Pubblicità

L'orgasmo femminile

Tra miti e credenze: dieci semplici verità da sapere sull'orgasmo femminile!

orgasmo femminileIl termine clitoride, dal greco kleitorís -ídos, derivato di kléitōr ‘collina’, designa, da un punto di vista anatomico, l'organo erettile dei genitali esterni femminili, situato nel punto di congiunzione delle piccole labbra.

Il Dottor Anderson, Psicologo presso la James Cook University, è sicuro che molte persone sanno quanto il clitoride sia altamente erogeno, con circa 8.000 terminazioni nervose.

 A tal proposito, Elisabeth Lloyd suggerisce che “il clitoride ha la funzione indispensabile di promuovere l'eccitazione sessuale, inducendo la donna sia a ricercare un rapporto sessuale che a divenire gravida”; ovviamente, è bene precisare, l'orgasmo femminile non è un prerequisito necessario per il concepimento.

Anche se è stato descritto da diverse donne come meglio di “mordere un cheeseburger succoso quando si sta morendo di fame”, e anche meglio di “ritrovare il proprio portafoglio quando lo si era perso”, in realtà, solo il 25% delle è in grado di raggiungere l'orgasmo attraverso la penetrazione.

Qui verranno presentati alcuni aspetti, miti o credenze rispetto all'orgasmo femminile che tutti dovrebbero conoscere.

L'orgasmo femminile aumenta la probabilità di concepimento

La letteratura ha evidenziato che le potenti contrazioni ritmiche della vagina durante l'orgasmo, contribuiscono a mantenere lo sperma e a “ri-succhiarlo” nella cervice, e questo aspetto potrebbe aumentare la probabilità di concepimento.

L'idea alla base di questo aspetto è che l'orgasmo femminile appare come ulteriore meccanismo attraverso il quale le donne possono scegliere con chi combinarsi geneticamente.

Uno studio americano suggerisce che l'orgasmo raggiunto tramite il cunnilingus, ossia il sesso orale praticato sulla donna, potrebbe essere un altro modo per aiutare a trattenere maggiormente lo sperma ai fini del concepimento.

La simmetria è sexy

Un uomo fisicamente simmetrico, rispetto ad uno che non lo è, è più probabile che riesca a far raggiungere l'orgasmo alla donna; questo è associato a quanto detto precedentemente: anche se le donne possono concepire senza raggiungere l'orgasmo, averlo aiuta sicuramente.

La simmetria indica dei buoni geni; uomini e donne il cui aspetto fisico è simmetrico (braccia di lunghezza uguale, occhi identici,etc.) hanno dimostrato di avere anche migliori punteggi di salute mentale, in quanto riescono a tollerare maggiormente gli “stressor” provenienti dall'ambiente.

L'ambienta influenza il nostro sviluppo e spesso anche in modo nocivo e questo, in parte, dipende anche dalla nostra predisposizione genetica.

In aggiunta a questo, è stato condotto uno studio in Cina che ha scoperto come la frequenza femminile dell'orgasmo aumenta quando il partner guadagna di più, ossia quando la donna vede l'uomo molto appetibile.

Psicologi in evidenza
Dottoressa Giulia Poddi
Via Enrico Costa, 18 - CAGLIARI
Cell: 333 9089506
Dottoressa Camilla Pazzagli
Via Gioberti, 23 - FIRENZE
Cell: 331 7339589

Le donne fingono l'orgasmo per “devozione” al proprio partner

Tutti sanno che le donne spesso fingono di raggiungere l'orgasmo; per la maggior parte del tempo, all'interno di una relazione, gli uomini spesso possono anche non accorgersene.

Un recente studio americano suggerisce che la falsificazione dell'orgasmo gemminile può essere una strategia per trattenere con sé il proprio compagno. Lo studio ha sottolineato che le donne che pensano che i loro partner potrebbero restarci male o prendersela per questa cosa, sono più propense a fingere l'orgasmo.

Al fine di restare aggrappate al proprio uomo cercano di accrescere il loro ego, con frasi del tipo “tesoro, sei così bravo a letto...”.

I principali cambiamenti fisiologici si svolgono durante l'orgasmo femminile

Durante l'orgasmo, il profilo ormonlae femminile cambia abbastanza nettamente. Il cambiamento principale riguarda il rilascio di prolattina, ossia un ormone la cui secrezione è ad opera della ghiandola pituitaria ed ha la funzione primaria di favorire la produzione di latte.

Inoltre, l'ossitocina, ossia l'ormone dell amore, viene anche rilasciata quando si raggiungono degli orgasmi attraverso la stimolazione della clitoride.

Questo ormone serve a regolare i dislivelli ormonali causati dallo stress o le mestruazioni ed è importante durante la nascita del bambino; una carenza di esso può infatti determinare stress, obesità e cattivo funzionamento cognitivo. In sintesi, l'ossitocina è un ormone indispensabile.

L'orgasmo allevia il dolore

I benefici dell'orgasmo sono anche fisiologici; si è infatti osservato che l'ossitocina favorisce non solo il relax e una modifica degli stati emotivi, ma la sua produzione favorisce anche un senso di sollievo rispetto al dolore.

Pertanto, se avete mal di testa, ci si potrà sentire meglio raggiungendo un orgasmo!

Le donne possono raggiungere l'orgasmo senza alcuno stimolo diretto

Questo non è un mito; credo che la maggior parte di noi abbia familiarità con il vecchio clichè che “il più potente organo sessuale del corpo è il cervello”.

Vi è sicuramente molta verità nell'affermare che una grande parte del sesso è psicologica; per molti di noi, a prescindere dal genere, qualora non siamo emotivamente ben predisposti, o abbiamo dei pensieri, o ci sentiamo stressati, difficilmente prenderemo l'iniziativa per fare del sesso. L'attività fisica, però, sembrerebbe svolgere un ruolo cruciale nella realizzazione di qualsisasi tipo di orgasmo,perciò è preferibile una vita movimentata, rispetto ad una troppo sedentaria.

Psicologi in evidenza
Synesis Centro di Psicologia Dottoressa Flavia Passoni
Synesis Centro di Psicologia Via Pace, 11 Carnate - MONZA
Cell: 338 1863275
Dottoressa Paola Grasso
Via Monte Senario, 43 - ROMA
Cell.: 338 7897667

Il tempo dell'essenza”

In linea con l'idea che le donne non sempre, o spesso, raggiungono l'orgasmo attraverso il sesso, una recente ricerca condotta in Canada ha rilevato che il sesso (esclusi i preliminari), in media, dura dai tre ai sette minuti (per chi fosse interessato allo studio: “Canadian and American Sex Therapists' Perceptions of Normal and Abnormal Ejaculatory Latencies: How Long Should Intercourse Last?”), ma all'interno di una relazione sia gli uomini che le donne vorrebbero che durasse più a lungo.

Il noto sessuologo Barry McCarthy suggerisce che è piuttosto raro che il rapporto penetrativo, mediamente, vada oltre i 12-13 minuti, e questo è un peccato dal momento che alcune stime indicano che ci vogliono tra i 10 e i 20 minuti per far sì che la donna raggiunga l'orgasmo. Inoltre, molte donne hanno riferito che quando si verifica può durare anche più di 20secondi.

Gli orgasmi migliorano con l'età

Ci sono molte ragioni per voler mantenersi giovani; da un punto di vista medico, un certo numero di cose iniziano a diminuire o a funzionare di meno man mano che gli anni avanzano.

Tuttavia, la frequenza dell'orgasmo non è uno di tali fattori, almeno per le donne. Uno studio condotto negli Stati Uniti ha rilevato che tra le donne, l' età avanzata è stata associata con problemi di lubrificazione, ma la probabilità di un orgasmo in realtà aumenta! Questo potrebbe essere dovuto al fatto che le dimensioni della clitoride aumentano con l'età, pertanto continuare a giocare in camera da letto sicuramente aiuta.

Dall'altra parte, i “ragazzi” invece hanno una maggiore probabilità di soffrire di dolore, disfunzione erettile e una diminuzione della frequenza dell'orgasmo mentre invecchiano.

Gli orgasmi femminili sono variabili

Le donne, come detto precedentemente, non sempre raggiungono l'orgasmo; l'intimità e la vicinanza sono una parte importante del sesso. Anche se in media le donne non raggiungono l'orgasmo frequentemente come gli uomini, le donne possono invece ottenerlo in diversi modi.

Le donne infatti riferiscono di sperimentare un orgasmo anche attraverso la stimolazione dei seni o della bocca e ovviamente della clitoride anche durante il sonno.

Tuttavia, la prova dell'esistenza dell'orgasmo vaginale è ancora discutibile.

Nessuno sa perchè le donne hanno l'orgasmo

Questa affermazione potrebbe sembrare un po' maschilista, ma non vi è una spiegazione accettata scientificamente per l'orgasmo femminile. Rispetto a quella maschile la spiegazione è abbastanza semplice, nel senso che l'eiaculazione è necessaria per la riproduzione ma, come sottolineato precedentemente, il concepimento può verificarsi in assenza dell'orgasmo femminile.

Oltre ad alcune spiegazioni che sono state discusse in precedenza in questo articolo, gli scienziati hanno ipotizzato che potrebbe essere un “sottoprodotto” del maschio, in virtù delle similarità riscontrate sia dal punto di vista genitale, in quanto si assume che la clitoride sia un pene non sviluppato, e sia perchè anche gli uomini presentano i capezzoli come le donne; ovviamente le evidenze derivanti dagli studi sui gemelli è però in contrasto con tale teoria.

Gli psicologi evoluzionisti si sono invece interessati alle dinamiche di adattamento che da questo scaturisce; indubbiamente il nostro modo di funzionare è necessario sia per la sopravvivenza che per la riproduzione.

Pertanto, anche se l'orgasmo femminile sia ancora oggi oggetto di dibattito nella comunità scientifica, il Dottor Andersen sostiene:

sono fiducioso che la stragrande maggioranza delle persone siano incredibilmente grate per l'esistenza di questo evento sismico sconvolgente”.

 

Tratto da Psychology Today

 

(Traduzione e adattamento a cura della Dottoressa Giorgia Lauro)

 

 

 

  |   Letto: 4957 volte
Pin it


Potrebbero interessarti anche....

Il Sè sessuale

Il concetto di Sè sessuale fa riferimento alle modalità con cui si pensa a sé stessi come esseri sessuali e si sviluppa sia in risposta alle interpretazioni soggettive delle esperienze sessuali che dai feedack provenienti dal mondo esterno. L'individualità sessuale è defini...

Il Sé nell'altro: la paranoia

Le sfumature della paranoia: Persecuzione, megalomania ed erotomania. Nancy McWilliams e la concezione psicoanalitica. Una nuova comprensione della paranoia come sindrome psichiatrica è stata acquisita negli ultimi anni, grazie anche al pensiero psicoanalitico contemporaneo. Il manuale diagnostico e ...

Disturbo bipolare: sintomi e opzioni di trattamento

Il disturbo bipolare è un disordine caratterizzato da spostamenti insoliti nell'umore, nell'energia, nei livelli di attività e nella capacità di svolgere compiti quotidiani. I sintomi del disturbo bipolare sono abbastanza gravi; oscillano da livelli bassi ad alti, e la sintomatologia pu&...

La teoria della separazione

La teoria della separazione integra i sistemi psicoanalitici ed esistenziali del pensiero, mostrando quanto il dolore interpersonale precoce e l'ansia di separazione, e in seguito, l'ansia di morte, portino alla formazione di forti difese psicologiche. “La teoria della separazione è integrativa ...

Copyright © 2018 Psicologi Italiani. Tutti i diritti riservati. Psiconline srl. - P.IVA 01925060699 - web design - web agency -

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Accedendo acconsenti all'utilizzo dei cookies in accordo con la politica e regolamentazione vigente in materia di cookies e privacy. - ULTERIORI INFORMAZIONI

Cookie e relative funzionalità

A seconda dei singoli obiettivi, si utilizzano cookie differenti.
Di seguito viene fornito un elenco dei tipi di cookie più diffusi e degli scopi per cui vengono utilizzati.

Cookie di sessione
I cookie di sessione vengono archiviati temporaneamente nella memoria del computer durante l'esplorazione di un sito, ad esempio, per tenere traccia della lingua scelta. I cookie di sessione rimangono memorizzati nel computer per un breve periodo di tempo. Vengono infatti eliminati non appena l'utente chiude il browser Web.

Cookie permanenti o traccianti
I cookie permanenti salvano un file sul computer per un lungo periodo di tempo. Questo tipo di cookie possiede una data di scadenza. I cookie permanenti consentono ai siti Web di ricordare informazioni e impostazioni alle successive visite degli utenti, rendendo così l'esplorazione più pratica e rapida, poiché, ad esempio, non è più necessario effettuare l'accesso.
Alla data di scadenza, il cookie viene automaticamente eliminato quando si effettua il primo accesso al sito Web che lo ha creato.

Cookie di prime parti
Questi cookie vengono impostati dai siti Web stessi (con dominio uguale a quello indicato nella barra degli indirizzi del browser) e possono essere letti solo da tali siti. Vengono comunemente utilizzati per archiviare informazioni quali le preferenze, da utilizzare alle successive visite al sito.

Cookie di terze parti
Questi cookie vengono impostati da domini diversi da quello indicato nella barra degli indirizzi del browser, ovvero da organizzazioni che non corrispondono ai proprietari dei siti Web.
I cookie utilizzati, ad esempio, per raccogliere informazioni a fini pubblicitari e di personalizzazione dei contenuti, oltre che per elaborare statistiche Web, possono essere "cookie di terze parti".
I cookie di terze parti consentono di ottenere sondaggi più completi delle abitudini di esplorazione degli utenti e si ritiene che siano più sensibili dal punto di vista dell'integrità. Per questo motivo, la maggior parte dei browser Web permette di modificare le impostazioni in modo che tali cookie non vengano accettati.

Di seguito un elenco dei servizi utilizzati sul sito Psicologi Italiani che impostano cookie di terze parti:

Google Analytics (Google)
Google Anayltics è un servizio di analisi web fornito da Google, Inc. ("Google") che utilizza dei "cookie" mediante i quali raccoglie Dati Personali dell'Utente che vengono trasmessi a, e depositati presso i server di Google negli Stati Uniti. Google utilizza queste informazioni allo scopo di tracciare e esaminare il vostro utilizzo del sito web, compilare report sulle attività del sito web per gli operatori del sito web e fornire altri servizi relativi alle attività del sito web e all'utilizzo di Internet. Google non associa l'indirizzo IP dell'utente a nessun altro dato posseduto da Google. L'eventuale rifiuto di utilizzare i cookies, selezionando l'impostazione appropriata sul vostro browser, può impedire di utilizzare tutte le funzionalità di questo sito web.

Social Widgets/Buttons
Servizi che consentono agli utenti di interagire con i social network direttamente all'interno di altri siti web.

Facebook social buttons/widgets (Facebook)
Servizio gestito da Facebook Inc. società che aderisce all'iniziativa Safe Harbor Privacy Policy Framework, garantendo un trattamento dei Dati Personali in linea con gli standard di sicurezza europei. Il servizio consente all'Utente di interagire con il social network tramite questo sito web. Facebook, grazie al click dell'Utente, acquisisce i dati relativi alla visita dello stesso sul Sito. Facebook non condivide alcuna informazione o dato in suo possesso con il Sito o il Titolare del Trattamento. Per maggiori informazioni sull'utilizzo dei Dati Personali da parte di Facebook Inc. si prega di consultare il seguente link: www.facebook.com/privacy/explanation.php

Twitter social buttons/widgets (Twitter)
Servizio gestito da Twitter, società che aderisce all'iniziativa Safe Harbor Privacy Policy Framework, garantendo un trattamento dei Dati Personali in linea con gli standard di sicurezza europei. Il servizio consente all'Utente di interagire con il social network tramite questo sito web. Twitter, grazie al click dell'Utente, acquisisce i dati relativi alla visita dello stesso sul Sito. Twitter non condivide alcuna informazione o dato in suo possesso con il Sito o il Titolare del Trattamento. Per maggiori informazioni sull'utilizzo dei Dati Personali da parte di Twitter si prega di consultare il seguente link: twitter.com/privacy

Gestione dei cookie

Poiché i cookie sono normali file di testo, è possibile accedervi utilizzando la maggior parte degli editor di testo o dei programmi di elaborazione testi. Per aprirli, è sufficiente fare clic su di essi. Di seguito è riportato un elenco di collegamenti che spiegano come visualizzare i cookie all'interno dei vari browser. Se il vostro browser non è presente, fate riferimento alle informazioni sui cookie fornite dal browser stesso. Se utilizzate un telefono cellulare, consultate il relativo manuale per reperire ulteriori informazioni.

Firefox
https://support.mozilla.org/en-US/kb/cookies-information-websites-store-on-your-computer

Chrome
https://support.google.com/chrome/bin/answer.py?hl=en&answer=95647&topic=14666&ctx=topic

Internet Explorer
http://windows.microsoft.com/en-US/internet-explorer/delete-manage-cookies

Safari
http://support.apple.com/kb/PH17191?viewlocale=it_IT

Disattivazione/attivazione o eliminazione dei cookie

I cookie possono essere limitati o bloccati mediante le impostazioni del browser.

Se preferite che i siti Web non memorizzino alcun cookie nel vostro computer, impostate il browser in modo da ricevere una notifica prima dell'archiviazione di ogni cookie. In alternativa, potete impostare il browser in modo che rifiuti tutti i cookie o solo i cookie di terze parti. Potete anche eliminare tutti i cookie già presenti nel sistema. È importante sottolineare che le impostazioni devono essere modificate separatamente in ogni browser e computer utilizzato.

Se impostate il blocco della memorizzazione dei cookie, Psicologi Italiani non può garantire un corretto funzionamento del sito Web. Alcune funzioni del sito potrebbero risultare non disponibili e potrebbe non essere più possibile visualizzare determinati siti Web. Inoltre, il blocco dei cookie non elimina la visualizzazione degli annunci pubblicitari. Semplicemente, questi non saranno più personalizzati in base ai vostri interessi e verranno riproposti con maggiore frequenza.

In ogni browser le impostazioni vengono modificate seguendo una diversa procedura. Se necessario, per definire impostazioni corrette utilizzate la funzione di Guida del browser.

Per disattivare i cookie su un telefono cellulare, consultate il relativo manuale per reperire ulteriori informazioni.

Informazioni più dettagliate relative ai cookie su Internet sono disponibili all'indirizzo http://www.aboutcookies.org/

Altri cookie/cookie imprevisti

Considerando il funzionamento di Internet e dei siti Web, non sempre siamo in grado di controllare i cookie che vengono memorizzati da terze parti attraverso il nostro sito Web. Questo vale soprattutto nei casi in cui la pagina Web contenga i cosiddetti elementi incorporati: testi, documenti, immagini o brevi filmati che sono archiviati altrove, ma vengono visualizzati nel o attraverso il nostro sito Web.
Di conseguenza, qualora nel sito Web venisse rilevato un cookie non imputabile ad uno dei servizi di terze parti elencato, vi preghiamo di comunicarcelo. In alternativa, potete contattare direttamente le terze parti interessate e chiedere informazioni sui cookie che inviano, a quali scopi, qual è la loro durata e come garantiscono la privacy degli utenti.