Pubblicità

La ‘Drunkorexia’ è un Disturbo del Comportamento Alimentare o una Dipendenza?

Gli studiosi analizzano gli aspetti principali di questa nuova moda diffusa tra i giovani.


drunkorexiaLa “Drunkorexia”  è una nuovo comportamento, in voga tra i giovani, che consiste nel digiunare o in condotte di eliminazione ripetuti, al fine di compensare la quantità di calorie assunte durante le grandi bevute (binge drinking).

Anche conosciuta come “Comportamento Compensatorio Inappropriato per evitare l’Assunzione di Peso dovuto al consumo di Alcol” (Inappropriate Compensatory Behavior to avoid Weight Gain from consuming Alcohol o ICB-WGA), esso è stato osservato, in primis, in diversi campus universitari.

Un nuovo studio, il primo del suo genere, pubblicato su “Eating Disorder Behaviors”, ha esaminato il collegamento tra ICB-WGA ed altri schemi di comportamento disturbato. I ricercatori erano interessati, inoltre, a verificare se il sesso avesse un ruolo in questa connessione.
“Nessuno studio precedente aveva testato se l’ICB-WGA è correlato più all’abuso di sostanze o ai Disturbi dell’Alimentazione, il che potrebbe avere implicazioni future per la ricerca in questi campi”, ha spiegato il Dr. Tyler K. Hunt, ricercatore principale del progetto.

Il gruppo ha valutato, a tal fine, 579 studenti della Midwestern University. Il 53% dei partecipanti era costituito da donne ed il 47% da uomini.
I partecipanti hanno completato una serie di questionari, ovvero:

-Eating Pathology Symptoms Inventory (EPSI): questo questionario è usato per misurare l’estensione con la quale i partecipanti hanno assunto alcuni comportamenti non appropriati riguardo al cibo, nelle ultime due settimane. Esso contiene affermazioni, quali “Ho saltato due pasti di fila”.   

-Alcohol Use Disorders Identification Test (AUDIT): questa intervista contiene domande che valutano i comportamenti riguardo il bere sregolato. Alcune domande sono, ad esempio: “Quanto spesso, durante l’ultimo anno, hai capito che non eri capace di smettere di bere una volta che avevi iniziato?” e “Tu o qualcun altro è stato ferito a causa del tuo bere?”.   

-ICG-WGA Questionnaire: questo strumento, sviluppato dal gruppo di ricerca, include cinque affermazioni, disegnate per valutare con quale frequenza i partecipanti avessero assunto comportamenti compensatori e di binge-drinking nelle ultime due settimane. Le affermazioni includono: “Ho saltato un pasto per compensare le calorie assunte con l’alcol” e “Ho eseguito degli esercizi fisici energici per compensare le calorie assunte bevendo”. 

I risultati hanno determinato che gli studenti che avevano assunto alcuni comportamenti incontrollati nell’alimentazione avevano probabilità di incorrere anche nell’ICB-WGA. In particolare, le condotte collegate più comuni erano saltare i pasti, un’alimentazione sregolata, l’esercizio eccessivo e quelle di eliminazione.

I risultati mostravano anche un forte collegamento tra l’abuso di alcol e l’ICB-WGA, indicando che questo schema di comportamento condivideva le proprietà di entrambi i disturbi.

In più, gli scienziati hanno trovato risultati simili tra uomini e donne: entrambi i sessi, infatti, avevano probabilità di assumere dei comportamenti sregolati nel mangiare e nel bere. Gli uomini, in particolare, avevano più probabilità di mangiare in modo incontrollato sotto l’effetto dell’alcol, mentre le donne erano più propense a saltare i pasti e ad un esercizio eccessivo.

Secondo gli studiosi, quanto emerso potrebbe avere importanti implicazioni per la ricerca ed il trattamento futuri.
“Questi individui potrebbero avere un rischio alto di sviluppare successivamente sia un Disturbo dell’alimentazione che una Dipendenza”, ha concluso il Dr. Hunt. “C’è bisogno di ulteriori ricerche per identificare gli sviluppi e le conseguenze potenziali dell’ICB-WGA e per sviluppare programmi di prevenzione secondaria volti a ridurre la probabilità che esso sfoci in un Disturbo dell’Alimentazione e nell’abuso di sostanze”.
    
            
    
    

Fonte: PsyPost.org

 

(Traduzione ed adattamento a cura della Dottoressa Alice Fusella)

 

 

  |   Letto: 9765 volte
Pin it


Potrebbero interessarti anche....

Terapia Comportamentale Dialettica nel Disturbo del comportamento alimentare

Sessioni individuali, sessioni di gruppo e coaching come strumenti di regolazione delle emozioni e controllo di comportamenti alimentare distruttivi La Terapia Comportamentale Dialettica (Dialectical Behavioral Therapy, DBT), rappresenta un’efficace combinazione di terapie cognitive e comportamentali, il c...

La comorbidità tra Disturbo bipolare e disturbo del comportamento alimentare

Comorbidità, efficacia terapeutica, terapia farmacologica e psicoterapia in pazienti affetti da Disturbo bipolare e disturbo del comportamento alimentare All’interno del presente articolo verrà presentata una revisione della letteratura in cui sono stati analizzati tutti gli articoli che indagano la como...

Disturbi del comportamento alimentare e disturbo bipolare

I diversi studi presentanti all'interno dell'articolo rivelano una forte comorbidità tra i disturbi del comportamento alimentare e il disturbo bipolare La comorbidità tra il disturbo bipolare e il disturbo del comportamento alimentare non è mai stata approfondita in precedenza; cercare d...

Borderline: modulare l'affetto attraverso il cibo

Cosa hanno in comune il disturbo borderline di personalità e il disturbo del comportamento alimentare? Il cibo, che ruolo svolge in entrambi i disturbi? Il Disturbo borderline di personalità è una delle condizioni più frequentemente diagnosticate in Asse II in individui con distur...

Copyright © 2018 Psicologi Italiani. Tutti i diritti riservati. Psiconline srl. - P.IVA 01925060699 - web design - web agency -

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Accedendo acconsenti all'utilizzo dei cookies in accordo con la politica e regolamentazione vigente in materia di cookies e privacy. - ULTERIORI INFORMAZIONI

Cookie e relative funzionalità

A seconda dei singoli obiettivi, si utilizzano cookie differenti.
Di seguito viene fornito un elenco dei tipi di cookie più diffusi e degli scopi per cui vengono utilizzati.

Cookie di sessione
I cookie di sessione vengono archiviati temporaneamente nella memoria del computer durante l'esplorazione di un sito, ad esempio, per tenere traccia della lingua scelta. I cookie di sessione rimangono memorizzati nel computer per un breve periodo di tempo. Vengono infatti eliminati non appena l'utente chiude il browser Web.

Cookie permanenti o traccianti
I cookie permanenti salvano un file sul computer per un lungo periodo di tempo. Questo tipo di cookie possiede una data di scadenza. I cookie permanenti consentono ai siti Web di ricordare informazioni e impostazioni alle successive visite degli utenti, rendendo così l'esplorazione più pratica e rapida, poiché, ad esempio, non è più necessario effettuare l'accesso.
Alla data di scadenza, il cookie viene automaticamente eliminato quando si effettua il primo accesso al sito Web che lo ha creato.

Cookie di prime parti
Questi cookie vengono impostati dai siti Web stessi (con dominio uguale a quello indicato nella barra degli indirizzi del browser) e possono essere letti solo da tali siti. Vengono comunemente utilizzati per archiviare informazioni quali le preferenze, da utilizzare alle successive visite al sito.

Cookie di terze parti
Questi cookie vengono impostati da domini diversi da quello indicato nella barra degli indirizzi del browser, ovvero da organizzazioni che non corrispondono ai proprietari dei siti Web.
I cookie utilizzati, ad esempio, per raccogliere informazioni a fini pubblicitari e di personalizzazione dei contenuti, oltre che per elaborare statistiche Web, possono essere "cookie di terze parti".
I cookie di terze parti consentono di ottenere sondaggi più completi delle abitudini di esplorazione degli utenti e si ritiene che siano più sensibili dal punto di vista dell'integrità. Per questo motivo, la maggior parte dei browser Web permette di modificare le impostazioni in modo che tali cookie non vengano accettati.

Di seguito un elenco dei servizi utilizzati sul sito Psicologi Italiani che impostano cookie di terze parti:

Google Analytics (Google)
Google Anayltics è un servizio di analisi web fornito da Google, Inc. ("Google") che utilizza dei "cookie" mediante i quali raccoglie Dati Personali dell'Utente che vengono trasmessi a, e depositati presso i server di Google negli Stati Uniti. Google utilizza queste informazioni allo scopo di tracciare e esaminare il vostro utilizzo del sito web, compilare report sulle attività del sito web per gli operatori del sito web e fornire altri servizi relativi alle attività del sito web e all'utilizzo di Internet. Google non associa l'indirizzo IP dell'utente a nessun altro dato posseduto da Google. L'eventuale rifiuto di utilizzare i cookies, selezionando l'impostazione appropriata sul vostro browser, può impedire di utilizzare tutte le funzionalità di questo sito web.

Social Widgets/Buttons
Servizi che consentono agli utenti di interagire con i social network direttamente all'interno di altri siti web.

Facebook social buttons/widgets (Facebook)
Servizio gestito da Facebook Inc. società che aderisce all'iniziativa Safe Harbor Privacy Policy Framework, garantendo un trattamento dei Dati Personali in linea con gli standard di sicurezza europei. Il servizio consente all'Utente di interagire con il social network tramite questo sito web. Facebook, grazie al click dell'Utente, acquisisce i dati relativi alla visita dello stesso sul Sito. Facebook non condivide alcuna informazione o dato in suo possesso con il Sito o il Titolare del Trattamento. Per maggiori informazioni sull'utilizzo dei Dati Personali da parte di Facebook Inc. si prega di consultare il seguente link: www.facebook.com/privacy/explanation.php

Twitter social buttons/widgets (Twitter)
Servizio gestito da Twitter, società che aderisce all'iniziativa Safe Harbor Privacy Policy Framework, garantendo un trattamento dei Dati Personali in linea con gli standard di sicurezza europei. Il servizio consente all'Utente di interagire con il social network tramite questo sito web. Twitter, grazie al click dell'Utente, acquisisce i dati relativi alla visita dello stesso sul Sito. Twitter non condivide alcuna informazione o dato in suo possesso con il Sito o il Titolare del Trattamento. Per maggiori informazioni sull'utilizzo dei Dati Personali da parte di Twitter si prega di consultare il seguente link: twitter.com/privacy

Gestione dei cookie

Poiché i cookie sono normali file di testo, è possibile accedervi utilizzando la maggior parte degli editor di testo o dei programmi di elaborazione testi. Per aprirli, è sufficiente fare clic su di essi. Di seguito è riportato un elenco di collegamenti che spiegano come visualizzare i cookie all'interno dei vari browser. Se il vostro browser non è presente, fate riferimento alle informazioni sui cookie fornite dal browser stesso. Se utilizzate un telefono cellulare, consultate il relativo manuale per reperire ulteriori informazioni.

Firefox
https://support.mozilla.org/en-US/kb/cookies-information-websites-store-on-your-computer

Chrome
https://support.google.com/chrome/bin/answer.py?hl=en&answer=95647&topic=14666&ctx=topic

Internet Explorer
http://windows.microsoft.com/en-US/internet-explorer/delete-manage-cookies

Safari
http://support.apple.com/kb/PH17191?viewlocale=it_IT

Disattivazione/attivazione o eliminazione dei cookie

I cookie possono essere limitati o bloccati mediante le impostazioni del browser.

Se preferite che i siti Web non memorizzino alcun cookie nel vostro computer, impostate il browser in modo da ricevere una notifica prima dell'archiviazione di ogni cookie. In alternativa, potete impostare il browser in modo che rifiuti tutti i cookie o solo i cookie di terze parti. Potete anche eliminare tutti i cookie già presenti nel sistema. È importante sottolineare che le impostazioni devono essere modificate separatamente in ogni browser e computer utilizzato.

Se impostate il blocco della memorizzazione dei cookie, Psicologi Italiani non può garantire un corretto funzionamento del sito Web. Alcune funzioni del sito potrebbero risultare non disponibili e potrebbe non essere più possibile visualizzare determinati siti Web. Inoltre, il blocco dei cookie non elimina la visualizzazione degli annunci pubblicitari. Semplicemente, questi non saranno più personalizzati in base ai vostri interessi e verranno riproposti con maggiore frequenza.

In ogni browser le impostazioni vengono modificate seguendo una diversa procedura. Se necessario, per definire impostazioni corrette utilizzate la funzione di Guida del browser.

Per disattivare i cookie su un telefono cellulare, consultate il relativo manuale per reperire ulteriori informazioni.

Informazioni più dettagliate relative ai cookie su Internet sono disponibili all'indirizzo http://www.aboutcookies.org/

Altri cookie/cookie imprevisti

Considerando il funzionamento di Internet e dei siti Web, non sempre siamo in grado di controllare i cookie che vengono memorizzati da terze parti attraverso il nostro sito Web. Questo vale soprattutto nei casi in cui la pagina Web contenga i cosiddetti elementi incorporati: testi, documenti, immagini o brevi filmati che sono archiviati altrove, ma vengono visualizzati nel o attraverso il nostro sito Web.
Di conseguenza, qualora nel sito Web venisse rilevato un cookie non imputabile ad uno dei servizi di terze parti elencato, vi preghiamo di comunicarcelo. In alternativa, potete contattare direttamente le terze parti interessate e chiedere informazioni sui cookie che inviano, a quali scopi, qual è la loro durata e come garantiscono la privacy degli utenti.