Pubblicità

Perché il Natale è il periodo peggiore sul posto di lavoro?

Ecco i cinque motivi per i quali aumenta, in questo periodo, il malcontento a lavoro (e non solo).


natale ufficioCi stiamo rapidamente addentrando nella fase, in cui proviamo il disagio maggiore sul posto di lavoro.

Qual è questo momento?

Proprio il periodo Natalizio appena iniziato!


Perché avviene ciò?


Ecco cinque possibili ragioni.


1.    Le reazioni sociali decollano a Dicembre.

Psicologi in evidenza
Dottoressa Beatrice Bonechi
Via Aretina, 251/A - FIRENZE
Cell.: 338 2496662
Dottoressa Sara Ruiba
Via Cortevecchia, 59 - FERRARA
Cell.: 338 2315061

In questo periodo bisogna affrontare, oltre alla mole di lavoro in rapido aumento, anche le feste di Natale (spesso più di una). Questi party, però, non sono poi così divertenti perché, per alcuni, quelle persone che risultano più difficili lo diventano ancora di più quando aumenta il livello di alcol nel sangue (proprio e/o altrui).

Non solo. Anche il prepararsi ed il sostenere chiacchiere, pettegolezzi, rogne di ogni genere, …, possono sottoporvi ad un tale stress, che la tentazione di bere e “far scomparire tutto questo” è forte.


Cosa si può fare?

Partecipate solo alla festa di Natale, se è necessario.
Fatevi accompagnare da qualcuno, di modo che chiunque sia portato a moderare i suoi modi di fronte ad un’altra persona estranea.
Badate di intervallare le vostre bevande con bicchieri d’acqua fredda, in modo da mantenere il controllo.
Fate sapere in tempo che potrete rimanere solo fino “all’ora x”, a causa di altri impegni in famiglia.
Siate curiosi e fate delle domande aperte, così da potervi mettere nella modalità ascolto: essere dalla parte di chi riceve le informazioni, importanti o meno che siano, vi permette di non rivelare troppo su di voi!


2.    Aumentano, in genere, la pressione, le scadenze ed il carico di lavoro.

Ovvio, no?
Ma c’è anche più assenteismo da parte dei vostri collaboratori, quindi la pressione del carico di lavoro extra cade sulle vostre spalle.


Cosa si può fare?

Prendetevi tempo e fate del vostro meglio. Dopo tutto, questo è tutto quello che potete fare e questo momento non durerà per sempre.
Concentrate le vostre energie su di voi e sulle vostre mansioni.
Registrate, comunque, tutti i casi di comportamento irragionevole, conservateli in privato, tendendoli pronti per quando ne avrete bisogno!


3.    Di solito, c’è un aumento della pressione anche sul fronte privato.        

Sia la famiglia, che gli amici, si aspettano molto da voi in questo periodo.
Con regali da comprare ed un conto corrente bancario sempre più scarso, la pressione finanziaria può avere il suo peso, dandoci meno risorse per affrontare l’ostilità a lavoro.


Cosa si può fare?

Riprendete il controllo del budget e fate regali più creativi, significativi e personali, che non costino così tanto.
Lo shopping online, ad esempio, vi consente di risparmiare tempo, fare buoni affari e non impazzire con i posti auto!
Dedicate una giornata a progettare e preparare i vostri doni, ad esempio, cucinare prelibatezze o fare oggetti di artigianato: ciò vi rilasserà e vi proietterà nel clima vacanziero.


4.    Le strade sono più congestionate dal traffico.

Potrebbe sembrare un fattore banale, ma, in questo modo, l’umore di tutti viene logorato prima ancora di arrivare a lavoro, creando un ambiente più “scattante” del solito, che si ripercuote, a catena, su tutti gli aspetti della vostra vita.
Si ricordi che questo è anche il periodo in cui le emozioni negative sono intensificate e le vecchie ferite sono attivate da faide familiari, isolamento, impazienza e traumi dell’infanzia, quindi non avere una buona predisposizione, in termini di umore, può aggravare queste situazioni.


Cosa si può fare?

Assicuratevi di iniziare la giornata con un’attività, che vi metta in una condizione di calma ed equilibrio mentale, ad esempio, l’esercizio fisico, la meditazione o le coccole del vostro animale domestico.
Ogni volta che incontrate qualcuno che non è emotivamente equilibrato, ritornate con la mente al vostro rituale della mattina, in modo da poter rimanere in prospettiva e connettervi con il vostro buon umore interno.
Utilizzate i malumori degli altri per essere grati di quello che avete e mostrate la vostra gentilezza per disperdere la loro negatività.

Psicologi in evidenza
Dottoressa Irene Giangreco Marotta
Via Paolessi, 1 - RIETI
Cell: 347 1332633
Synesis Centro di Psicologia Dottoressa Flavia Passoni
Synesis Centro di Psicologia Via Pace, 11 Carnate - MONZA
Cell: 338 1863275


5.    Si pensa sempre al lavoro.

Di cosa si tratta?
È quello che accade quando, una volta che siete finalmente in vacanza, il pensiero di tornare a lavorare a Gennaio, e di affrontare lo stesso ambiente di lavoro ostile, comincia, in realtà, a logorare la vostra pausa con sentimenti di stress e preoccupazione anticipatori.


Cosa si può fare?

È comprensibile: questo periodo dell’anno può essere davvero difficile.
Quando l’ansia ed il pensiero del lavoro diventano eccessivi e vi impediscono di vivere tranquillamente le vostre vacanze, l’unica soluzione è chiedere aiuto, perché è proprio ora che ne avete più bisogno.
    
            

 

Fonte: PsychCentral.com

(Traduzione ed adattamento a cura della Dottoressa Alice Fusella)

 

 

  |   Letto: 1552 volte
Pin it


Potrebbero interessarti anche....

Depressione adolescenziale: come riconoscerla?

Secondo alcuni ricercatori esistono due tipologie di depressione adolescenziale: una depressione evolutiva, legata alla fase specifica dello sviluppo, ed una definita “atipica”; analizziamole entrambe. Alcuni bambini vivono il passaggio dalla pre-adolescenza all'adolescenza molto rapidamente e co...

La terapia sistemico-relazionale

La terapia Sistemico-Relazionale si diffuse negli Stati Uniti durante gli anni '50, in particolare grazie alle teorie della prima e seconda cibernetica e la teoria dei sistemi elaborata da L Von Bertanlaffy. La "Scuola di Palo Alto" e il Mental Research Institute. La psicoterapia ad indirizzo sistemico-relaz...

Il disturbo da stress post-infedeltà

Secondo lo psicologo Dennis Ortman il disturbo da stress post-infedeltà può avere conseguenze fisiche così come emotive; lo stress legato all'aver scoperto l'infedeltà del partner può portare a ciò che è stato soprannominato “sindrome del cuore spezzato&r...

Psicologo del marketing e della comunicazione

Lo psicologo della comunicazione e marketing è un laureato in psicologia, abilitato dall'Esame di stato all'esercizio della professione, iscritto all’Albo degli psicologi nella sezione A. Deve essere capace di operare in completa autonomia professionale e di instaurare una collaborazione paritaria con a...

Copyright © 2018 Psicologi Italiani. Tutti i diritti riservati. Psiconline srl. - P.IVA 01925060699 - web design - web agency -

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Accedendo acconsenti all'utilizzo dei cookies in accordo con la politica e regolamentazione vigente in materia di cookies e privacy. - ULTERIORI INFORMAZIONI

Cookie e relative funzionalità

A seconda dei singoli obiettivi, si utilizzano cookie differenti.
Di seguito viene fornito un elenco dei tipi di cookie più diffusi e degli scopi per cui vengono utilizzati.

Cookie di sessione
I cookie di sessione vengono archiviati temporaneamente nella memoria del computer durante l'esplorazione di un sito, ad esempio, per tenere traccia della lingua scelta. I cookie di sessione rimangono memorizzati nel computer per un breve periodo di tempo. Vengono infatti eliminati non appena l'utente chiude il browser Web.

Cookie permanenti o traccianti
I cookie permanenti salvano un file sul computer per un lungo periodo di tempo. Questo tipo di cookie possiede una data di scadenza. I cookie permanenti consentono ai siti Web di ricordare informazioni e impostazioni alle successive visite degli utenti, rendendo così l'esplorazione più pratica e rapida, poiché, ad esempio, non è più necessario effettuare l'accesso.
Alla data di scadenza, il cookie viene automaticamente eliminato quando si effettua il primo accesso al sito Web che lo ha creato.

Cookie di prime parti
Questi cookie vengono impostati dai siti Web stessi (con dominio uguale a quello indicato nella barra degli indirizzi del browser) e possono essere letti solo da tali siti. Vengono comunemente utilizzati per archiviare informazioni quali le preferenze, da utilizzare alle successive visite al sito.

Cookie di terze parti
Questi cookie vengono impostati da domini diversi da quello indicato nella barra degli indirizzi del browser, ovvero da organizzazioni che non corrispondono ai proprietari dei siti Web.
I cookie utilizzati, ad esempio, per raccogliere informazioni a fini pubblicitari e di personalizzazione dei contenuti, oltre che per elaborare statistiche Web, possono essere "cookie di terze parti".
I cookie di terze parti consentono di ottenere sondaggi più completi delle abitudini di esplorazione degli utenti e si ritiene che siano più sensibili dal punto di vista dell'integrità. Per questo motivo, la maggior parte dei browser Web permette di modificare le impostazioni in modo che tali cookie non vengano accettati.

Di seguito un elenco dei servizi utilizzati sul sito Psicologi Italiani che impostano cookie di terze parti:

Google Analytics (Google)
Google Anayltics è un servizio di analisi web fornito da Google, Inc. ("Google") che utilizza dei "cookie" mediante i quali raccoglie Dati Personali dell'Utente che vengono trasmessi a, e depositati presso i server di Google negli Stati Uniti. Google utilizza queste informazioni allo scopo di tracciare e esaminare il vostro utilizzo del sito web, compilare report sulle attività del sito web per gli operatori del sito web e fornire altri servizi relativi alle attività del sito web e all'utilizzo di Internet. Google non associa l'indirizzo IP dell'utente a nessun altro dato posseduto da Google. L'eventuale rifiuto di utilizzare i cookies, selezionando l'impostazione appropriata sul vostro browser, può impedire di utilizzare tutte le funzionalità di questo sito web.

Social Widgets/Buttons
Servizi che consentono agli utenti di interagire con i social network direttamente all'interno di altri siti web.

Facebook social buttons/widgets (Facebook)
Servizio gestito da Facebook Inc. società che aderisce all'iniziativa Safe Harbor Privacy Policy Framework, garantendo un trattamento dei Dati Personali in linea con gli standard di sicurezza europei. Il servizio consente all'Utente di interagire con il social network tramite questo sito web. Facebook, grazie al click dell'Utente, acquisisce i dati relativi alla visita dello stesso sul Sito. Facebook non condivide alcuna informazione o dato in suo possesso con il Sito o il Titolare del Trattamento. Per maggiori informazioni sull'utilizzo dei Dati Personali da parte di Facebook Inc. si prega di consultare il seguente link: www.facebook.com/privacy/explanation.php

Twitter social buttons/widgets (Twitter)
Servizio gestito da Twitter, società che aderisce all'iniziativa Safe Harbor Privacy Policy Framework, garantendo un trattamento dei Dati Personali in linea con gli standard di sicurezza europei. Il servizio consente all'Utente di interagire con il social network tramite questo sito web. Twitter, grazie al click dell'Utente, acquisisce i dati relativi alla visita dello stesso sul Sito. Twitter non condivide alcuna informazione o dato in suo possesso con il Sito o il Titolare del Trattamento. Per maggiori informazioni sull'utilizzo dei Dati Personali da parte di Twitter si prega di consultare il seguente link: twitter.com/privacy

Gestione dei cookie

Poiché i cookie sono normali file di testo, è possibile accedervi utilizzando la maggior parte degli editor di testo o dei programmi di elaborazione testi. Per aprirli, è sufficiente fare clic su di essi. Di seguito è riportato un elenco di collegamenti che spiegano come visualizzare i cookie all'interno dei vari browser. Se il vostro browser non è presente, fate riferimento alle informazioni sui cookie fornite dal browser stesso. Se utilizzate un telefono cellulare, consultate il relativo manuale per reperire ulteriori informazioni.

Firefox
https://support.mozilla.org/en-US/kb/cookies-information-websites-store-on-your-computer

Chrome
https://support.google.com/chrome/bin/answer.py?hl=en&answer=95647&topic=14666&ctx=topic

Internet Explorer
http://windows.microsoft.com/en-US/internet-explorer/delete-manage-cookies

Safari
http://support.apple.com/kb/PH17191?viewlocale=it_IT

Disattivazione/attivazione o eliminazione dei cookie

I cookie possono essere limitati o bloccati mediante le impostazioni del browser.

Se preferite che i siti Web non memorizzino alcun cookie nel vostro computer, impostate il browser in modo da ricevere una notifica prima dell'archiviazione di ogni cookie. In alternativa, potete impostare il browser in modo che rifiuti tutti i cookie o solo i cookie di terze parti. Potete anche eliminare tutti i cookie già presenti nel sistema. È importante sottolineare che le impostazioni devono essere modificate separatamente in ogni browser e computer utilizzato.

Se impostate il blocco della memorizzazione dei cookie, Psicologi Italiani non può garantire un corretto funzionamento del sito Web. Alcune funzioni del sito potrebbero risultare non disponibili e potrebbe non essere più possibile visualizzare determinati siti Web. Inoltre, il blocco dei cookie non elimina la visualizzazione degli annunci pubblicitari. Semplicemente, questi non saranno più personalizzati in base ai vostri interessi e verranno riproposti con maggiore frequenza.

In ogni browser le impostazioni vengono modificate seguendo una diversa procedura. Se necessario, per definire impostazioni corrette utilizzate la funzione di Guida del browser.

Per disattivare i cookie su un telefono cellulare, consultate il relativo manuale per reperire ulteriori informazioni.

Informazioni più dettagliate relative ai cookie su Internet sono disponibili all'indirizzo http://www.aboutcookies.org/

Altri cookie/cookie imprevisti

Considerando il funzionamento di Internet e dei siti Web, non sempre siamo in grado di controllare i cookie che vengono memorizzati da terze parti attraverso il nostro sito Web. Questo vale soprattutto nei casi in cui la pagina Web contenga i cosiddetti elementi incorporati: testi, documenti, immagini o brevi filmati che sono archiviati altrove, ma vengono visualizzati nel o attraverso il nostro sito Web.
Di conseguenza, qualora nel sito Web venisse rilevato un cookie non imputabile ad uno dei servizi di terze parti elencato, vi preghiamo di comunicarcelo. In alternativa, potete contattare direttamente le terze parti interessate e chiedere informazioni sui cookie che inviano, a quali scopi, qual è la loro durata e come garantiscono la privacy degli utenti.