Pubblicità

Perché si arriva al tradimento, e come è possibile superarlo

Quando si tradisce viene messo in discussione un impegno preso, si delude la fiducia data, si viola un intimità raggiunta, si rompe un patto che si era stretto, tutto ciò crea una frattura nella relazione che inevitabilmente lascerà un segno.

Perché si arriva al tradimentoLa parola tradire deriva dal latino “tradere”, che significa 'dare, consegnare' al nemico, in generale, indica il venir meno a qualcuno con cui si sta in relazione.

Esistono diverse forme attraverso cui il tradimento si manifesta (nei rapporti di coppia, di amicizia, di lavoro etc..), e quando questo accade, viene meno un equilibrio, che spesso, seppur precario, dava sicurezza.

Quando si tradisce viene messo in discussione un impegno preso, si delude la fiducia data, si viola un intimità raggiunta, si rompe un patto che si era stretto, tutto ciò crea una frattura nella relazione che inevitabilmente lascerà un segno.

I tradimenti possono essere pensati e quindi programmati, oppure agiti d’impulso e in base a come accadono, ci danno la misura, di quanto l’altro possa essere affidabile e di quanto noi possiamo essere in grado di accettarlo e accettarci.

Ognuno di noi, ha dei principi morali, che ci permettono di mantenere la cosiddetta “retta via”, ma solo nel momento in cui questi vengono posti in discussione, riusciamo a capire se effettivamente siamo in grado di sostenerli.

Numerose persone sono convinte di non riuscire ad accettare un tradimento e tantomeno di essere in grado di compierlo, ma solo nel momento in cui questo si verificherà, potranno emergere tutta una serie di pensieri e sensazioni destabilizzanti, che porteranno a mettersi in discussione rispetto all’accaduto.

Psicologi in evidenza
Dottoressa Maria Teresa Parisi
Via Berengario da Carpi, 9/c - BOLOGNA
tel.:3492809678
Dottor Giuseppe Sieli
Via Napoli, 88 - PALERMO
cell.: 339 2705469

Il tradimento più frequente è quello che si vive nei rapporti di coppia, e non sempre emerge, per cui l’autore diventa l’unico custode di questo segreto, con tutte le implicazioni che questo comporta.

Quando il tradimento viene allo scoperto, porta chi l’ha subito, dopo la legittima rabbia iniziale, a chiedersi perché tutto ciò possa esser successo e a cercare qualcuno con cui prendersela.

A volte ci si sente perfino responsabili dell’accaduto, ma poiché la responsabilità nelle relazioni, non è mai di una sola persona, occorre capire profondamente i motivi che possano aver portato a questo epilogo.

Il tradimento è un indicatore importante di un mal funzionamento nella coppia, esclusi i casi in cui ci più essere una tendenza alla sessualità compulsiva da parte di uno dei partner, in genere la sua funzione è quella di portare l’attenzione della coppia sulla presenza di un problema.

Una volta preso atto dell’accaduto, occorre capirne il perché, e per farlo occorre riuscire ad essere umili e comprensivi, sia rispetto a se stessi che all’altro. Riuscire a mettersi nei panni dell’altro e capire profondamente perché ha deciso di tradire, aiuta a sviluppare una maggiore intimità e vicinanza emotiva, che può portare col tempo al perdono.

Essere “corresponsabili”, non significa che sia legittimo tradire, o che consapevolmente si dia mandato all’altro di tradire, bensì che quando entrambi non stanno più bene nel rapporto, evitano di affrontare i problemi e uno dei partner cerca altrove la soluzione al suo malessere tradendo e l’altro non fa niente per cambiare, raccontandosi una realtà diversa da quella reale.

Riuscire a capire perché si è verificato un tradimento, induce ad assumere un atteggiamento più attivo e forte, così da non sentirsi impotenti davanti all’accaduto.

Non è utile, vendicarsi e fare all’altro ciò che si è subito, perché in coppia non si fa una gara come tra squadre rivali, bensì occorre imparare ad essere alleati e stare dalla stessa parte, come anche non è utile scaricare la propria rabbia sulla persona con cui il partner ha consumato il tradimento, poiché il problema è interno alla coppia, così facendo non si fa che spostare l’attenzione altrove, rimandandone la soluzione.

Decidere di perdonare un tradimento, non è semplice, e perché ciò accada, occorre farlo seguendo i propri tempi e ascoltandosi, anche rispetto all’intenzione autentica del partner di riconoscere il proprio errore, non occorre fretta nel farlo, e perché ciò accada, anche l’altro deve poter capire l’importanza di aspettare che i tempi maturino.

Pubblicità

Qualora ci di dovesse render conto, di non riuscire a perdonare e di non poter riacquistare fiducia nell’altro, significa che è tempo di chiudere la relazione e proseguire il proprio percorso da soli.

Le coppie che riescono a perdonarsi e a riprendersi, dopo un’esperienza così dolorosa, spesso si rafforzano e riprendono il proprio percorso di crescita con un entusiasmo ritrovato, ma per far ciò occorre molta umiltà e capacità di mettersi in discussione.

Qualora in seguito a un tradimento, non si riesca a riprendersi e andare avanti, sia che si rimanga nella relazione o che si sia deciso di chiuderla, è utile rivolgersi ad uno psicoterapeuta che possa aiutare ad affrontare questo malessere sia individualmente, attraverso una psicoterapia individuale, o insieme al partner, attraverso una psicoterapia di coppia.

Ogni esperienza, anche se dolorosa, può diventare la via che ci apre un varco verso il raggiungimento di uno stato di benessere, tanto ambito, ma spesso difficile da raggiungere.

 

 

(Articolo a cura della Dottoressa Paola Liscia)

 

 

 

Iscriviti alla NewsLetter

Se l'articolo che hai letto ti è piaciuto, iscriviti gratuitamente alla News Letter per essere costantemente informato sui nuovi articoli pubblicati e sulle iniziative di Psicologi-Italiani.it
Ricezione
Professione
I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo

 

 

  |   Letto: 621 volte
Pin it


Potrebbero interessarti anche....

Il disturbo da stress post-infedeltà

Secondo lo psicologo Dennis Ortman il disturbo da stress post-infedeltà può avere conseguenze fisiche così come emotive; lo stress legato all'aver scoperto l'infedeltà del partner può portare a ciò che è stato soprannominato “sindrome del cuore spezzato&r...

Psicoterapia di coppia

I coniugi vivono una condizione di ambivalenza fatta di qualche momento positivo e altri/molti momenti negativi con conseguenze sul proprio umore, sulla propria identità ed autostima sulla voglia di fare/non fare, sulla capacità di gestire la casa, la famiglia, il lavoro. Le difficoltà a vivere insieme ha...

Il Metodo Gottmann

La terapia di coppia promossa dal Metodo Gottmann, può essere utilizzata per educare i partner nelle prime fasi di una relazione e per ripristinare un funzionamento sano in quelle coppie afflitte o bloccate in conflitti cronici, o impegnate in altri modelli distruttivi. Il Metodo Gottmann per le Relaz...

Quando e perchè scegliere una terapia di coppia?

Per aiutare a demistificare le paure legate all'intraprendere un percorso terapeutico, la Dottoressa Andrea Bonior ha illustrato alcuni problemi comuni che possono porsi come campanelli di allarme per la relazione di coppia. Scegliere di intraprendere una terapia di coppia può essere vissuta come un p...

Copyright © 2019 Psicologi Italiani. Tutti i diritti riservati. Psiconline srl. - P.IVA 01925060699 - web design - web agency -

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Accedendo acconsenti all'utilizzo dei cookies in accordo con la politica e regolamentazione vigente in materia di cookies e privacy. - ULTERIORI INFORMAZIONI

Cookie e relative funzionalità

A seconda dei singoli obiettivi, si utilizzano cookie differenti.
Di seguito viene fornito un elenco dei tipi di cookie più diffusi e degli scopi per cui vengono utilizzati.

Cookie di sessione
I cookie di sessione vengono archiviati temporaneamente nella memoria del computer durante l'esplorazione di un sito, ad esempio, per tenere traccia della lingua scelta. I cookie di sessione rimangono memorizzati nel computer per un breve periodo di tempo. Vengono infatti eliminati non appena l'utente chiude il browser Web.

Cookie permanenti o traccianti
I cookie permanenti salvano un file sul computer per un lungo periodo di tempo. Questo tipo di cookie possiede una data di scadenza. I cookie permanenti consentono ai siti Web di ricordare informazioni e impostazioni alle successive visite degli utenti, rendendo così l'esplorazione più pratica e rapida, poiché, ad esempio, non è più necessario effettuare l'accesso.
Alla data di scadenza, il cookie viene automaticamente eliminato quando si effettua il primo accesso al sito Web che lo ha creato.

Cookie di prime parti
Questi cookie vengono impostati dai siti Web stessi (con dominio uguale a quello indicato nella barra degli indirizzi del browser) e possono essere letti solo da tali siti. Vengono comunemente utilizzati per archiviare informazioni quali le preferenze, da utilizzare alle successive visite al sito.

Cookie di terze parti
Questi cookie vengono impostati da domini diversi da quello indicato nella barra degli indirizzi del browser, ovvero da organizzazioni che non corrispondono ai proprietari dei siti Web.
I cookie utilizzati, ad esempio, per raccogliere informazioni a fini pubblicitari e di personalizzazione dei contenuti, oltre che per elaborare statistiche Web, possono essere "cookie di terze parti".
I cookie di terze parti consentono di ottenere sondaggi più completi delle abitudini di esplorazione degli utenti e si ritiene che siano più sensibili dal punto di vista dell'integrità. Per questo motivo, la maggior parte dei browser Web permette di modificare le impostazioni in modo che tali cookie non vengano accettati.

Di seguito un elenco dei servizi utilizzati sul sito Psicologi Italiani che impostano cookie di terze parti:

Google Analytics (Google)
Google Anayltics è un servizio di analisi web fornito da Google, Inc. ("Google") che utilizza dei "cookie" mediante i quali raccoglie Dati Personali dell'Utente che vengono trasmessi a, e depositati presso i server di Google negli Stati Uniti. Google utilizza queste informazioni allo scopo di tracciare e esaminare il vostro utilizzo del sito web, compilare report sulle attività del sito web per gli operatori del sito web e fornire altri servizi relativi alle attività del sito web e all'utilizzo di Internet. Google non associa l'indirizzo IP dell'utente a nessun altro dato posseduto da Google. L'eventuale rifiuto di utilizzare i cookies, selezionando l'impostazione appropriata sul vostro browser, può impedire di utilizzare tutte le funzionalità di questo sito web.

Social Widgets/Buttons
Servizi che consentono agli utenti di interagire con i social network direttamente all'interno di altri siti web.

Facebook social buttons/widgets (Facebook)
Servizio gestito da Facebook Inc. società che aderisce all'iniziativa Safe Harbor Privacy Policy Framework, garantendo un trattamento dei Dati Personali in linea con gli standard di sicurezza europei. Il servizio consente all'Utente di interagire con il social network tramite questo sito web. Facebook, grazie al click dell'Utente, acquisisce i dati relativi alla visita dello stesso sul Sito. Facebook non condivide alcuna informazione o dato in suo possesso con il Sito o il Titolare del Trattamento. Per maggiori informazioni sull'utilizzo dei Dati Personali da parte di Facebook Inc. si prega di consultare il seguente link: www.facebook.com/privacy/explanation.php

Twitter social buttons/widgets (Twitter)
Servizio gestito da Twitter, società che aderisce all'iniziativa Safe Harbor Privacy Policy Framework, garantendo un trattamento dei Dati Personali in linea con gli standard di sicurezza europei. Il servizio consente all'Utente di interagire con il social network tramite questo sito web. Twitter, grazie al click dell'Utente, acquisisce i dati relativi alla visita dello stesso sul Sito. Twitter non condivide alcuna informazione o dato in suo possesso con il Sito o il Titolare del Trattamento. Per maggiori informazioni sull'utilizzo dei Dati Personali da parte di Twitter si prega di consultare il seguente link: twitter.com/privacy

Gestione dei cookie

Poiché i cookie sono normali file di testo, è possibile accedervi utilizzando la maggior parte degli editor di testo o dei programmi di elaborazione testi. Per aprirli, è sufficiente fare clic su di essi. Di seguito è riportato un elenco di collegamenti che spiegano come visualizzare i cookie all'interno dei vari browser. Se il vostro browser non è presente, fate riferimento alle informazioni sui cookie fornite dal browser stesso. Se utilizzate un telefono cellulare, consultate il relativo manuale per reperire ulteriori informazioni.

Firefox
https://support.mozilla.org/en-US/kb/cookies-information-websites-store-on-your-computer

Chrome
https://support.google.com/chrome/bin/answer.py?hl=en&answer=95647&topic=14666&ctx=topic

Internet Explorer
http://windows.microsoft.com/en-US/internet-explorer/delete-manage-cookies

Safari
http://support.apple.com/kb/PH17191?viewlocale=it_IT

Disattivazione/attivazione o eliminazione dei cookie

I cookie possono essere limitati o bloccati mediante le impostazioni del browser.

Se preferite che i siti Web non memorizzino alcun cookie nel vostro computer, impostate il browser in modo da ricevere una notifica prima dell'archiviazione di ogni cookie. In alternativa, potete impostare il browser in modo che rifiuti tutti i cookie o solo i cookie di terze parti. Potete anche eliminare tutti i cookie già presenti nel sistema. È importante sottolineare che le impostazioni devono essere modificate separatamente in ogni browser e computer utilizzato.

Se impostate il blocco della memorizzazione dei cookie, Psicologi Italiani non può garantire un corretto funzionamento del sito Web. Alcune funzioni del sito potrebbero risultare non disponibili e potrebbe non essere più possibile visualizzare determinati siti Web. Inoltre, il blocco dei cookie non elimina la visualizzazione degli annunci pubblicitari. Semplicemente, questi non saranno più personalizzati in base ai vostri interessi e verranno riproposti con maggiore frequenza.

In ogni browser le impostazioni vengono modificate seguendo una diversa procedura. Se necessario, per definire impostazioni corrette utilizzate la funzione di Guida del browser.

Per disattivare i cookie su un telefono cellulare, consultate il relativo manuale per reperire ulteriori informazioni.

Informazioni più dettagliate relative ai cookie su Internet sono disponibili all'indirizzo http://www.aboutcookies.org/

Altri cookie/cookie imprevisti

Considerando il funzionamento di Internet e dei siti Web, non sempre siamo in grado di controllare i cookie che vengono memorizzati da terze parti attraverso il nostro sito Web. Questo vale soprattutto nei casi in cui la pagina Web contenga i cosiddetti elementi incorporati: testi, documenti, immagini o brevi filmati che sono archiviati altrove, ma vengono visualizzati nel o attraverso il nostro sito Web.
Di conseguenza, qualora nel sito Web venisse rilevato un cookie non imputabile ad uno dei servizi di terze parti elencato, vi preghiamo di comunicarcelo. In alternativa, potete contattare direttamente le terze parti interessate e chiedere informazioni sui cookie che inviano, a quali scopi, qual è la loro durata e come garantiscono la privacy degli utenti.