Pubblicità

La vergogna del narcisista

La vergogna che prova il narcisista porta ad un divisione del Sè: quando il sé svalutato si trova nella posizione inferiore, la vergogna si manifesta idealizzando gli altri. Quando l'individuo si trova nella posizione superiore, difendendosi dalla vergogna, il sé grandioso si allinea con il critico interiore e svaluta gli altri attraverso la proiezione.

la vergogna del narcisistaNonostante abbia una personalità apparentemente forte, i narcisisti mancano di un Io fondamentale.

La loro immagine di sé, il pensiero ed il comportamento sono orientati verso l'altro per stabilizzare e convalidare la loro autostima ed il loro sé fragile e frammentato.

Gli dei hanno connotato Narciso ad una vita senza amore umano. Si innamorò del proprio riflesso nello specchio dell'acqua e morì in questa ricerca affannosa di sé stesso.

Come Narciso, i narcisisti si “amano” solo come riflessi negli occhi degli altri. È un comune malinteso quello di pensare che amano sé stessi.

La loro eccessiva auto-adulazione, perfezionismo e arroganza sono solo coperture per il disprezzo di sé che non ammettono.

Hanno troppa paura di guardarsi, perchè credono che la verità sarebbe devastante; emotivamente potrebbero essere morti dentro e affamati di essere riempiti e convalidati da altri. Purtroppo, non sono in grado di apprezzare l'amore che ottengono e alienano coloro che decidono di donarglielo.

È difficile entrare in empatia con i narcisisti, ma non hanno scelto loro di essere così. Il loro sviluppo naturale è stato arrestato, spesso a causa di una cattiva e fallimentare relazione di accudimento.

Alcuni credono che la causa risieda nell'estrema vicinanza con una madre indulgente; altri lo attribuiscono alla durezza o alla criticità dei genitori.

Sebbene siano necessarie ulteriori ricerche, studi su gemelli hanno rivelato una correlazione del 64% di comportamenti narcisistici, suggerendo così una componente genetica.

Psicologi in evidenza
Dottoressa Claudia Rampi
Viale Alessandro Volta, 89 - NOVARA
Cell: 349 3624879
Dottoressa Irene Giangreco Marotta
Via Paolessi, 1 - RIETI
Cell: 347 1332633

Lo psicoanalista Heinz Kohut osservò che i suoi clienti narcisistici soffrivano di profonda alienazione, vuoto, impotenza e mancanza di significato.

Sotto una facciata narcisistica, mancavano le strutture interne sufficienti per mantenere coesione, stabilità ed un'immagine positiva di sé atta a fornire un'identità stabile.

I narcisisti sono incerti sui confini tra loro e gli altri e vacillano tra stati dissociati di auto-inflazione e inferiorità.

Il sé, diviso per la vergogna, è costituito dal sé grandioso che agisce in modo superiore e dal sé inferiore che è perennemente svalutato.

Quando il sé svalutato si trova nella posizione inferiore, la vergogna si manifesta idealizzando gli altri. Quando l'individuo si trova nella posizione superiore, difendendosi dalla vergogna, il sé grandioso si allinea con il critico interiore e svaluta gli altri attraverso la proiezione.

Sia questa svalutazione che l'idealizzazione sono commisurate alla gravità della vergogna e della depressione associata.

Sebbene la maggior parte delle persone fluttui in queste posizioni, i narcisisti esibizionisti e intimidatori sono più o meno statici nelle loro rispettive posizioni superiori ed inferiori, indipendentemente dalla realtà, rendendoli patologici.

Arroganza e disprezzo, invidia, ritiro, negazione e repressione (inconscia), aggressività e rabbia, proiezione (incolpare o accusare altri dei propri difetti e azioni), autocommiserazione, ed evitamento (ad esempio, comportamenti di dipendenza) sono le difese comuni che scaturiscono dal profondo senso di vergogna provata dal narcisista.

I narcisisti si difendono da tali sentimenti e dalla frammentazione sentendosi speciali attraverso l'idealizzazione o l'identificazione con persone speciali o importanti.

Avere una relazione con un narcisista

A casa, i narcisisti sono totalmente diversi dal loro personaggio pubblico. Possono privatamente denigrare il partner. Dopo una storia d'amore iniziale, si aspettano di essere lodati e apprezzati continuamente.

Pubblicità

Da qui scaturiscono richieste e critiche specifiche al fine di gestire il loro ambiente interno e proteggersi contro la loro alta sensibilità all'umiliazione e alla vergogna. Le relazioni ruotano attorno a loro e sperimentano i loro compagni come estensioni di sé stessi.

Molti narcisisti sono inoltre perfezionisti. Nulla di ciò che fanno gli altri è giusto o apprezzato. I loro partner sono tenuti a soddisfare le loro infinite esigenze - per ammirazione, servizio, amore o acquisti – e vengono criticati quando non lo fanno.

Anche se il partner attraversa un momento difficile è irrilevante. I narcisisti non amano sentirsi dire “no” e spesso si aspettano che gli altri intuiscano i loro bisogni senza doverli chiedere.

Manipolano per ottenere ciò che vogliono e puniscono o fanno sentire gli altri colpevoli per averli rifiutati.

Cercare di compiacere il narcisista non serve a molto, perchè si traduce nel tentativo metaforico di riempire un pozzo senza fondo. Riescono sempre a trovare qualcosa da ridire sugli sforzi del partner.

Se sono momentaneamente contenti, improvvisamente si porranno in modo denigratorio chiedendo al partner di fare e dare sempre di più.

La privazione di un vero supporto e accudimento infantile, così come la mancanza di confini, rendono i narcisisti dipendenti dagli altri per alimentare il loro insaziabile bisogno di convalida.

I partner spesso dubitano della sincerità del narcisista e si chiedono se sia davvero manipolazione, finzione o una personalità costruita ad hoc.

Psicologi in evidenza
Dottoressa Beatrice Bonechi
Via Aretina, 251/A - FIRENZE
Cell.: 338 2496662
Dottoressa Daniela Benedetto
Via del Vascello, 34 - ROMA
Cell: +39 339 6306112

Si sentono tesi e prosciugati da imprevedibili scoppi d'ira, attacchi, false accuse, critiche e indignazione ingiustificata rispetto a discorsi banali o immaginari. Questi partner mancano anche dei confini e assorbono tutto ciò che viene detto su di loro come verità.

Attraverso inutili tentativi di ottenere l'approvazione e rimanere in contatto, sacrificano i loro bisogni e camminano sui gusci delle uova, timorosi di dare dispiacere al narcisista. Rischiano ogni giorno la colpa e la punizione, un ritiro dell'amore o una rottura della relazione.

I partner devono quindi adattarsi al mondo freddo del narcisista e abituarsi a vivere in uno stato costante di abbandono emotivo. Presto iniziano a dubitare di sé stessi perdendo fiducia e autostima.

Tuttavia, molti partner restano, perchè periodicamente il fascino, l'eccitazione ed i gesti amorevoli che li hanno incantati ritornano, specialmente quando il narcisista si sente minacciato da una rottura imminente.

Avvicinarsi emotivamente significa comunque rinunciare al potere e al controllo; il pensiero di dipendere da qualcuno è per loro aberrante.

Questo infatti, non solo limita le loro opzioni e li fa sentire deboli, ma li espone anche al rifiuto e ai sentimenti di vergogna.

 

A cura della Dottoressa Giorgia Lauro

  |   Letto: 7776 volte
Pin it


Potrebbero interessarti anche....

Il Sè sessuale

Il concetto di Sè sessuale fa riferimento alle modalità con cui si pensa a sé stessi come esseri sessuali e si sviluppa sia in risposta alle interpretazioni soggettive delle esperienze sessuali che dai feedack provenienti dal mondo esterno. L'individualità sessuale è defini...

Il Sé nell'altro: la paranoia

Le sfumature della paranoia: Persecuzione, megalomania ed erotomania. Nancy McWilliams e la concezione psicoanalitica. Una nuova comprensione della paranoia come sindrome psichiatrica è stata acquisita negli ultimi anni, grazie anche al pensiero psicoanalitico contemporaneo. Il manuale diagnostico e ...

Disturbo bipolare: sintomi e opzioni di trattamento

Il disturbo bipolare è un disordine caratterizzato da spostamenti insoliti nell'umore, nell'energia, nei livelli di attività e nella capacità di svolgere compiti quotidiani. I sintomi del disturbo bipolare sono abbastanza gravi; oscillano da livelli bassi ad alti, e la sintomatologia pu&...

La teoria della separazione

La teoria della separazione integra i sistemi psicoanalitici ed esistenziali del pensiero, mostrando quanto il dolore interpersonale precoce e l'ansia di separazione, e in seguito, l'ansia di morte, portino alla formazione di forti difese psicologiche. “La teoria della separazione è integrativa ...

Copyright © 2018 Psicologi Italiani. Tutti i diritti riservati. Psiconline srl. - P.IVA 01925060699 - web design - web agency -

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Accedendo acconsenti all'utilizzo dei cookies in accordo con la politica e regolamentazione vigente in materia di cookies e privacy. - ULTERIORI INFORMAZIONI

Cookie e relative funzionalità

A seconda dei singoli obiettivi, si utilizzano cookie differenti.
Di seguito viene fornito un elenco dei tipi di cookie più diffusi e degli scopi per cui vengono utilizzati.

Cookie di sessione
I cookie di sessione vengono archiviati temporaneamente nella memoria del computer durante l'esplorazione di un sito, ad esempio, per tenere traccia della lingua scelta. I cookie di sessione rimangono memorizzati nel computer per un breve periodo di tempo. Vengono infatti eliminati non appena l'utente chiude il browser Web.

Cookie permanenti o traccianti
I cookie permanenti salvano un file sul computer per un lungo periodo di tempo. Questo tipo di cookie possiede una data di scadenza. I cookie permanenti consentono ai siti Web di ricordare informazioni e impostazioni alle successive visite degli utenti, rendendo così l'esplorazione più pratica e rapida, poiché, ad esempio, non è più necessario effettuare l'accesso.
Alla data di scadenza, il cookie viene automaticamente eliminato quando si effettua il primo accesso al sito Web che lo ha creato.

Cookie di prime parti
Questi cookie vengono impostati dai siti Web stessi (con dominio uguale a quello indicato nella barra degli indirizzi del browser) e possono essere letti solo da tali siti. Vengono comunemente utilizzati per archiviare informazioni quali le preferenze, da utilizzare alle successive visite al sito.

Cookie di terze parti
Questi cookie vengono impostati da domini diversi da quello indicato nella barra degli indirizzi del browser, ovvero da organizzazioni che non corrispondono ai proprietari dei siti Web.
I cookie utilizzati, ad esempio, per raccogliere informazioni a fini pubblicitari e di personalizzazione dei contenuti, oltre che per elaborare statistiche Web, possono essere "cookie di terze parti".
I cookie di terze parti consentono di ottenere sondaggi più completi delle abitudini di esplorazione degli utenti e si ritiene che siano più sensibili dal punto di vista dell'integrità. Per questo motivo, la maggior parte dei browser Web permette di modificare le impostazioni in modo che tali cookie non vengano accettati.

Di seguito un elenco dei servizi utilizzati sul sito Psicologi Italiani che impostano cookie di terze parti:

Google Analytics (Google)
Google Anayltics è un servizio di analisi web fornito da Google, Inc. ("Google") che utilizza dei "cookie" mediante i quali raccoglie Dati Personali dell'Utente che vengono trasmessi a, e depositati presso i server di Google negli Stati Uniti. Google utilizza queste informazioni allo scopo di tracciare e esaminare il vostro utilizzo del sito web, compilare report sulle attività del sito web per gli operatori del sito web e fornire altri servizi relativi alle attività del sito web e all'utilizzo di Internet. Google non associa l'indirizzo IP dell'utente a nessun altro dato posseduto da Google. L'eventuale rifiuto di utilizzare i cookies, selezionando l'impostazione appropriata sul vostro browser, può impedire di utilizzare tutte le funzionalità di questo sito web.

Social Widgets/Buttons
Servizi che consentono agli utenti di interagire con i social network direttamente all'interno di altri siti web.

Facebook social buttons/widgets (Facebook)
Servizio gestito da Facebook Inc. società che aderisce all'iniziativa Safe Harbor Privacy Policy Framework, garantendo un trattamento dei Dati Personali in linea con gli standard di sicurezza europei. Il servizio consente all'Utente di interagire con il social network tramite questo sito web. Facebook, grazie al click dell'Utente, acquisisce i dati relativi alla visita dello stesso sul Sito. Facebook non condivide alcuna informazione o dato in suo possesso con il Sito o il Titolare del Trattamento. Per maggiori informazioni sull'utilizzo dei Dati Personali da parte di Facebook Inc. si prega di consultare il seguente link: www.facebook.com/privacy/explanation.php

Twitter social buttons/widgets (Twitter)
Servizio gestito da Twitter, società che aderisce all'iniziativa Safe Harbor Privacy Policy Framework, garantendo un trattamento dei Dati Personali in linea con gli standard di sicurezza europei. Il servizio consente all'Utente di interagire con il social network tramite questo sito web. Twitter, grazie al click dell'Utente, acquisisce i dati relativi alla visita dello stesso sul Sito. Twitter non condivide alcuna informazione o dato in suo possesso con il Sito o il Titolare del Trattamento. Per maggiori informazioni sull'utilizzo dei Dati Personali da parte di Twitter si prega di consultare il seguente link: twitter.com/privacy

Gestione dei cookie

Poiché i cookie sono normali file di testo, è possibile accedervi utilizzando la maggior parte degli editor di testo o dei programmi di elaborazione testi. Per aprirli, è sufficiente fare clic su di essi. Di seguito è riportato un elenco di collegamenti che spiegano come visualizzare i cookie all'interno dei vari browser. Se il vostro browser non è presente, fate riferimento alle informazioni sui cookie fornite dal browser stesso. Se utilizzate un telefono cellulare, consultate il relativo manuale per reperire ulteriori informazioni.

Firefox
https://support.mozilla.org/en-US/kb/cookies-information-websites-store-on-your-computer

Chrome
https://support.google.com/chrome/bin/answer.py?hl=en&answer=95647&topic=14666&ctx=topic

Internet Explorer
http://windows.microsoft.com/en-US/internet-explorer/delete-manage-cookies

Safari
http://support.apple.com/kb/PH17191?viewlocale=it_IT

Disattivazione/attivazione o eliminazione dei cookie

I cookie possono essere limitati o bloccati mediante le impostazioni del browser.

Se preferite che i siti Web non memorizzino alcun cookie nel vostro computer, impostate il browser in modo da ricevere una notifica prima dell'archiviazione di ogni cookie. In alternativa, potete impostare il browser in modo che rifiuti tutti i cookie o solo i cookie di terze parti. Potete anche eliminare tutti i cookie già presenti nel sistema. È importante sottolineare che le impostazioni devono essere modificate separatamente in ogni browser e computer utilizzato.

Se impostate il blocco della memorizzazione dei cookie, Psicologi Italiani non può garantire un corretto funzionamento del sito Web. Alcune funzioni del sito potrebbero risultare non disponibili e potrebbe non essere più possibile visualizzare determinati siti Web. Inoltre, il blocco dei cookie non elimina la visualizzazione degli annunci pubblicitari. Semplicemente, questi non saranno più personalizzati in base ai vostri interessi e verranno riproposti con maggiore frequenza.

In ogni browser le impostazioni vengono modificate seguendo una diversa procedura. Se necessario, per definire impostazioni corrette utilizzate la funzione di Guida del browser.

Per disattivare i cookie su un telefono cellulare, consultate il relativo manuale per reperire ulteriori informazioni.

Informazioni più dettagliate relative ai cookie su Internet sono disponibili all'indirizzo http://www.aboutcookies.org/

Altri cookie/cookie imprevisti

Considerando il funzionamento di Internet e dei siti Web, non sempre siamo in grado di controllare i cookie che vengono memorizzati da terze parti attraverso il nostro sito Web. Questo vale soprattutto nei casi in cui la pagina Web contenga i cosiddetti elementi incorporati: testi, documenti, immagini o brevi filmati che sono archiviati altrove, ma vengono visualizzati nel o attraverso il nostro sito Web.
Di conseguenza, qualora nel sito Web venisse rilevato un cookie non imputabile ad uno dei servizi di terze parti elencato, vi preghiamo di comunicarcelo. In alternativa, potete contattare direttamente le terze parti interessate e chiedere informazioni sui cookie che inviano, a quali scopi, qual è la loro durata e come garantiscono la privacy degli utenti.