Pubblicità

Quanto assomigliate al vostro nome?

La ricerca spiega come riusciamo ad abbinare i nomi ai volti con una precisione sorprendente.


nome voltoOh Romeo, Romeo, perché sei tu Romeo!?

[…] rifiuta il tuo nome, o se non vuoi, giura che mi ami e non sarò più una Capuleti.
Solo il tuo nome è mio nemico: tu sei tu.
Che vuol dire "Montecchi"?
[…]
Prendi un altro nome.
Che cos'è un nome?
Quella che chiamiamo "rosa", anche con un altro nome, avrebbe il suo profumo.
Rinuncia al tuo nome, Romeo, e per quel nome che non è parte di te, prendi me stessa
(“Romeo e Giulietta”, William Shakespeare).

In questo passaggio, Shakespeare sembra aver anticipato alcune delle domande più curiose della nostra società:

quanto assomigliamo al nostro nome?

Psicologi in evidenza
Dottor Luigi Pignatelli
via Romagna, 20 - TARANTO
Cell.: 331 1087853
Dottoressa Daniela Benedetto
Via del Vascello, 34 - ROMA
Cell: +39 339 6306112

Quanto rispecchiamo le sue caratteristiche?

E cosa li determina?

Una nuova ricerca, pubblicata dall’American Psychological Association, ha scoperto che le persone sembrano avere migliori possibilità di abbinare correttamente i nomi alle loro facce.

Sembrerebbe, inoltre, che questo possa avere a che fare con gli stereotipi culturali che attribuiamo ai nomi.

Nello studio, pubblicato su “Journal of Personality and Social Psychology”, la Dott. essa Yonat Zwebner, dottoranda presso The Hebrew University of Jerusalem al tempo della ricerca, e colleghi hanno condotto una serie di esperimenti che coinvolgono centinaia di partecipanti in Israele e in Francia.

In ciascuno di essi, ai soggetti è stata mostrata una fotografia ed è stato chiesto di selezionare, da un elenco, il nome che più corrispondeva alla faccia che vedevano.

È emerso, in ogni prova, che i partecipanti hanno avuto una prestazione significativamente migliore (dal 25 al 40% di accuratezza) nell’abbinare il nome al volto, rispetto alla pura casualità (20 o 25%), anche quando veniva controllata per etnia, età e altre variabili socio-economiche.

I ricercatori hanno, quindi, ipotizzato che l’effetto possa essere dovuto, in parte, agli stereotipi culturali associati ai nomi, poiché hanno trovato che l’effetto era determinato da essa.


Primo esperimento.

In un esperimento, condotto con studenti di Francia ed Israele, veniva presentato un mix di volti e nomi israeliani e francesi.

I partecipanti provenienti dal primo Paese sono riusciti ad abbinare correttamente solo volti e nomi francesi, mentre gli studenti israeliani hanno unito meglio solo nomi e volti di conterranei.


Secondo esperimento.


In un altro esperimento, che comprendeva oltre 94.000 immagini facciali, è stato utilizzato un computer per abbinare nomi e volti, attraverso un algoritmo preimpostato.

Anche in questo caso c’è stata una probabilità significativamente maggiore (dal 54 al 64% di precisione) di avere successo, rispetto alla casualità (precisione del 50%).


Considerazioni.


Secondo la Dott. essa Zwebner, questa manifestazione del nome in un volto potrebbe essere dovuta al fatto che le persone tendono ad alterare inconsciamente il loro aspetto per conformarsi alle norme ed agli spunti culturali associati con i loro nomi.

Siamo a conoscenza di un tale processo in altre tipologie di stereotipi, come l’etnia e il genere, dove, a volte, le aspettative degli altri influenzano ciò che diventiamo”, ha spiegato la studiosa. “La ricerca precedente ha dimostrato che ci sono stereotipi culturali collegati ai nomi, compreso il modo in cui un soggetto dovrebbe apparire. Per esempio, le persone sono più propense ad immaginare un individuo di nome Bob con un volto più rotondo di uno di nome Tim. Crediamo che questi fenomeni possano, nel tempo, influenzare l’aspetto del viso delle persone”.

Ciò è stato supportato dai risultati di un esperimento, i quali hanno dimostrato che modificare alcune zone del viso che possono essere controllate, come l’acconciatura, era sufficiente a produrre un tale effetto.

Insieme, questi risultati suggeriscono che l’aspetto del viso rappresenta le aspettative sociali di come dovrebbe sembrare una persona con un particolare nome. In questo modo, un’etichetta sociale può influenzare l’aspetto del proprio volto”, ha concluso la Dott. essa Ruth Mayo, anch’ella della Hebrew University of Jerusalem. “Siamo oggetto di strutturazione sociale, dal momento in cui nasciamo, non solo per sesso, etnia e status socio-economico, ma anche per la semplice scelta che gli altri fanno dandoci il nostro nome”.    

 

 

Fonte: American Psycholgical Association

(Traduzione ed adattamento a cura della Dottoressa Alice Fusella)

 

 

  |   Letto: 2091 volte
Pin it


Potrebbero interessarti anche....

Desiderio e psicosi: una prospettiva Lacaniana

E' il desiderio il patrimonio esclusivo della dicotomia nevrosi/perèversion? Quali sarebbero gli argomenti lacaniani a sostegno dell’assenza del desiderio nella psicosi? In secondo luogo, quale potrebbe essere invece il tipo di desiderio che opera nella psicosi? La prospettiva Lacaniana re-intro...

Delirio e coscienza

Il delirio può essere inteso come una costellazione di caratteristiche che possono essere organizzate in segni oggettivi e sintomi soggettivi. “Affrontare un fatto terrificante, così com'è, ossia il delirio, nella sua angosciosa volatilità, nel suo contenuto elusivo, apre un...

Disturbi mentali: la visione di Wittgenstein

Secondo Wittgenstein dovremmo riconoscere ed identificare i disturbi mentali attraverso i tipi di comportamenti e reazioni che le persone mostrano pubblicamente nonchè il contesto sociale in cui si verificano. Ludwig Wittgenstein, filosofo, ingegnere e logico austriaco, all'interno delle sue opere ha ...

Sociopatia e comportamento antisociale in adolescenza

Esiste una tendenza antisociale generalizzata che si applica a tutta la devianza dell'adolescenza? O ci sono aspetti distinti che rendono la delinquenza e la trasgressione adolescenziale fenomeni separati che richiedono distinti livelli di analisi? La diffusione sempre maggiore di comportamenti sociopatici e...

Copyright © 2018 Psicologi Italiani. Tutti i diritti riservati. Psiconline srl. - P.IVA 01925060699 - web design - web agency -

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Accedendo acconsenti all'utilizzo dei cookies in accordo con la politica e regolamentazione vigente in materia di cookies e privacy. - ULTERIORI INFORMAZIONI

Cookie e relative funzionalità

A seconda dei singoli obiettivi, si utilizzano cookie differenti.
Di seguito viene fornito un elenco dei tipi di cookie più diffusi e degli scopi per cui vengono utilizzati.

Cookie di sessione
I cookie di sessione vengono archiviati temporaneamente nella memoria del computer durante l'esplorazione di un sito, ad esempio, per tenere traccia della lingua scelta. I cookie di sessione rimangono memorizzati nel computer per un breve periodo di tempo. Vengono infatti eliminati non appena l'utente chiude il browser Web.

Cookie permanenti o traccianti
I cookie permanenti salvano un file sul computer per un lungo periodo di tempo. Questo tipo di cookie possiede una data di scadenza. I cookie permanenti consentono ai siti Web di ricordare informazioni e impostazioni alle successive visite degli utenti, rendendo così l'esplorazione più pratica e rapida, poiché, ad esempio, non è più necessario effettuare l'accesso.
Alla data di scadenza, il cookie viene automaticamente eliminato quando si effettua il primo accesso al sito Web che lo ha creato.

Cookie di prime parti
Questi cookie vengono impostati dai siti Web stessi (con dominio uguale a quello indicato nella barra degli indirizzi del browser) e possono essere letti solo da tali siti. Vengono comunemente utilizzati per archiviare informazioni quali le preferenze, da utilizzare alle successive visite al sito.

Cookie di terze parti
Questi cookie vengono impostati da domini diversi da quello indicato nella barra degli indirizzi del browser, ovvero da organizzazioni che non corrispondono ai proprietari dei siti Web.
I cookie utilizzati, ad esempio, per raccogliere informazioni a fini pubblicitari e di personalizzazione dei contenuti, oltre che per elaborare statistiche Web, possono essere "cookie di terze parti".
I cookie di terze parti consentono di ottenere sondaggi più completi delle abitudini di esplorazione degli utenti e si ritiene che siano più sensibili dal punto di vista dell'integrità. Per questo motivo, la maggior parte dei browser Web permette di modificare le impostazioni in modo che tali cookie non vengano accettati.

Di seguito un elenco dei servizi utilizzati sul sito Psicologi Italiani che impostano cookie di terze parti:

Google Analytics (Google)
Google Anayltics è un servizio di analisi web fornito da Google, Inc. ("Google") che utilizza dei "cookie" mediante i quali raccoglie Dati Personali dell'Utente che vengono trasmessi a, e depositati presso i server di Google negli Stati Uniti. Google utilizza queste informazioni allo scopo di tracciare e esaminare il vostro utilizzo del sito web, compilare report sulle attività del sito web per gli operatori del sito web e fornire altri servizi relativi alle attività del sito web e all'utilizzo di Internet. Google non associa l'indirizzo IP dell'utente a nessun altro dato posseduto da Google. L'eventuale rifiuto di utilizzare i cookies, selezionando l'impostazione appropriata sul vostro browser, può impedire di utilizzare tutte le funzionalità di questo sito web.

Social Widgets/Buttons
Servizi che consentono agli utenti di interagire con i social network direttamente all'interno di altri siti web.

Facebook social buttons/widgets (Facebook)
Servizio gestito da Facebook Inc. società che aderisce all'iniziativa Safe Harbor Privacy Policy Framework, garantendo un trattamento dei Dati Personali in linea con gli standard di sicurezza europei. Il servizio consente all'Utente di interagire con il social network tramite questo sito web. Facebook, grazie al click dell'Utente, acquisisce i dati relativi alla visita dello stesso sul Sito. Facebook non condivide alcuna informazione o dato in suo possesso con il Sito o il Titolare del Trattamento. Per maggiori informazioni sull'utilizzo dei Dati Personali da parte di Facebook Inc. si prega di consultare il seguente link: www.facebook.com/privacy/explanation.php

Twitter social buttons/widgets (Twitter)
Servizio gestito da Twitter, società che aderisce all'iniziativa Safe Harbor Privacy Policy Framework, garantendo un trattamento dei Dati Personali in linea con gli standard di sicurezza europei. Il servizio consente all'Utente di interagire con il social network tramite questo sito web. Twitter, grazie al click dell'Utente, acquisisce i dati relativi alla visita dello stesso sul Sito. Twitter non condivide alcuna informazione o dato in suo possesso con il Sito o il Titolare del Trattamento. Per maggiori informazioni sull'utilizzo dei Dati Personali da parte di Twitter si prega di consultare il seguente link: twitter.com/privacy

Gestione dei cookie

Poiché i cookie sono normali file di testo, è possibile accedervi utilizzando la maggior parte degli editor di testo o dei programmi di elaborazione testi. Per aprirli, è sufficiente fare clic su di essi. Di seguito è riportato un elenco di collegamenti che spiegano come visualizzare i cookie all'interno dei vari browser. Se il vostro browser non è presente, fate riferimento alle informazioni sui cookie fornite dal browser stesso. Se utilizzate un telefono cellulare, consultate il relativo manuale per reperire ulteriori informazioni.

Firefox
https://support.mozilla.org/en-US/kb/cookies-information-websites-store-on-your-computer

Chrome
https://support.google.com/chrome/bin/answer.py?hl=en&answer=95647&topic=14666&ctx=topic

Internet Explorer
http://windows.microsoft.com/en-US/internet-explorer/delete-manage-cookies

Safari
http://support.apple.com/kb/PH17191?viewlocale=it_IT

Disattivazione/attivazione o eliminazione dei cookie

I cookie possono essere limitati o bloccati mediante le impostazioni del browser.

Se preferite che i siti Web non memorizzino alcun cookie nel vostro computer, impostate il browser in modo da ricevere una notifica prima dell'archiviazione di ogni cookie. In alternativa, potete impostare il browser in modo che rifiuti tutti i cookie o solo i cookie di terze parti. Potete anche eliminare tutti i cookie già presenti nel sistema. È importante sottolineare che le impostazioni devono essere modificate separatamente in ogni browser e computer utilizzato.

Se impostate il blocco della memorizzazione dei cookie, Psicologi Italiani non può garantire un corretto funzionamento del sito Web. Alcune funzioni del sito potrebbero risultare non disponibili e potrebbe non essere più possibile visualizzare determinati siti Web. Inoltre, il blocco dei cookie non elimina la visualizzazione degli annunci pubblicitari. Semplicemente, questi non saranno più personalizzati in base ai vostri interessi e verranno riproposti con maggiore frequenza.

In ogni browser le impostazioni vengono modificate seguendo una diversa procedura. Se necessario, per definire impostazioni corrette utilizzate la funzione di Guida del browser.

Per disattivare i cookie su un telefono cellulare, consultate il relativo manuale per reperire ulteriori informazioni.

Informazioni più dettagliate relative ai cookie su Internet sono disponibili all'indirizzo http://www.aboutcookies.org/

Altri cookie/cookie imprevisti

Considerando il funzionamento di Internet e dei siti Web, non sempre siamo in grado di controllare i cookie che vengono memorizzati da terze parti attraverso il nostro sito Web. Questo vale soprattutto nei casi in cui la pagina Web contenga i cosiddetti elementi incorporati: testi, documenti, immagini o brevi filmati che sono archiviati altrove, ma vengono visualizzati nel o attraverso il nostro sito Web.
Di conseguenza, qualora nel sito Web venisse rilevato un cookie non imputabile ad uno dei servizi di terze parti elencato, vi preghiamo di comunicarcelo. In alternativa, potete contattare direttamente le terze parti interessate e chiedere informazioni sui cookie che inviano, a quali scopi, qual è la loro durata e come garantiscono la privacy degli utenti.