Pubblicità

Odiare le donne: la misoginia

Una persona che si sente giustificata nell'abusare, sminuire, attaccare, discriminare o violare una donna semplicemente perchè è donna è un classico esempio di misoginia.

odiare le donne la misoginiaLa misoginia si riferisce ad un vero e proprio odio per le donne, ed in genere è espressa come discriminazione sessuale o oggettivazione verso persone di sesso femminile indipendentemente dall'età.

Poiché il comportamento e gli atteggiamenti misogini sono un problema diffuso, molte donne lo interiorizzano, il che può assumere la forma di auto-oggettificazione e accettazione passiva dei ruoli di genere tradizionali.

Esempi di misoginia

Una persona che si sente giustificata nell'abusare, sminuire, attaccare, discriminare o violare una donna semplicemente perchè è donna è un classico esempio di misoginia.

Forme meno violente possono apparire all'interno di famiglie, aule o luoghi di lavoro.

Ad esempio, un padre potrebbe avere difficoltà a vedere al di là del sesso di sua figlia e potrebbe trattarla in modo diverso rispetto ad un figlio; un insegnante può scoraggiare una giovane donna dal perseguire discipline accademiche o percorsi di carriera che sono tipicamente maschili, come la matematica, scienze e tecnologia; ed un datore di lavoro potrebbe astenersi dall'offrire una promozione o un aumento di stipendio ad una lavoratrice, indipendentemente dalla qualità del suo lavoro.

Altri esempi sono le ricorrenze quotidiane di uomini che adottano in pubblico comportamenti denigratori nei confronti delle donne, fischiandole per strada o facendo apprezzamenti spesso volgari sul loro aspetto fisico.

L'oggettivazione, in generale, è una forma di misoginia in cui la donna è vista come oggetto progettato esclusivamente per il piacere e la gratificazione sessuale.

Una forma meno nota di misoginia si verifica tra le donne; le donne possono benissimo interiorizzare i messaggi misogini della società in generale e proiettarle l'una sull'altra.

Su una scala più ampia, questo può manifestarsi come una generale mancanza di fiducia in altre donne.

Psicologi in evidenza
Dottoressa Marialuisa Fabbro
Via G. Garibaldi, 18 - VERONA
Cell: 347 4193619
Dottoressa Paola Grasso
Via Monte Senario, 43 - ROMA
Cell.: 338 7897667

Una donna può anche guardare in basso e condannare un'altra donna per il modo in cui si veste o perchè la reputa sessualmente aperta o promiscua; o può sentirsi minacciata da una concorrente femminile e cercare così dei modi per impedirle di avere successo.

Impatto della misoginia sulla salute mentale

Uno degli effetti più devastanti della misoginia riguarda le donne cresciute in famiglie e società in cui la prevalenza di atteggiamenti misogini è così forte che le donne imparano ad odiarsi sin dalla giovane età. Si parla in tal senso di misoginia interiorizzata.

In alcuni ambienti, alle donne può essere insegnato a vergognarsi della loro bellezza, del loro corpo e dell'effetto che hanno sugli uomini.

Possono essere maltrattate e costrette a credere che sia colpa loro perchè gli è stato insegnato che gli uomini hanno spesso difficoltà a trattenersi dinnanzi a loro.

Se ad esempio una donna viene maltrattata o violentata, ci sono alcuni che potrebbero dire loro che sia dipeso dal modo in cui si sono vestite o perchè hanno agito in modo suggestivo, ambiguo, malizioso o sessuale.

Per la vittima, questo può contribuire a problemi di salute mentale; le viene in sostanza detto che è colpevole di essere stata aggredita, il che genera vergogna, senso di colpa per il suo corpo inscrivendosi così nella sua psiche.

Alcune donne si sono infatti suicidate successivamente un incidente traumatico. Gli impatti interiorizzati della misoginia sulle ragazze e sulle donne possono riflettersi inoltre in problemi di immagine corporea, alimentazione disordinata, dieta ossessiva o esercizio fisico.

Con il messaggio di oggettivazione femminile profondamente radicata nella mente di molte donne durante i loro anni formativi, la pressione per mantenere un'apparenza gradita agli uomini – e più carina di altre donne – è spesso inevitabile.

Le inclinazioni misogine influenzano anche il benessere psicologico dei perpetratori di odio e violenza nonché atteggiamenti umilianti nei confronti delle donne.

Pubblicità

Gli uomini che non possono amare le donne avranno spesso difficoltà a sostenere relazioni intime durature e salutari con le donne.

Entrambe queste esperienze possono portare a sentimenti di isolamento, solitudine e depressione.

Storia della misoginia

Alcune teorie affermano che la misoginia derivi da una paura annessa alla perdita del potere.

Al fine di mantenere l'autocontrollo in loro presenza, gli uomini possono odiare o attaccare le donne per sottometterle o evitare di affrontare i propri sentimenti di desiderio e debolezza.

Questo probabilmente si verifica a livello subconscio, in quanto possono essere stati condizionati a vedere le donne in una luce negativa come conseguenza dell'influenza familiare, sociale e culturale.

Questo condizionamento è, in parte, radicato nei testi e nelle credenze religiose ampiamente imposti da alcune istituzioni religiose.

Un certo numero di storie e insegnamenti biblici raffigurano le donne come tentatrici e fonti di piacere immorale ed indulgenza; questi insegnamenti possono inviare il messaggio che non ci si può fidare delle donne.

Psicologi in evidenza
Dottoressa Giulia Poddi
Via Enrico Costa, 18 - CAGLIARI
Cell: 333 9089506
Dottoressa Paola Grasso
Via Monte Senario, 43 - ROMA
Cell.: 338 7897667

Ad esempio, nella Bibbia, la grande caduta dell'umanità è attribuita alla disobbedienza di Eva; secondo la dottrina, fu la prima donna creata da Dio ed il primo essere umano a commettere un peccato.

Dalila è un altro personaggio biblico dell'Antico Testamento che seduce e tradisce Sansone.

Jezebel, altro personaggio biblico, ha un nome il cui attuale sinonimo è di “donna impudente, spudorata o moralmente sfrenata”.

Questo tema generale può essere trovato nella Bibbia: grandi uomini lasciati fuori strada da donne ribelli ed egoiste.

Ci sono anche diverse storie che raccontano l'integrità e l'onore delle donne che pregano, obbediscono, servono e rimangono in silenzio in presenza degli uomini.

Il noto scrittore russo Lev Tolstoy è un altro che ha scritto ampiamente sulla sua condiscendente e spesso condannante visione delle donne e della loro sessualità; si riferiva alle mogli come “prostitute a lungo termine” e alla fine giunse alla conclusione che evitare del tutto il sesso era l'unico modo per proteggersi dal potenziale “abbandono emotivo” che può accompagnare un'intima relazione sessuale con una donna se sceglie di andarsene.

 

A cura della Dottoressa Giorgia Lauro

  |   Letto: 857 volte
Pin it


Potrebbero interessarti anche....

Il Sè sessuale

Il concetto di Sè sessuale fa riferimento alle modalità con cui si pensa a sé stessi come esseri sessuali e si sviluppa sia in risposta alle interpretazioni soggettive delle esperienze sessuali che dai feedack provenienti dal mondo esterno. L'individualità sessuale è defini...

Il Sé nell'altro: la paranoia

Le sfumature della paranoia: Persecuzione, megalomania ed erotomania. Nancy McWilliams e la concezione psicoanalitica. Una nuova comprensione della paranoia come sindrome psichiatrica è stata acquisita negli ultimi anni, grazie anche al pensiero psicoanalitico contemporaneo. Il manuale diagnostico e ...

Disturbo bipolare: sintomi e opzioni di trattamento

Il disturbo bipolare è un disordine caratterizzato da spostamenti insoliti nell'umore, nell'energia, nei livelli di attività e nella capacità di svolgere compiti quotidiani. I sintomi del disturbo bipolare sono abbastanza gravi; oscillano da livelli bassi ad alti, e la sintomatologia pu&...

La teoria della separazione

La teoria della separazione integra i sistemi psicoanalitici ed esistenziali del pensiero, mostrando quanto il dolore interpersonale precoce e l'ansia di separazione, e in seguito, l'ansia di morte, portino alla formazione di forti difese psicologiche. “La teoria della separazione è integrativa ...

Copyright © 2018 Psicologi Italiani. Tutti i diritti riservati. Psiconline srl. - P.IVA 01925060699 - web design - web agency -

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Accedendo acconsenti all'utilizzo dei cookies in accordo con la politica e regolamentazione vigente in materia di cookies e privacy. - ULTERIORI INFORMAZIONI

Cookie e relative funzionalità

A seconda dei singoli obiettivi, si utilizzano cookie differenti.
Di seguito viene fornito un elenco dei tipi di cookie più diffusi e degli scopi per cui vengono utilizzati.

Cookie di sessione
I cookie di sessione vengono archiviati temporaneamente nella memoria del computer durante l'esplorazione di un sito, ad esempio, per tenere traccia della lingua scelta. I cookie di sessione rimangono memorizzati nel computer per un breve periodo di tempo. Vengono infatti eliminati non appena l'utente chiude il browser Web.

Cookie permanenti o traccianti
I cookie permanenti salvano un file sul computer per un lungo periodo di tempo. Questo tipo di cookie possiede una data di scadenza. I cookie permanenti consentono ai siti Web di ricordare informazioni e impostazioni alle successive visite degli utenti, rendendo così l'esplorazione più pratica e rapida, poiché, ad esempio, non è più necessario effettuare l'accesso.
Alla data di scadenza, il cookie viene automaticamente eliminato quando si effettua il primo accesso al sito Web che lo ha creato.

Cookie di prime parti
Questi cookie vengono impostati dai siti Web stessi (con dominio uguale a quello indicato nella barra degli indirizzi del browser) e possono essere letti solo da tali siti. Vengono comunemente utilizzati per archiviare informazioni quali le preferenze, da utilizzare alle successive visite al sito.

Cookie di terze parti
Questi cookie vengono impostati da domini diversi da quello indicato nella barra degli indirizzi del browser, ovvero da organizzazioni che non corrispondono ai proprietari dei siti Web.
I cookie utilizzati, ad esempio, per raccogliere informazioni a fini pubblicitari e di personalizzazione dei contenuti, oltre che per elaborare statistiche Web, possono essere "cookie di terze parti".
I cookie di terze parti consentono di ottenere sondaggi più completi delle abitudini di esplorazione degli utenti e si ritiene che siano più sensibili dal punto di vista dell'integrità. Per questo motivo, la maggior parte dei browser Web permette di modificare le impostazioni in modo che tali cookie non vengano accettati.

Di seguito un elenco dei servizi utilizzati sul sito Psicologi Italiani che impostano cookie di terze parti:

Google Analytics (Google)
Google Anayltics è un servizio di analisi web fornito da Google, Inc. ("Google") che utilizza dei "cookie" mediante i quali raccoglie Dati Personali dell'Utente che vengono trasmessi a, e depositati presso i server di Google negli Stati Uniti. Google utilizza queste informazioni allo scopo di tracciare e esaminare il vostro utilizzo del sito web, compilare report sulle attività del sito web per gli operatori del sito web e fornire altri servizi relativi alle attività del sito web e all'utilizzo di Internet. Google non associa l'indirizzo IP dell'utente a nessun altro dato posseduto da Google. L'eventuale rifiuto di utilizzare i cookies, selezionando l'impostazione appropriata sul vostro browser, può impedire di utilizzare tutte le funzionalità di questo sito web.

Social Widgets/Buttons
Servizi che consentono agli utenti di interagire con i social network direttamente all'interno di altri siti web.

Facebook social buttons/widgets (Facebook)
Servizio gestito da Facebook Inc. società che aderisce all'iniziativa Safe Harbor Privacy Policy Framework, garantendo un trattamento dei Dati Personali in linea con gli standard di sicurezza europei. Il servizio consente all'Utente di interagire con il social network tramite questo sito web. Facebook, grazie al click dell'Utente, acquisisce i dati relativi alla visita dello stesso sul Sito. Facebook non condivide alcuna informazione o dato in suo possesso con il Sito o il Titolare del Trattamento. Per maggiori informazioni sull'utilizzo dei Dati Personali da parte di Facebook Inc. si prega di consultare il seguente link: www.facebook.com/privacy/explanation.php

Twitter social buttons/widgets (Twitter)
Servizio gestito da Twitter, società che aderisce all'iniziativa Safe Harbor Privacy Policy Framework, garantendo un trattamento dei Dati Personali in linea con gli standard di sicurezza europei. Il servizio consente all'Utente di interagire con il social network tramite questo sito web. Twitter, grazie al click dell'Utente, acquisisce i dati relativi alla visita dello stesso sul Sito. Twitter non condivide alcuna informazione o dato in suo possesso con il Sito o il Titolare del Trattamento. Per maggiori informazioni sull'utilizzo dei Dati Personali da parte di Twitter si prega di consultare il seguente link: twitter.com/privacy

Gestione dei cookie

Poiché i cookie sono normali file di testo, è possibile accedervi utilizzando la maggior parte degli editor di testo o dei programmi di elaborazione testi. Per aprirli, è sufficiente fare clic su di essi. Di seguito è riportato un elenco di collegamenti che spiegano come visualizzare i cookie all'interno dei vari browser. Se il vostro browser non è presente, fate riferimento alle informazioni sui cookie fornite dal browser stesso. Se utilizzate un telefono cellulare, consultate il relativo manuale per reperire ulteriori informazioni.

Firefox
https://support.mozilla.org/en-US/kb/cookies-information-websites-store-on-your-computer

Chrome
https://support.google.com/chrome/bin/answer.py?hl=en&answer=95647&topic=14666&ctx=topic

Internet Explorer
http://windows.microsoft.com/en-US/internet-explorer/delete-manage-cookies

Safari
http://support.apple.com/kb/PH17191?viewlocale=it_IT

Disattivazione/attivazione o eliminazione dei cookie

I cookie possono essere limitati o bloccati mediante le impostazioni del browser.

Se preferite che i siti Web non memorizzino alcun cookie nel vostro computer, impostate il browser in modo da ricevere una notifica prima dell'archiviazione di ogni cookie. In alternativa, potete impostare il browser in modo che rifiuti tutti i cookie o solo i cookie di terze parti. Potete anche eliminare tutti i cookie già presenti nel sistema. È importante sottolineare che le impostazioni devono essere modificate separatamente in ogni browser e computer utilizzato.

Se impostate il blocco della memorizzazione dei cookie, Psicologi Italiani non può garantire un corretto funzionamento del sito Web. Alcune funzioni del sito potrebbero risultare non disponibili e potrebbe non essere più possibile visualizzare determinati siti Web. Inoltre, il blocco dei cookie non elimina la visualizzazione degli annunci pubblicitari. Semplicemente, questi non saranno più personalizzati in base ai vostri interessi e verranno riproposti con maggiore frequenza.

In ogni browser le impostazioni vengono modificate seguendo una diversa procedura. Se necessario, per definire impostazioni corrette utilizzate la funzione di Guida del browser.

Per disattivare i cookie su un telefono cellulare, consultate il relativo manuale per reperire ulteriori informazioni.

Informazioni più dettagliate relative ai cookie su Internet sono disponibili all'indirizzo http://www.aboutcookies.org/

Altri cookie/cookie imprevisti

Considerando il funzionamento di Internet e dei siti Web, non sempre siamo in grado di controllare i cookie che vengono memorizzati da terze parti attraverso il nostro sito Web. Questo vale soprattutto nei casi in cui la pagina Web contenga i cosiddetti elementi incorporati: testi, documenti, immagini o brevi filmati che sono archiviati altrove, ma vengono visualizzati nel o attraverso il nostro sito Web.
Di conseguenza, qualora nel sito Web venisse rilevato un cookie non imputabile ad uno dei servizi di terze parti elencato, vi preghiamo di comunicarcelo. In alternativa, potete contattare direttamente le terze parti interessate e chiedere informazioni sui cookie che inviano, a quali scopi, qual è la loro durata e come garantiscono la privacy degli utenti.