Pubblicità

Un matrimonio stabile aumenta le probabilità di sopravvivere dopo un ictus.

L’importanza del supporto coniugale nella fase di recupero da un ictus.


matrimonio ictusUn nuovo studio suggerisce che avere un matrimonio stabile può migliorare le vostre possibilità di sopravvivenza dopo un ictus.

Ma, come hanno riportato i ricercatori sul “Journal of the American Heart Association”, se avete divorziato più di una volta, o non siete mai stati sposati, le notizie, per voi, non sono altrettanto rassicuranti.


L’ictus, che è una delle principali cause di disabilità e morte negli Stati Uniti, colpisce quasi 800.000 adulti ogni anno.

Psicologi in evidenza
Dottoressa Cristina Bergia
Viale dei Mille, 1 - FIRENZE
Cell.: 339 7067867
Dottoressa Arianna Grazzini
Corso Trieste, 59 - ROMA
Cell: 334 7666763

Questo nuovo studio è il primo, negli Stati Uniti, ad esaminare l’impatto del matrimonio sulla sopravvivenza dopo un ictus, ma ci sono già dei dati che mostrano che avere un coniuge migliora le vostre possibilità di sopravvivere dopo un infarto.

Questo studio si aggiunge ad un crescente corpo di ricerca che mostra come le nostre relazioni sociali possano avere conseguenze immediate e durature”, ha spiegato l’autore principale dello studio, il Dott. Matthew Dupre, professore associato nel Department of Community and Family Medicine and the Duke Clinical Research Institute. “E’ importante per i sopravvissuti all’ictus capire come la loro storia coniugale possa avere un impatto nel recupero dopo questo grave evento”.


Lo studio ed i risultati.

Per il nuovo studio, i ricercatori hanno analizzato i dati, provenienti da 2.351 pazienti con più di 40 anni, i quali avevano avuto un ictus tra il 1992 ed il 2010.

I soggetti, che facevano parte di uno studio più ampio, sono stati intervistati ogni due anni per decenni, al fine di tenere conto di una serie di fattori, che potrebbero influire anch’essi sul rischio di morte, tra cui supporto sociale limitato, sintomi depressivi, status socio-economico, consumo di alcol e tabacco, ipertensione, diabete e BMI.

Tra i pazienti che non sono stati mai sposati, il rischio di morte era del 71% superiore rispetto a quelli che erano rimasti sposati con lo stesso partner.

Tra quelli con due o più divorzi alle spalle, il rischio di morte è salito in modo significativo: avevano una probabilità di quasi il 40% maggiore di morire entro la fine dello studio, rispetto a coloro che avevano matrimoni stabili.

I ricercatori hanno scoperto, inoltre, che essere vedovi aumentava il rischio di morte.

Risposarsi, infine, non sembrava mitigare l’effetto di più divorzi.

Però il Dott. Dupre sospetta che la durata di questi divorzi potrebbe eventualmente fare la differenza.
Sappiamo, da studi precedenti, che i rischi per la salute legati al divorzio generalmente diminuiscono nel tempo”, ha affermato lo studioso.
I rischi, infatti, erano particolarmente pronunciati tra coloro che erano sempre stati vedovi, presumibilmente a causa della vicinanza della perdita del coniuge col verificarsi di un ictus in età più avanzata.


Considerazioni.

Psicologi in evidenza
Dottoressa Maria Narduzzo
Corso Galileo Ferraris, 107 - TORINO
Cell: 333 7130974
Dottor Francesco Innocenti
Via T. Tozzetti, 23 - FIRENZE
Cell.: 340 7525217

Tutto ciò non significa che bisogna avere una vita da favola con il proprio coniuge per evitare le complicazioni di un ictus, ma, secondo questa nuova ricerca, questo potrebbe essere un altro fattore, che aiuta a ridurre le complicanze di un ictus per le persone con una storia coniugale irregolare o inesistente.

Il nuovo studio “apre veramente gli occhi in termini dell’impatto che ha un matrimonio stabile”, ha spiegato il Dott. Shyam Prabhakaran, professore di Neurologia e direttore della ricerca sull’ictus alla Northwestern University’s Feinberg School of Medicine.
Essa suggerisce “che la presenza di una persona cara nella vostra vita in quegli anni dopo l’ictus fornisce supporto e motivazione”.

Secondo il Dott. Tudor Jovin, professore di Neurologia e Neurochirurgia dello Stroke Institute alla University of Pittsburgh Medical Center, i risultati mostrano l’importanza di un forte sistema di supporto per i pazienti colpiti da ictus.
Sappiamo che il supporto della famiglia per una vittima di ictus fa una grandissima differenza ed i coniugi sono una componente essenziale di questo”, ha concluso lo studioso.
    
            

 

 

Fonte: Today.com

(Traduzione ed adattamento a cura della Dottoressa Alice Fusella)

 

 

  |   Letto: 1693 volte
Pin it


Potrebbero interessarti anche....

Adolescenza e sviluppo psico-sessuale

L’influenza dei sistemi operativi interni consentono, durante l'adolescenza, di costruire schemi di riferimento per la definizione dell’intimità e valutare la misura in cui saranno coinvolti in relazioni sentimentali. All’interno del presente articolo si cercherà di esplorare ...

Il Metodo Gottmann

La terapia di coppia promossa dal Metodo Gottmann, può essere utilizzata per educare i partner nelle prime fasi di una relazione e per ripristinare un funzionamento sano in quelle coppie afflitte o bloccate in conflitti cronici, o impegnate in altri modelli distruttivi. Il Metodo Gottmann per le Relaz...

Nella morsa del ragno: la perversione della manipolazione

Recenti fatti di cronaca ci fanno riflette sul tema della manipolazione e su quanto siano importanti l’instaurarsi nella società di programmi di prevenzione e di aiuto alle vittime. È indispensabile far chiarezza e delineare chi è il manipolatore e come agisce sulla mente della sua...

Col tempo… Si cambia!

Una ricerca ha dimostrato che, invecchiando, la nostra personalità cambia. È opinione comune che la vita, con le sue gioie ed i suoi dolori, ci porti a cambiare! Che sia in meglio, o in peggio, negli anni non resteremo mai la stessa persona! ...

Copyright © 2018 Psicologi Italiani. Tutti i diritti riservati. Psiconline srl. - P.IVA 01925060699 - web design - web agency -

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Accedendo acconsenti all'utilizzo dei cookies in accordo con la politica e regolamentazione vigente in materia di cookies e privacy. - ULTERIORI INFORMAZIONI

Cookie e relative funzionalità

A seconda dei singoli obiettivi, si utilizzano cookie differenti.
Di seguito viene fornito un elenco dei tipi di cookie più diffusi e degli scopi per cui vengono utilizzati.

Cookie di sessione
I cookie di sessione vengono archiviati temporaneamente nella memoria del computer durante l'esplorazione di un sito, ad esempio, per tenere traccia della lingua scelta. I cookie di sessione rimangono memorizzati nel computer per un breve periodo di tempo. Vengono infatti eliminati non appena l'utente chiude il browser Web.

Cookie permanenti o traccianti
I cookie permanenti salvano un file sul computer per un lungo periodo di tempo. Questo tipo di cookie possiede una data di scadenza. I cookie permanenti consentono ai siti Web di ricordare informazioni e impostazioni alle successive visite degli utenti, rendendo così l'esplorazione più pratica e rapida, poiché, ad esempio, non è più necessario effettuare l'accesso.
Alla data di scadenza, il cookie viene automaticamente eliminato quando si effettua il primo accesso al sito Web che lo ha creato.

Cookie di prime parti
Questi cookie vengono impostati dai siti Web stessi (con dominio uguale a quello indicato nella barra degli indirizzi del browser) e possono essere letti solo da tali siti. Vengono comunemente utilizzati per archiviare informazioni quali le preferenze, da utilizzare alle successive visite al sito.

Cookie di terze parti
Questi cookie vengono impostati da domini diversi da quello indicato nella barra degli indirizzi del browser, ovvero da organizzazioni che non corrispondono ai proprietari dei siti Web.
I cookie utilizzati, ad esempio, per raccogliere informazioni a fini pubblicitari e di personalizzazione dei contenuti, oltre che per elaborare statistiche Web, possono essere "cookie di terze parti".
I cookie di terze parti consentono di ottenere sondaggi più completi delle abitudini di esplorazione degli utenti e si ritiene che siano più sensibili dal punto di vista dell'integrità. Per questo motivo, la maggior parte dei browser Web permette di modificare le impostazioni in modo che tali cookie non vengano accettati.

Di seguito un elenco dei servizi utilizzati sul sito Psicologi Italiani che impostano cookie di terze parti:

Google Analytics (Google)
Google Anayltics è un servizio di analisi web fornito da Google, Inc. ("Google") che utilizza dei "cookie" mediante i quali raccoglie Dati Personali dell'Utente che vengono trasmessi a, e depositati presso i server di Google negli Stati Uniti. Google utilizza queste informazioni allo scopo di tracciare e esaminare il vostro utilizzo del sito web, compilare report sulle attività del sito web per gli operatori del sito web e fornire altri servizi relativi alle attività del sito web e all'utilizzo di Internet. Google non associa l'indirizzo IP dell'utente a nessun altro dato posseduto da Google. L'eventuale rifiuto di utilizzare i cookies, selezionando l'impostazione appropriata sul vostro browser, può impedire di utilizzare tutte le funzionalità di questo sito web.

Social Widgets/Buttons
Servizi che consentono agli utenti di interagire con i social network direttamente all'interno di altri siti web.

Facebook social buttons/widgets (Facebook)
Servizio gestito da Facebook Inc. società che aderisce all'iniziativa Safe Harbor Privacy Policy Framework, garantendo un trattamento dei Dati Personali in linea con gli standard di sicurezza europei. Il servizio consente all'Utente di interagire con il social network tramite questo sito web. Facebook, grazie al click dell'Utente, acquisisce i dati relativi alla visita dello stesso sul Sito. Facebook non condivide alcuna informazione o dato in suo possesso con il Sito o il Titolare del Trattamento. Per maggiori informazioni sull'utilizzo dei Dati Personali da parte di Facebook Inc. si prega di consultare il seguente link: www.facebook.com/privacy/explanation.php

Twitter social buttons/widgets (Twitter)
Servizio gestito da Twitter, società che aderisce all'iniziativa Safe Harbor Privacy Policy Framework, garantendo un trattamento dei Dati Personali in linea con gli standard di sicurezza europei. Il servizio consente all'Utente di interagire con il social network tramite questo sito web. Twitter, grazie al click dell'Utente, acquisisce i dati relativi alla visita dello stesso sul Sito. Twitter non condivide alcuna informazione o dato in suo possesso con il Sito o il Titolare del Trattamento. Per maggiori informazioni sull'utilizzo dei Dati Personali da parte di Twitter si prega di consultare il seguente link: twitter.com/privacy

Gestione dei cookie

Poiché i cookie sono normali file di testo, è possibile accedervi utilizzando la maggior parte degli editor di testo o dei programmi di elaborazione testi. Per aprirli, è sufficiente fare clic su di essi. Di seguito è riportato un elenco di collegamenti che spiegano come visualizzare i cookie all'interno dei vari browser. Se il vostro browser non è presente, fate riferimento alle informazioni sui cookie fornite dal browser stesso. Se utilizzate un telefono cellulare, consultate il relativo manuale per reperire ulteriori informazioni.

Firefox
https://support.mozilla.org/en-US/kb/cookies-information-websites-store-on-your-computer

Chrome
https://support.google.com/chrome/bin/answer.py?hl=en&answer=95647&topic=14666&ctx=topic

Internet Explorer
http://windows.microsoft.com/en-US/internet-explorer/delete-manage-cookies

Safari
http://support.apple.com/kb/PH17191?viewlocale=it_IT

Disattivazione/attivazione o eliminazione dei cookie

I cookie possono essere limitati o bloccati mediante le impostazioni del browser.

Se preferite che i siti Web non memorizzino alcun cookie nel vostro computer, impostate il browser in modo da ricevere una notifica prima dell'archiviazione di ogni cookie. In alternativa, potete impostare il browser in modo che rifiuti tutti i cookie o solo i cookie di terze parti. Potete anche eliminare tutti i cookie già presenti nel sistema. È importante sottolineare che le impostazioni devono essere modificate separatamente in ogni browser e computer utilizzato.

Se impostate il blocco della memorizzazione dei cookie, Psicologi Italiani non può garantire un corretto funzionamento del sito Web. Alcune funzioni del sito potrebbero risultare non disponibili e potrebbe non essere più possibile visualizzare determinati siti Web. Inoltre, il blocco dei cookie non elimina la visualizzazione degli annunci pubblicitari. Semplicemente, questi non saranno più personalizzati in base ai vostri interessi e verranno riproposti con maggiore frequenza.

In ogni browser le impostazioni vengono modificate seguendo una diversa procedura. Se necessario, per definire impostazioni corrette utilizzate la funzione di Guida del browser.

Per disattivare i cookie su un telefono cellulare, consultate il relativo manuale per reperire ulteriori informazioni.

Informazioni più dettagliate relative ai cookie su Internet sono disponibili all'indirizzo http://www.aboutcookies.org/

Altri cookie/cookie imprevisti

Considerando il funzionamento di Internet e dei siti Web, non sempre siamo in grado di controllare i cookie che vengono memorizzati da terze parti attraverso il nostro sito Web. Questo vale soprattutto nei casi in cui la pagina Web contenga i cosiddetti elementi incorporati: testi, documenti, immagini o brevi filmati che sono archiviati altrove, ma vengono visualizzati nel o attraverso il nostro sito Web.
Di conseguenza, qualora nel sito Web venisse rilevato un cookie non imputabile ad uno dei servizi di terze parti elencato, vi preghiamo di comunicarcelo. In alternativa, potete contattare direttamente le terze parti interessate e chiedere informazioni sui cookie che inviano, a quali scopi, qual è la loro durata e come garantiscono la privacy degli utenti.