Pubblicità

Troll e psicopatia

Poichè il tratto di psicopatia è caratterizzato da impulsività e ricerca di comportamenti antisociali, è possibile che il creare una “mira al bersaglio” online sia un motivo centrale per il troll, il quale si diverte ad infliggere una sorta di crudeltà online.

troll psicopatiaDivenire il bersaglio di commenti dannosi su Facebook ormai è all'ordine del giorno.

Nonostante si possa tentare di fare tutto il possibile per tenere sotto controllo tale situazione, come mantenere le impostazioni della privacy o eliminare persone dagli “amici”, tuttavia, un nuovo amico di Facebook, amico di un cugino o altro, può iniziare a commentare negativamente o in modo offensivo un qualunque post o foto si possa pubblicare.

Fa male leggere che qualcuno nel proprio circolo di social-media considera il tuo abbigliamento, ad esempio, come fuori moda, sciatto o banale.

Con il passare dei giorni, si ricevono magari altri commenti dalla stessa persona, anche riguardo ad eventi a cui si è partecipato.

Bloccare queste persone sembra la soluzione più ovvia, ma anche se si procede in tal senso, rimangono domande e sorgono dubbi sulla propria persona.

I cosiddetti “troll” dei social media sono là fuori, alla ricerca delle migliaia di persone a cui è piaciuta una determinata pagina in modo che possano postare su di essa, o in gruppi di persone di facebook che non si conoscono ma che condividono interessi simili o vivono nella stessa comunità.

Quando si parla di trolling si fa riferimento ad una provocazione deliberata verso gli altri attraverso l'inganno ed un comportamento dannoso su Internet, che spesso provoca reazioni conflittuali, reazioni altamente emotive e interruzioni della comunicazione per far progredire il divertimento del troll.

Psicologi in evidenza
Dottoressa Ilaria Artusi
Via Lorenzetti, 15 - AREZZO
Cell.: 333 3945439
Dottoressa Camilla Pazzagli
Via Gioberti, 23 - FIRENZE
Cell: 331 7339589

Gli psicologi che studiano la personalità hanno usato questo fenomeno come un'opportunità per indagare se i troll hanno maggiori probabilità di avere tendenze psicopatiche.

Attendono pazientemente dietro il proprio schermo di trovare persone con determinati profili, proprio come nelle interazioni faccia a faccia, per comportarsi in modo sadico e prepotente.

Barbara Lopes dell'Università della Coimbra, Portogallo, ha collaborato con Hui Yu, dell'Università De Montfort, Regno Unito, per verificare se le persone con un alto livello di psicopatia hanno più probabilità di ricercare prede su Facebook che considerano popolari e di successo.

La teoria alla base di questo studio della personalità e dei troll di internet ipotizza che le persone con un alto livello di psicopatia hanno una “credenza intrinseca secondo cui è accettabile per gli altri essere manipolati e feriti a proprio beneficio a partire da una motivazione sadica soggiacente a causare danni agli altri”.

In tal senso, i troll vedono gli individui popolari come obiettivi desiderabili al fine di usarli per le connessioni sociali ed i guadagni.

Pubblicità

Essi soddisfano i loro bisogni sadici “provocando danni a persone che sono... socialmente salienti e attraenti”.

D'altra parte, quando incontrano persone di basso status o profilo, quelli con un alto livello di psicopatia possono godersi il colpo occasionale, solo per il gusto di farlo, ma senza considerarla una grande sfida.

Molto meglio, secondo questo punto di vista, abbattere gli alti e i potenti.

Il secondo componente della cosiddetta Triade Oscura, insieme al machiavellismo, che dovrebbe riguardare il comportamento su Facebook, secondo Lopes e Yu, è il narcisismo.

Le persone con un alto livello di narcisismo dovrebbero sfidare il loro falso senso di superiorità quando incontrano un individuo popolare e di successo sociale, almeno come rivelato su Facebook.

D'altra parte, per aiutarli a progredire agli occhi degli altri, possono tentare di fare amicizia con la persona che potrebbe potenzialmente aiutarli a guadagnare popolarità.

Le persone con un alto livello di machiavellismo, che implica una tendenza a manipolare e sfruttare le persone, potrebbero, secondo gli autori, considerare gli utenti di facebook in termini di minaccia all'autostima o come possibilità di auto-promozione.

Lo studio ha cercato pertanto di determinare se gli individui che differiscono nei tratti della Triade Oscura (Dark Triad Traits), rispondono in modo diverso ai profili Facebook di persone con una popolarità alta o bassa.

Un campione di 135 studenti britannici ha partecipato allo studio online, nel quale hanno completato un questionario sulla Dark Triad e successivamente proceduto a visitare i profili Facebook creati appositamente con un pari dello stesso sesso.

I profili Facebook “popolari” mostravano persone con molti amici online e personalità estroverse.

Psicologi in evidenza
Dottoressa Valeria Colasanti
Viale Regina Margherita, 157 (Studio Psicologico Alfa) - ROMA
Cell: 348 8197748
Dottoressa Sara Ruiba
Via Cortevecchia, 59 - FERRARA
Cell.: 338 2315061

I profili Facebook di “basso status” raffiguravano individui con pochi amici online che sembravano avere scarsa autostima, prove di eccessiva attività di gioco online e post che suggerivano la ricerca di rassicurazione dagli altri a causa della loro mancanza di connessione sociale.

Ai partecipanti è stato chiesto di confrontarsi con questi utenti di Facebook per scoprire se i profili stimolavano il confronto sociale verso l'alto o verso il basso.

Il gruppo di ricerca ha misurato il livello di “trolling” chiedendo ai partecipanti di valutare il loro accordo sui commenti in seguito a post che si riferivano ad un risultato nelle aree dell'istruzione e del successo personale.

Gli utenti popolari di Facebook hanno riferito di aver ricevuto voti alti, e quelli impopolari hanno riferito la propria delusione nel riceverli bassi.

Nell'ambito del successo personale, gli utenti popolari di Facebook hanno postato lala foto del loro nuova auto appariscente, e quelli meno popolari lamentavano invece un raffreddore.

Tra i “commenti” che i partecipanti hanno letto su ciascun post, alcuni sono stati qualificati come Trolling come “non importa quanto duramente ci provi, perchè sei solo un idiota” (al profilo meno popolare) e “Con quale insegnante sei andato a letto per ottenere quel voto?” ( al profilo popolare).

I partecipanti hanno valutato fino a che punto erano d'accordo o in disaccordo con questi post.

Sostenendo la tesi secondo cui le persone con un alto livello di psicopatia cercano di indebolire le persone che vedono come riuscite, i risultati hanno mostrato che l'accordo con i commenti dei troll era effettivamente più alto per le persone ad alto tasso di psicopatia che leggono i post di coloro il cui profilo indica uno status di alto livello.

Sebbene si possa pensare al bullo classico come ad alto contenuto di psicopatia e quindi a voler abbattere il più debole, in realtà furono le persone che gli psicopatici reputavano di successo che avrebbero dovuto, secondo loro, essere “trollate”.

Pertanto, se sei una persona di successo che non si preoccupa di sembrare “troppo” popolare sui social media, probabilmente non sarai disturbato dai commenti poco carini dei troll.

Al contrario, se sei meno sicuro della tua posizione sociale, i troll di punteranno.

Poichè il tratto di psicopatia è caratterizzato da impulsività e ricerca di comportamenti antisociali, è possibile che il creare una sorta di “mira al bersaglio” online sia un motivo centrale per il troll.

Inoltre, poiché gli individui che ottengono punteggi alti nei agli aspetti sadici e psicopatici provano sentimenti di piacere nel ferire gli altri, questo suggerisce che i troll sono motivati e si divertono a infliggere la crudeltà online.

 

A cura della Dottoressa Giorgia Lauro

 

Bibliografia

Lopes, B., & Yu, H. (2017). Who do you troll and why: An investigation into the relationship between the Dark Triad personalities and online trolling behaviours towards popular and less popular Facebook profiles. Computers In Human Behavior, 7769-76

  |   Letto: 929 volte
Pin it


Potrebbero interessarti anche....

Il Sè sessuale

Il concetto di Sè sessuale fa riferimento alle modalità con cui si pensa a sé stessi come esseri sessuali e si sviluppa sia in risposta alle interpretazioni soggettive delle esperienze sessuali che dai feedack provenienti dal mondo esterno. L'individualità sessuale è defini...

Il Sé nell'altro: la paranoia

Le sfumature della paranoia: Persecuzione, megalomania ed erotomania. Nancy McWilliams e la concezione psicoanalitica. Una nuova comprensione della paranoia come sindrome psichiatrica è stata acquisita negli ultimi anni, grazie anche al pensiero psicoanalitico contemporaneo. Il manuale diagnostico e ...

Disturbo bipolare: sintomi e opzioni di trattamento

Il disturbo bipolare è un disordine caratterizzato da spostamenti insoliti nell'umore, nell'energia, nei livelli di attività e nella capacità di svolgere compiti quotidiani. I sintomi del disturbo bipolare sono abbastanza gravi; oscillano da livelli bassi ad alti, e la sintomatologia pu&...

La teoria della separazione

La teoria della separazione integra i sistemi psicoanalitici ed esistenziali del pensiero, mostrando quanto il dolore interpersonale precoce e l'ansia di separazione, e in seguito, l'ansia di morte, portino alla formazione di forti difese psicologiche. “La teoria della separazione è integrativa ...

Copyright © 2018 Psicologi Italiani. Tutti i diritti riservati. Psiconline srl. - P.IVA 01925060699 - web design - web agency -

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Accedendo acconsenti all'utilizzo dei cookies in accordo con la politica e regolamentazione vigente in materia di cookies e privacy. - ULTERIORI INFORMAZIONI

Cookie e relative funzionalità

A seconda dei singoli obiettivi, si utilizzano cookie differenti.
Di seguito viene fornito un elenco dei tipi di cookie più diffusi e degli scopi per cui vengono utilizzati.

Cookie di sessione
I cookie di sessione vengono archiviati temporaneamente nella memoria del computer durante l'esplorazione di un sito, ad esempio, per tenere traccia della lingua scelta. I cookie di sessione rimangono memorizzati nel computer per un breve periodo di tempo. Vengono infatti eliminati non appena l'utente chiude il browser Web.

Cookie permanenti o traccianti
I cookie permanenti salvano un file sul computer per un lungo periodo di tempo. Questo tipo di cookie possiede una data di scadenza. I cookie permanenti consentono ai siti Web di ricordare informazioni e impostazioni alle successive visite degli utenti, rendendo così l'esplorazione più pratica e rapida, poiché, ad esempio, non è più necessario effettuare l'accesso.
Alla data di scadenza, il cookie viene automaticamente eliminato quando si effettua il primo accesso al sito Web che lo ha creato.

Cookie di prime parti
Questi cookie vengono impostati dai siti Web stessi (con dominio uguale a quello indicato nella barra degli indirizzi del browser) e possono essere letti solo da tali siti. Vengono comunemente utilizzati per archiviare informazioni quali le preferenze, da utilizzare alle successive visite al sito.

Cookie di terze parti
Questi cookie vengono impostati da domini diversi da quello indicato nella barra degli indirizzi del browser, ovvero da organizzazioni che non corrispondono ai proprietari dei siti Web.
I cookie utilizzati, ad esempio, per raccogliere informazioni a fini pubblicitari e di personalizzazione dei contenuti, oltre che per elaborare statistiche Web, possono essere "cookie di terze parti".
I cookie di terze parti consentono di ottenere sondaggi più completi delle abitudini di esplorazione degli utenti e si ritiene che siano più sensibili dal punto di vista dell'integrità. Per questo motivo, la maggior parte dei browser Web permette di modificare le impostazioni in modo che tali cookie non vengano accettati.

Di seguito un elenco dei servizi utilizzati sul sito Psicologi Italiani che impostano cookie di terze parti:

Google Analytics (Google)
Google Anayltics è un servizio di analisi web fornito da Google, Inc. ("Google") che utilizza dei "cookie" mediante i quali raccoglie Dati Personali dell'Utente che vengono trasmessi a, e depositati presso i server di Google negli Stati Uniti. Google utilizza queste informazioni allo scopo di tracciare e esaminare il vostro utilizzo del sito web, compilare report sulle attività del sito web per gli operatori del sito web e fornire altri servizi relativi alle attività del sito web e all'utilizzo di Internet. Google non associa l'indirizzo IP dell'utente a nessun altro dato posseduto da Google. L'eventuale rifiuto di utilizzare i cookies, selezionando l'impostazione appropriata sul vostro browser, può impedire di utilizzare tutte le funzionalità di questo sito web.

Social Widgets/Buttons
Servizi che consentono agli utenti di interagire con i social network direttamente all'interno di altri siti web.

Facebook social buttons/widgets (Facebook)
Servizio gestito da Facebook Inc. società che aderisce all'iniziativa Safe Harbor Privacy Policy Framework, garantendo un trattamento dei Dati Personali in linea con gli standard di sicurezza europei. Il servizio consente all'Utente di interagire con il social network tramite questo sito web. Facebook, grazie al click dell'Utente, acquisisce i dati relativi alla visita dello stesso sul Sito. Facebook non condivide alcuna informazione o dato in suo possesso con il Sito o il Titolare del Trattamento. Per maggiori informazioni sull'utilizzo dei Dati Personali da parte di Facebook Inc. si prega di consultare il seguente link: www.facebook.com/privacy/explanation.php

Twitter social buttons/widgets (Twitter)
Servizio gestito da Twitter, società che aderisce all'iniziativa Safe Harbor Privacy Policy Framework, garantendo un trattamento dei Dati Personali in linea con gli standard di sicurezza europei. Il servizio consente all'Utente di interagire con il social network tramite questo sito web. Twitter, grazie al click dell'Utente, acquisisce i dati relativi alla visita dello stesso sul Sito. Twitter non condivide alcuna informazione o dato in suo possesso con il Sito o il Titolare del Trattamento. Per maggiori informazioni sull'utilizzo dei Dati Personali da parte di Twitter si prega di consultare il seguente link: twitter.com/privacy

Gestione dei cookie

Poiché i cookie sono normali file di testo, è possibile accedervi utilizzando la maggior parte degli editor di testo o dei programmi di elaborazione testi. Per aprirli, è sufficiente fare clic su di essi. Di seguito è riportato un elenco di collegamenti che spiegano come visualizzare i cookie all'interno dei vari browser. Se il vostro browser non è presente, fate riferimento alle informazioni sui cookie fornite dal browser stesso. Se utilizzate un telefono cellulare, consultate il relativo manuale per reperire ulteriori informazioni.

Firefox
https://support.mozilla.org/en-US/kb/cookies-information-websites-store-on-your-computer

Chrome
https://support.google.com/chrome/bin/answer.py?hl=en&answer=95647&topic=14666&ctx=topic

Internet Explorer
http://windows.microsoft.com/en-US/internet-explorer/delete-manage-cookies

Safari
http://support.apple.com/kb/PH17191?viewlocale=it_IT

Disattivazione/attivazione o eliminazione dei cookie

I cookie possono essere limitati o bloccati mediante le impostazioni del browser.

Se preferite che i siti Web non memorizzino alcun cookie nel vostro computer, impostate il browser in modo da ricevere una notifica prima dell'archiviazione di ogni cookie. In alternativa, potete impostare il browser in modo che rifiuti tutti i cookie o solo i cookie di terze parti. Potete anche eliminare tutti i cookie già presenti nel sistema. È importante sottolineare che le impostazioni devono essere modificate separatamente in ogni browser e computer utilizzato.

Se impostate il blocco della memorizzazione dei cookie, Psicologi Italiani non può garantire un corretto funzionamento del sito Web. Alcune funzioni del sito potrebbero risultare non disponibili e potrebbe non essere più possibile visualizzare determinati siti Web. Inoltre, il blocco dei cookie non elimina la visualizzazione degli annunci pubblicitari. Semplicemente, questi non saranno più personalizzati in base ai vostri interessi e verranno riproposti con maggiore frequenza.

In ogni browser le impostazioni vengono modificate seguendo una diversa procedura. Se necessario, per definire impostazioni corrette utilizzate la funzione di Guida del browser.

Per disattivare i cookie su un telefono cellulare, consultate il relativo manuale per reperire ulteriori informazioni.

Informazioni più dettagliate relative ai cookie su Internet sono disponibili all'indirizzo http://www.aboutcookies.org/

Altri cookie/cookie imprevisti

Considerando il funzionamento di Internet e dei siti Web, non sempre siamo in grado di controllare i cookie che vengono memorizzati da terze parti attraverso il nostro sito Web. Questo vale soprattutto nei casi in cui la pagina Web contenga i cosiddetti elementi incorporati: testi, documenti, immagini o brevi filmati che sono archiviati altrove, ma vengono visualizzati nel o attraverso il nostro sito Web.
Di conseguenza, qualora nel sito Web venisse rilevato un cookie non imputabile ad uno dei servizi di terze parti elencato, vi preghiamo di comunicarcelo. In alternativa, potete contattare direttamente le terze parti interessate e chiedere informazioni sui cookie che inviano, a quali scopi, qual è la loro durata e come garantiscono la privacy degli utenti.