Pubblicità

Il maschile ed il femminile della seduzione

Articolo a cura del Prof. Luigi Di Giuseppe

seduzione3Parlare della seduzione all'interno di un servizio dedicato alla coppia presuppone di avere la capacità ed il desiderio necessario a discutere di una delle tematiche più abbondantemente affrontate sui media e nelle discussioni fra persone degli ultimi anni.

Biologicamente la seduzione può essere considerata come il rito messo in atto per preparare l'accoppiamento. Maschio e femmina si incontrano e l'uno deve cercare di essere interessante per l'altro con l'unica finalità di procreare e proseguire quindi "la specie".

Biologicamente il meccanismo serve ad evidenziare le proprie caratteristiche genetiche superiori a quelle altrui e quindi ad assicurarsi una scelta che premi la propria "stirpe" e la renda feconda e onnipresente. Sedurre la femmina, per il maschio, equivale ad offrire il meglio di quanto in quel momento sembra essere disponibile e similmente, per la femmina, sedurre il maschio significa garantire alla propria discendenza il meglio.

Questo meccanismo evolutivo, fonte di continua selezione naturale, nell'uomo si è modificato ed ha prodotto risultati che, oggi, non sono più comparabili e/o compatibili con un puro e semplice discorso di evoluzione della specie.

Il maschile ed il femminile (che hanno preso il posto del maschio e della femmina) sono due categorie specifiche che si incontrano e si scontrano indipendentemente dalla necessità di procreare e di proseguire la specie.

In questo incontro la seduzione gioca un ruolo di primo piano ed è perciò importante capirla nelle sue diverse sfaccettature e nelle sue profonde differenze.

Maschio e femmina, infatti, seducono e sono sedotti in modo diverso.

La donna privilegia il tempo, l'uomo propende per l'azione. La donna si muove nell'attesa, l'uomo agisce direttamente.

Sembrano cose banali e già dette ma è importante capirle per poter poi comprendere meglio i nostri e gli altrui comportamenti e le conseguenti reazioni.

Cerchiamo insieme di comprendere come ciò avvenga e, possibilmente, perchè.

seduzione2Quando si sentono parlare le donne della seduzione (ad esempio in psicoterapia) i toni sono generalmente sfumati, poco diretti e solitamente orientati verso connotati emotivi e mentali prima che erotici.

Il silenzio, l'attesa ed il sottile piacere ad essa collegato sembrano essere il filo conduttore di un comportamento che spesso viene vissuto come decisamente "interiore", fonte di gratificazioni intense e decisamente personali, individuali.

"Conoscerlo, ascoltarlo, lasciarlo entrare nella mia testa è stato tutt'uno - mi confessava Paola in seduta - e da allora non ho potuto non cercare di coinvolgerlo e di stare insieme a lui." L'immaginario gioca un ruolo potente nella seduzione femminile e coinvolge intensamente la donna attraverso fantasie e simbolismi.

Il tempo, l'attesa, l'ascolto sono tutte realtà interne, personali, intime e sembrano ben descrivere l'approccio femminile alla seduzione, sia in veste attiva che passiva.

Al contrario, l'uomo sembra privilegiare l'agito, il fare, il dire.

Nella donna la ciclicità, legata anche a fattori squisitamente biologici, sembra condurre e ricondurre le cose all'interno di un meccanismo immutabile ed identico a sè. Nell'uomo il ritmo sembra invece giocare una parte preponderante nel gioco seduttivo.

Così come nell'atto sessuale i tempi divergono drammaticamente e l'una raggiunge lentamente l'apice del piacere attraverso una "curva di crescita" lenta e progressiva e l'altro invece attraverso uno "spunto" immediato e cogente, nella seduzione il processo si ripete tal quale.

seduzione1L'uomo è immediato ed esterno. Cerca di "penetrare" nello spazio femminile nel minor tempo possibile cercando di coglierne subito le sfumature e le profondità. Cercando subito, con la partner, una complicità immediata.

"Non potevo aspettare che si accorgesse di me, dovevo subito parlarle e conoscerla. Subito stabilire con lei un rapporto concreto e capire le sue intenzioni nei miei confronti" raccontava Gianni in seduta parlando del primo incontro con la sua compagna. "Mi sono deciso e le ho detto quello che pensavo ma ... sono rimasto deluso. Lei sembrava ascoltarmi attentamente ma, contemporaneamente, mi dava l'impressione di non essere interessata. Poi, dopo mesi, mi ha confessato che in quel momento la sua attenzione verso di me era altissima ma voleva prima ascoltare, capire, comprendere ciò che le offrivo piuttosto che agirlo immediatamente, come io le chiedevo - prosegue Gianni - questo all'inizio mi deluse molto".

Gianni chiarisce in poche parole la profonda differenza fra agire maschile e femminile nella seduzione. L'interno e l'esterno, il vissuto e l'agito, il silenzio e la parola, la ciclicità e il ritmo.

Non comprendere queste semplici ma fondamentali differenze rende l'incontro complesso e conflittuale, improduttivo e frustrante.

Maschio e femmina hanno come comportamento naturale la seduzione ma è solo vivendone le differenze intrinseche che potranno goderne pienamente ed ottenerne il massimo.

 

(Prof. Luigi Di Giuseppe - Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo)

 

 

 

  |   Letto: 2722 volte
Pin it


Potrebbero interessarti anche....

Copyright © 2018 Psicologi Italiani. Tutti i diritti riservati. Psiconline srl. - P.IVA 01925060699 - web design - web agency -

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Accedendo acconsenti all'utilizzo dei cookies in accordo con la politica e regolamentazione vigente in materia di cookies e privacy. - ULTERIORI INFORMAZIONI

Cookie e relative funzionalità

A seconda dei singoli obiettivi, si utilizzano cookie differenti.
Di seguito viene fornito un elenco dei tipi di cookie più diffusi e degli scopi per cui vengono utilizzati.

Cookie di sessione
I cookie di sessione vengono archiviati temporaneamente nella memoria del computer durante l'esplorazione di un sito, ad esempio, per tenere traccia della lingua scelta. I cookie di sessione rimangono memorizzati nel computer per un breve periodo di tempo. Vengono infatti eliminati non appena l'utente chiude il browser Web.

Cookie permanenti o traccianti
I cookie permanenti salvano un file sul computer per un lungo periodo di tempo. Questo tipo di cookie possiede una data di scadenza. I cookie permanenti consentono ai siti Web di ricordare informazioni e impostazioni alle successive visite degli utenti, rendendo così l'esplorazione più pratica e rapida, poiché, ad esempio, non è più necessario effettuare l'accesso.
Alla data di scadenza, il cookie viene automaticamente eliminato quando si effettua il primo accesso al sito Web che lo ha creato.

Cookie di prime parti
Questi cookie vengono impostati dai siti Web stessi (con dominio uguale a quello indicato nella barra degli indirizzi del browser) e possono essere letti solo da tali siti. Vengono comunemente utilizzati per archiviare informazioni quali le preferenze, da utilizzare alle successive visite al sito.

Cookie di terze parti
Questi cookie vengono impostati da domini diversi da quello indicato nella barra degli indirizzi del browser, ovvero da organizzazioni che non corrispondono ai proprietari dei siti Web.
I cookie utilizzati, ad esempio, per raccogliere informazioni a fini pubblicitari e di personalizzazione dei contenuti, oltre che per elaborare statistiche Web, possono essere "cookie di terze parti".
I cookie di terze parti consentono di ottenere sondaggi più completi delle abitudini di esplorazione degli utenti e si ritiene che siano più sensibili dal punto di vista dell'integrità. Per questo motivo, la maggior parte dei browser Web permette di modificare le impostazioni in modo che tali cookie non vengano accettati.

Di seguito un elenco dei servizi utilizzati sul sito Psicologi Italiani che impostano cookie di terze parti:

Google Analytics (Google)
Google Anayltics è un servizio di analisi web fornito da Google, Inc. ("Google") che utilizza dei "cookie" mediante i quali raccoglie Dati Personali dell'Utente che vengono trasmessi a, e depositati presso i server di Google negli Stati Uniti. Google utilizza queste informazioni allo scopo di tracciare e esaminare il vostro utilizzo del sito web, compilare report sulle attività del sito web per gli operatori del sito web e fornire altri servizi relativi alle attività del sito web e all'utilizzo di Internet. Google non associa l'indirizzo IP dell'utente a nessun altro dato posseduto da Google. L'eventuale rifiuto di utilizzare i cookies, selezionando l'impostazione appropriata sul vostro browser, può impedire di utilizzare tutte le funzionalità di questo sito web.

Social Widgets/Buttons
Servizi che consentono agli utenti di interagire con i social network direttamente all'interno di altri siti web.

Facebook social buttons/widgets (Facebook)
Servizio gestito da Facebook Inc. società che aderisce all'iniziativa Safe Harbor Privacy Policy Framework, garantendo un trattamento dei Dati Personali in linea con gli standard di sicurezza europei. Il servizio consente all'Utente di interagire con il social network tramite questo sito web. Facebook, grazie al click dell'Utente, acquisisce i dati relativi alla visita dello stesso sul Sito. Facebook non condivide alcuna informazione o dato in suo possesso con il Sito o il Titolare del Trattamento. Per maggiori informazioni sull'utilizzo dei Dati Personali da parte di Facebook Inc. si prega di consultare il seguente link: www.facebook.com/privacy/explanation.php

Twitter social buttons/widgets (Twitter)
Servizio gestito da Twitter, società che aderisce all'iniziativa Safe Harbor Privacy Policy Framework, garantendo un trattamento dei Dati Personali in linea con gli standard di sicurezza europei. Il servizio consente all'Utente di interagire con il social network tramite questo sito web. Twitter, grazie al click dell'Utente, acquisisce i dati relativi alla visita dello stesso sul Sito. Twitter non condivide alcuna informazione o dato in suo possesso con il Sito o il Titolare del Trattamento. Per maggiori informazioni sull'utilizzo dei Dati Personali da parte di Twitter si prega di consultare il seguente link: twitter.com/privacy

Gestione dei cookie

Poiché i cookie sono normali file di testo, è possibile accedervi utilizzando la maggior parte degli editor di testo o dei programmi di elaborazione testi. Per aprirli, è sufficiente fare clic su di essi. Di seguito è riportato un elenco di collegamenti che spiegano come visualizzare i cookie all'interno dei vari browser. Se il vostro browser non è presente, fate riferimento alle informazioni sui cookie fornite dal browser stesso. Se utilizzate un telefono cellulare, consultate il relativo manuale per reperire ulteriori informazioni.

Firefox
https://support.mozilla.org/en-US/kb/cookies-information-websites-store-on-your-computer

Chrome
https://support.google.com/chrome/bin/answer.py?hl=en&answer=95647&topic=14666&ctx=topic

Internet Explorer
http://windows.microsoft.com/en-US/internet-explorer/delete-manage-cookies

Safari
http://support.apple.com/kb/PH17191?viewlocale=it_IT

Disattivazione/attivazione o eliminazione dei cookie

I cookie possono essere limitati o bloccati mediante le impostazioni del browser.

Se preferite che i siti Web non memorizzino alcun cookie nel vostro computer, impostate il browser in modo da ricevere una notifica prima dell'archiviazione di ogni cookie. In alternativa, potete impostare il browser in modo che rifiuti tutti i cookie o solo i cookie di terze parti. Potete anche eliminare tutti i cookie già presenti nel sistema. È importante sottolineare che le impostazioni devono essere modificate separatamente in ogni browser e computer utilizzato.

Se impostate il blocco della memorizzazione dei cookie, Psicologi Italiani non può garantire un corretto funzionamento del sito Web. Alcune funzioni del sito potrebbero risultare non disponibili e potrebbe non essere più possibile visualizzare determinati siti Web. Inoltre, il blocco dei cookie non elimina la visualizzazione degli annunci pubblicitari. Semplicemente, questi non saranno più personalizzati in base ai vostri interessi e verranno riproposti con maggiore frequenza.

In ogni browser le impostazioni vengono modificate seguendo una diversa procedura. Se necessario, per definire impostazioni corrette utilizzate la funzione di Guida del browser.

Per disattivare i cookie su un telefono cellulare, consultate il relativo manuale per reperire ulteriori informazioni.

Informazioni più dettagliate relative ai cookie su Internet sono disponibili all'indirizzo http://www.aboutcookies.org/

Altri cookie/cookie imprevisti

Considerando il funzionamento di Internet e dei siti Web, non sempre siamo in grado di controllare i cookie che vengono memorizzati da terze parti attraverso il nostro sito Web. Questo vale soprattutto nei casi in cui la pagina Web contenga i cosiddetti elementi incorporati: testi, documenti, immagini o brevi filmati che sono archiviati altrove, ma vengono visualizzati nel o attraverso il nostro sito Web.
Di conseguenza, qualora nel sito Web venisse rilevato un cookie non imputabile ad uno dei servizi di terze parti elencato, vi preghiamo di comunicarcelo. In alternativa, potete contattare direttamente le terze parti interessate e chiedere informazioni sui cookie che inviano, a quali scopi, qual è la loro durata e come garantiscono la privacy degli utenti.