e amico di Sigmund Freud. Quando morì, nel 1933, Freud scrisse nel suo ne...

Copyright © 2018 Psicologi Italiani. Tutti i diritti riservati. Psiconline srl. - P.IVA 01925060699 - web design - web agency -

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Accedendo acconsenti all'utilizzo dei cookies in accordo con la politica e regolamentazione vigente in materia di cookies e privacy. - ULTERIORI INFORMAZIONI

Cookie e relative funzionalità

A seconda dei singoli obiettivi, si utilizzano cookie differenti.
Di seguito viene fornito un elenco dei tipi di cookie più diffusi e degli scopi per cui vengono utilizzati.

Cookie di sessione
I cookie di sessione vengono archiviati temporaneamente nella memoria del computer durante l'esplorazione di un sito, ad esempio, per tenere traccia della lingua scelta. I cookie di sessione rimangono memorizzati nel computer per un breve periodo di tempo. Vengono infatti eliminati non appena l'utente chiude il browser Web.

Cookie permanenti o traccianti
I cookie permanenti salvano un file sul computer per un lungo periodo di tempo. Questo tipo di cookie possiede una data di scadenza. I cookie permanenti consentono ai siti Web di ricordare informazioni e impostazioni alle successive visite degli utenti, rendendo così l'esplorazione più pratica e rapida, poiché, ad esempio, non è più necessario effettuare l'accesso.
Alla data di scadenza, il cookie viene automaticamente eliminato quando si effettua il primo accesso al sito Web che lo ha creato.

Cookie di prime parti
Questi cookie vengono impostati dai siti Web stessi (con dominio uguale a quello indicato nella barra degli indirizzi del browser) e possono essere letti solo da tali siti. Vengono comunemente utilizzati per archiviare informazioni quali le preferenze, da utilizzare alle successive visite al sito.

Cookie di terze parti
Questi cookie vengono impostati da domini diversi da quello indicato nella barra degli indirizzi del browser, ovvero da organizzazioni che non corrispondono ai proprietari dei siti Web.
I cookie utilizzati, ad esempio, per raccogliere informazioni a fini pubblicitari e di personalizzazione dei contenuti, oltre che per elaborare statistiche Web, possono essere "cookie di terze parti".
I cookie di terze parti consentono di ottenere sondaggi più completi delle abitudini di esplorazione degli utenti e si ritiene che siano più sensibili dal punto di vista dell'integrità. Per questo motivo, la maggior parte dei browser Web permette di modificare le impostazioni in modo che tali cookie non vengano accettati.

Di seguito un elenco dei servizi utilizzati sul sito Psicologi Italiani che impostano cookie di terze parti:

Google Analytics (Google)
Google Anayltics è un servizio di analisi web fornito da Google, Inc. ("Google") che utilizza dei "cookie" mediante i quali raccoglie Dati Personali dell'Utente che vengono trasmessi a, e depositati presso i server di Google negli Stati Uniti. Google utilizza queste informazioni allo scopo di tracciare e esaminare il vostro utilizzo del sito web, compilare report sulle attività del sito web per gli operatori del sito web e fornire altri servizi relativi alle attività del sito web e all'utilizzo di Internet. Google non associa l'indirizzo IP dell'utente a nessun altro dato posseduto da Google. L'eventuale rifiuto di utilizzare i cookies, selezionando l'impostazione appropriata sul vostro browser, può impedire di utilizzare tutte le funzionalità di questo sito web.

Social Widgets/Buttons
Servizi che consentono agli utenti di interagire con i social network direttamente all'interno di altri siti web.

Facebook social buttons/widgets (Facebook)
Servizio gestito da Facebook Inc. società che aderisce all'iniziativa Safe Harbor Privacy Policy Framework, garantendo un trattamento dei Dati Personali in linea con gli standard di sicurezza europei. Il servizio consente all'Utente di interagire con il social network tramite questo sito web. Facebook, grazie al click dell'Utente, acquisisce i dati relativi alla visita dello stesso sul Sito. Facebook non condivide alcuna informazione o dato in suo possesso con il Sito o il Titolare del Trattamento. Per maggiori informazioni sull'utilizzo dei Dati Personali da parte di Facebook Inc. si prega di consultare il seguente link: www.facebook.com/privacy/explanation.php

Twitter social buttons/widgets (Twitter)
Servizio gestito da Twitter, società che aderisce all'iniziativa Safe Harbor Privacy Policy Framework, garantendo un trattamento dei Dati Personali in linea con gli standard di sicurezza europei. Il servizio consente all'Utente di interagire con il social network tramite questo sito web. Twitter, grazie al click dell'Utente, acquisisce i dati relativi alla visita dello stesso sul Sito. Twitter non condivide alcuna informazione o dato in suo possesso con il Sito o il Titolare del Trattamento. Per maggiori informazioni sull'utilizzo dei Dati Personali da parte di Twitter si prega di consultare il seguente link: twitter.com/privacy

Gestione dei cookie

Poiché i cookie sono normali file di testo, è possibile accedervi utilizzando la maggior parte degli editor di testo o dei programmi di elaborazione testi. Per aprirli, è sufficiente fare clic su di essi. Di seguito è riportato un elenco di collegamenti che spiegano come visualizzare i cookie all'interno dei vari browser. Se il vostro browser non è presente, fate riferimento alle informazioni sui cookie fornite dal browser stesso. Se utilizzate un telefono cellulare, consultate il relativo manuale per reperire ulteriori informazioni.

Firefox
https://support.mozilla.org/en-US/kb/cookies-information-websites-store-on-your-computer

Chrome
https://support.google.com/chrome/bin/answer.py?hl=en&answer=95647&topic=14666&ctx=topic

Internet Explorer
http://windows.microsoft.com/en-US/internet-explorer/delete-manage-cookies

Safari
http://support.apple.com/kb/PH17191?viewlocale=it_IT

Disattivazione/attivazione o eliminazione dei cookie

I cookie possono essere limitati o bloccati mediante le impostazioni del browser.

Se preferite che i siti Web non memorizzino alcun cookie nel vostro computer, impostate il browser in modo da ricevere una notifica prima dell'archiviazione di ogni cookie. In alternativa, potete impostare il browser in modo che rifiuti tutti i cookie o solo i cookie di terze parti. Potete anche eliminare tutti i cookie già presenti nel sistema. È importante sottolineare che le impostazioni devono essere modificate separatamente in ogni browser e computer utilizzato.

Se impostate il blocco della memorizzazione dei cookie, Psicologi Italiani non può garantire un corretto funzionamento del sito Web. Alcune funzioni del sito potrebbero risultare non disponibili e potrebbe non essere più possibile visualizzare determinati siti Web. Inoltre, il blocco dei cookie non elimina la visualizzazione degli annunci pubblicitari. Semplicemente, questi non saranno più personalizzati in base ai vostri interessi e verranno riproposti con maggiore frequenza.

In ogni browser le impostazioni vengono modificate seguendo una diversa procedura. Se necessario, per definire impostazioni corrette utilizzate la funzione di Guida del browser.

Per disattivare i cookie su un telefono cellulare, consultate il relativo manuale per reperire ulteriori informazioni.

Informazioni più dettagliate relative ai cookie su Internet sono disponibili all'indirizzo http://www.aboutcookies.org/

Altri cookie/cookie imprevisti

Considerando il funzionamento di Internet e dei siti Web, non sempre siamo in grado di controllare i cookie che vengono memorizzati da terze parti attraverso il nostro sito Web. Questo vale soprattutto nei casi in cui la pagina Web contenga i cosiddetti elementi incorporati: testi, documenti, immagini o brevi filmati che sono archiviati altrove, ma vengono visualizzati nel o attraverso il nostro sito Web.
Di conseguenza, qualora nel sito Web venisse rilevato un cookie non imputabile ad uno dei servizi di terze parti elencato, vi preghiamo di comunicarcelo. In alternativa, potete contattare direttamente le terze parti interessate e chiedere informazioni sui cookie che inviano, a quali scopi, qual è la loro durata e come garantiscono la privacy degli utenti.